Project work ipe-Unicredit

1,450 views

Published on

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,450
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
811
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Project work ipe-Unicredit

  1. 1. Change Management: il miglioramento della qualità del credito attraverso il progetto SEMAR Serena Masone Emiliana Basso Marco Lijoi MFA - MASTER IN FINANZA AVANZATA: METODI QUANTITATIVI E RISK MANAGEMENT MIB – MASTER IN BILANCIO, REVISIONE CONTABILE E CONTROLLO DI GESTIONE
  2. 2. Logo azienda 2/17 Agenda Cenni sulla storia di UniCredit Change Management Progetto Semar Test di valutazione Campionamento Risultati Conclusioni
  3. 3. Logo azienda 3/17 UniCredit E’ una banca commerciale leader in Europa, con un network internazionale distribuito in 50 mercati, con più di 7.900 sportelli e oltre 131.000 dipendenti. Il Gruppo opera in 17 Paesi europei. UniCredit è il risultato della fusione di 9 fra le principali banche italiane e delle successive aggregazioni con il gruppo tedesco HVB e l'italiano Capitalia.
  4. 4. Logo azienda 4/17 Change Management E’ una “rivoluzione culturale”, che punta a modificare quell’insieme di processi, di procedure, di regole e comportamenti che costituiscono il nucleo di ogni tipo di organizzazione, cioè sua la cultura. Il principale rischio che potrebbe creare dei problemi nel percorso del cambiamento è costituito dal non comprendere la necessità del cambiamento stesso. Il non cambiamento potrebbe portare l’azienda a non riuscire a svolgere la propria missione, ovvero quella che ne garantisce la sopravvivenza e lo sviluppo. Ostacolo principale Fattore umano
  5. 5. Logo azienda 5/17 Progetto Semar Il progetto Semar nasce a seguito di un cambiamento congiunturale sfavorevole di mercato, che ha dimostrato l’inadeguatezza del sistema di monitoraggio del portafoglio rischi. • Migliorare la qualità del credito Obiettivo • Analisi della gestione andamentale Metodo • Meno pratiche da lavorare… • …ma quelle più importanti Vantaggi
  6. 6. Logo azienda 6/17 Novità del progetto Può essere aperta una sola lista di lavorazione, cioè non possono esistere 2 schede di lavorazione per la stessa pratica; Vengono eliminati gli eventi a bassa predittività; La durata massima della strategia è 3 mesi. Classificazione in: W1, W2, W3; e per le posizione a rientro in A1 e A2.
  7. 7. Logo azienda 7/17 Formazione A chi è rivolta? 2500 dipendenti dello Small Business 3 figure professionali per ciascun distretto Come si svolge? Si svolge sia a distanza che in aula Processo di demoltiplica
  8. 8. Logo azienda 8/17 Fase del follow-up Maggiore attenzione deve essere attribuita alle espressioni SAPERE, SAPER FARE e SAPER ESSERE. Il sapere riguarda l’acquisizione delle conoscenze; Il saper fare è il nostro focus (APPRENDIMENTO); Il saper essere è l’elemento da monitore in un’ottica di lungo periodo, in quanto bisogna agire sul comportamento delle persone.
  9. 9. Logo azienda 9/17 Valutazione dell’apprendimento I metodi per la “valutazione dell'apprendimento” possono essere di quattro tipologie: a) quantitativi delle conoscenze, b) quantitativi delle capacità, c) qualitativi delle conoscenze, d) qualitativi delle capacità.
  10. 10. Logo azienda 10/17 Valutazione dell’apprendimento QUALITATIVO QUANTITATIVO CONOSCENZE CAPACITA’ A. Test di livello B. Questionario di follow-up C. Intervista di autovalutazione
  11. 11. Logo azienda 11/17 Prova di verifica 3 requisiti: • Contiene un campione sufficientemente rappresentativo delle conoscenze e delle abilità che si intendono indagare. Validità • Si utilizzano sistemi di misura stabili e omogenei.Attendibilità • Le domande devono essere formulate in modo chiaro.Funzionalità
  12. 12. Logo azienda 12/17 Struttura del questionario Il questionario è stato costruito in modo da individuare 5 aree tematiche: . 4 area Prima area I vantaggi del progetto Semar in funzione della figura coinvolta nel processo, e quindi del ruolo svolto Seconda area logiche del progetto in merito al credito. Terza area valutazione e classificazione delle posizioni in portafoglio. Quarta e Quinta area Piani d’azione Proposte creditizie nei confronti di un cliente
  13. 13. Logo azienda 13/17 La costruzione del test Sono stati individuati 2 driver per la costruzione del questionario: 1 • Chiara definizione delle strategie e delle politiche del Gruppo 2 • Definizione dei ruoli e delle responsabilità
  14. 14. Logo azienda 14/17 Campionamento Scelta del campione Random sampling stratificato Gestore Monitorer Underwriter Totale NORD EST 7 7 7 21 NORD OVEST 10 6 7 23 CENTRO 4 3 5 12 SUD 5 3 3 11 Totale 26 19 22 67 • 67 unità • 3 figure professionali •4 Region
  15. 15. Logo azienda 15/17 Risultati UNDERWRITER % NORD EST 60% NORD OVEST 51% CENTRO 68% SUD 60% Totale 59% MONITORER % NORD EST 60% NORD OVEST 68% CENTRO 63% SUD 70% Totale 65% GESTORE % NORD EST 59% NORD OVEST 44% CENTRO 55% SUD 54% Totale 52% Concetti chiari per: 1. Monitorer (65%) 2. Underwriter (59%) 3. Gestore (52%) …ottenuti in percentuale di risposte corrette Non si riscontrano significative differenze per regione geografica.
  16. 16. Logo azienda 16/17 Conclusioni Da un’ analisi più dettagliata è stato riscontrato che due delle dieci domande proposte hanno creato problemi: • La prima riguarda il questionario semplificato, uno strumento di supporto alla gestione di posozioni considerate “a rischio” previsto dal progetto Semar. • La seconda riguarda la fase successiva all’individuazione del piano d’azione relativo ad uno specifico cliente, ovvero la definizione della durata massima della strategia adottata per migliorare la relazione. Il test pilota servirà dunque ad individuare e predisporre le misure d’intervento necessarie per risolvere questi problemi.
  17. 17. Logo azienda 17/17 Grazie per l’attenzione!

×