Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Presentazione PROGRAMMA SID

444 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Presentazione PROGRAMMA SID

  1. 1. Programma Scientiam Inquirendo Discere Centro Pilota Napoli La diffusione dell’IBSE attraverso i PON in una scuola della rete di Napoli: un esempio di BUONE PRATICHE Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli Un ponte è una struttura concreta che scavalca ostacoli concreti, una struttura che, progettata e costruita, diventa un pezzo del paesaggio e lo cambia e cambia i modi di muoversi delle persone. I PON rappresentano il ponte per sviluppare e radicare l’innovazione metodologica.
  2. 2. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  3. 3. Buon studente competente riflette sulla pratica didattica si forma si confronta Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli motivato Buon insegnante
  4. 4. Stato dei fatti I numerosi studi condotti negli ultimi anni in Europa hanno evidenziato un progressivo declino dell'interesse dei giovani verso le scienze e la matematica, che si è manifestato con una tendenza negativa del numero dei diplomati negli indirizzi scientifici in parecchi paesi europei. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  5. 5. Risposta europea: il documento Rocard Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli Scarso interesse dei giovani verso le scienze Insegnare scienze con il metodo IBSE Formare i docenti Sviluppare reti professionali di insegnanti Causa: metodo di insegnamento non adeguato
  6. 6. Risposta italiana . Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli orientano ad una metodologia basata sull’indagine P.O.N. Educazione Scientifica (INDIRE) Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali Indicazioni Nazionali 2012
  7. 7. Parole chiave Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli METODOLOGIA IBSE
  8. 8. Metodologia IBSE “Ci si persuade meglio con le ragioni che abbiamo trovato da noi che con quelle trovate dagli altri” Blaise Pascal L’ approccio IBSE focalizza l’attenzione sulla ricerca azione degli studenti e li guida all’apprendimento. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  9. 9. Formazione IBSE Il Programma Scientiam Inquirendo Discere SID, capitalizzando le esperienze pregresse, punta al rinnovamento metodologico disseminando l’IBSE in Italia. I PON rappresentano la risorsa che ne consente una più ampia diffusione. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  10. 10. Indicazioni nazionali e curricolo “L’osservazione dei fatti e lo spirito di ricerca dovrebbero caratterizzare .. un efficace insegnamento delle scienze e dovrebbero essere attuati attraverso un coinvolgimento diretto degli alunni incoraggiandoli a porre domande sui fenomeni e le cose, a progettare esperimenti/esplorazioni seguendo ipotesi di lavoro e a costruire i loro modelli interpretativi” Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  11. 11. Sviluppare reti a partire dal dialogo professionale La rivoluzione metodologica necessaria a diffondere questo approccio nella scuola ha bisogno di insegnanti che progettino in un ambiente di condivisione e cooperazione professionale: per sviluppare e radicare l’innovazione, è importante lavorare assieme: tra insegnanti della stessa scuola , di livelli scolastici diversi …. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  12. 12. ...e tra insegnanti di scuole diverse: la disseminazione Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli “Innestare” i suggerimenti nella propria esperienza ed avviare un lavoro reciproco di confronto e condivisione fra le diverse realtà scolastiche : PON B1: 5 Moduli 120 docenti PON C1 e C2: 16 Moduli 400 studenti
  13. 13. Valore aggiunto dei PON -PON E CURRICOLO dare una prospettiva di continuità agli apprendimenti e curare i passaggi tra un ordine scolastico e l’altro attraverso la selezione e la realizzazione di esperienze concrete ed operative che caratterizzeranno le attività didattiche -PON STRUMENTO DI CRESCITA PROFESSIONALE da una didattica riproduttiva ad una didattica creativa -PON COME FUCINA DI COMUNITA’ DI PRATICHE comunità di docenti che, dopo aver partecipato ai corsi ha la possibilità di entrare in un ambiente di formazione continua. -PON STRUMENTO DI FINANZIAMENTO per la disseminazione e per la produzione dei kit Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  14. 14. 2009 2010 Buone pratiche nell’I.C. G.Falcone 2010 2011 2012 2013 2013 2014 2014 2015 PON EDUCAZIONE SCIENTIFICA FORMAZIONE FIBONACCI - SID SMS FALCONE DIVENTA I.C.S. PON B1 PON C1 FORMAZIONE SID AMGEN 4 DOCENTI 4+2 DOCENTI 6 DOCENTI 11 DOCENTI 12 DOCENTI (2 TRASFERITI) …. 80% DEI DOCENTI DI SCIENZE DELLA SECONDARIA FORMATI IBSE , 10% PRIMARIA E 10% INFANZIA Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli FORMAZIONE CONTINUA
  15. 15. Buone pratiche nella scuola I. C. “G. Falcone” Via Pallucci, 100 Napoli “…L’Istituto Comprensivo è uno spazio professionale che invita i suoi “abitanti” a rimettersi in discussione, ad assumersi responsabilità comuni sull’educazione di una generazione di ragazzi ..” .G.Cerini Scuola dell’Infanzia: 230 alunni, 10 classi, 20 docenti Scuola Primaria: 418 alunni, 19 classi, 28 docenti Scuola secondaria di I grado: 564 alunni, 24 classi, 70 docenti Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  16. 16. Buone pratiche nella scuola Nell’ A.S. 2013/14 l’Istituto G. Falcone effettua, come ampliamento dell’ offerta formativa, i seguenti percorsi: P.O.N. 2007-2013 B1 FSE 2013-241 Interventi innovativi per la promozione delle competenze chiave “Inquiry: L’approccio metodologico alle scienze” (30 h) novembre-febbraio. Corsisti: 11 dell’I.C. Falcone (5 secondaria +6 primaria/infanzia), 6 di altri istituti. Esperto: 1 docente dell’Istituto, Trainer SID Tutor: 1 docente dell’Istituto, Senior SID Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  17. 17. Buone pratiche nella scuola  P.O.N. 2007-2013 C1 FSE 2013-1282 Interventi innovativi per la promozione delle competenze chiave” Inquiry: il laboratorio scientifico” (30 h) gennaio – marzo. Corsisti: 22 della secondaria di primo grado di cui 15 della stessa classe ed un alunno disabile. Esperto: 1 docente dell’Istituto, Trainer SID Tutor: 1 docente della classe e un docente di sostegno. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  18. 18. Buone pratiche nella scuola PON B1 e C1: struttura comune, prassi comuni Una regia di programmazione comune per favorire la graduale organizzazione dei saperi e la messa a punto degli approcci metodologici e degli ambienti di apprendimento IBSE Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  19. 19. STRUTTURA B1 STRUTTURA C1 Attività C o n t e n uti Competenze Attività Contenuti Competenze I modelli fondamentali di Fibonacci per l’apprendimento attraverso IBSE. Problematiche metodologiche per una didattica basata sull’IBSE Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli - Sviluppare una cultura basata su problemi. - Potenziare la didattica laboratoriale Laboratori di messa in situazione. Sperimentazione in classe Proposta/discussio ne/sperimentazion e di percorsi di insegnamento/ apprendimento con laboratori articolati tra fisica (galleggiamento) e biologia (seme, insetto stecco) Consolidare le competenze didattico-metodologiche per un insegnamento innovativo ed efficace - Utilizzare strategie e metodologie per lo sviluppo competenze scientifiche. Laboratori di messa in situazione Sperimentazione in classe: Moduli: Galleggiamento Insetto stecco Grandezze, misure e leggi che regolano il galleggiamento dei corpi. Il ciclo vitale degli insetti, fisiologia Utilizzare i concetti acquisiti. Saper discutere, saper argomentare e lavorare in team, progettare. Verifica analisi e discussione su: - la ricerca dei contesti di senso; - il quaderno delle scienze; - il confronto tra le attività di formazione/ricerca-azione realizzate e le attività didattiche da attivare all’interno della classe. Diario di bordo , griglie di osservazione
  20. 20. Buone pratiche nella scuola I.C. “G. Falcone” Via Pallucci, 100 Napoli PON B1 Scene di buone pratiche : “Messa in situazione” Il metodo IBSE decontestualizzato: ” Lo specchio” Percorsi di sperimentazioni trasversali: intrecci di competenze Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  21. 21. Risultati delle buone pratiche PON B1: Punti di forza • L’elevato numero di docenti coinvolti appartenenti a tutti gli ordini dell’Istituto • La disseminazione e la condivisione della prassi del metodo IBSE in orizzontale , in verticale e con scuola viciniore; • La possibilità di realizzare con gli alunni gli stessi segmenti sperimentati durante la formazione; • Il cambiamento di prospettiva attraverso la messa in situazione : percezione di un punto di vista diverso da quello del docente “tradizionale”; Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  22. 22. Risultati delle buone pratiche •La possibilità , da parte dei docenti interni, di assistere alla sperimentazione del metodo (PON C1). • La costruzione, in sede dipartimentale, di segmenti del curricolo verticale di scienze improntati al metodo IBSE per lo sviluppo di competenze scientifiche. • Percorsi interdisciplinari di sperimentazione dell’approccio anche con altre discipline.( E book) • La possibilità, attraverso i fondi PON, di costruire una dotazione per la scuola di un congruo numero di kit Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  23. 23. Risultati delle buone pratiche Punti di criticità: • Nella scuola primaria la prevalenza della figura dell’insegnante unico riduce la possibilità di una specializzazione e quindi di attenzione verso metodologie innovative per le scienze. • L’acquisizione della metodologia richiede una formazione continua e via via più approfondita • Esiste una oggettiva difficoltà per gli insegnanti della scuola primaria e di infanzia di proseguire nella formazione pomeridiana per gli impegni scolastici. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  24. 24. Buone pratiche nella scuola I.C. “G.Falcone” Via Pallucci, 100 Napoli PON C1 Scene di buone pratiche Elena Leone - I.C. G. Falcone - Napoli Dal laboratorio extracurriculare
  25. 25. Buone pratiche nella scuola I.C. “G.Falcone” Via Pallucci, 100 Napoli PON C1 Scene di buone pratiche …all’attività curriculare Elena Leone - I.C. G. Falcone - Napoli
  26. 26. La buona scuola: PON C1 punti di forza Elena Leone - I.C. G. Falcone - Napoli
  27. 27. Buone pratiche nella scuola Elena Leone - I.C. G. Falcone - Napoli
  28. 28. Buone pratiche nella scuola: PON C1 Elena Leone - I.C. G. Falcone - Napoli
  29. 29. La buona scuola Il report di Valutazione e Miglioramento • … “ Il progetto “SID", comune ai tre ordini di scuola, aiuta a sviluppare competenze scientifiche e autoconsapevolezza corporea fin dalla scuola dell'Infanzia (uso dello specchio per conoscere il proprio corpo, sviluppo di un linguaggio scientifico descrittivo), lasciando al docente un ruolo di mediatore informativo-culturale”. • …“Numerosi progetti favoriscono naturalmente l'integrazione e l'inclusione (Progetto "Musica", Progetto "Medioevo", Progetto "Presepe vivente" e progetto “SID" che coinvolge i tre ordini di scuola)”. • … “Fra i momenti extracurriculari eccelle il progetto PON sul metodo IBSE, pensato per favorire un metodo di lavoro e di indagine comune per i diversi ordini di scuola. Per queste ragioni i progetti condivisi fra Primaria e Secondaria (“SID", "Medioevo", "I have a dream") assumono il ruolo indiretto di facilitatori di un delicato passaggio fra ordini di scuola diversi”. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  30. 30. Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. - Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. - Il ponte non è sostenuto da questa o da quella pietra - risponde Marco - ma dalla linea dell'arco che esse formano. Kublai Kan rimase silenzioso, riflettendo. Poi soggiunse: - Perché mi parli delle pietre? È solo dell'arco che mi importa. Polo risponde: - Senza pietre non c'è arco. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli . Italo Calvino
  31. 31. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli PON B1 e C1 stesse prassi
  32. 32. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  33. 33. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli
  34. 34. Buone pratiche nella scuola L’esperienza IBSE nella scuola di infanzia Avendo rilevato da parte di molti bambini della fascia dei cinque anni delle problematicità nella consapevolezza ed identità del proprio corpo, le insegnanti corsiste sperimentano l’approccio IBSE facendo trovare sui banchi di ciascun bimbo degli specchietti. I bambini si osservano, pongono domande, disegnano ciò che vedono e riflettono. Loredana Gargiulo - I.C. G. Falcone - Napoli

×