Modulo 2

446 views
370 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
446
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Modulo 2

  1. 1. Modulo 2 Gestione delle Risorse Umane
  2. 3. leadership <ul><li>la capacità di influenzare i collaboratori a perseguire in modo spontaneo e autonomo gli obiettivi dell’organizzazione. </li></ul>
  3. 4. <ul><li>la capacità di dare ai propri collaboratori ispirazioni, stimoli con le proprie idee e proposte. </li></ul><ul><li>Il leader è chiamato a spezzare gli schemi predefiniti e per farlo deve saper convincere e trasmettere una vision del presente e del futuro ai suoi collaboratori. </li></ul><ul><li>Saper promuovere il cambiamento e creare un clima emozionale positivo in cui le persone condividono una visione comune e sanno entrare in sintonia con gli obiettivi organizzativi </li></ul>
  4. 5. Capacità / Doti del leader <ul><ul><ul><li>credibilità, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>self-awareness, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>empatia, </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>abilità comunicativa </li></ul></ul></ul>
  5. 6. empowerment <ul><li>si intende un processo che dal punto di vista di chi lo esperisce, significa &quot; sentire di avere potere &quot; o &quot; sentire di essere in grado di fare &quot; </li></ul><ul><li>concetto multilivello, </li></ul><ul><ul><li>Un livello individuale e ad uno sociale e di comunità.. </li></ul></ul><ul><ul><li>il frutto del concorrere del senso di padronanza e di controllo raggiunto dal soggetto, (livello psicologico) e delle risorseopportunità offerte dall'ambiente in cui il soggetto vive (livello sociale e di comunità). </li></ul></ul>
  6. 7. Delega e Empowerment <ul><li>Le competenze necessarie per esercitare correttamente la delega, comportano che si sappia: </li></ul><ul><li>Comprendere la differenza tra delega ed incarico </li></ul><ul><li>  Apprendere tecniche e metodi per delegare efficacemente </li></ul><ul><li>  Riconoscere le variabili esogene ed endogene che ostacolano la delega </li></ul><ul><li>  Utilizzare la delega come strumento di miglioramento continuo </li></ul>
  7. 8. delega www.laboratorioentilocali.it Non andare Vai e riferisci Chiedi e poi vai Vai
  8. 9. www.laboratorioentilocali.it
  9. 10. www.laboratorioentilocali.it
  10. 11. “ Give them power” <ul><li>Power non si traduce piattamente con “potere”; in italiano la delega si configura sostanzialmente come trasferimento di responsabilità, dunque di potere in senso stretto; ma power vuol dire soprattutto potenza, potenzialità . </li></ul><ul><li>Possedere power significa disporre di un sè, di risorse profonde ed uniche . </li></ul>
  11. 12. <ul><li>Potenza di lottare, attivarsi e accendere, rispettare l’impegno e di impegnarsi per qualcosa. </li></ul><ul><li>Potenza di vedere oltre, di visualizzare strade nuove ed alternative, di essere autenticamente ed eticamente liberi. </li></ul><ul><li>Potenza di coordinare, organizzare, analizzare e valutare. </li></ul><ul><li>Potenza di appassionare, di amare e di conquistare. </li></ul><ul><li>Potenza di mediare, di pacificare gli animi e di spegnere le tensioni. </li></ul><ul><li>Potenza di sostenere, prendere e dare la mira, definire gli obiettivi e di lenire i dolori. </li></ul><ul><li>Potenza di dare affetto, di prendersi cura e di attivare relazioni e mantenerle. </li></ul>
  12. 13. Problem Solving Decision Making <ul><li>il modello razionale classico scandisce queste fasi: </li></ul><ul><li>definizione del problema </li></ul><ul><li>raccolta e analisi di informazioni rilevanti che servono a inquadrare l’attività decisionale </li></ul><ul><li>generare e valutare il più alto numero possibile di alternative, considerando la probabilità di conseguenze sia negative sia positive per ciascun corso d’azione </li></ul><ul><li>scelta tra le diverse alternative sulla base di criteri elaborati in precedenza e collegati agli obbiettivi d’impresa. </li></ul><ul><li>attuazione dell’alternativa prescelta </li></ul>
  13. 14. Cosa è un problema? <ul><li>È il gap tra situazione auspicata e situazione attuale </li></ul><ul><li>Ci si propone di intervenire, modificando la realtà </li></ul><ul><li>Ma può essere l’obiettivo di cogliere una occasione di business </li></ul>
  14. 15. Razionalità limitata <ul><li>Nel 1978 Herbert Simon vince il Nobel per i suoi studi sul DM rendendoci tutti un pò meno perfetti ma assolutamente umani: </li></ul>la razionalità umana è fortemente limitata perché l’individuo elabora poche informazioni, raramente torna sui suoi passi per rivalutare un’alternativa che ha già scartato, usa euristiche, cerca di procedere rapidamente e si fa influenzare dalle proprie percezioni personali.
  15. 16. Garbage Can le decisioni spesso vengono prese per il fortuito incontro tra un problema e una soluzione …..
  16. 17. www.laboratorioentilocali.it
  17. 18. www.laboratorioentilocali.it

×