Your SlideShare is downloading. ×
Project work ipe- pwc
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Project work ipe- pwc

388
views

Published on

In collaborazione con la società PricewaterhouseCooper SpA, è stato realizzato un Project Work basato sulle attività di analisi di un bilancio armatoriale e successivo focus sulle attività di …

In collaborazione con la società PricewaterhouseCooper SpA, è stato realizzato un Project Work basato sulle attività di analisi di un bilancio armatoriale e successivo focus sulle attività di revisione.
La società target scelta è stata Augustea Atlantica S.p.A., società appartenente al Gruppo Augustea e operante nel settore Dry Cargo. Dopo una prima fase di introduzione della società e di analisi economico-finanziaria, con il calcolo dei principali indicatori di bilancio, lo studio si è soffermato sulle aree di attività caratterizzate da maggiori criticità. Infine, per ogni area di rischio, sono stati individuati gli obiettivi e le procedure di revisione da applicare per la verifica della rispondenza del bilancio ai principi di veridicità e correttezza richiesti dalla normativa vigente.

This paper had been made in collaboration with PricewaterhouseCooper SpA and it was based on the analysis of a Shipping financial statement and subsequent focus on the audit activities. The company selected was Augustea Atlantica SpA, operating in the dry cargo sector. After an initial introduction of the business and an economic-financial analysis, including the calculation of the main Financial Statement ratios, the study focused on the areas of activity characterized by more criticalities. Lastly, for each item, objectives and audit procedures had been identified, thus assess the correspondence of the Financial Statement to the principles of reliability and verifiability, required by law.

Published in: Economy & Finance

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
388
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. REVISIONE DEL BILANCIO: ANALISI ECONOMICO- FINANZIARIA DI UN BILANCIO ARMATORIALE Logo azienda Giada Varchetta Laura Albano Angelo Ammirati Andrea Giuseppe D’Angelica MIS – MASTER IN SHIPPING: LOGISTICA, FINANZA E STRATEGIA D’IMPRESA
  • 2. Logo azienda 2/21 Augustea Holding SpA Augustea Freight Management GEIE (in liquidazione) Augustea SpA Augustea Atlantica SpA Augustea Ship Management Srl Augustea Tecnoservice Srl
  • 3. Logo azienda 3/21 +10% di flotta rispetto al 2011 Gli ordini di nuove navi ridotti (20,6%) rispetto al 37,3% del 2011 Piuttosto stabile il rapporto tra n. di navi ordinate e numero di navi operanti (16%) Il n. di demolizioni sale a 33mdwt, rispetto ai 23m dwt dell’esercizio precedente. Declino prezzo navi. Per le new buildings si è ridotto in media del 15%. Sale al 21% il n. di dry bulk owners che nel 2012 ha proceduto alla ristrutturazione del debito
  • 4. Logo azienda 4/21 2011 2012 Apr Mag Giu Capesize 14.443 3.699 6.021 3.553 Panamax 11.340 7.882 8.669 6.526 Handymax 13.746 10.217 11.469 10.850 Media ricavi settore dry cargo (US$ per day) •Oltre alle riduzioni in termini di ricavi, la continua minaccia dei prezzi dei noli, unita ai mutamenti del mercato finanziario dello shipping hanno ridotto notevolmente i valori delle navi second hand (diminuiti in media del 25% rispetto agli anni precedenti). -A giugno 2012 i ricavi medi per una capesize erano intorno ai 3.553$ al giorno, ben al di sotto del livello dei costi operativi.
  • 5. Logo azienda 5/21 70% 3,3% 3,3% 3,3% 20% >-15% tra -5% e 5% tra 5% e 15% >15%tra -15% e -5% Variazioni utile netto dry bulk companies 2011-2012 % Dry bulk owners Le performances relative al 2012 (1) •La continua recessione dell’economia globale e l’eccesso di offerta hanno inciso negativamente sui risultati del 2012. Var.% utile netto dry bulk companies 2011-2012
  • 6. Logo azienda 6/21 Analisi economico-finanziaria: S/P riclassificato 22,06% 77,94% 43,68% 56,32% Stato Patrimoniale riclassificato 31.12.12 31.12.11 ATTIVO Attivo corrente 69.352.409 73.365.617 di cui: Liquidità immediate 25.402.113 34.185.174 Attivo immobilizzato 244.996.384 274.112.244 di cui: Immobilizzazioni materiali 213.765.043 237.699.758 Totale attivo 314.348.793 347.477.861 PASSIVO Passivo corrente 48.249.572 48.204.586 Passivo consolidato 128.791.862 158.555.760 di cui: Debiti v/banche 109.676.035 137.027.533 Patrimonio netto 137.307.359 140.717.515 Totale passivo 314.348.793 347.477.861
  • 7. Logo azienda 7/21 Conto economico riclassificato 31.12.12 31.12.11 Ricavi operativi netti 51.508 78.435 Plusvalenza (minusvalenza) da cessione mezzi 2.804 2.912 Running costs -23.408 -26.034 Margine operativo lordo 30.904 55.313 Costi generali e di struttura -4.416 -2.314 Costi dei servizi amministrativi e del personale -2.114 -1.921 EBITDA 24.374 51.078 Ammortamenti,svalutazioni ed accantonamenti -16.839 -20.157 Margine operativo netto (EBIT) 7.535 30.921 Saldo attività finanziaria -5.606 -1.787 Saldo attività straordinaria 3.607 -1.943 Risultato ante imposte 5.536 27.191 Imposte 308 -991 Risultato dell'esercizio 5.844 26.200
  • 8. Logo azienda 8/21 2,8 Debiti per finanziamenti Flotta totale Attivo a breve Passivo a breve 2,6 73% 29% 1,52 1,42 68% 25% -5% A causa di: •riduzione dei debiti finanziari (-14,7% rispetto a 2012) • riduzione del valore della flotta (-8,43% rispetto a 2012) -6,5% Per riduzione dell’attivo corrente, in particolare: •Cassa e Banca(-8.783.061) •Crediti v/clienti(-2.216.450) Augustea Atlantica S.p.A. Media settore 2011 2012 2011 2012 2011 2012 2011 2012
  • 9. Logo azienda 9/21 3% Utile Netto .Mezzi propri per effetto della riduzione del risultato di periodo, il quale passa da 26,2 milioni a 5,8 nel 2012 EBIT___________________ Capitale investito nella gestione operativa 2% 18,62 % 3% 12,4 % 3,1% 4,26% 1% Augustea Atlantica S.p.A. Media settore 2011 2012 2011 2012 -77% -75% a causa di: •Minori ricavi operativi •Riduzione del CIN di 5,5 mln 2011 2012 2011 2012
  • 10. Logo azienda 10/21
  • 11. Logo azienda IMM. MATERIALI 2012 2011 VAR% Totale 213.765.043 237.699.758 -10,07% di cui Flotta di proprietà 213.434.903 233.092.764 -8,43% 11/21 Vendita delle due post-panamax di meno recente costruzione e svalutazione di una panamax prevista in vendita nel 2013 Valore di mercato della flotta €137.000.000 (64%) DEBITI FINANZIARI 2012 2011 VAR% Totale 145.398.952 160.800.000 -9,58% Di cui M/L termine 109.676.952 137.028.000 -19,96% B termine 35.722.000 33.772.000 5,77% Riduzione del debito bancario, per effetto del normale piano di rientro e del rimborso anticipato di quote di finanziamento.
  • 12. Logo azienda 12/21 Indebitamento finanz. netto PN 77% 78% 31.12.12 31.12.11 Debiti finanziari a medio-lungo termine 109.676 137.028 Passività finanziarie a breve termine 35.722 33.772 -Disponibilità liquide ed equivalenti (25.402) (34.185 ) -Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni (8.808) (15.641 ) -Altri titoli immobilizzati (4.696) (12.392) Indebitamento finanziario netto 106.492 108.582 2011 2012
  • 13. Logo azienda Principali rischi  Flotta di proprietà: • Recupero tramite l’uso/vendita • Svalutazione  Debiti finanziari: • Mancato rispetto dei piani di ammortamento dei finanziamenti • Rimborso anticipato per mancato rispetto del loan to value stabilito nel contratto di finanziamento 13/21 Procedure di revisione  Valutazione delle prospettive di impiego della flotta e dei relativi flussi di cassa attesi  Verifica della tempestività dei pagamenti delle rate in scadenza dei mutui bancari  Verifica del rispetto dei covenants stabiliti nei contratti di finanziamento  Procedura di Circolarizzazione degli istituti di credito: spunta della risposta ottenuta con i dati della contabilità  Analisi eventi successivi: check pagamenti rate mutui e prosieguo dei contratti di impiego delle navi anche nei mesi successivi alla data di chiusura del bilanci
  • 14. Logo azienda 73% 78% Variazione dal 2011 al 2012 negativa, dovuta all’andamento dei noli e alla cessazione di alcuni contratti di noleggio a tempo, stipulati con un valore dei noli più elevato. La riduzione del saldo è principalmente dovuta alla riduzione del fatturato (- 13%) e ad un ulteriore accantonamento al fondo svalutazione crediti per circa € 455.473, stimato dal management in relazione alla loro valutazione della recuperabilità dei crediti stessi. o Time Charter o Voyage Charter Ricavi e Crediti RICAVI 2012 2011 VAR % Valore della Produzione € 157.940.152 € 181.475.823 -12,97% di cui Ricavi per noleggio e trasporto € 114.398.606 € 141.220.774 -18,99% CREDITI 2012 2011 VAR % Crediti v/clienti € 7.958.101 € 10.174.551 -21,78% 14/21
  • 15. Logo azienda Principali rischi:  Fluttuazione del fatturato legata all'andamento dei Noli  Revenue Recognition per l'errata registrazione in bilancio di ricavi  Riduzione del circolante strettamente collegata alla solvibilità dei creditori  Competenza - Cut Off: rischio legato alla tipologia di contratti in essere 15/21 Procedure di revisione:  Procedura di Circolarizzazione dei principali clienti (richiesta conferma esterna dati) e relative procedure alternative in caso di mancata risposta dai terzi.  Procedure di circolarizzazione dei legali incaricati del recupero credito  Verifica rispetto del principio di compentenza (Cut Off ) e della Revenue Recognition: analisi dei contratti di impiego della flotta e della fatturazione emessa, correlando i periodi di viaggio delle navi alla corretta registrazione dei ricavi in bilancio
  • 16. Logo azienda Le partecipazioni più rilevanti sono quelle in imprese controllate, nello specifico: 16/21 Gli investimenti in partecipazioni sono valutati secondo il metodo del Patrimonio Netto. Partecipazioni in controllate 31/12/2011 Increm. Rivalutaz. Svalutaz. Riserve Rivalutaz. 31/12/2012 Augustea Pacific Pte Ltd € 2.666 € 499.978 -€ 278.802 € 12.595 € 236.437 Augustea Oceanbulk Maritime Lda € 9.121.206 € 1.866.640 € 10.987.846 Augustea Bunge Maritime Ltd € 7.636.646 € 3.007.067 -€ 126.447 € 758.114 € 11.275.380
  • 17. Logo azienda Principali rischi:  Rischio mancato recupero dell’investimento effettuato 17/21 Procedure di revisione:  Limited Review, analisi delle principali voci del bilancio della società partecipata  Analisi di business plan e politiche di investimento della partecipata  Procedura di circolarizzazione (richiesta informazioni direttamente alla società partecipata) per la verifica del capitale sottoscritto e dei saldi relativi ai crediti/debiti e costi/ricavi infragruppo Partecipazioni: rischi e procedure
  • 18. Logo azienda RISCHIO DI CAMBIO 2 CURRENCY FORWARD RISCHIO DITASSI DI INTERESSI 6 INTEREST RATE SWAP RISCHIO DIVOLATILITA’ DEI NOLI 40 FORWARD FREIGHT AGREEMENT RISCHIO DI PREZZO MATERIE PRIME 11 COMMODITY SWAP La società è esposta ai principali rischi connessi al business del Dry Cargo. Per la copertura di tali rischi sono stati stipulati contratti di strumenti finanziari derivati, come di seguito indicati: Derivati finanziari 18/21
  • 19. Logo azienda Principali rischi:  Errato calcolo del fair value  Mancata o errata esposizione in bilancio dell'informativa obbligatoria prevista per legge (art. 2427 bis c.c.) 19/21 Procedure di revisione:  Analisi dei contratti derivati e distinzione tra derivati speculativi e di copertura  Verifica metodo di calcolo fair value  Controllo corretta esposizione dell’informativa richiesta dalla legge in nota integrativa
  • 20. Logo azienda Attraverso l’identificazione delle principali aree critiche sono state individuate le relative procedure di revisione da porre in essere, di seguito riassunte:  Analisi del contesto economico – finanziario della società  Individuazione delle principali aree di bilancio più significative sia per volume che per peculiarità del settore di business  Pianificazione della strategia di audit ovvero delle procedure di revisione da porre in essere, quali  Valutazione prospettive di impiego della flotta e dei flussi di cassa attesi  Valutazione della PFN e dell'esposizione finanziaria vs le banche  Verifica del rispetto dei piani di ammortamento dei finanziamenti e dei relativi covenants  procedura di circolarizzazione (istituti di finanziamento, clienti e legali)  Verifica del rispetto del principio di competenza - Cut Off della registrazioni contabili  Verifica recuperabilità investimento in partecipazioni: Limited Review - analisi dei bilanci delle società partecipate valutate con il metodo del patrimonio netto 20/21
  • 21. Logo azienda Grazie per l’attenzione … 21/21