Comunicare con i Social Network

612 views

Published on

Comunicazione con i Social Network, pensata al mondo del Volontariato, ma in realtà con regole valide per qualsiasi azienda. Per questo motivo, la serata è aperta, non solo al mondo del volontariato, ma a tutti coloro che sono interessati all’argomento: “Come parlare ai propri fan sui Social Network”

Published in: Technology
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
612
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
90
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Comunicare con i Social Network

  1. 1. Comunicare con i Social NetworkComunicare con i Social NetworkUna carta vincente per il volontariatoAnton Sessa
  2. 2. PremessaIl marketing sta cambiando• Internet, i suoi contenuti ed i suoi navigatori continuano a mutare,giorno per giorno. Gli utenti si stanno evolvendo e diventanosempre più affinati nelle ricerche, i programmi in rete cambiano ediventano sempre più complessi e specifici, aumentano i contenuticon sempre più testo, immagini e video. Cambiano anche le mode ele tendenze in rete e si sviluppano nuove piattaforme e contenitorichiamati social network.• In tutto questo trambusto sono cambiate anche le regole dimarketing, fondamentali per chi vuole promuovere la propriaazienda, il proprio lavoro o la propria immagine, su internet oriuscire a diffondere un’idea o un prodotto. Così anche leassociazioni di volontariato possono promuovere le proprie idee, ipropri scopi e far conoscere a tutti come lavorano, cosa fanno eperché.
  3. 3. Come sta cambiano il modo di comunicare• Fino ad oggi il marketing ha sempre suggerito alle aziende come parlare. Poi è arrivatointernet. I destinatari dei messaggi delle aziende iniziarono a parlare tra loro. Sorpresa! Sonobastati pochissimi anni e l’azienda non è più la protagonista incontrastata della suacomunicazione! Internet con le sue tecnologie (blog, forum e social network) è riuscita astimolare e coinvolgere i “target” su conversazioni illimitate e globali, che chiunque puòtrovare in rete, su qualsiasi argomento.• In questo panorama, le scelte che un’azienda si trova davanti sono due: prendere atto diqueste conversazioni oppure fare finta di nulla e lasciare che i discorsi proseguano senza lasua presenza. La seconda ipotesi è lasciata a chi non ha a cuore le sorti del proprio business,mentre per tutti gli altri l’ascolto è inevitabile.• Si tratta di un grande passo avanti: per la prima volta le aziende possono parlaredirettamente con il proprio mercato. Non si tratta di comunicati stampa o annuncipubblicitari ben scritti, ma dell’imprenditore faccia a faccia con il consumatore: è questoquello che viene definito il “marketing dell’ascolto”. Le persone amano i prodotti e chi licrea, se questi sanno raccontarsi con voce autentica.
  4. 4. La Grande conversazione• Tutto questo ha creato scompiglio nei reparti di marketing delle aziende di tutto ilmondo, ma molti ne hanno colto l’opportunità. “Se loro parlano di noi, forsepossiamo imparare qualcosa”. “Anche perché, se non ascoltiamo, lorocontinueranno a parlare di noi. E noi non sapremo cosa dicono di noi”.• Le aziende prendono coscienza che esiste una “grande conversazione” di cui,volendo, possono fare parte. Uno scambio di informazioni che avverrà comunque,indipendentemente dalla loro partecipazione.• Trasparenza, immediatezza e curiosità sono alcuni dei concetti chiave control’opacità, lentezza e diffidenza di molte aziende. Per questo i giovani sono i piùadatti, come sempre quando si tratta di innovazione, a guidarci lungo questisentieri;“i giovani traggono maggiori benefici dai media sociali, non tanto perché sanno piùcose utili, ma perché sanno meno cose inutili”.
  5. 5. Sondaggio• Quanti conoscono ed usano Facebook?• Quanti usano Facebook e lo usano per promuovere la propria attività?• Quanti usano Twitter e lo usano per comunicare?• Quanti conoscono ed usano altri Social Network come Google+, Pinterest o altro?• Quanti usano lo Smartphone per fare tutto questo?
  6. 6. @AntonSessa - www.antonsessa.com 7I Social Media sono solo una moda oppure il piùI Social Media sono solo una moda oppure il piùgrande evento dopo la rivoluzione industriale?grande evento dopo la rivoluzione industriale?• Il 75% della popolazione internet usa quotidianamente i Social• Per raggiungere 50 milioni di utenti la Radio impiega 38 anni, la TV 13 anni, Internet 4anni, … Facebook ne ha raggiunto 100 milioni in 9 mesi!• Se Facebook fosse un Paese sarebbe il terzo più popolato dopo la Cina e l’India (è statosuperato il miliardo di utenti)• In Italia l’87% di utenti usa i Social Media per rafforzare i rapporti di lavoro• In Italia il 58% della popolazione guarda più video su Internet che in TV• Negli USA l’80% delle aziende usa LinkedIn per la ricerca del personale• L’80% degli utenti usa Facebook e Twitter anche sui dispositivi mobile• Su Youtube vengono visualizzati 1 miliardo di video ogni giorno• Esistono oltre 200 milioni di Blog
  7. 7. @AntonSessa - www.antonsessa.com 8I Social Media sono solo una moda oppure il piùI Social Media sono solo una moda oppure il piùgrande evento dopo la rivoluzione industriale?grande evento dopo la rivoluzione industriale?• Alle aziende interessa sempre di più come viene visto il loro prodotto nei Social Mediapiuttosto che il posizionamento su Google• Il 90% dei consumatori si fida delle recensioni dei blogger e solo il 14% della pubblicitàtradizionale• Solo il 18% della pubblicità televisiva genera un ritorno economico• In un futuro vicino non cercheremo più prodotti e servizi, ci troveranno loro attraverso iSocial Media• I Social Media non sono moda, sono un cambiamento fondamentale nel modo dicomunicare• Più di un milione e mezzo di contenuti (post, news, links, blog, foto, ecc…) condivisi ognigiorno
  8. 8. @AntonSessa - www.antonsessa.com 9Utenti attivi ogni mese nei Social Network più diffusiUtenti attivi ogni mese nei Social Network più diffusi-200.000.000,00400.000.000,00600.000.000,00800.000.000,001.000.000.000,001.200.000.000,00Facebook Twitter Google+ Instagram FoursquareUtenti Attivi ogni meseColonna1Colonna2
  9. 9. @AntonSessa - www.antonsessa.com 10Aggiornamenti dati primo trimestre 2013• I dati del primo trimestre 2013 evidenziano come Twitter, rispetto allo stesso periodo del 2012,abbia aumentato del 44% i suoi utenti attivi per mese.• Cresce Facebook, che segna un +35%, rimanendo imbattuto per numero di utenti iscritti e attivi.• Google+, seconda rete sociale più utilizzata del pianeta, cresce del 33% rispetto allo stesso periodo2012• Il 51% degli utenti (la metà della popolazione internet mondiale!) consulta Facebook almeno unavolta al mese, davanti al 26% che usa Google+, al 25% che va su YouTube e il 22% che usa Twitter.• Incremento dei tassi di penetrazione è dovuto alla diffusione dell’accesso a internet attraversodispositivi mobili e l’ingresso massiccio sulle piattaforme di un’intera generazione, quella che vadai 45 ai 65 anni, che se ne era finora tenuta relativamente a distanza.• Dal 2011 a oggi, gli utenti che accedono al web tramite mobile è aumentato del 60%; la fascia di etàche è più crescita su Twitter nell’ultimo anno (del 79%) è quella dai 55 ai 64 anni, mentre suFacebook e su Google+ gli incrementi più rilevanti si sono avuti nella fascia d’età fra i 45 e i 54anni
  10. 10. @AntonSessa - www.antonsessa.com 11Parola d’ordine CONDIVISIONEsoprattutto Immagini e Video• Non parlate della vostra azienda, ma parlate di voi, parlate dei vostri clienti,parlate principalmente di quello che la gente vuole sentire.• Usate tantissimo le immagini, condividetele e commentatele• Usate anche i Video che stanno diventando sempre più diffusi• Immagini e Video devono emozionare – l’emozione porta a condividere e maggioricondivisioni portano a maggiore diffusione quindi al successo della comunicazione• se riuscite in questo modo a catturare l’attenzione del vostro cliente, alloraavrete sicuramente la sua attenzione e fiducia quando questo avrà bisognodei vostri servizi e prodotti.
  11. 11. @AntonSessa - www.antonsessa.com 12Profilo Personale o Pagina Aziendale?• Su Facebook possiamo creare profili personali (quelle che più o meno conosciamotutti) e pagine aziendali (quelli che molti non conoscono).• Esistono delle regole di Facebook, e soprattutto dei limiti di un profilopersonale (es. divieti di creare profili personali per aziende, limite 5000 fan neiprofili personali, strumenti di marketing e statistiche solo nelle pagine aziendali,ecc..).• Esistono anche i gruppi su facebook, ma anche questi hanno dei limiti di gestionecome la stessa personalizzazione• Quindi la scelta migliore per un’Azienda o Associazione di Volontariato è quella dicreare una PAGINA e non un profilo personale.
  12. 12. @AntonSessa - www.antonsessa.com 13Una pagina Aziendale su Facebook• Creare una pagina Facebook però non è sufficiente di per sé a conquistare ilsuccesso in termini di visibilità.• Per un’azienda è controproducente creare una pagina Facebook e non riuscire acreare una comunicazione efficace con i propri fan.Agli occhi dei lettori questo potrebbe apparire come un generale disinteresse versol’azienda. Al contrario, una pagina con una vasta community impegnata ad interagirecon l’azienda, attira l’attenzione di nuovi potenziali clienti.• Inoltre una pagina Facebook non supportata da un sito web/blog porta scarsirisultati.Un esempio corretto di come integrare un sito di volontariato con i social:www.cinoservizio.com
  13. 13. @AntonSessa - www.antonsessa.com 145 Consigli utili per Facebook• 1. Creare contenuti di qualità• Vuoi che alle persone piaccia la tua pagina Facebook? Crea contenuti di qualità.Troppo spesso capita di trovare pagine senza contenuti di qualità e quindi vuote,noiose. Inoltre, ricorda di non pubblicare contenuti troppo lontani dal tipo diattività che svolgi, altrimenti corri il rischio di infastidire gli utenti conaggiornamenti inutili.• 2. Rendere la pagina interessante porta a maggiore diffusione• Se vuoi avere una pagina Facebook di successo devi renderla molto interessante:la prima ragione per cui gli utenti non suggeriscono le pagine agli amici èperché non ne restano colpiti a prima vista!
  14. 14. @AntonSessa - www.antonsessa.com 155 Consigli utili per Facebook• 3. Varietà dei contenuti• Tieni sempre alta l’attenzione della community, alternando i tuoi articoli a notizie diintrattenimento esterne al tuo sito web/blog.• 4. Collaborare con altre pagine per creare eventi e contest• Mettiti in contatto con amministratori di altri gruppi e pagine per creare eventi e contest. Lacreazione di un grande evento stimolerà la comunità all’azione, che oltre a parteciparepotrebbe condividere l’iniziativa con i propri amici facendo divenire l’azione virale.• 5. Analizza i tuoi progressi su Facebook• Solo monitorando e comprendendo i comportamenti e le risposte dei tuoi fans, potraimigliorare le tue azioni e renderle ancora più efficaci. Facebook per questa attività ha creatoun ottimo strumento di marketing, Insights: uno strumento di analisi che consente diverificare le performance della propria pagina Facebook, valutando le interazioni.
  15. 15. @AntonSessa - www.antonsessa.com 16Cos’è Twitter• Twitter è diverso: in un primo momento può spiazzare, ma capiti i meccanismi che lo regolano èdi una semplicità unica, ma anche di una potenza senza uguali. E’ anche un po’ controcorrenterispetto agli altri Social Network, perchè Twitter può appassionare anche i più scettici ed i menosocial.• Questo social network è utile per entrare in contatto con un pubblico più “professionale”, percomunicare con opinion leader (utenti attivi e con un grande numero di follower e quindipotenziali influencer), blogger, giornalisti e testate di settore. (follower: utenti che ci seguonofollowing: utenti che seguiamo).• La potenza di Twitter sta nella rapida e capillare diffusione delle notizie. Tutte le newspassano da Twitter prima di giungere ai telegiornali. Si è visto anche con gli ultimi eventi(terremoti, Papa, meteorite, ecc…).• Twitter è quindi un social network, ma è anche chiamato un “microblogging” che fornisce agliutenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di140 caratteri. I messaggi possono essere inseriti direttamente sul sito (una volta effettuato illogin) oppure tramite applicazioni da installare sugli smartphone.
  16. 16. @AntonSessa - www.antonsessa.com 17Cos’è Twitter• Il nome “Twitter” deriva dal verbo inglese to tweet che significa “cinguettare” ed itweet contengono esattamente 140 caratteri. Gli aggiornamenti sono mostratinella pagina di profilo dell’utente e comunicati agli utenti che si sono registrati perriceverli.• Twitter è nato nel 2006 e nel 2012 ha raggiunto i 500 milioni di iscritti e 200milioni di utenti attivi.• Gli utenti sono etichettati con il simbolo che solitamente trovate nelle e-mail, manon c’entra nulla con l’e-mail (@) es. @AntonSessa• I messaggi possono essere etichettati con l’uso di uno o più hashtag: parole ocombinazioni di parole concatenate precedute dal simbolo cancelletto (#).Etichettando un messaggio con un hashtag si crea un collegamento ipertestuale atutti i messaggi recenti che citano lo stesso hashtag es. #lugo #socialmedia
  17. 17. @AntonSessa - www.antonsessa.com 18Tips for Twitter• 1. L’opportunità di Twitter• Le aziende che ancora non hanno un account Twitter probabilmente non sono consapevoli di quanteopportunità stanno perdendo. Twitter è ormai la piattaforma di microblogging più conosciuta al mondo:di micro però c’è solo la lunghezza dei post da pubblicare (al massimo 140 caratteri), di certo non lavisibilità e le possibilità che offre!• 2. Rispondete a domande, commenti e menzioni• Rispondere ai vostri follower costruisce relazioni e dimostra che non postate solamente messaggicommerciali.
  18. 18. @AntonSessa - www.antonsessa.com 19Tips for Twitter• 3. Ritwittate altre risorse• Questo vi aiuta a diffondere ciò che è cool dando credito alla fonte. Potreste anche twittare i linkdirettamente, ma ritwittare il contenuto di altri vi aiuterà a stabilire relazioni importanti, i retweetpresentano ai vostri follower nuove fonti di informazione. Naturalmente ritwittate solo contenuti diqualità e correlati il più possibile alla vs. attività, altrimenti rischierete di produrre un effetto negativo neiconfronti dei vs. followers.• 4. Condividete i consigli• Informazioni che riguardano gli stili di vita sono molto popolari su Twitter, quindi definite l’immagine chestate costruendo e condividete informazioni e consigli riguardo questa.• 5. Fate domande• Twitter funziona come un focus group sempre attivo e può essere un modo efficace per fare ricerche dimercato. La prossima volta che avrete una domanda da fare – o vorreste avere una seconda opinione –chiedete ai vostri follower cosa ne pensano.
  19. 19. @AntonSessa - www.antonsessa.com 20Tips for Twitter• 6. Offrite notizie in tempo reale• Twitter è un media concepito per essere usato in tempo reale, e questo è molto utile quando occorronoinformazioni all’ultimo minuto. Ce ne accorgiamo durante le situazioni d’emergenza: Twitter diventa lafonte migliore per sapere cosa sta succedendo proprio adesso.• 7. Condividete opinioni personali• Può essere appropriato includere pensieri personali, dipende dallo stile e dal modo in cui voletecomunicare sul vostro account. Questo aggiunge personalità al vostro account.
  20. 20. @AntonSessa - www.antonsessa.com 21Altri Social Network avanzano• YouTube (il terzo sito più visitato dopo Google e Facebook, adesso di proprietàdella Google basato sulla condivisione dei Video)• 72 ore di Video caricati ogni minuto• 4 Miliardi di ore visitate ogni mese• 800 milioni di utenti visitano ogni mese YouTube• 1 miliardo di visualizzazioni ogni giorno soltanto dai dispositivi mobile• 100 milioni di utenti a settimana interagiscono con i Social Network con condivisioni• Google+ (il Social Network lanciato da Google)• Pinterest (il Social Network nuovo basato sulla condivisione delle immagini)• Tumblr (un altro Social Network basato sulla condivisioni delle immagini)
  21. 21. @AntonSessa - www.antonsessa.com 22Il futuro sarà mobile … specie in Italia• nel 2012 oltre il 30% di accessi al web proveniva da dispositivimobile, nel 2013 si supererà il 50%, più che dai PC fissi;• nel 2012 il traffico dati su reti mobili in Italia è cresciuto del 46%rispetto all’anno precedente, raggiungendo quota 22 Petabyte almese (l’equivalente del contenuto di 6 milioni di DVD);• il numero di smartphone connessi alla rete mobile è cresciuto del28%, quello dei tablet è quasi raddoppiato (ve ne erano circa 1,1milioni)• Di qui al 2017 il traffico mobile aumenterà di 9 volte in Italia, oltrela media dell’Europa Occidentale.
  22. 22. @AntonSessa - www.antonsessa.com 23Elezione del Papa a confronto 2005 - 2013
  23. 23. @AntonSessa - www.antonsessa.com 24Qualche App Social• Tra le App (applicazioni per i dispositivi mobile) ve ne sono molte deltipo Social (quelle che interagiscono con i Social Network che abbiamovisto, come Facebook e Twitter) ed altre che sono native sugliSmartphone e continuano ad essere operative al 100% soltanto suidispositivi mobile. Tra questi cito i due più diffusi:• Instagram (un semplice, ma potente e diffuso network per condividerefotografie)• Sulla scia di Instagram sono nate altre applicazioni simili come Instaweather,Instaplace, … addirittura vengono organizzate degli Instatour …• Foursquare (un app di geolocalizzazione che trova posti come ristoranti, hotel,ma non solo anche, attività, luoghi aperti, negozi … in pratica tutto)
  24. 24. @AntonSessa - www.antonsessa.com 25Tips & Tricks• Per monitorare tutti i vari Social esistono degli strumenti utili come HootSuite,TweetDeck con i quali è anche possibile programmare la pubblicazione dei post.• Usate Google gmail: con un unico account potete attivare la ricezione di varie e-mail, se ne avete da gestire più di uno, con la possibilità di consultarli ovunque, daqualsiasi dispositivo (anche smartphone) ed in più avrete sempre una copia di tutti imessaggi.• Usate Internet per cercare risorse utili all’uso degli Social Network oppureacquistate dei libri specifici per approfondire certi argomenti, ce ne sono davverotanti (troverete anche in questo caso le recensioni)• Troverete questa presentazione sul mio blog www.antonsessa.com
  25. 25. @AntonSessa - www.antonsessa.com 26GrazieGrazieAnton SessaAnton SessaWeb: www.antonsessa.comTwitter: @AntonSessaFacebook: www.facebook.com/anton.sessa

×