Daldiario alblog

569 views

Published on

Appunti per capire cosa sono i blog, come si sono evoluti e come si è evoluta la narrazione di sé con l'avvento del web. Dal privato del diario al pubblico del web: similitudini e differenze.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
569
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Daldiario alblog

  1. 1. Dal diario al blog I luoghi della narrazione personale
  2. 2. Caro diario ti scrivo
  3. 3. Una stanza tutta per sé • Il diario “personale” e segreto è un luogo privato, dove scriviamo per noi stessi • E’ anche: – Un laboratorio creativo – Un modo per fare esercizio di scrittura – Un archivio di ricordi personali.
  4. 4. Il diario può essere anche patrimonio di una comunità?
  5. 5. Come cambia la narrazione di sé con il web? I blog
  6. 6. Blog – storia Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero "diario in rete”. Il fenomeno ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America; il 18 luglio 1997, è stato scelto come data di nascita simbolica del blog, riferendosi allo sviluppo, da parte dello statunitense Dave Winer, del software che ne permette la pubblicazione (si parla di proto-blog). Il primo blog è stato effettivamente pubblicato il 23 dicembre dello stesso anno, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano appassionato di caccia. Nel 2001 è divenuto di moda anche in Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog; tra i più utilizzati: Blogger, AlterVista, wordpress.com, blogsome, Il Cannocchiale, Io Bloggo, Blogdrops, Noiblogger, Libero, LiveJournal, Windows Live Spaces, MySpace, Skyrock. Fonte: Wikipedia
  7. 7. Caratteristiche di un blog • Un blog è un sito in cui gli articoli (post) hanno un ordine cronologico inverso (dal più giovane al più vecchio) e sono archiviati per mese/anno • Ogni post può essere commentato: la maggior parte dei blog permette a TUTTI di commentare, a patto di inserire uno USERNAME e un indirizzo mail.
  8. 8. TESTATA DEL BLOG MENU TITOLO DEL POST CORPO DEL POST
  9. 9. COMMENTI DEI LETTORI
  10. 10. Correva l’anno 2001 I blog
  11. 11. I primi blog in Italia La Pizia – 2001 (non esiste più)
  12. 12. I primi blog in Italia Leonardo – 2001 tuttora molto attivo e seguito
  13. 13. 2001: odissea in Terra Genova – New York
  14. 14. Arrivano anche gli scrittori “All’inizio c’è Scrivere sul fronte occidentale, un convegno autoconvocato di scrittori, artisti e intellettuali nel novembre del 2001, nel clima di generale turbamento che contraddistingue quell’anno Per non disperdere le energie di pensiero e invenzione che si sono riunite in occasione di Scrivere sul fronte occidentale, Carla Benedetti, Antonio Moresco e Tiziano Scarpa pensano di creare un sito in rete: qualcosa di più agile e duraturo di un convegno, che si protragga nel tempo, caratterizzato da uno spirito di apertura e di libera messa in gioco delle proprie idee, e che permetta di saltare il filtro dei mediatori culturali. E stilano una sorta di decalogo degli “stili di comportamento” che dovrebbero ispirare questa nuova avventura comune. Si fanno alcune riunioni, a cui partecipano anche Federica Fracassi e Renzo Martinelli di Teatro i, Helena Janeczek, Giuseppe Genna, Giulio Mozzi, tutti provenienti dall’esperienza di Scrivere sul fronte occidentale.”
  15. 15. Nazione Indiana
  16. 16. Ma i blog fanno ANCHE paura • Mettono “in piazza” le storie e le idee delle persone, assottigliando i confini tra pubblico e privato. Qualcuno teme anche furti di identità, pedofilia online, furto di dati sensibili. • Sovvertono – per primi – una storica e netta divisione tra chi produce notizie e storie (Media, editoria) e chi le legge (lettori). Siamo potenzialmente tutti UTENTI che possono creare e fruire di contenuti, diventando “scrittori”, “editori”, cittadini attivi e attivando circoli virtuosi di passaparola culturale.
  17. 17. 14 febbraio 2004 Galassia GutembergBlog: come cambia la scrittura nella rete Conferenza con interventi di Giovanni De Mauro, La Pizia, Giulio Mozzi, Personalità Confusa, Tiziano Scarpa, Luca Sofri – Coordinamento di Marino Sinibaldi Alcuni blogger spiegano che cos’è per loro un blog [fonte Blog didattici] Un lancio dell’ANSA commenta la tavola rotonda come: “un incontro di diaristi anonimi dalla sessualità incerta”
  18. 18. Tra il 2004 e il 2005 Fonte: Gandalf
  19. 19. Tra il 2004 e il 2005 Fonte: Gandalf • Aprire un blog diventa “una moda” e allarga la base delle persone che usano ATTIVAMENTE la Rete. • Il desiderio di narrazione collettiva a cui risponde il blog suscita perplessità in chi “smanetta” in Rete da più tempo. Ci ricorda qualcosa? ;-)
  20. 20. E’ davvero necessario aprire un blog? “Un altro problema è che, per “seguire la moda”, alcuni aprono un blog senza avere alcuna idea di perché lo fanno. Ci sono parecchi esempi di soliloqui: una pagina nata per ospitare interventi e dialoghi contiene una serie desolatamente vuota di spazi disponibili per commenti e contributi che non ci sono. Se qualcuno ha voglia di tenere un diario, è proprio indispensabile che lo metta online?” Giancarlo Livraghi – Gandalf anno 2006
  21. 21. Un blog personale: perché
  22. 22. Il Cluetrain Manifesto [1999] Fonte: Luisa Carrada
  23. 23. Blog VRS Diario • Il DIARIO è un luogo PRIVATO che scriviamo solo per noi • Il BLOG è un luogo PRIVATO che può essere letto da un PUBBLICO. • Scrivere per un blog comporta pensare a una comunità di lettori e di altri blogger con cui ci relazioneremo • Un blog personale – come un diario – segue l’evoluzione di una persona ma avendo un pubblico può contenere sia post narrativi che post informativi, di denuncia, di testimonianza “storica”. • Scrivere presumendo un pubblico serve a monitorare il proprio stile, ci impone delle domande: “Interesserà davvero a qualcuno quello che sto scrivendo?” “Posso scriverlo meglio o in maniera più chiara?” • I commenti sono il feedback dei lettori: ci impongono di interrogarci sulle nostre idee, metterle in discussione, approfondire
  24. 24. Writer in progress Nulla die sine linea – Plinio il Vecchio
  25. 25. Writer in progress • Il blog può diventare la palestra quotidiana dove ci alleniamo per poi cominciare a “scrivere sul serio” • Avere un blog ci rende più attenti a quello che ci sta intorno perché vogliamo raccontarlo • Scrivere per un blog non è come fare un tema o una relazione: possiamo sperimentare stili, un modo personale di scrivere, un punto di vista sulle cose non convenzionale.
  26. 26. Un buon blogger… • Legge e si informa anche su altri blog • Partecipa positivamente alle discussioni online • E’ disposto a mettersi in discussione • Fa parte di una comunità
  27. 27. Quali differenze con i Social Network? “Mentre tutti gli altri network crescono sulla base (e secondo le regole) di un’applicazione progettata da qualcuno e legata a un indirizzo web, i weblog non sono costruiti attorno ad un social software: sono “ovunque” e hanno determinato le loro regole attraverso la prassi seguita da milioni di persone. Non ci sono stati design o progettazione, ma autodeterminazione e sviluppo collaborativo.” Giuseppe Granieri – Blog Generation, Laterza 2005
  28. 28. Wordpress “WordPress è una via di mezzo tra un blog engine, un'applicazione per la creazione e la gestione dei blog, e un CMS, una piattaforma per la realizzazione di siti Internet e per l'amministrazione di contenuti testuali, grafici e multimediali. Il suo essere uno strumento molto semplice da utilizzare, ricco di funzionalità e dotato di un'architettura facile da estendere tramite plugin (estensioni non comprese nel core), lo hanno reso uno degli script più utilizzati per la creazione di pagine Web dinamiche; WordPress è stato concepito per essere utilizzato anche dall'utenza meno esperta e per questo motivo oggi milioni di bloggers, anche privi di conoscenze in fatto di linguaggi di sviluppo, lo utilizzano come motore del proprio sito.” Fonte: MrWebMaster
  29. 29. Un blog gratuito
  30. 30. Francesca Sanzo - www.francescasanzo.net Wordpress: la piattaforma di gestione
  31. 31. Bibliografia • La parte abitata della Rete, Sergio Maistrello, Hops • Blog Generation, Giuseppe Granieri, Laterza • Il mestiere di scrivere, Luisa Carrada, Apogeo • http://www.gandalf.it/ • Cluetrain Manifesto • Blogger nel 2005, blogger nel 2012: cos’è cambiato? (francesca sanzo)
  32. 32. Grazie! www.francescasanzo.net www.panzallaria.com www.tesserelarete.it

×