Your SlideShare is downloading. ×
I SOCIAL NETWORK
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I SOCIAL NETWORK

1,296

Published on

Alcune riflessioni sui social network..tratta dalla mia lezione...

Alcune riflessioni sui social network..tratta dalla mia lezione...

Published in: Business
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,296
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. CONFARTIGIANATO ANCONA29 APRILE 2013Gabriele MicozziUniversita’ Politecnica delle MarcheLuiss Roma
  • 2. “Il web è più un’innovazione sociale che un’innovazione tecnica”Tim Berners Lee
  • 3. ...Perché dovreipreoccuparmitantodel web???Fonte: Nielsen – Novembre 201111°° trimestretrimestre 2013:2013: i possessori dii possessori di SmartphoneSmartphone sonosono 27.000.000IlIl 22% di chi possiede undi chi possiede un tablettablet ha tra iha tra i 25 – 34 anni11°° trimestretrimestre 2013:2013: i possessori dii possessori di SmartphoneSmartphone sonosono 27.000.000IlIl 22% di chi possiede undi chi possiede un tablettablet ha tra iha tra i 25 – 34 anni
  • 4. http://www.youtube.com/watch?v=iBGEBvCKuQo
  • 5. Ripartizionedegli investimenti pubblicitariin ItaliaFonte: Nielsen – report trimestrale Gen. – Set. 2011
  • 6. http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio_news.asp?id=201210111232231351&chkAgenzie=ITALIAOGGI&sez=news
  • 7. Perché fare business utilizzando i social network?Il potere della narrazione...Siamo tutti affamati di storie
  • 8. Perché fare business utilizzandoi social network?Oggi......Continuiamo a raccontarci le storie!!!!
  • 9. Perché fare business utilizzando i social network?Principi & RilevanzeRilevanzeRilevanzeASPETTOSOCIALENuovi legami, gruppidi appartenenza,nuoverelazioni indirette: opportunità di protagonismonella cultura dell’immagineASPETTOPSICOLOGICOPossibilità di relazionarsi, esporreemozioni epensieriASPETTOECONOMICODiffusione di brand minori, riconoscibilitàdell’azienda (missione vision reali)RilevanzeRilevanzeASPETTOSOCIALENuovi legami, gruppidi appartenenza,nuoverelazioni indirette: opportunità di protagonismonella cultura dell’immagineASPETTOPSICOLOGICOPossibilità di relazionarsi, esporreemozioni epensieriASPETTOECONOMICODiffusione di brand minori, riconoscibilitàdell’azienda (missione vision reali)PrincipiPrincipiCOMMUNITYAggregazione,riconoscimento, sensodiappartenenzaRILEVANZAArgomentitrattati come collante relazionaleTECNOLOGIAConnettere le personee condividere laconoscenzaPrincipiPrincipiCOMMUNITYAggregazione,riconoscimento, sensodiappartenenzaRILEVANZAArgomentitrattati come collante relazionaleTECNOLOGIAConnettere le personee condividere laconoscenza
  • 10. Perché fare business utilizzando i social network?Il punto di vista degli utenti e delle aziendeWhat users want?What users want?- Partecipare attivamente- Entrare in contatto reciprocamente- Conividere e segnalare contenuti- Stabilire rapporti stimolantiWhat users want?What users want?- Partecipare attivamente- Entrare in contatto reciprocamente- Conividere e segnalare contenuti- Stabilire rapporti stimolantiWhatWhat companiescompanies wantwant??Trovare strumenti pubblicitari che:- raggiunganoin modo immediato gli utenti- sappianoidentificare quelli interessati ailoro messaggi(target marketing)- comunichino con gli utenti in modopersonale- Giro di voce – passaparola (buzzmarketing)WhatWhat companiescompanies wantwant??Trovare strumenti pubblicitari che:- raggiunganoin modo immediato gli utenti- sappianoidentificare quelli interessati ailoro messaggi(target marketing)- comunichino con gli utenti in modopersonale- Giro di voce – passaparola (buzzmarketing)
  • 11. Perché fare business utilizzando i social network?Barriere in entrata incredibilmentebasse
  • 12. http://lipoffaith.wordpress.com/2012/06/24/state-of-the-net-2012-lo-stato-dellarte-della-rete-nel-mondo-e-in-italia/#more-2034
  • 13. Fonte : http://lipoffaith.wordpress.com/2012/05/10/asia-social-network-dati-e-tendenze-di-un-mercato-in-crescita/
  • 14. Fonte : http://lipoffaith.wordpress.com/2012/05/10/asia-social-network-dati-e-tendenze-di-un-mercato-in-crescita/Nel complesso Facebook è la piattaforma piùpopolare, ma in molti paesi sono forti i socialnetwork a diffusione strettamente localizzata:come Mixi in Giappone, Cyworld in Corea delSud, Zing in Vietnam, Wretch a Taiwan e Renrenin Cina.Nel Paese di Mao in particolare, dove l’accesso aFacebook è impedito in quasi tutte le regioni, ilsocial network made in China Qzone si piazza alprimo posto grazie a 531 milioni di utentiregistrati, seguito da Weibo Tencent che nevanta circa 300 milioni. Da tener d’occhio peròanche la piattaforma Sina Weibo, una delle piùattive in Asia, con più di 100 milioni di contenutipostati in 24 ore da 300 milioni di user, di cuiben 27 milioni (pari al 9%) si connettonoquotidianamente.
  • 15. Fonte : http://lipoffaith.wordpress.com/2012/05/10/asia-social-network-dati-e-tendenze-di-un-mercato-in-crescita/Twitter è invece il primo socialnetwork in assoluto in Giappone,tanto che il giapponese è laseconda lingua più usata al mondonei tweet. La piattaforma riscuoteun certo successo anche inIndonesia, dove viene dopoFacebook.
  • 16. http://www.viralblog.com/social-media/stunning-social-media-stats-from-asia-pacific/
  • 17. Facebook, Twitter, o ancheLinkedin, e recentemente anchePinterest. Questi sono solo alcunidei social network più famosipresenti sulla rete.
  • 18. Sono utili solo se si utilizzanocorrettamente e senza esagerare, in casocontrario sono del tutto inutili. Socialnetwork come Facebook e Twitter sonomolto utili per fare branding, ma anche esoprattutto per far crescere la propriareputazione online e per migliorare ilposizionamento del proprio sito web neimotori di ricerca. Tuttavia voglio sfataresubito un mito. Essere presenti sui socialnetwork non vuol dire dover averesicuramente successoFonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 19. Spesso si sente parlare di questa o diquella azienda che ha avuto successograzie ai social network, ma non sisente parlare mai delle tantissimeaziende che quello stesso successonon lo hanno avuto. In poche parole siparla sono dei pochi casi di successoe mai dei tantissimi e anche troppicasi di insuccesso. Quindi attenzione ariporre tutte le uova nello stessopaniere.Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 20. Come detto in precedenzautilizzare i social network è utileper migliorare la reputazioneonline e per migliorare ilposizionamento del proprio sitoweb nei motori di ricerca. Affinchétutto ciò sia possibile è necessarioperò che cresca il numero dei fansdella nostra pagina Facebook, odei followers del nostro accountTwitter.Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 21. Ma come? Esistono fondamentalmente duediverse vie che possiamo seguire. La primaquella naturale, quella che preferisce ilsottoscritto per inteso, che consiste nellodedicare almeno 2/3 ore al giorno (si aveteletto benissimo) alla rete, inserendo ilmaggior numero di contenuti di qualità unpo’ ovunque, su Facebook, Twitter, e altrisocial network, ma anche facendo un po’ diarticle marketing, interagendo con lepersone sui vari blog di settore, migliorandoil proprio sito web, e facendo anchepubblicità online. Insomma facendo le coseper bene.Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 22. La seconda via invece è quella del doping,e cioè comprare i Like e i Followers suInternet. E che ci crediate oppure no, sonotantissimi quelli che la seguono questaseconda via, perché richiede uninvestimento in tempo e denaroinfinitamente inferiore. Credetemi sonotantissime le aziende che fanno ricorso aquesti stratagemmi, ma ci sono anchepolitici e personaggi dello spettacolo che ilpiccolo aiutino non lo rifiutano mai. E poidiciamoci la verità, è più figo avere unapagina Facebook con 20/30.000 mila fansche una con un centinaio di fans fatta solodi parenti e amici intimi.Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 23. http://www.thisisntfunnyshop.info/
  • 24. Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 25. SCRIVERE
  • 26. FOTO
  • 27. VIDEO
  • 28. CONTINUITA’
  • 29. ORIGINALITA’
  • 30. NON IMITARE
  • 31. https://www.youtube.com/watch?v=1e4X10hOh9o
  • 32. http://klout.com/#/dashboard
  • 33. http://youtube.com/gabrielemicozzi
  • 34. http://www.youtube.com/yt/advertise/it/
  • 35. https://www.youtube.com/yt/advertise/it/our-solutions.html
  • 36. http://www.youtube.com/watch?v=-ltuXgMjWxY
  • 37. http://www.youtube.com/watch?v=P3oltFGrNuM
  • 38. http://www.youtube.com/watch?v=7i_QDxthn70
  • 39. https://www.youtube.com/watch?v=hjPKwTPHMYQ
  • 40. http://www.youtube.com/watch?v=y53rW2ce3zs
  • 41. ESTETISTA
  • 42. http://www.youtube.com/user/AnissaEstetista
  • 43. http://www.youtube.com/watch?v=4ZFk5hn4IMo
  • 44. OPINION LEADER
  • 45. https://www.youtube.com/watch?v=bv9N-Lj1hvg
  • 46. CONSULENTI
  • 47. http://www.youtube.com/watch?v=2xbGJxkX59Y
  • 48. PARRUCCHIERI
  • 49. http://www.youtube.com/watch?v=HWXo--Y-qEM
  • 50. https://www.youtube.com/watch?v=vN6jOm269pQ
  • 51. http://tuttowebvideo.com/usare-youtube-per-business/
  • 52. 140 CARATTERI
  • 53. USERNAME
  • 54. BIO
  • 55. GEOLOCALIZZAZIONE
  • 56. https://twitter.com/funtanirbologna
  • 57. https://twitter.com/CarrozzeriaRdue
  • 58. https://twitter.com/FalegnameSban8
  • 59. https://twitter.com/falsangiusto
  • 60. https://twitter.com/cindykcruz
  • 61. https://twitter.com/Fotografo
  • 62. http://www.marcorossi.it/
  • 63. HASHTAG: ETICHETTA PRECEDUTA DALSIMBOLO DEL CANCELLETTO (#KEYWORDS)CHE ACQUISISCE UN PARTICOLARE LINK E CHEVIENE COLLEGATA AD UN FILTRO PER LARICERCA CON QUELLA PAROLA CHIAVE
  • 64. LE LISTE CI SERVONO PER CLASSIFICAREALCUNI TWITTERER CHE CI INTERESSANO SUUN ARGOMENTO SPECIFICO IN MODO DAPOTER CONSULTATE IN UN UNICO STREAMTUTTI I TWEET DI CHI SEGUIAMO E CHEABBIAMO CLASSIFICATO PER QUELLOSPECIFICO ARGOMENTO
  • 65. https://business.twitter.com/index_it.html
  • 66. https://twitter.com/Bonobos
  • 67. http://www.chefuturo.it/2012/05/16-consigli-per-avere-il-massimo-da-twitter/
  • 68. http://www.mercatoglobale.com/web-marketing/fare-marketing-con-twitter
  • 69. http://www.webinfermento.it/i-migliori-tool-gratuiti-per-il-marketing-con-twitter-guida/
  • 70. http://republicandqueen.com/farsi-trovare-instagram-top-tag-20/
  • 71. http://www.digitalmarketinglab.it/social-media-marketing/b2b-marketing-con-twitter/
  • 72. POSSIAMO CAPIRE A COSA SONO INTERESSATIGLI ALTRI
  • 73. Attualmente Pinterest sembrerebbe essere lamecca del settore beauty, moda, cibo edesign, ovvero 4 settori che fanno leva sullaforza delle immagini, unico media possibile suquesto nuovo social.
  • 74. http://pinterest.com/wholefoods/
  • 75. http://pinterest.com/alexveronelli/
  • 76. http://pinterest.com/cromobox/
  • 77. Pinterest è un ottimo mezzo attraverso il qualepresentare tutto ciò che rende unico il vostro brand,hotel, resort, ristorante, bar o struttura. Perché nonsfruttare questa opportunità? 7 consigli per comeutilizzare al meglio questo nuovo strumento.Fonte : http://www.teamwork-rimini.com/blog/consulenza-alberghi/pinterest-7-consigli-per-promuovere-il-vostro-hotel/
  • 78. • Evidenzia i servizi offerti: crea delle board tematiche (le vostre camere, il vostrobar/ristorante, cosa vedere) o specifiche per i diversi target di utenti;• Massimizza il SEO: utilizza le giuste keyword nelle descrizioni delle immagini;• Offri un contenuto esclusivo: Offri agli utenti un motivo per condividere evisualizzare i contenuti che hai pubblicato;• Promuovi il territorio: crea delle board che promuovono il tuo territorio, fornisciconsigli su cosa vedere, cosa fare, dove mangiare• Sfrutta le potenzialità del social network: l’interazione con gli utenti èfondamentale. Quando fanno un repin bisogna ringraziare, pinnare i contenutidegli altri, seguire altri utenti. Incoraggia i follower a creare contenuti o apartecipare alle competizioni (es. vota il vostro miglior ricordo di viaggio, il servizioche amate di più in hotel…);• Fai conoscere le tue board: condividi le tue immagini anche sugli altri socialnetwork e inserisci un follow button sul tuo sito;• Vendi le tue camere: Inserisci l’immagine della camera vendere e il link alla paginadove effettuare la prenotazione. Nella descrizione specifica il periodo dellapromozione e l’eventuale conversione in euro (per ora è accettata solo la valuta indollari).Fonte : http://www.teamwork-rimini.com/blog/consulenza-alberghi/pinterest-7-consigli-per-promuovere-il-vostro-hotel/
  • 79. • 1) Non inserire solo contenuti autoreferenziali: come in tutti i social network, lepersone si stancano se l’azienda parla e promuove continuamente sè stessa.Mixate i vostri contenuti con quache repin presi dalle boards di altri utenti (magarisulla base di un tema ben preciso).• 2) Usare le boards per segmentare il pubblico: più sarete di niccha, più avretesuccesso. Restingete il campo delle tue lavagne virtuali, rendetele uniche ededicate ognuna ad un preciso segmento di utenti (es. Vegetariani, Thai, Dolci,etc.)• 3) Utilizzare Pinterest in affiancamento ad altri social media: potreste lanciare deicontest fotografici su Pinterest utilizzando le boards come luogo di aggregazionedelle foto inviate dagli utenti su altri social (Twitter + Facebook) o su Pintereststesso, facendo votare gli utenti (attraverso i like) la loro immagine preferita.• 4) Utilizzare Pinterest come una parte della “content strategy”: in questo caso sipotrebbero utilizzare le lavagne per pubblicare immagini di backstage, non ufficiali,dei dipendenti o dello staff.• 5) Aggiungendo il PIN IT BUTTON: dare la possibilità agli utenti di “pinnare” leimmagini del website aziendale sui loro account Pinterest è un modo sicuramenteefficace e semplice per favorire la diffusione dei contenuti sulla rete.Fonte : http://www.davidelicordari.com/aziende-e-pinterest-alcuni-esempi-di-successo/
  • 80. http://pinterest.com/gabrielemicozzi/pins/
  • 81. http://pinterest.com/gabrielemicozzi/
  • 82. • Il business social network LinkedIn èpresentato come lo standard di riferimentoper le relazioni in ambito business, tanto daessere molto diffuso in ambito professionale eavere milioni di iscritti nel mondo e oltre700.000 in Italia.
  • 83. • Pertanto, inserire il profilo personale inLinkedIn può essere utile per la creazione dinuovi contatti professionali, ovvero permigliorare il proprio networking. Tuttavia,creare solamente il profilo può non esseresufficiente per individuare i contatti piùinteressanti o per farsi trovare piùrapidamente tra i tanti profili registrati.
  • 84. •Fare sondaggi•Un sondaggio è utile per tanti motivi, peresempio:• far scegliere agli altri una opzione tra tante ochiedere una conferma su una nostradecisione• sapere l’opinione su un argomento, su unnuovo mercato• fare una votazione• fare una ricerca di mercato per capire se unprodotto, un servizio o altro è interessante• conoscere meglio le caratteristiche dei nostricontatti chiedendogli di scegliere in qualecaratteristica si riconoscono• sapere come si comportano i nostri contatti indeterminate situazioni.
  • 85. http://www.linkedin.com/osview/canvas?_ch_page_id=1&_ch_panel_id=1&_ch_app_id=1900&_applicationId=1900&_ownerId=0&appParams=
  • 86. http://www.linkedin-marketing.it/blog/arriva-il-follow-company-su-linkedin/
  • 87. http://blog.hubspot.com/blog/tabid/6307/bid/31889/13-Brands-Using-LinkedIn-Company-Page-Features-the-Right-Way.aspx
  • 88. http://www.linkedin.com/company/voices-com/products
  • 89. http://www.slideshare.net/leonardobellini/linkedin-for-business-10233800
  • 90. http://www.webinfermento.it/i-brand-che-ci-insegnano-come-fare-marketing-con-instagram/
  • 91. http://instagram.com/gabrielemicozzi#
  • 92. http://www.vanillamagazine.it/5-errori-di-marketing-con-instagram-non-fate-queste-foto/
  • 93. http://www.webinfermento.it/come-sfruttare-instagram-per-il-social-media-marketing-case-histories/
  • 94. http://www.vanillamagazine.it/social-media-marketing-3-piccole-imprese-si-promuovono-con-instagram/
  • 95. http://socialnetwork.toweb.co/marketing-su-instagram-infografica/
  • 96. http://instagramersitalia.it/brand-marketing-strategy-su-instagram/
  • 97. http://instagramersitalia.it/brand-marketing-strategy-su-instagram/
  • 98. http://instagramersitalia.it/brand-marketing-strategy-su-instagram/
  • 99. http://web.stagram.com/tag/aziendaagricolafilippimattia/
  • 100. http://web.stagram.com/n/ristorante_il_terrazzino/
  • 101. http://instagramersitalia.it/instagram-marketing-istruzioni-per-marketers-parte-3-cose-un-instameet/
  • 102. http://www.ninjamarketing.it/2012/05/22/8-buoni-motivi-per-usare-slideshare-nel-business/
  • 103. http://wearesocial.it/blog/2012/09/le-migliori-facebook-page-italia-agosto-2012/
  • 104. http://www.blogmeter.it/ricerche/facebook-top-brands/
  • 105. http://blogmeter.it/blog/social-analytics-blog/2012/09/05/facebook-top-brands-ad-agosto-sul-podio-nutella-visit-trentino-e-intesa-sanpaolo/
  • 106. http://www.youtube.com/watch?v=vuwD74SwHjM
  • 107. Amarone valpolicella18 maggio 2012 alle 14:51Credo che i Social siano uno strumentostraordinario per avere un rapporto con i propriestimatori, ma allo stesso tempo questo post hacentrato il nucleo del problema.Se un’azienda decide di aprirsi ai social lo devefare con coscienza e sapendo che bisogna avernecura, è inutile aprire una pagina comprarsi fan epoi lasciarla li abbandonata…Fonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 108. Fabio Italiano18 maggio 2012 alle 19:43Dici benissimo AmaroneV, è completamenteinutile avere un fanpage su Facebook èmetterci quattro stupidaggini una volta ognitanto. Nella vita se si vogliono raggiungererisultati bisogna impegnarsi seriamente, eimpegnarsi significa investire tempo e denaro.La sola presenza sui social network non aiuta.P.S. Segnalo a tutti i lettori la cantina italianacon la più bella presenza su Facebook… andthe winner is… Planeta!!!Fonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 109. Amarone Tommasi31 maggio 2012 alle 12:16Noi siamo veramente d’accordo, infatti percurare la nostra presenza su Social ci mettiamodavvero tanto impegno, ma alla fine lasoddisfazione è avere feedback da tutto ilmondo anche da piccoli paesi sconosciuti dadiverse parti del mondoPS la nostre è questahttps://www.facebook.com/tommasi.viticoltorinon so se posso lasciarla ma magari riceviamodei consigli utiliFonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 110. Fabio Italiano31 maggio 2012 alle 15:51@Amarone Tommasi, infatti quello che contaalla fine sono i feedback delle persone,soprattutto dei comuni consumatori di vino.Dal mio personalissimo punto di vista do moltapiù importanza ai feedback, tipo lacondivisione di una foto di una serata in cui si èbevuto magari una Amarone Tommasi, che aisemplici like. Ma devo comunque ammettereche una pagina facebook con tantissimi like fala sua bellissima figura.Fonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 111. Valerio "Dotfox" Volpicelli20 settembre 2012 alle 10:22È esattamente ciò che ci si chiede ogni giorno. In particolar modo chiquesto lavoro lo fa direttamente, per l’azienda in cui lavora: “megliopochi ma buoni”, diceva un adagio cinese!Certo è, d’altro canto, che una pagina con decine di migliaia di like,acquisisce un’altra valenza se confrontata con una, potenzialeconcorrente nello stesso mercato d’azione, che ne ha poche centinaia.Io, anzi noi, seguendo una politica di trasparenza ed interazione coipropri utenti/clienti/fan, non ci preoccupiamo di acquistare alcunabanca dati, speriamo che con i nostri contenuti il nostro pubblico diriferimento aumenti sempre più.E, sino ad ora, i trend non ci hanno mai sbugiardatoAh dimenticato, questa è la nostra paginahttps://www.facebook.com/stampatello.srle quest’altra è una delle ultime che stiamo curandohttps://www.facebook.com/istitutoluigi.sturzo.3Comunque stanno andando bene, io credo, proprio grazie alla politicadel “content is the king”.Fonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 112. Fabio Italiano22 settembre 2012 alle 14:36Ciao Valerio, infatti dal punto di vista“qualitativo” è consigliabile far crescere i like inmaniera naturale senza acquistarli da terzeparti. Tuttavia una pagina Facebook aziendalecon solo poche centinaia o anche qualchemigliaio di fan è davvero deprimente, e anchein presenza di contenuti di qualità non portavantaggi all’azienda, parlo di vantaggieconomici, tipo fatturato. Certo con Facebookriescono magari a fare un tantino dicomunicazione ma niente altro.Fonte : http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 113. Fonte : https://www.facebook.com/stampatello.srl
  • 114. Fonte : http://writeinstampatello.wordpress.com/2012/10/08/brand-ambassador-4-a-day/
  • 115. Fonte :https://www.facebook.com/istitutoluigi.sturzo.3
  • 116. Fonte :https://www.facebook.com/istitutoluigi.sturzo.3
  • 117. Fonte :https://www.facebook.com/istitutoluigi.sturzo.3
  • 118. Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 119. Fonte :http://www.mywinemarketing.com/2012/05/comprare-like-e-followers-online-il-doping-nellera-dei-social-network/
  • 120. AZIENDA: ClementoniSETTORE: giocattoli educativiN° DIPENDENTI:400FATTURATO:105 Mln di Euro ca.AZIENDA: ClementoniSETTORE: giocattoli educativiN° DIPENDENTI:400FATTURATO:105 Mln di Euro ca.Brevepresentazionedell’aziendaPossibilità di scaricareil catalogo prodottiPossibilità di caricarefoto relative ad eventi/prodotti
  • 121. Promozionedi un nuovo prodottoPromozionedi un evento/seriedi eventiPossibilità di dialogare con i proprifollowersin tempo reale rispondendoin modopersonale epuntuale alle loro curiosità/richieste
  • 122. AZIENDA: Umani RonchiSETTORE: azienda vinicolaN° DIPENDENTI:95FATTURATO:10 Mln di Euro ca.AZIENDA: Umani RonchiSETTORE: azienda vinicolaN° DIPENDENTI:95FATTURATO:10 Mln di Euro ca.Informazioniutili sull’azienda(telefono,orari di apertura,localizzazionegeografica ecc…)Possibilità di visionare foto (prodotti, vendemmia, eventiecc…)Possibilità di pubblicizzare eventi
  • 123. Pubblicizzare premie riconoscimentiPossibilità di dialogare con i proprifollowersin tempo reale rispondendoin modopersonale epuntuale alle loro curiosità/richieste
  • 124. AZIENDA: Boccaccini – L’autre choseSETTORE: calzature e abbigliamentoN° DIPENDENTI:da 20 a 49FATTURATO:5-13 Mln di EuroAZIENDA: Boccaccini – L’autre choseSETTORE: calzature e abbigliamentoN° DIPENDENTI:da 20 a 49FATTURATO:5-13 Mln di Euro
  • 125. Pubblicizzare l’endorsementdi personaggifamosiPossibilità postarearticoli di riviste di moda internazionalinei quali appaiono i prodottidell’azienda (creandouna sortadipressclipping interattivo)
  • 126. AZIENDA: Spinosi srlSETTORE: pastificioN° DIPENDENTI:da 10 - 19FATTURATO:0,5 -1,5 Mln di EuroAZIENDA: Spinosi srlSETTORE: pastificioN° DIPENDENTI:da 10 - 19FATTURATO:0,5 -1,5 Mln di EuroPossibilità caricarevideo che mostranola preparazioneartigianale del prodottoRenderedisponibile la rassegnastampacon tutte le notizie più recentied importantiFarconosceretutti gli appuntamenti da non perderein Italia e all’estero
  • 127. http://www.davidelicordari.com/facebook-domande-alcuni-case-studies/
  • 128. http://tech.attualissimo.it/marketing-su-facebook-9-risorse-essenziali/
  • 129. http://www.lodovicomarenco.it/
  • 130. http://www.lodovicomarenco.it/
  • 131. http://www.lodovicomarenco.it/
  • 132. http://www.slideshare.net/likeable/why-dentists-should-use-facebook-to-become-more-likeable-and-profitable
  • 133. http://wwww.allegrini.it/Pages/Home.aspx
  • 134. OMAS SPA- Situazione iniziale 01/03/2012 :Il brand “omas” non era presentesulla prima pagina dei motori diricerca principali (google, bing eyahoo) per le chiavi relative allasocietà: “Omas“ – “Omas Spa” .La chiave di interesse per il propriosettore, “Lavorazione lamiere”,non restituiva alcun risultato.Motore di ricerca obiettivo diposizionamento : Google.it
  • 135. Situazione attuale 15/10/2012 :Posizione keyword principali su google.it:lavorazione lamiere 8° su 1.230.000risultatilavorazione tubi – 8° su 2.910.000 risultatipiegatura lamiere – 16° su 200.000 risultatiomas – 4° posizione su 2.580.000 risultatiomasspa – 2° posizione su 426.000 risultatiE’ stata fatta una comparazione con iprincipali competitor su SEO MOZ .Il dominio omasspa.com è passato da unauthority rank su SEO MOZ da 9 a 32.
  • 136. Principali attività svolte:- Posizionamento separato per lingua(italiano e inglese) con Keywordseparate.- Redirect dominio omassrl.it(precedente dominio) versoomasspa.com- Titoli e descrizioni delle pagine diversiper ogni link- Contenuti diversi per ogni pagina- Immagini con descrizione attinente alcontenuto e nome file specifico- Link building
  • 137. ADRIATICA MOLLEMolle – 5° posizione su 31.100.000risultatiMolle tranciate – 1° posizione su1.000.000 risultatiMolle sagomate – 2° posizione su90.300 risultati

×