Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Diventare_comunita_innovativa

270 views

Published on

Enrica Ena, Final PNSD Sardegna - ottobre 2016
Sedi: Sassari e Nuoro

Published in: Education
  • Una presentazione sintetica ed estremamente efficace. Ottimo lavoro che prenderò ad esempio. Grazie!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Diventare_comunita_innovativa

  1. 1. Diventare comunità innovativa Enrica Ena, Istituto Comprensivo “Pietro Allori” Iglesias Final PNSD 2016 USR Sardegna ITI “Angioy” Sassari, 27 settembre 2016 IC 4 “Monte Gurtei” Nuoro, 28 settembre 2016
  2. 2. Da un’innovazione che coinvolge pochi a un’innovazione che coinvolge tanti
  3. 3. Innovazione didattica
  4. 4. Che cosa significa innovazione didattica?
  5. 5. Può esistere nell’era dell’onlife un cambiamento senza ICT?
  6. 6. Corretto rapporto tra innovazione e contesto
  7. 7. L’innovazione deve nascere da dentro
  8. 8. Definire la direzione del cambiamento
  9. 9. Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare (Seneca)
  10. 10. Potenziamento dell’apprendimento per scoperta e dell’autonomia (attività a bassa direttività) Valorizzazione della dimensione sociale dell’apprendimento Didattica per competenze Percorsi di senso (curricolo breve) Restituire credibilità alla scuola (comunicazione e partecipazione) Conoscenza e uso delle opportunità offerte dal digitale e educazione al corretto uso delle potenzialità offerte dalla rete Personalizzazione dei percorsi Valorizzazione delle conoscenze pregresse e degli apprendimenti non formali e informali
  11. 11. Si tratta di capire come farcela
  12. 12. Può venirci in aiuto il design educativo  Restituzione di centralità al progetto.  Conquista di un nuovo metodo per affrontare i problemi.  Supporto di strumenti.  Abitudine al lavoro di squadra.  Generazione di nuove idee. www.innovazioneinclasse.it
  13. 13. Il cambiamento stabile non esiste
  14. 14. Il vero obiettivo non è fare propria una nuova strategia o apprendere l’uso di un nuovo strumento, ma acquisire l'habitus mentale del docente innovatore. Innovazione evolutiva
  15. 15. Costruire l’abitudine alla riflessività professionale per ripensare i processi, generare nuove idee come comunità, sperimentare, valutare e riflettere. Esplorare Ideare SviluppareSperimentare Riflettere
  16. 16. Documentare lasciare traccia, coinvolgere, riflettere
  17. 17. Non impariamo dall’esperienza, impariamo riflettendo sull’esperienza (Dewey)
  18. 18. Un buon punto di partenza: analisi SWOT Forze Debolezze MinacceOpportunità
  19. 19. Un’esperienza: la sperimentazione assistita Azione programmata all’interno del Piano triennale della formazione in linea con le azioni di miglioramento evidenziate nel PdM
  20. 20. Chi? Dove? IC Pietro Allori Iglesias docenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado Quando? Da febbraio 2016 Che cosa? Costituzione di un gruppo di lavoro interno, aperto e flessibile che facesse proprie le pratiche di analisi dei bisogni, di co-progettazione, condivisione, studio e sperimentazione di strategie e strumenti di lavoro in funzione dei bisogni reali del contesto di riferimento.
  21. 21. Restituire centralità alla formazione dentro la scuola e al confronto in presenza:  partire dal proprio contesto: che cosa dobbiamo modificare?  definire i propri obiettivi;  individuare le competenze professionali da valorizzare;  conoscere ed estendere le buone pratiche presenti nella scuola;  recensire le opportunità esterne;  assicurare continuità all’intero primo ciclo di istruzione.
  22. 22. Ripensare l’agire didattico (verso una didattica a bassa direttività aumentata dalle tecnologie). Ripensare tempi e spazi dell’apprendimento: estensione dell’uso degli ambienti di social-learning. Arricchimento della cassetta degli attrezzi con strumenti d’uso per la professione docente e per potenziare la didattica attiva. Azioni
  23. 23. Ripensare l’agire didattico
  24. 24.  Da una didattica direttiva a una didattica centrata sulla scoperta e sull’incontro con l’errore (la lezione alla fine).  Dall’apprendimento individuale a quello cooperativo.  Dalla valutazione esterna alla centralità della dimensione metacognitiva. I capovolgimenti necessari
  25. 25. FASE PREPARATORIA (DESIGNED) Situazione stimolo Problem setting FASE OPERATORIA (DESIGNING) Problem solving Learning by doing FASE RISTRUTTURATIVA (DEBRIEFING/REDESIGNED) Reflective learning Da “Fare didattica con gli EAS” di Pier Cesare Rivoltella
  26. 26. Didattica con gli EAS (Episodi di apprendimento situati) FASI EAS AZIONI DOCENTE AZIONI STUDENTE LOGICA DIDATTICA PREPARATORIA Situazione stimolo DESIGNED • Assegna compiti • Disegna ed espone un framework concettuale • Fornisce uno stimolo • Dà una consegna • Svolge i compiti assegnati • Ascolta, legge e comprende Problem setting OPERATORIA PRODUZIONE DESIGNING • Definisce i tempi dell’attività • Organizza il lavoro individuale e/o /di gruppo • Produce e condivide un artefatto Problem solving Learning by doing RISTRUTTURATIVA DEBRIEFING VALUTAZIONE REDESIGNED • Valuta gli artefatti • Corregge le misconception • Fissa i concetti • Analizza criticamente gli artefatti • Sviluppa riflessioni sui processi attivati Reflective learning Da “Che cos’è un EAS” di Pier Cesare Rivoltella
  27. 27. Ostacoli: difficoltà di liberare
  28. 28. Ripensare tempi e spazi dell’apprendimento
  29. 29. Arricchimento della cassetta degli attrezzi
  30. 30. monomodalità multimodalità monomedialità multimedialità da uno a tanti da tanti a tanti
  31. 31. Compilazione condivisa del Portfolio: riflessione sul percorso Condivisione di risorse ragionate (video, articoli, testi) Sperimentazio- ne in classe Esplorazione di strumenti (modalità flipped) Progettazione, condivisione e valutazione degli EAS Apertura di un’aula virtuale: esplorazione diretta e gestione del lavoro
  32. 32. https://padlet.com/enrica_ena/sperimentazione_assistita_valutazione
  33. 33. enrica.ena@gmail.com Cosa c’è di nuovo in classe www.enricaena.blogspot.it/ https://www.facebook.com/enricaenadiana Grazie per l’attenzione

×