Alimenti e nutrienti2

764 views
446 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
764
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Alimenti e nutrienti2

  1. 1. ALIMENTI E NUTRIENTI Il segreto è l’equilibrio • • Dobbiamo imparare a conoscere gli alimenti e la loro composizione e trovare il giusto equilibrio tra tutti i componenti • Una sana e bilanciata alimentazione è fondamentale per mantenere il benessere fisico e psicologico
  2. 2. I fabbisogni biologici Ogni alimento è costituito da nutrienti che si dividono in: • MACRONUTRIENTI (carboidrati, proteine,grassi e acqua ) • MICRONUTRIENTI (Sali minerali, vitamine)
  3. 3. Macronutrienti e micronutrienti sono entrambi necessari per soddisfare i fabbisogni biologici: •  FABBISOGNO IDRICO (apporto di acqua) •  FABBISOGNO PLASTICO (apporto di sostanze per rinnovamento e crescita cellulare) •  FABBISOGNO BIOREGOLATORE E PROTETTIVO (per il corretto funzionamento dei processi di demolizione del glucosio per produrre energia e del processo di rigenerazione) •  FABBISOGNO ENERGETICO (cioè l’apporto di energia necessaria allo svolgimento di tutte le funzioni organiche)
  4. 4. • UNA BUONA ALIMENTAZIONE DEVE COMBINARE ALIMENTI DIVERSI PER RISPONDERE A TUTTI I FABBISOGNI BIOLOGICI DELL’ORGANISMO
  5. 5. Il corpo ha bisogno di energia per compiere le diverse attività (correre,muoversi, saltare…). Questa energia viene fornita dagli alimenti. LA KILOKALORIA (KCAL) è l’unità di misura tradizionale dell’energia: “E’ LA QUANTITA’ DI CALORE NECESSARIA PER FAR INNALZARE LA TEMPERATURA DI UN KG DI ACQUA DISTILLATA DA 14,5 °C a 15,5°C, ALLA PRESSIONE DI UN’ATMOSFERA. La moderna unità di misura è il KILOJOULE (1Kcal corrsisponde a 4,18 Kj)
  6. 6. ACQUA SALI MINERALI E VITAMINE Acqua Rappresenta il 60% del peso corporeo. E’essenziale per la sopravvivenza. Il fabbisogno giornaliero è pari a circa 3 L E' sufficiente una perdita d’acqua del 2%nel nostro corpo per creare alterazioni che influiscono sul rendimento fisico. Quando si arriva al 5% subentrano i crampi.
  7. 7. SALI MINERALI • SODIO • CALCIO • MAGNESIO • FLUORO FOSFORO • FERRO • Regolano le reazioni chimiche che liberano energia. • Si trovano nella frutta e nella verdura e vengono assorbiti a livello intestinale.
  8. 8. VITAMINE • Svolgono funzione protettiva e regolatrice. • Agiscono come FATTORI DI CRESCITA • • Rafforzano le STRUTTURE NERVOSE • Aumentano la RESISTENZA ALLE INFEZIONI • Intervengono nel metabolismo dei GRASSI e dei CARBOIDRATI
  9. 9. GLUCIDI Detti anche ZUCCHERI o CARBOIDRATI Si dividono in: • GLUCIDI SEMPLICI o MONOSACCARIDI FACILMENTE DIGERIBILI • Composti da una sola molecola (GLUCOSIO,FRUTTOSIO,SACCAROSIO) • DISACCARIDI Composti da due molecole di monosaccaridi (MALTOSIO, LATTOSIO, SACCAROSIO) • GLUCIDI COMPLESSI O POLISACCARIDI DIGERITI PIU’ LENTAMENTE Composti da più molecole di monosaccaridi (AMIDI, GLICOGENO, CELLULOSA)
  10. 10. IL GLUCOSIO E’presente in tutte le cellule,ma si trova immagazzinato sotto forma di GLICOGENO. VIENE UTILIZZATO A SCOPO ENERGETICO O IMMAGAZZINATO COME GLICOGENO. QUANDO LE RISERVE DI GLUCOGENO SONO SATURE VIENE TRASFORMATO IN GRASSO E IMMAGAZZINATO NELLE CELLULE ADIPOSE.
  11. 11. I LIPIDI Sono i nutrienti a più alto potere calorico: producono il doppio di energia degli altri nutrienti. Hanno funzione: • ENERGETICA • TERMOREGOLATRICE • SONO VEICOLO PER SOSTANZE ESSENZIALI(Vitamine liposolubili) • FANNO DA SUPPORTO PER GLI ORGANI INTERNI • Si distinguono in : LIPIDI SEMPLICI LIPIDI COMPLESSI (trigliceridi) (fosfolipidi) Che rappresentano i grassi Che rappresentano grassi Di deposito e costituiscono strutturali; hanno Il 10% del peso corporeo funzione plastica e regolatrice
  12. 12. I CIBI CHE FORNISCONO OLI E GRASSI POSSONO ESSERE DI • ORIGINE ANIMALE (burro, latte, formaggi, carni, salumi) • ORIGINE VEGETALE (Olio d’oliva o di semi)
  13. 13. I PROTIDI Costituiscono e rinnovano le cellule dei tessuti dell’organismo, svolgendo funzione plastica ed enzimatica Sono formate da unità semplici : AMINOACIDI (AA) divisi in Carne, pesce, uova latte e derivati sono gli elementi che contengono proteine ad alto VALORE BIOLOGICO perché possiedono tutti gli aminoacidi essenziali Pasta, pane,piselli,fagioli e soia sono prive di alcuni aminoacidi essenziali
  14. 14. DIETA EQUILIBRATA • LIVELLI DI ASSUNZIONE raccomandati ed elaborati dalla società italiana di nutrizione • Una dieta equilibrata deve tener conto sia della qualità che della quantità degli alimenti
  15. 15. COME RIPARTIRE I PASTI NELLA GIORNATA • Le nuove linee di educazione alimentare suggeriscono di consumare almeno 5-6 pasti da suddividere fra prima colazione e spuntino di mezza mattina( 20-25% della quota calorica giornaliera), pranzo (35% a base di carboidrati e verdure), spuntino pomeridiano (10%), cena (30% con maggior quota proteica, anche fornita da legumi).
  16. 16. • http://www.adieta.it/alimentazione/come- formulare-men-corretto-tutta-famiglia.html
  17. 17. ALCUNI REGIMI ALIMENTARI Dieta mediterranea Si basa su un abbondante consumo di prodotti di origine vegetale e su un consumo moderato di prodotti di origine animale (carne, burro) http://gustosericette.altervista.org/dieta- settimanale-mediterranea-3049
  18. 18. Dieta delle associazioni alimentari Si basa sul fatto che gli alimenti per essere digeriti dallo stomaco necessitano di un ambiente acido (come le proteine) o basico (come i glucidi) Sono quindi abbinamenti consigliati: • CIBI PROTEICI CON VERDURE • CIBI AMIDACEI CON VERDURE • CARBOIDRATI CON LIPIDI • LIPIDI CON VERDURE Sono invece sconsigliati: • CIBI PROTEICI CON AMIDACEI • CIBI PROTEICI E CIBI PROTEICI • CIBI PROTEICI CON LIPIDI • CIBI PROTEICI CON ZUCCHERI SEMPLICI
  19. 19. DIETA A ZONA Ideata dal biochimico Sears è stata creata per i soggetti molto sensibili agli sbalzi insulinici. La scelta ideale si attesterebbe sul 40% di carboidrati. 30% di proteine, 30% di grassi prediligendo olio d’oliva, di lino, e di pesce, frutta secca)
  20. 20. CROMODIETA O DIETA DEI COLORI Secondo questa dieta bisogna consumare ogni giorno 5 razioni tra frutta e verdura variamente colorate. Variare il consumo giornaliero di frutta in base al loro colore permette di assumere nutrienti importantissimi per la nostra salute • GIALLO-ARANCIO tuorlo con vitamina A e B, oli vegetali • BIANCO latte e derivati con tanto calcio e vitamine D e K • ROSSO carne rossa con abbondanza di ferro e proteine • GRIGIO carne di pesce ricco di Omega 3 , ferro, vitamina D e iodio • MARRONE legumi ricchi di proteine vegetali • BEIGE pane, pasta, riso, ricchi di carboidrati complessi ad azione altamente energetica
  21. 21. METABOLISMO BASALE E FABBISOGNO CALORICO GIORNALIERO Il METABOLISMO BASALE è l’energia che il corpo spende per garantire il funzionamento dell’organismo e mantenere la temperatura corporea. Puo’ essere calcolato in base all’età o al peso

×