DECIMO SALONE D'IMPRESA Ferdinando Azzariti

448 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
448
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

DECIMO SALONE D'IMPRESA Ferdinando Azzariti

  1. 1. Ferdinando AzzaritiPresidente Salone d’ImpresaCerimonia di Inaugurazione
  2. 2. Main Sponsor SponsorPromosso da:PartnerMedia Partner
  3. 3. Quale Metodologia? Casi aziendali, Metodologie organizzative e strategiche, presentazioni di libri e ricerche, connubio costruttivo traProposte +Esempi Stakeholder Knowledge Workers (Azioni di Sistema) (Visioni) Imprese e Best Practice (Imprenditori e Responsabili Aziendali)
  4. 4. Quale Bilancio? 10 Saloni d’Impresa, 100 Eventi, 500 relatori, 10.000RICERCA Partecipanti, 15.000 Aziende in database: questi i numeri di un bilancio largamente positivo. + Ad essi si affiancano i 5 libri pubblicati nella collanaAZIONE Imprese Culture Territori (edita con FrancoAngeli), le 5 Ricerche effettuate, i 25 Corsi ad hoc per Imprese e Manager, le 15 azioni di Coaching individuale.
  5. 5. Impresa Liquida Tema Metodo Cosa cercavo? Aziende intervistate Questioni affrontate Modello emergente Risultati
  6. 6. Impresa Liquida: Il Tema“Una sociètà può essere definita “liquido-moderna” se le situazioni in cuiagiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano aconsolidarsi in abitudini e procedure. […]In una società liquido-moderna gli individui non possono concretizzare ipropri risultati in beni duraturi: in un attimo, infatti, le attività sitraducono in passività e le capacità in incapacità. Le condizioni in cui siopera e le strategie formulate in risposta a tali condizioni invecchianorapidamente e diventano obsolete prima che gli attori abbiano avutouna qualche possibilità di apprenderle correttamente. E’ incauto dunquetrarre lezioni dall’esperienza e fare affidamento sulle strategie e letattiche utilizzate con successo in passato: anche se qualcosa hafunzionato, le circostanze cambiano in fretta e in modo imprevisto (e,forse, imprevedibile). Provare a capire come andrà in futuro sulla base diesperienze pregresse diventa sempre più azzardato e sin troppofuorviante. Fare ipotesi attendibili diventa via via più difficile, e leprevisioni infallibili sono ormai fuori dal mondo: le variabilidell’equazione sono tutte, o quasi, incognite e non esistono stime delle lorotendenze future che si possano considerare completamente e realmenteaffidabili”(Zygmunt Baumann “Vita Liquida”, pp. VII-VIII, 2005)
  7. 7. Impresa Liquida: Il Metodo* Interviste adimprenditori e aresponsabili in azienda* Appunti di viaggio inconvegni o cenacoliorganizzati da Saloned’Impresa
  8. 8. Impresa Liquida: Cosa cercavo?Utilizzando lo schema ed ilparadigma di Baumann dueaspetti* Capacità di modificarsi•Capacità di creare nuovestrategie e nuove condizionidi mercato Nel periodo 2008-2011
  9. 9. Aziende Intervistate•Angeloni srl di Quarto d’Altino (Ve) Prodotto principale: prodotti in carbonio•App Tech di Mestrino (Pd) Prodotto principale: Cerchi in lega•BFT spa di Schio (Vi) Prodotto principale: cancelli automatici•Contarini spa di Vazzola (Tv) Prodotto principale: Prosecco•Design & Consulting srl di Noale (Ve) Prodotto principale: progettazione prodotti e macchinari•E-Group srl di Biadene di Montebelluna (Tv) Prodotto principale: capi di abbigliamento tecnicosportivo e fashion-luxury•European Industrial Engineering srl di Venezia Mestre Prodotto principale: telescopi•F.I.V.E. srl di Martellago (Ve) Prodotto principale: etichette•Garbellotto spa di Conegliano Veneto (Tv) Prodotto principale: botti•Gruppo Novello di Pianiga (Ve) Prodotto principale: costruzioni elettriche•Gruppo SME di Cessalto (Tv) Prodotto principale: prodotti per la casa•Img spa di Riese Pio X (Tv) Prodotto principale: perni e boccole destinati alla produzione dicatene per macchine movimento terra•Italneon srl di Villorba (Tv) Prodotto principale: insegne luminose•Italfile srl di Creazzo (Vi) Prodotto principale: telecomandi•Lavina Costruzioni srl di (Bl) Prodotto principale: costruzioni edili•Pasta Zara spa di Riese Pio X (Tv) Prodotto principale: pasta•Pegoraro Gas Technologies srl di Vicenza Prodotto principale: Apparecchiature ed Impianti peril gas•Rigoni di Asiago spa di Asiago (Vi) Prodotto principale: marmellate•Saiv spa di Vicenza Prodotto principale: Infrastrutture e servizi di data center•Texa spa di Monastier (Tv) Prodotto principale: strumenti di autodiagnosi per macchine ecamion
  10. 10. Impresa Liquida:questioni affrontate Le aree di indagine erano rivolte: •Al percorso strategico intrapreso •Ai mercati raggiunti •Ai prodotti/servizi offerti Le domande (tutte di tipo aperto) erano: •Descrivetemi la vs. storia in breve •Cosa avete fatto in questi ultimi 4 anni di diverso rispetto al passato? •Cosa avete deciso di non perseguire? •Quali sono stati i fattori su cui avete basato la vs. crescita?
  11. 11. Impresa Liquida:questioni affrontate •Descrivetemi la vs. storia in breve: Una diversa dall’altra
  12. 12. Impresa Liquida:questioni affrontate •Cosa avete fatto in questi ultimi 4 anni di diverso rispetto al passato? Tutte le aziende hanno dichiarato, in realtà, di aver proseguito su una strada che avevano imboccato anni or sono: quella della forte attenzione al cliente ed ai suoi bisogni espressi o inespressi. Studiando ed anticipando i cambiamenti epocali e rivoluzionari (ad es. la Texa ha introdotto l’elettronica nei suoi strumenti di diagnosi) Mutando radicalmente talora anche il portafoglio prodotti/clienti. Perseguendo strategie di alleanze con i competitori oppure con grandi e piccoli clienti Talune hanno intrapreso una strada di forte e profonda internazionalizzazione; talaltre invece si sono radicate profondamente nel territorio del Nord Est (ad esempio Gruppo SME) dall’arrivo di grandi competitor
  13. 13. Impresa Liquida:questioni affrontate •Cosa avete deciso di non perseguire? 1- La finanza creativa o, meglio, facendo investimenti propri e non con fondi di terzi. 2- La quotazione in Borsa come ricorso ad importanti capitali
  14. 14. Impresa Liquida:questioni affrontate•Quali sono stati i fattori su cui avetebasato la vs. crescita?1. Le persone dello staff come risorse chiave2. I clienti3. Le tecnologie4. Pochi principi aziendali
  15. 15. Impresa Liquida: Il Modello Emergente Persone e Innovazione Organizzazione Percepita e concreta Pensare Cliente __________ Focus Creazione Imprenditore Di Valore Attenzione ai risultati
  16. 16. Impresa Liquida:•Per Iquanto concerne le nuove tipologie di Risultatiimpresa intendiamo evidenziare:•l’impresa “specializzata” (App Tech srl,BFT Spa, Contarini spa, E-Group srl, FIVESrl, Garbellotto spa, IMG Spa, Italfile srl,Pasta Zara spa, Rigoni di Asiago spa,SAIV Spa) che rappresenta un percorsoevolutivo di profondità di prodotti e diservizi;•l’impresa “plurispecializzata” (Angeloni srl,Design & Consulting srl, Gruppo SME,Italneon srl, Lavina Costruzioni srl,Pegoraro Gas Technologies srl, Texa spa)che hanno prodotti e servizi diversi aseconda delle tipologie di clienti seguiti;•l’impresa “a rete” (European IndustrialEngineering srl, Gruppo Novello) che siinterconnettono con diverse realtàinternazionali commerciali e logistico-produttive.
  17. 17. Impresa Liquida: I RisultatiAspetti Caratteristichea- la visione strategica Da breve a breve-medio periodob- il ruolo dell’imprenditore Da interno ad esterno Da “centro di potere” a “team manager” Da paron a ingegnerec- lo stile di leadership Da autoritario ad autorevole, partecipativo edell’imprenditore comunicativo Dal fare al progettared- l’orientamento alla crescita Crescita su progetti definiti e sulla soddisfazione del cliente, oltrechè a quella economicae- l’orientamento al cliente Logica della personalizzazione (rapporto one to one) e della rapidità per la soddisfazione delle esigenze del clientef- l’organizzazione interna Piatta, flessibile e veloce, incentrata sui processi con relazioni informali, orientata al clienteg- l’orientamento Da locale ad internazionaleall’internazionalizzazioneh- l’orientamento all’innovazione Prodotti e processii- l’orientamento alla Società Apertura a scambi e ricerche con Università, Parchi Scientifici, Centri di Ricerca nazionali ed
  18. 18. Impresa Liquida: I Risultati la forza dello sciame: la pmi deve continuare a “cercare” insieme allealtre opportunità e vincoli presenti nella “rete” del mercato globale, reteche non ha centro, né orbita, né certezza in una complessità caotica[1] etutto ciò imprime nuove forze ai soggetti decentrati; la velocità dell’interconnessione: la pmi proiettata nel mercato globale siinterconnette facilmente con nodi, agenzie, centri che distribuiscono nonsolo prodotti o servizi, ma anche informazioni e conoscenza.Interconnettersi significa dunque proseguire nella velocità neuronale dellereti sempre più estese ma anche sempre più pregne di opportunità; il sistema liquido: la pmi è, per definizione, un sistema aperto edinterconnesso alla velocità del mercato nel quale opera. Deve continuare amantenere questa apertura di “fonti sorgenti”, poiché ciò le imprimevelocità continua ma, soprattutto, mantiene l’attenzione al mercato (diinformazioni, di prodotti, di servizi, di tecnologie, di conoscenze) senzarinchiudersi in un (eventuale) vantaggio competitivo “volatile”; la comunicazione “emotiva”: la pmi deve sviluppare la capacità emotiva dicogliere le tecnologie più potenti (Internet in primis) per intensificare,moltiplicare e sviluppare relazioni di tutti i tipi; il modello “a grappolo”: la forza del gruppo imprenditoriale è quella diavere più componenti fidati, conosciuti, specializzati, zippati nel tempo enello spazio.
  19. 19. Grazie e…buon Decimo Salone a tutti!Ferdinando Azzariti

×