Cl@ssi 2.0 -  Scuola Secondaria I grado R. Onor di San Donà di Piave (VE)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Cl@ssi 2.0 - Scuola Secondaria I grado R. Onor di San Donà di Piave (VE)

on

  • 1,370 views

IGNITE

IGNITE
Lo stato dell'arte del Progetto Cl@ssi 2.0 nel Veneto
I referenti raccontano le loro esperienze
Exposcuola
Fiera di Padova
11/11/2011

Statistics

Views

Total Views
1,370
Views on SlideShare
1,128
Embed Views
242

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

3 Embeds 242

http://irreveneto.jimdo.com 229
http://www20.jimdo.com 9
http://vivodacqua.pbworks.com 4

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Cl@ssi 2.0 -  Scuola Secondaria I grado R. Onor di San Donà di Piave (VE) Cl@ssi 2.0 - Scuola Secondaria I grado R. Onor di San Donà di Piave (VE) Presentation Transcript

  • LA DIDATTICA DEI PUNTI DI VISTA Scuola sec. 1° R. ONOR di San Donà di Piave (VE) A cura di Paola Misciagna paola.misciagna@libero.it
  • DIDATTICA DEI PUNTI DI VISTA E la metodologia impiegata. Serve a:● affrontare i vari argomenti di studio in forma di problemi per i quali bisogna considerare pro e contro;● creare percorsi interdisciplinari nei quali l approccio di ciascuna materia costituisce un diverso punto di vista;● confrontare le opinioni e le soluzioni degli studenti nel rispetto reciproco.
  • DIDATTICA DEI PUNTI DI VISTA Il lavoro di gruppo è costitutivo di questo modus operandi ed esso viene impiegato con cadenza regolare. Vengono inoltre create delle occasioni per dibattere ed esprimersi sia in classe che attraverso i forum della classe virtuale.
  • TECNOLOGIE IMPIEGATE ● Netbook per gli alunni ● Notebook per gli insegnanti ● Lim per la classe ● Collegamento wi-fi ● Ambiente Moodle (con classe virtuale) ● Telecamera
  • INTEGRAZIONE TIC● Uso quotidiano Lim● Utilizzo quasi quotidiano Netbook● Utilizzo settimanale Ambiente Moodle (Mediamente Superiori)● Al bisogno collegamenti Internet (per esempio, per lavori di gruppo)● Saltuariamente, uso del blog e delle altre tecnologie disponibili
  • IMPIEGO DELLE TIC Anche attraverso altri canali ma soprattutto nellambiente moodle (Mediamente superiori):● Scambio materiali● Comunicazioni interpersonali● Verifiche● Forum● Glossari
  • INTEGRAZIONE DELLE TECNOLOGIE Ogni occasione è buona per inserire le TIC nella lezione: ● Creazione files ● Realizzazione wiki ● Filmati e video ● Giochi ● Altri prodotti
  • FILES Utilizzando il software della Lim● Per schematizzare argomenti di studio● Per relazionare esperienze o incontri con esperti● Per creare raccordi fra le discipline (qui, ad es. Napoleone viene trattato attraverso la storia, larte, la musica, la letteratura)
  • COSA CAMBIA NELLA LEZIONE● I files sono costruiti dagli alunni a partire da uno schema e poi in modo progressivamente più autonomo;● Gli alunni sono liberi di arricchire i propri files con tutti gli elementi che ritengono opportuni;● I files, correlati di immagini, suoni, filmati o collegamenti a siti possono venire incontro ai diversi stili di apprendimento;● I files possono essere multidisciplinari.
  • WIKI● Realizzati dagli alunni in gruppo (soprattutto in geografia)● Di ricerca in ricerca i gruppi si occupano di temi diversi (es. lambiente, leconomia, la cultura...)
  • COSA CAMBIA NELLA LEZIONE● I gruppi devono organizzarsi ed eleggono un coordinatore e un alunno che si occupano del diario di bordo● La ricerca offre lo spunto per riflettere sul proprio modo di lavorare in gruppo ma anche di studiare a casa (cosa mi aiuta a ricordare un argomento?)● Gli alunni memorizzano con più facilità
  • FILMATI E VIDEO ● Reperiti in internet per illustrare gli argomenti di studio ● Creati insieme a loro: telegiornale delleducazione alimentare o video sul risparmio energetico per la giornata di Millumino di meno
  • COSA CAMBIA NELLA LEZIONE● I filmati già pronti creano curiosità se servono ad introdurre un argomento ed aiutano la memorizzazione se mostrati in seguito● I filmati costruiti dalla classe stimolano gli alunni a ricercare il materiale da presentare e studiare la modalità più efficace per mostrare un concetto. Gli studenti si dimostrano, inoltre, molto coinvolti e prendono iniziative per la realizzazione del prodotto.
  • GIOCHI ● Utilizzo di giochi pronti presenti in internet (ad es., www.sussidi didattici.it) ● Creazione di semplici videogiochi con Game Maker ● Realizzazione di vari giochi delloca interdisciplinari
  • COSA CAMBIA NELLA LEZIONE● Giocare è unattività consueta per i discenti che crea un forte coinvolgimento● Adopera un linguaggio vicino ai giovani● Aiuta la memorizzazione● Aumenta le competenze digitali
  • LETTURA DI OPERE DARTE ● Dipinti, edifici ed altri elaborati artistici vengono trasformati in immagini corredate di punti caldi che mostrano informazioni inerenti a quellopera.
  • COSA CAMBIA NELLA LEZIONE● Gli studenti diventano attivi● La modalità di studio diventa più immediata perché si crea un collegamento diretto fra una parte dellopera ed il suo significato● Agevola la memoria visiva● Aiuta a conoscere meglio artisti e opere
  • LIMITI PERCEPITI DAGLI STUDENTI Nonostante i tanti aspetti positivi di un simile modo di lavorare, esistono anche degli svantaggi:● La presenza di molti ambienti virtuali in cui lavorare (Mediamente superiori, blog classi 2.0, Anobii);● Necessità di tempi più lunghi (per apprendere le competenze informatiche ed il metodo di studio collegato);● Rischio di distrarsi
  • LIMITI PERCEPITI DAGLI INSEGNANTI● Necessità di tempi più lunghi●• Eterogeneità del corpo docente● Coordinamento fra insegnanti non sempre immediato o efficace● Difficoltà a trasmettere la propria esperienza al di fuori del proprio Consiglio di classe
  • NUOVE SFIDE Le nuove sfide partono proprio da qui, dal reperimento degli strumenti più adatti per trasformare questa sperimentazione in prassi condivisa allinterno della scuola. Alcune modalità:● Creare dei momenti di confronto e scambio fra insegnanti di altre classi● Usare il sito della nostra scuola per rendere pubblici alcuni risultati