Milano darwinday

3,244 views
3,197 views

Published on

2011 Darwin Day presentation

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,244
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,020
Actions
Shares
0
Downloads
32
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Milano darwinday

  1. 1. Da dove vengono i geni della poca intelligenza? Guido Barbujani Dipartimento di Biologia ed Evoluzione, Università di Ferrara Milano, Evolution Day 2011
  2. 3. Arthur R. Jensen J. Philippe Rushton
  3. 4. Cerchiamo di capire: Cosa sappiamo della biodiversità umana e della sua storia? Cosa misura il QI? Cosa ha misurato Lynn? INSOMMA: L’intelligenza è ereditaria, razze diverse hanno nei loro geni intelligenze diverse, gli africani hanno intelligenze inferiori, e negarlo rappresenta un’incoerenza moralistica
  4. 5. Albero filogenetico del cromosoma X: Kaessmann et al. (2001). Le differenze genetiche nella nostra specie sono le più basse di tutti i primati
  5. 6. La seconda uscita dall’Africa (50-60000 anni fa)
  6. 7. ASIP A8818G MATP C374G Geni diversi raccontano storie diverse
  7. 8. Colori simili della pelle prodotti da combinazioni diverse di geni MATP C374G ASIP A8818G
  8. 9. 100% 100% 100% I membri della nostra comunità sono solo un po’ più simili a noi dei membri di comunità molto lontane 88% 88% 88%
  9. 10. Una conseguenza : Due persone dello stesso continente possono essere geneticamente meno simili di persone di continenti diversi
  10. 11. Nei 117 milioni di basi studiati, la differenza media fra due boscimani è dello 0.12 %, mentre fra un europeo e un asiatico è dello 0.10 %. Schuster et al. (2010) Ci sono differenze più grandi fra due San africani che fra chiunque altro
  11. 12. Nell’uomo ci sono differenze morfologiche (più o meno chiare) fra gruppi di individui
  12. 13. Lo studio della morfologia porta a cataloghi razziali contrastanti <ul><li>Linneo (1735) 4 (europeus, luridus, afer, americanus) [+2] </li></ul><ul><li>Buffon (1749) 6 (europea, lappone, tartara, asiatica, etiopica, americana) </li></ul><ul><li>Blumenbach (1795) 5 (europeus, luridus, afer, americanus, australianus) </li></ul><ul><li>Cuvier (1828) 3 (caucasoide, negroide, mongoloide) </li></ul><ul><li>Huxley (1875) 4 (mongoloide, xantocroide, australoide, negroide) </li></ul><ul><li>Deniker (1900) 29 </li></ul><ul><li>Weinert (1935) 17 </li></ul><ul><li>Von Eickstedt (1937) 38 </li></ul><ul><li>Museo di St. Nat., Chicago (1933) 107 </li></ul>
  13. 14. Current Anthropology, Vol. 3, pp. 279-281 Un paradigma scientifico alternativo
  14. 15. Le razze umane sono una convenzione sociale, non un dato biologico Di che razza è quest’uomo?
  15. 16. Charles Darwin si rendeva conto di queste difficoltà L’uomo è stato studiato più attentamente di qualsiasi altro animale, eppure c’è la più grande varietà di giudizi fra le persone competenti, riguardo a se possa essere classificato come una singola razza, oppure due (Virey), tre (Jacquinot), quattro (Kant), cinque (Blumenbach), sei (Buffon), sette (Hunter), otto (Agassiz), undici (Pickering), quindici (Bory de St-Vincent), sedici (Desmoulins), ventidue (Morton), sessanta (Crawfurd), o sessantatrè, secondo Burke”. L’origine dell’uomo e la selezione sessuale (The descent of man, and selection in relation to sex), 1871, 7° capitolo .
  16. 17. GWAS: Studi di associazione su tutto il genoma permettono di individuare i geni responsabili di molte caratteristiche umane In studi diversi si sono identificati geni diversi in qualche modo legati alla statura Lettre et al. N = 15,821 Weedon et al. N = 13,665 Gudbjartsson et al. N 27,000
  17. 18. Che informazioni possiamo ottenerne? Caratteri di cui sono ben comprese le basi genetiche: Fibrosi cistica Distrofia muscolare di Duchenne Daltonismo Emofilia Microcitemia Alcune forme di cancro al seno, alla prostata e al colon/retto Caratteri di cui non sono ben comprese le basi genetiche: Diabete Malattie cardiocircolatorie Cirrosi epatica Malattie neurodegenerative (Parkinson, Alzheimer, sclerosi multipla…) Malattie psichiatriche (depressione, disturbo bipolare, schizofrenia…) Quasi tutti i cancri E praticamente tutta la variabilità normale per caratteri quantitativi: statura, peso, ecc.
  18. 19. Cosa sappiamo della biodiversità umana e della sua storia? Cosa misura il QI? Cosa ha misurato Lynn?
  19. 20. F. Tiedemann (1836): On the brain of the Negro, compared with that of the European and the Orang-Outang Tiedemann e la misurazione del cranio
  20. 22. Alfred Binet e il QI (1904) QI= età mentale età effettiva
  21. 23. H.H. Goddard, Lewis Terman e il test dell’esercito (1917) 1. Bull Durham è il nome di un A. chewing gum B. Utensile di alluminio C. tabacco D. vestito 8. Il sapone è prodotto da A. B. T. Babbitt B. Smith & Wesson C. W. L. Douglas D. Swift & Co. 2. Seven-up si gioca con A. racchette B. carte C. spilli D. dadi
  22. 24. H.H. Goddard, Lewis Terman e il test dell’esercito (1917) 1. Bull Durham è il nome di un A. chewing gum B. Utensile di alluminio C. tabacco D. vestito 8. Il sapone è prodotto da A. B. T. Babbitt B. Smith & Wesson C. W. L. Douglas D. Swift & Co. 2. Seven-up si gioca con A. racchette B. carte C. spilli D. dadi
  23. 25. Sir Cyril Burt (1958): &quot;The inheritance of mental ability&quot;, American Psychologist , 13:1-15 <ul><li>L’intelligenza è determinata geneticamente e può essere quantificata esattamente con il QI </li></ul><ul><li>Gemelli identici separati alla nascita hanno lo stesso QI </li></ul><ul><li>La correlazione fra QI e reddito è dovuta al fatto che persone più intelligenti guadagnano di più </li></ul>Eugenica: difendere l’Inghilterra dall’espansione della “pauper class”, intellettualmente arretrata e terribilmente feconda.
  24. 26. <ul><li>Sir Cyril Burt si è inventato i dati: </li></ul><ul><li>Le misure di QI, raccolte dal 1943 al 1966, sono irreperibili </li></ul><ul><li>All’anagrafe inglese non risultano 53 casi di gemelli identici allevati in famiglie diverse </li></ul><ul><li>Nel corso di 23 anni di lavoro, mentre il campione si allargava, la correlazione fra gemelli identici è rimasta la stessa fino alla terza cifra decimale </li></ul>Tucker, W. H. (1997). Re-reconsidering Burt: Beyond a reasonable doubt. Journal of the History of the Behavioral Sciences , 33(2) 145-162 Si è inventato anche i collaboratori: Margaret Howard and J. Conway, che hanno firmato articoli con Burt, non esistono
  25. 27. Cosa sappiamo della biodiversità umana e della sua storia? Cosa misura il QI? Cosa ha misurato Lynn?
  26. 28. La correlazione positiva (r=0.937) fra il QI nell’infanzia e il reddito nella mezza età suggerisce che il QI sia la causa del successivo reddito . Differenze nel QI fra regioni in Italia sono correlate con variabili che possono essere viste come conseguenze del QI, fra cui statura, mortalità infantile, alfabetismo e anni di scolarità La diffusione di geni dal vicino oriente e dal nord Africa può spiegare perché le popolazioni del sud Italia hanno QI compresi fra 89 e 92, intermedi fra quelli del nord Italia e centro Europa (circa 100) e quelli del vicino oriente e nord Africa (fra 80 e 84) (questi QI sono in Lynn, 2006). Determinismo biologico Cesare Lombroso (1835-1909)
  27. 29. Quoziente medio di intelligenza, secondo Lynn (2006) …” circa metà del deficit di QI delle razze del terzo mondo può essere dovuto alla malnutrizione, mentre l’altra metà è razzialmente genetico. (…) Mentre gli africani che vivono in Africa hanno un QI medio di 67, gli afro-americani degli stati del sud hanno un QI medio di 80. (…) Quest’ultima cifra rappresenta la loro intelligenza genotipica, mentre il QI dell’Africa è penalizzato dalla malnutrizione”.
  28. 30. Risultati del PISA 2006 (Program for International Student Assessment) http://www.oecd.org/dataoecd/41/25/43636332.pdf Come sono stati calcolati i quozienti medi di intelligenza?
  29. 31. I QI degli europei sono ricavati dai risultati del PISA (Program for International Student Assessment) a cura dell’OCSE (2007). Il rendimento scolastico misura l’intelligenza? Dobbiamo prendere sul serio quest’uomo? Correlazione non vuol dire che a causa b . Il consumo mondiale di Viagra è direttamente correlato alla distanza fra Europa e America dovuta alla deriva dei continenti, ed inversamente correlato alla produzione di camion in Svezia. Popolazioni a nord dell’Italia del nord hanno punteggi PISA più bassi (Danimarca 496; Francia 500; Lussemburgo 484; Norvegia 487) della media italiana (511). Sempre colpa degli africani? In Norvegia? Il QI sta salendo rapidamente, ad un ritmo che non è compatibile con cambiamenti di natura genetica, e in America sta salendo più rapidamente nei neri che nei bianchi
  30. 32. Le caratteristiche umane complesse sono dovute all’interazione fra molti geni e molti fattori ambientali Siamo in grado di spiegare l’origine di malattie semplici come la talassemia e la fibrosi cistica, ma per il cancro o le malattie cardiocircolatorie ci vorrà ancora molto tempo e molta ricerca La variabilità umana non patologica è ancora più complicata. I geni studiati finora spiegano piccole percentuali della variabilità osservata, le loro interazioni sono tutte da chiarire, le loro interazioni con l’ambiente largamente sconosciute Le caratteristiche cognitive sono estremamente complesse. Ci vorrà molto tempo per comprenderne le basi genetiche Il QI è fortemente influenzato dalla distanza culturale fra chi fa il test e chi ci si sottopone, e nessuno sa che cosa misuri in realtà . E quindi? Ma soprattutto
  31. 33. Ci sono tanti modi di essere intelligenti E non ha senso cercare di esprimerli con un numero E tanti modi di non esserlo
  32. 34. Per chi volesse approfondire

×