time management 3 - VIVERE il proprio tempo

2,336 views

Published on

parte 3 del modulo su teorie e tecniche di gestione del tempo - formatore alberto.garniga@gmail.com

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,336
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
39
Actions
Shares
0
Downloads
182
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

time management 3 - VIVERE il proprio tempo

  1. 1. Parte 3 VIVERE: time management Alberto GarnigaAlberto Garniga Corso UPT marzo 2011
  2. 2. Le domandechiave1. cosè per me il tempo?CAPIRE2. come gestisco tempo?PIANIFICARE3. che senso do al tempo?VIVERE
  3. 3. incipitSteven Bradbury alle olimpiadi: Video di Steven Bradbury alle Olimpiadi http://www.youtube.com/watch?v=IOVJn3d1CD8
  4. 4. STRATEGIA: ovvero pensareper obiettivi
  5. 5. Canzone di Battiato “vivere non è difficile,potendo poi rinascere” CD audio, Animale http://www.youtube.com/watch?v=bPa-IiXBfbY o http://www.youtube.com/watch?v=w3WaS-rAj-4
  6. 6. dal Time management al Life management
  7. 7. Domanda di fondo:Cosa serve per farcela nella vita?
  8. 8. COMPITO:individua le 3 caratteristiche personali,virtù, aspetti-chiave che servono perfarcela nella vita
  9. 9. 2. 1. 3.“farcela” nella vita
  10. 10. ESERCIZIO: prendete un foglio A4 e divideteloin 4 parti, poi provate con penna a risponderein modo sintetico alle 4 provocazioni esponetevi
  11. 11. “lavorare per obiettivi” NB: distinzione procedura / obiettivi ripetitività, prevedibilità, tecnica / strategia, decisione, persona
  12. 12. set the right target
  13. 13. 2. S.M.A.R.T.: ovvero“set the right target”
  14. 14. Aspetto o progetto il tempo ? Life planning
  15. 15. parola-chiave:il tempo-obiettivo
  16. 16. Come si fa aprendere la mira nella vita ?
  17. 17. S EMPLICE / SPECIFICOMART
  18. 18. SMISURABILEART
  19. 19. SMATTRAENTERT
  20. 20. SMAR AGGIUNGIBILET
  21. 21. SMART EMPIFICATO
  22. 22. S EMPLICE/SPECIFICOMISURABILEATTRAENTER AGGIUNGIBILET EMPIFICATO
  23. 23. Life PlanningEsercizioCostruire sintetica mappa con almeno 1obiettivo SMARTa) per il tuo corpo – bodyb) per gli affetti – socialc) per la tua crescita – personald) per il lavoro – workStrumento: bubbl.us o altre mappe concettuali,v. slide dopo
  24. 24. Strumenti per il Mindmapping
  25. 25. Life PlanningDebriefingPer ognuno degli obiettivi, fare verificaSMART, descrivendo per iscritto:S : danne una semplice descrizioneM: danne una misurabilità oggettivaA : definisci perché è belloR : chiarisci in che mono è raggiungibileT : pianifica precisi tempi e scadenze
  26. 26. Tabella con indicatori di verifica se quelli scritti nell’esercizio sono veri obiettivi
  27. 27. Pausa caffè
  28. 28. TECNICHE e STRUMENTI: ovverocome gestire il tempo
  29. 29. Ci sono tecniche per gestirsi nel tempo,aiutandomi a decidere? tecnica
  30. 30. Legge di Pareto Matrice di Eisenhower
  31. 31. S.W.O.T. analysis obiettiviS.M.A.R.T.
  32. 32. Stabilire priorità
  33. 33. + IMPORTANZA plan priorità_ URGENZA URGENZA + cestinare, evadere, stand by delegare _ IMPORTANZA
  34. 34. Analizzare le possibilità
  35. 35. Ci sono strumenti per gestirsi nel tempo,aiutandomi a decidere? tecnica
  36. 36. pensiero tecnologicocercare soluzioni in strumenti digitali e del web 2.0
  37. 37. Mail e info
  38. 38. Calendario e agenda
  39. 39. Note e cose da fare
  40. 40. Appuntamenti condivisi e incontri
  41. 41. Mappe concettuali e mentali
  42. 42. Gestire progetti
  43. 43. Esercizio1 ora a disposizione per approfondirel’uso di una o più degli strumenti indicatiStrumenti: web tools
  44. 44. VITA: ovvero“Life management”
  45. 45. Bastano le tecniche e gli strumenti per gestire tempo e vita? tecnica
  46. 46. parola-chiave: il tempo-vita
  47. 47. Si può gestire il tempose non si riesce o vuole gestire sé e la propria vita?
  48. 48. desideri COMPITO: fare/trovare un disegno o immagine che rappresenti i tuoi sogni
  49. 49. COMPITO:Disponiti nello spazio dell’aula in unadelle 4 zone a seconda del tipo dipaura lì rappresentato concezioni
  50. 50. progettiCOMPITO:individua e racconta un progettoin cui il tempo è stato gestito bene e consoddisfazione(cosa, come, quando, con chi, perché…?)
  51. 51. Che fare con le attività spiacevoli, emotivamente e mentalmente costose?Dove metterle nel tempo-giornata e in quello settimana/mese/anno? Sentiamo vostre proposte
  52. 52. Limportante non è tanto se piacevole o spiacevole,ma anzitutto in funzione di cosa, ovvero perché! ovvero limportante è:
  53. 53. target-setting &decision-making
  54. 54. parola-chiave:il tempo-decisione
  55. 55. Come decidi?Come affronti lescelte della vita?
  56. 56. Life Planning
  57. 57. 5. RIPASSOE BILANCIO
  58. 58. EXTRA
  59. 59. domande-chiave
  60. 60. che personalità hai?
  61. 61. cosa tiappassiona?
  62. 62. su cosa fai affidamento?
  63. 63. Filippo…e il suo eroe
  64. 64. Come affronti le difficoltà della vita?
  65. 65. cosa accomuna Mourinho, madre Teresa, Spiderman? the golden circle
  66. 66. Proviamo a pensare che le persone siIDENTIFICHINO, si definiscano, si distinguanole une dalle altre, in base al COSA (ma tanti fanno le stesse cose) COME (qui c’è una vera grande differenza) PERCHE’ (qui ci sono gli eroi, che hanno una missione chiara)Il nucleo di tutto sta nel perché facciamo quelloche facciamo!
  67. 67. “vera motivazione è solo auto-motivazione”Video Messi Adidas: http://www.youtube.com/watch?v=ck6N5lGc96I
  68. 68. il Golden Circle vale tanto per le persone quanto per le organizzazioni
  69. 69. ESERCIZIOScegli parola-chiave e/o immagineche meglio rappresenticiò che ricerchi sul lavoro v. Slideshow personal Key words
  70. 70. Teorie sulla motivazione V. autorealizzazione IV. stima e riconoscimento III. amore, affetto, appartenenza II. sicurezza I. bisogni fisiologici Gerarchia dei bisogni di MASLOW (1954):persone non meccaniche, ma organismi vitali con potenziale
  71. 71. La piramide dei bisogni di MaslowTra il 1943 e il 1954 lo psicologo statunitense Abraham Maslow concepì il concetto di "Hierarchy ofNeeds" (gerarchia dei bisogni o necessità) e la divulgò nel libro Motivation and Personality del 1954.Questa scala di bisogni è suddivisa in cinque differenti livelli, dai più elementari (necessari allasopravvivenza dellindividuo) ai più complessi (di carattere sociale). Lindividuo si realizza passando per ivari stadi, i quali devono essere soddisfatti in modo progressivo. Questa scala è internazionalmenteconosciuta come "La piramide di Maslow". I livelli di bisogno concepiti sono:Bisogni fisiologici (fame, sete, ecc.)Bisogni di salvezza, sicurezza e protezioneBisogni di appartenenza (affetto, identificazione)Bisogni di stima, di prestigio, di successoBisogni di realizzazione di sé (realizzando la propria identità e le proprie aspettative e occupandouna posizione soddisfacente nel gruppo sociale).Successivamente sono giunte critiche a questa scala di identificazione, perché semplificherebbe inmaniera drastica i reali bisogni delluomo e, soprattutto, il loro livello di "importanza". La scala sarebbeperciò più corretta in termini prettamente funzionali alla semplice sopravvivenza dellindividuo che intermini di affermazione sociale. Si tratterebbe perciò di bisogni di tipo psicofisiologico, più che psicologicoin senso stretto. Altre critiche vertevano sul fatto che la successione dei livelli potrebbe non corrisponderead uno stato oggettivo condivisibile per tutti i soggetti. Inoltre, una scala di bisogni essenziali checonsidera la realizzazione affettiva e la sessualità come bisogni tra i meno essenziali, nega levidenza chelessere umano stesso si costituisce proprio in conseguenza della pratica della sessualità.Lo stesso Maslow nel libro Toward a Psychology of Being del 1968 aggiungerà alcuni livelli che avevainizialmente ignorato.
  72. 72. Life PlanningEsercizioCosa: la tua rosa dei bisogniCome: definire i propri bisogni-desideri disentirsi-essere…Strumento: excel su rosa bisogni
  73. 73. VideoDid you know?http://www.youtube.com/watch?v=BrRdyOz0qvY oppurehttp://www.youtube.com/watch?v=yd54Ga_z2BQ&feature=related oppurehttp://www.youtube.com/watch?v=kzCQ219bxl8Microsoft vision of 2020 – productivityhttp://www.youtube.com/watch?v=HvA9lA7_5FE
  74. 74. In che rapporto stanno obiettivi dell’organizzazione lemotivazioni personali?
  75. 75. la mappa del Sé nell’organizzazioneESERCIZIO Costruisci la Self Map visualizzando:DIMENSIONE DEL SE’  tue risorse-chiave a disposizione dell’organizzazione  tuoi bisogni e tue priorità  tuoi concetti di fiducia e di motivazione  se mission e vision condivisi
  76. 76. esercizio: la missionAvete chiara la mission della vostra organizzazione? v. Mappa allegata “mission” Mission = breve statement che definisce identità, scopo profondo, senso e valori dell’organizzazione
  77. 77. esercizio: la visionAvete chiara la vision della vostra organizzazione? Vision = illustrazione del destino prossimo, in termini di come ci si dovrebbe/vorrebbe vedere/essere tra…tot tempo
  78. 78. La mappa dell’organizzazioneESERCIZIO Costruisci la mappa valoriale della tua organizzazione:DIMENSIONE DEL NOI  i valori immateriali dell’azienda  bisogni e priorità dell’azienda  come fiducia e delega vengono attuati  come mission e vision vengono comunicati
  79. 79. cerca la mission di te stesso e dalle una vision nel tempo
  80. 80. Film di stimoloE già ieri di Albanese
  81. 81. Canzone di stimolo Jovanotti http://www.youtube.com/watch?v=LvG12qnnY_gCOSA SEI DISPOSTO A PERDERE?

×