Relazione classe 2.0 giugno 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Relazione classe 2.0 giugno 2011

on

  • 723 views

 

Statistics

Views

Total Views
723
Views on SlideShare
723
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Relazione classe 2.0 giugno 2011 Document Transcript

  • 1. Relazione a cura dei Docenti della I H - Cl@sse 2.0 APPRENDERE IN MODO INNOVATIVO E CREATIVOIl progetto Cl@ssi 2.0 è strettamente correlato alle numerose attività, messe in atto dalnostro Liceo, per promuovere l’innovazione didattica e metodologica. Da alcuni anni, infatti,il Liceo Pitagora, a partire dal biennio, ha sperimentato e sta sperimentando strategieinnovative per la costruzione di percorsi, realmente corrispondenti ai bisogni degli alunni.In tal senso Il progetto cl@ssi 2.0 colloca lo studente al centro di un processo diapprendimento significativo, proponendo l’uso sistematico delle tecnologie digitali e dellarete.La scuola non può ignorare i profondi cambiamenti che la diffusione delle tecnologie staproducendo e il fatto che i nostri studenti appartengono ormai alla generazione dei cosiddettinativi digitali. I nostri alunni usano indifferentemente la penna e la tastiera, sono, pertanto, isoggetti attivi di quel processo relazionale, informativo, comunicativo e creativo che hacome area di espansione la rete e le nuove tecnologie.Fino a qualche tempo fa, le fonti del sapere da cui potevano svilupparsi nuove conoscenzeerano circoscritte al docente, alla manualistica disciplinare, a cui potevano aggiungersi icanali informativi mediali (radio e televisione ). L’avvento del web 2.0 ha rivoluzionato taleschema, rendendo possibile a tutti non solo la fruizione dei linguaggi della comunicazione,della musica e dell’arte ma anche la loro produzione. Per questo motivo , il nostro Liceo hadeciso di mettere questa rivoluzione culturale e tecnologica al servizio della scuola e delladidattica.Il progetto cl@ssi 2.0 non è un semplice programma, ma un’azione, una grande utopiacostruttiva. Integrare il tradizionale metodo di insegnamento con le nuove scoperte delladidattica multimediale significa : • interagire più efficacemente con i propri allievi; • educarli a un uso corretto e consapevole della rete: senza il supporto dell’insegnante, raramente le informazioni a cui lo studente può accedere, si trasformano in un sistema ben strutturato di conoscenze personali; • proporre le tecnologie della comunicazione come me zzo per apprendere e per potenziare il proprio metodo di studio e le competenze- chiave.Che tipo spazi, ambienti e mate riali prevede un’azione didattica di questo tipo? Che tipo didocente? Quali metodologie?SPAZI , AMBIENTI, MATERIALIIn piena sintonia con l’azione classi 2.0 è stato indispensabile: • riorganizzare la classe; • ridefinirne gli spazi per creare un ambiente di apprendimento adeguato alle 1
  • 2. nuove metodologie: sistemare diversamente la cattedra, cambiare la disposizione dei banchi; • inserire una LIM; • predisporre una piattaforma e- learnig, come ulteriore spazio virtuale di incontro; • installare un blog sul sito del liceo per condividere il materiale realizzato dagli alunni. DOCENTI I docenti cl@ssi 2.0 si sono messi in discussione, rivedendo il proprio modo di fare scuola e di rapportarsi con gli alunni, modificando sensibilmente i presupposti sui quali fino ad oggi avevano basato la loro azione didattica. Consapevoli dei profondi mutamenti che la diffusione delle nuove tecnologie e della rete sta producendo, le metodologie didattiche hanno tenuto conto dei diversi stili di apprendimento degli studenti, ponendoli nella condizione di incrementare e sviluppare il proprio bagaglio culturale, attraverso compiti di produzione, attività di scambio e di condivisione, assumendo un ruolo attivo nella costruzione delle proprie conoscenze e delle proprie competenze. METODOLOGIE: • sostituire il modello tradizionale, basato sulla didattica trasmissiva con il modello collaborativo (Media Education); • adattare le metodologie didattiche all’uso delle TIC; • privilegiare la didattica laboratoriale; • costruire contesti educativi, proponendo situazioni di problem solving, cooperative learning, percorsi di scoperta guidata, di esplorazione, di simulazione; CONTENUTI E ATTIVITÀ: Le caratteristiche e il linguaggio del web; Aspetti fondamentali del funzionamento degli strumenti multimediali ; Utilizzazione del Web come strumento di ricerca multidisciplinare; Elementi di conoscenza della comunicazione orale, scritta e multimediale; Uso di video-scritture più evolute; Produzione di varie tipologie testuali; Ricerche sul web e realizzazione di presentazioni multimediali e video; Progettazione, costruzione e programmazione di artefatti robotici; Utilizzazione di software per la realizzazione di video con personaggi animati e dialoghi.La classe IH, coinvolta nella sperimentazione, è formata da 22 alunni ed è piuttosto compositaper quanto riguarda conoscenze e competenze. La maggior parte degli allievi segue le varieattività didattiche con interesse e si dimostra desiderosa di accrescere il proprio livelloculturale. Si riscontrano delle difficoltà relativamente alla capacità di affrontare e di risolvereproblemi su basi logiche, a progettare e predisporre in modo coerente e ordinato i propricompiti, a lavorare in gruppo.Le tecnologie della comunicazione possono diventare un valido supporto per la creazione di 2
  • 3. nuove forme di sapere e per il potenziamento delle competenze trasversali: • ascoltare • parlare • leggere e comprendere; • scrivere; • sintetizzare e rielaborare in modo personale ; • progettare e realizzare un prodotto finale condiviso; • utilizzare le tecnologie per cercare le informazioni e presentare un argomento. Nella classe IH la sperimentazione è stata avviata con l’introduzione graduale delle tecnologie e dell’uso delle risorse di rete. Quello che è stato realizzato finora è il risultato di un’azione che ha coinvolto quasi tutti i docenti delle varie discipline e i relativi assi culturali. Traguardi di competenze e ruolo della tecnologia Discipline Competenze Atti vità s pecifiche Atti vità comuni Italiano Selezionare informazioni, Scrittura creativa e collaborativa Uso della LIM esporre esperienze, produrre Produzione testi coerenti e corretti Uso della e-mail Latino Conoscere le strutture e le Esercizi strutturati mult imediali funzioni di base della lingua Uso del software Notebook Inglese Conoscere l’uso delle strutture Esercizi di prat ica della lingua e le funzioni della lingua, in un ambiente mult imediale. Ricerche in rete di potenziare le abilità Sperimentazione del CLIL materiali e di documenti e comunicative , collocandole loro utilizzo in reali contesti comunicativ i Disegno e Imparare a osservare e leggere Uso di programmi per la Utilizzo d i Po wer Point e storia dell’arte le opere d’arte. realizzazione e per la di strumenti video e audio Riprodurre immag ini secondo rielaborazione delle immag ini per documentare le attività tecniche specifiche svolte. Matematica Risolvere problemi con Uso delle risorse del software tecniche di calcolo specifico. Notebook. Riconoscere e applicare Uso di strumenti e di software Riflessione e condivisione concetti e regole in situazioni specifici per lo sviluppo di di conoscenze. di studio e di vita conoscenze articolate in campo matemat ico e tecnologico Storia e Inquadrare i fatti storici nel Ricerche su Internet Sviluppo di una pratica Geografia tempo e nello spazio. Uso di Google Earth e di didattica basata su attività Individuare differen ze e Google maps di tipo collaborativo e relazioni di causa ed effetto. cooperativo anche a Riconoscere e descrivere un distanza. territorio nelle sue componenti fisiche e u mane Scien ze Osservare fatti, fenomen i per Ricerca di docu mentazione acquisire una visione coerente audio e video di esperienze Utilizzo della piattaforma e strutturata della natura e scientifiche e-learn ing dell’amb iente u mano 3
  • 4. Fisica Documentazione delleScien ze Educare i corpo attraverso una Uso delle risorse del software attività sul blog inserito nelmotorie corretta cultura motoria Notebook sito del liceoRelig ione Stabilite le competenze da acquisire, tramite l’uso delle nuove tecnologie, le attività specifiche e le attività comuni, il Consiglio di classe ha deciso di realizzare un lavoro pluridisciplinare a breve termine, sperimentano da protagonisti e non da semplici fruitori le possibilità di conoscenza e approfondimento dei contenuti , di potenziamento delle competenze di base, di sviluppo del capacità comunicative e creative che le tecnologie multimediali ci forniscono. Partendo dai contenuti dei studio, è stato individuato come argomento sul quale impostare un percorso pluridisciplinare: Il Mediterraneo, storia, civiltà, cultura , ambienti risorse che potesse suscitare l’interesse degli alunni, motivandoli e rendendoli consapevoli del raccordo inscindibile fra le diverse aree del sapere (umanistica, scientifica e tecnologica ). I prodotti e i risultati delle varie attività sono stati inseriti in itinere sulla piattaforma. http://www.ilpitagora.it/blog/ il blog http://www.ilpitagora.it/corsi/ il portale e-learning Il Consiglio di Classe della I H - Cl@sse 2.0 Pasquale Aceti Francesca Aceto Elvezia Airano Lida Barazzutti Pasquale Cozza Gennaro Falcone Amelia Napoli Orsola Paparo Daniela Romeo Anna Rovito Visto la Dirigente Scolastica (Elisa Policicchio) 4