Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L'impresa interoperabile. Giuseppe Giaccardi

Presentazione di Giuseppe Giaccardi in occasione del evento “Imprese nel web – da dove cominciare (o ricominciare) per promuoversi e vendere su internet" tenutosi Giovedì 13 novembre 2014, presso la sede di CNA Provinciale a Ravenna

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

L'impresa interoperabile. Giuseppe Giaccardi

  1. 1. L’impresa interoperabile Indicazioni e riflessioni dall’indagine di campo WEF Romagna 2013-2014 Giuseppe Giaccardi, Consulente di Strategia Ravenna 13 novembre 2014
  2. 2. Due premesse Che cosa è web economy «La web economy è l’insieme delle imprese di ogni settore e dimensione che aumentano consapevolmente l’uso del web e della cultura digitale per rimodulare strategie e processi di business, modificando gli approcci tradizionali che descrivono invece perduranti perdite di valore e di clienti dopo molti anni di crisi strutturale.» http://www.webeconomyforum.it/portale/wef-blog/cosa-e-la-web-economy/ Che cosa è il progetto WEF – Web Economy Forum WEF è un modello di intervento economico il cui scopo è realizzare un sistema condiviso di azioni online e offline di ascolto, ricerca e collaborazione, finalizzato a sua volta a sostenere nuovi scambi commerciali e innovazione digitale, coniugando le competenze delle imprese con le opportunità offerte dal web 2.0 e 2.5. http://www.webeconomyforum.it/portale/wef-blog/il-progetto-wef/ © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 2
  3. 3. Un osservatorio davvero interessante © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 3 2011-2012 2013-2014 Un tessuto di oltre 6 mila imprese artigiane della provincia di Ravenna, un campione statistico di 120 imprese  70% di adesione Un tessuto di oltre 111 mila imprese delle province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini con un campione statistico di circa 1.000 imprese  84% di adesione
  4. 4. Il confronto tra ciò che abbiamo scoperto • Pochi sanno cosa è il web 2.0 • Chi non vede le potenzialità del 2.0 per il suo business è proprio chi non lo conosce • La cultura di impresa per effetto del web 2.0 sta cambiando, ma è un cambiamento che gli imprenditori fanno fatica a guidare. © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 4 2011-2012 2012-2014 • Le imprese online attive crescono fino a 5 volte più delle altre • Le imprese online attive sono il 41% del totale e di queste il 60% sono sotto i 2 milioni di fatturato • L’83% delle imprese, online attive o passive, non ha un piano strategico per il web
  5. 5. L’indagine WEF Romagna ASSUNZIONI • Imprese come organizzazioni di persone • Imprese come strumento sociale • PMI online attive crescono di più OBIETTIVI (conoscenza e misurazione) • Rapporto con il web • Misure anti crisi • Domanda di beni, servizi e competenze per crescere METODOLOGIA • Questionario strutturato • Interviste online CAWI • Interviste telefoniche CATI © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 5
  6. 6. Chi ha partecipato 1^ rilevazione: ottobre dicembre 2014 Aggiornamento: settembre 2014 © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 6 84% di adesione > 95% confidenza statistica, +/-3,4% intervallo di confidenza 71% alta direzione > 61% M, 39% F, 45-50 anni età media, 58% diploma, 22% laurea, oltre il 50% da 10 a 30 anni in azienda web innovazione export
  7. 7. La migliore opportunità per crescere Le imprese presenti sul web, che innovano ed esportano crescono più delle altre. Anche quando il dato sulla variazione di fatturato rispetto all’anno precedente è negativo, le imprese ON LINE ATTIVE, HIGH INNOVATION e HIGH EXPORT vanno fino a 5 volte meglio delle altre. © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 7
  8. 8. Che cosa succede nelle imprese artigiane • 28 % delle imprese intervistate • In maggioranza hanno sede nella provincia di Forlì-Cesena • 70 % è nata fra il 1961 e il 1990. Fra il 1991 e il 2000 solo l’8 % (vs. il 18 % delle © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 8 altre imprese). • 77 % iscritta ad un’associazione di categoria: 38 % CNA e 29 % a Confartigianato. Sono «abbastanza soddisfatte» • Tra i valori più importanti per fare impresa: 1° posto «competenza e conoscenza», 2° posto «volontà delle persone» 8Come le altre imprese). • Ultimo posto «collaborare e fare rete», per le altre imprese è al 4° posto.
  9. 9. Come stanno FATTURATO © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 9 ADDETTI Le imprese artigiane registrano un calo di fatturato più marcato rispetto alla media del totale delle imprese. Andamento più difficile rispetto alla media totale delle imprese ( - 0,5 % all’anno alla media totale delle imprese).
  10. 10. Punti di forza e debolezza © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 10
  11. 11. Che fare? © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 11
  12. 12. 1° centralità del cliente 2° essere porosi, farsi attraversare 3° aprire ai giovani ad ogni costo 4° e-commerce, ma soprattutto e-care 5° fare massa critica online insieme Essere/diventare interoperabile Nell’economia fordista il vantaggio competitivo artigiano è stato il saper fare. Nella web economy è il saper ascoltare e collaborare. © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 12
  13. 13. Grazie della vostra attenzione CORE COMPETENCES Consulenza e Strategia | Ricerca economica e sociale | Marketing e web economy | Coaching e organizzazione aziendale | Finanza struttura d’impresa EU – Italy – 48121 Ravenna, via Cavour 3 Tel – fax +39 054433713 info@giaccardiassociati.it www.giaccardiassociati.it | www.webeconomyforum.it © Studio Giaccardi & Associati – Consulenti di Direzione 13

×