Mappe mentali e concettuali

32,998 views
32,741 views

Published on

Febbraio 2011
Materiale didattico utilizzato durante il corso "Mappe mentali e concettuali" realizzato nell'Isola Imparafacile da Imparafacile Runo (aka Giovanni Dalla Bona)

Published in: Education
4 Comments
22 Likes
Statistics
Notes
  • Felice che ti sia piaciuto Giuliana ;)
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Grazie per il materiale, ho già visto un paio di spunti interessanti, esaminerò con calma, penso possa tornarmi ultile. Ciao. Giuliana
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Ciao Marco, queste slide sono state supporto a più di 4 ore di lezione centrate soprattutto sulle mappe mentali e molte cose sono state dette che qui non sono riportate. Mi sono permesso di mettere 'concettuali' nel titolo anche se il tema delle mappe concettuali è stato affrontato solo su sollecitazione di alcuni allievi, che volevano chiarire alcuni dubbi a riguardo. Quindi questo è il motivo della superficialità (o semplice incompletezza): le mappe concettuali non erano il tema delle lezioni.
    Riguardando le slide non trovo imprecisioni, ma prometto che quando preparerò le lezioni solo sulle mappe concettuali cercherò di essere completo e preciso (anche se probabilmente ci sarà una parte sulle mappe mentali superficiale e incompleta).
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Interessante e utile la parte sulle mappe mentali; superficiale e imprecisa quella sulle mappe concettuali, in particolare per quanto riguarda la definizione delle relazioni. Suggerisco quindi a chi è interessato all'argomento http://video.google.com/videoplay?docid=4402180535430637456#docid=1571506976234393358, del resto citato anche in quel lavoro; è la sincronizzazione audio in presa diretta + slide di una lezione che ho tenuto anni fa a Como. Il link porta alla prima parte, da cui sono raggiungibili le altre.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
32,998
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
71
Actions
Shares
0
Downloads
542
Comments
4
Likes
22
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mappe mentali e concettuali

  1. 1. Usare le<br />MAPPE MENTALI E CONCETTUALI<br />Materiali del corso tenuto in Second Life - Isola Imparafacile<br />A cura di: Imparafacile Runo (aka Giovanni dalla Bona)<br />
  2. 2. Cosa sono le mappe mentali?<br />Sono una RAPPRESENTAZIONE GRAFICA delle ASSOCIAZIONIche ciascuno di noi crea<br />FRA I CONCETTI<br />
  3. 3. Chi ha inventato le mappe mentali?<br />Le mappe mentali sono usate in maniera inconsapevole da molte persone, ma è stato lo psicologo TONY BUZAN a TEORIZZARNE L’UTILIZZO e a studiarne l’applicazione in diversi ambiti<br />
  4. 4. La nostra prima mappa...<br />
  5. 5. Suggerimenti per la prima mappa<br /><ul><li>Essere VELOCI
  6. 6. Scrivere le PRIME PAROLE che vengono in mente (non frasi), senza rifletterci troppo
  7. 7. NON PREOCCUPARSI DEL GIUDIZIO degli altri e non giudicare il lavoro degli altri</li></li></ul><li>La nostra prima mappa...<br />PRATO<br />
  8. 8. Sperimentiamo la diversità<br />PRATO<br />CONCETTO<br />Concetto<br />Concetto<br />Concetto<br />Concetto<br />CONCETTO<br />CONCETTO<br />Concetto<br />Concetto<br />CONCETTO<br />
  9. 9. Considerazione 1<br />Ogni persona è unica nella QUANTITÀ e QUALITÀ delle associazioni che riesce ad esprimere<br />
  10. 10. Considerazione 2<br />Cultura, conoscenza, hobby, curiosità, interessi… permettono di moltiplicare gli ingredienti necessari alle associazioni, rendendoci UNICI e SINGOLARI<br />
  11. 11. Considerazione 3<br />La quantità di associazioni è un indicatore della CAPACITÀ CREATIVA.<br />Ogni parola può diventare centro di altre associazioni all’infinito, rendendo infinita la nostra capacità creativa<br />
  12. 12. Aggiungiamo le immagini<br />PRATO<br />
  13. 13. Perché inserire le immagini?<br /><ul><li>Le immagini stimolano un numero incredibilmente grande di parti del cervello: colore, forma, linea, dimensione, consistenza, ritmo visivo e specialmente immaginazione.
  14. 14. Le immagini sono perciò spesso più evocative delle parole, più accurate e potenti nello stimolare una vasta gamma di associazioni</li></li></ul><li>La difficoltà di disegnare<br /><ul><li>Si ritiene che le immagini e i colori siano in qualche modo PRIMITIVI, PUERILI, IMMATURI e poco importanti
  15. 15. Si ritiene che solo POCHI ABBIANO IL “DONO” DI SAPER DISEGNARE e che chi non lo fa abitualmente non potrà mai essere in grado di fare qualcosa di accettabile</li></li></ul><li>Cosa facciamo disegnando<br /><ul><li>Liberiamo il potere visivo del cervello
  16. 16. Aumentiamo la capacità di immagazzinare e richiamare alla memoria, grazie all’enfasi e alle associazioni
  17. 17. Aumentiamo il piacere estetico (anche se manca la tecnica)
  18. 18. Ci rilassiamo maggiormente
  19. 19. Aumenta la capacità di visualizzare e percepire</li></li></ul><li>Cervello sinistro e destro<br />SINISTRO<br />DESTRO<br />Razionale<br />Pratico<br />Logico<br />Lineare<br />Analitico<br />Matematico<br />Emotivo<br />Creativo<br />Immaginativo<br />Intuitivo<br />Olistico<br />Allargato<br />
  20. 20. Creare delle categorie<br />RAGGRUPPARE ASSIEME elementi (persone, oggetti, concetti, attività ecc) che hanno degli ELEMENTI COMUNI<br />
  21. 21. Esercizio: una mappa su SL<br />musica<br />Scenario: ci hanno chiesto di scrivere un articolo sul nostro rapporto con la musica (se vuoi puoi scegliere un altro tema a piacere)<br />CONCETTO<br />Concetto<br />Concetto<br />Concetto<br />Esercizio<br />Fase 1: crea una mappa scrivendo di getto una decina di parole che associ al tema “musica”.<br />Fase 2: trova fra alcune delle parole che hai inserito delle caratteristiche comuni e raggruppale in un ramo il cui nome ne spieghi proprio il metodo di raggruppamento<br />Concetto<br />CONCETTO<br />CONCETTO<br />Concetto<br />Concetto<br />CONCETTO<br />
  22. 22. Come creare categorie<br /><ul><li>Il primo passo per creare categorie e gerarchie è quello di riconoscere i “CONCETTI CHIAVE”, cioè quelli che possono comprenderne molti altri
  23. 23. Spesso è utile RIFARE LE MAPPE, raggruppando su livelli diversi i concetti a seconda delle categorie identificate</li></li></ul><li>Esempio: mappa “Musica”, fase 1<br />Nella prima fase scrivo in maniera istintiva e immediata tutte le parole che associo al tema della mappa<br />
  24. 24. Esempio: mappa “Musica”, fase 2<br />Nella seconda fase raggruppo e ordino i concetti in base ad alcuni “concetti chiave“ <br />
  25. 25. Pensiero e struttura radiante<br />La struttura radiante della mappa riflette il modo in cui lavora il nostro cervello: LE ASSOCIAZIONI NON SONO LINEARI, ma si espandono in maniera radiale partendo da un nucleo centrale.<br />In questo modo OGNI CONCETTO diventa NUCLEO DI NUOVE ASSOCIAZIONI, in un processo che ha fine solo quando lo decide l’autore<br />
  26. 26. Categorizzare<br />Il tipo di categorizzazione e i livelli di generalizzazione o di parcellizzazione dipendono dagli OBIETTIVIdella mappa, ma entrambi non hanno limiti<br />
  27. 27. Mappa già strutturata: le 5 W<br />La mappa mentale può iniziare anche da una struttura di base già definita.<br />E’ il caso, ad esempio, delle 5 W utilizzate nel giornalismo anglosassone per scrivere un articolo.<br />WHAT («Cosa»)<br />WHO («Chi»)<br />WHEN («Quando»)<br />Evento da descrivere<br />WHY («Perché»)<br />WHERE («Dove»)<br />Chi, cosa, quando, dove e perché diventano le parole da cui far partire associazioni libere.<br />
  28. 28. Mappe mentali e mappe concettuali<br />24<br />Le MAPPE MENTALI non vanno confuse con le MAPPE CONCETTUALI: sono diverse le TEORIE da cui nascono, la loro STRUTTURA grafica e la REALIZZAZIONE<br />
  29. 29. Esempio di mappa mentale<br />pianoforte<br />Genova<br />cantautore<br />PAOLO<br />CONTE<br />Azzurro<br />Intimita’<br />25<br />
  30. 30. Esempio di mappa concettuale<br />PAOLO CONTE<br />Compone<br />Vive a<br />Suona il<br />PIANOFORTE<br />GENOVA<br />CANZONI<br />Ad esempio<br />AZZURRO<br />VIENI VIA CON ME<br />A cui ha dedicato<br />GENOVA PER NOI<br />26<br />
  31. 31. Teorici e teorie<br />27<br />
  32. 32. Le teorie (molto in breve)<br />28<br />
  33. 33. Differenze 1: etichette Vs associazioni<br />29<br />PRIMO CONCETTO<br />ALESSANDRO MANZONI<br />Elemento connettivo<br />??????<br />I PROMESSI SPOSI<br />SECONDO CONCETTO<br />L’associazione non spiega il legame fra i concetti. La connessione è ragionata e richiede un elemento connettivo (etichetta) che spieghi i legami fra i concetti<br />
  34. 34. Differenze 2: la struttura<br />30<br />
  35. 35. Differenze 3: spontaneità Vs riflessione<br />31<br />SPONTANEITÀ<br />RIFLESSIONE<br />=<br />=<br />VELOCITA’<br />LENTEZZA<br />
  36. 36. Suggerimento 1: colori e immagini<br />32<br />Utilizza COLORI e IMMAGINI per enfatizzare i concetti principali<br />Mappa al link: http://www.xmind.net/share/Imparafacile/mental-and-conceptual-maps/<br />
  37. 37. Suggerimento 2: link a siti e file<br />33<br />pianoforte<br />Utilizza LINK a FILE,PAGINE WEB eALTRE MAPPE per arricchire di contenuti la tua mappa <br />Genova<br />cantautore<br />PAOLO<br />CONTE<br />Azzurro<br />Intimita’<br />Link alla biografia<br />Link al testo della canzone<br />
  38. 38. Suggerimento 3: non confondere le mappe con diagrammi e schemi<br />34<br />Le MAPPE, sia mentali che concettuali, riguardano esclusivamente il legame fra CONCETTI.<br />Ogni altro materiale si ordini o raggruppi esce dai confini del mondo delle mappe<br />
  39. 39. Risorse utili<br />35<br />
  40. 40. Per informazioni<br />Per informazioni sui nostri progetti<br /> giovannidb@imparafacile.it<br /> http://www.imparafacile.it/<br /> http://imparafacile.ning.com/<br />

×