Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

SCP "Wikischool, tecnologie per un ambiente di apprendimento collaborativo"

5,473 views

Published on

Slides di presentazione in occasione del Convegno Scuola 3.0 organizzato dalla Regione Toscana, tenutosi a Firenze il 3 dicembre 2012.

Published in: Education
  • Be the first to comment

SCP "Wikischool, tecnologie per un ambiente di apprendimento collaborativo"

  1. 1. Scuola 3.0 – Didattica Tecnologie Ambiente per il successo formativo di tutti Firenze, 3 dicembre 2012 Scuola-Città Pestalozzi I.C. Centro Storico - PestalozziWikischool:tecnologie per unambiente diapprendimentocollaborativo Scuola Laboratorio – Progetto nazionale di sperimentazione ex art.11 dpr 275/99 DM 333 10/3/2006
  2. 2. Contesto sperimentaleRete ScuoleLaboratorio http://www.wikischool.it/Insieme con le scuole DonMilani (GE) e Rinascita (MI)Sperimentazione ex art. 11DPR 275/99Patto per laScuol@ 2.0Piano Nazionale Scuola Digitale
  3. 3. Impegni delle Scuole LaboratorioQuattro versanti principali1. Realizzazione di un contesto organizzativo e didattico innovativo2. Sviluppo di un curricolo verticale integrato per aree e orientato alla progettazione multidisciplinare.3. Consolidamento e sviluppo del Centro Risorse per lo sviluppo professionale degli insegnanti (D.M. 10 marzo 2006)4. Sperimentazione di modelli di sviluppo professionale dei docenti, di tirocinio formativo e di modelli organizzativi per l’attuazione dell’autonomia di ricerca delle scuole.
  4. 4. Innovazione organizzativa-didatticaPrima fase 2006-2010Ambienti di apprendimento efficaci:intersezioni tra lavoro per progetti,lavoro disciplinare, educazione Alunni 6/14 anni - 4 bienniaffettiva, educazione alla cittadinanza Equipe di biennioattiva…Seconda fase 2011- …Organizzazione didattica in grado difavorire la motivazione e lacooperazione, valorizzare i saperiinformali, rispondere ai bisogniformativi essenziali degli studenti
  5. 5. InterventiForme di flessibilità/accompagnamentoNuova articolazione dei tempi e deglispazi•Gruppi accoglienza•Laboratori disciplinari•Open Learning•Studio autonomo•Tutor – Quaderno del mio percorso
  6. 6. Scelte tecnologicheTecnologia per una didatticadifferenziata e più personalizzata,Tecnologia a portata di mano, doveserve, per imparare meglio(naturalizzazione)Prima di tutto la connettivitàIntegrazione dei dispositivi già adisposizione (LIM , notebook e PC)con la tecnologia più recente(Mobile e Touch)
  7. 7. Allestimento• Rete Wifi in tutti gli ambienti della scuola;• piattaforma web per il registro elettronico e la gestione della didattica;• LIM + Notebook in ogni ambiente di riferimento per le classi;• dispositivi individuali (iPad) per tutti (alunni e docenti);• 1 Mobile Classroom (20 MacBook con carrello) per le attività di apprendimento che richiedano task più tecnici;• postazioni dedicate in ambienti allestiti per attività specifiche, quali la produzione multimediale più elaborata e la realizzazione del giornale, ma anche per il lavoro dei docenti in rete, utilizzando i PC a disposizione integrati da nuove periferiche e nuovi computer (iMac).
  8. 8. I docenti e le tecnologieCollaborazione e interazione a distanza:Piattaforma Moodle (Wikischool) per:Il lavoro internoIl lavoro con le scuole laboratorioIl supporto a gruppi di ricerca e formazionedelle reti Polo Sud e Scuole e CittàSolo un uso assiduo delle tecnologie “persé” consente un apprendimentosignificativo e l’utilizzo “naturale” nelladidattica.Esperienze pregresse e in corso didocumentazione in rete (siti-wiki)Offerta di formazione mirata esupporto/sportello
  9. 9. Lavori in corso (a.s. 2012-13) Primi lavori con l’ipad1. Rinnovamento e verifiche di funzionamento delle reti Wireless e LAN.2. Completamento e gestione della strumentazione delle classi/bienni: LIM/Notebook, ecc.3. Riorganizzazione e gestione della piattaforma Moodle Wikischool Pestalozzi. Supporto ai docenti per un uso assiduo e proficuo dello strumento4. Implementazione della Piattaforma Infoschool - Scuola Viva e del Registro elettronico: adattamento dello strumento all’organizzazione e alle esigenze della scuola …
  10. 10. …lavori in corso Primi lavori con l’iPad5. Elaborazione della documentazione e Appunti multimediali della modulistica occorrente (Informative, Contratti, ecc.) per genitori, alunni e docenti e realizzazione di iniziative di informazione/formazione per i diversi soggetti coinvolti.6. Adozione di un iPad per alunno: scelta delle applicazioni, configurazione dei dispositivi e consegna a genitori e studenti.7. Sperimentazione dell’iPad nella didattica: progettazione assistita.8. Definizione ed implementazione della dotazione tecnologica degli spazi comuni/laboratori.
  11. 11. Punti di attenzioneProgettare accuratamente i cambiamentiorganizzativi-didattici e l’uso della tecnologia.Prefigurare e pianificare i “passaggi” e leprocedure per l’introduzione delleinnovazioni.Fare i conti con le risorse professionali adisposizione (interne ed esterne).Valutare realisticamente i tempi necessari aintrodurre i cambiamenti e a consolidare lepratiche innovative.
  12. 12. Grazie A cura di Claudia Perlmuter Scuola Città Pestalozzi Via delle Casine 1 – 50122 FirenzeSito: http://scuolacittapestalozzi.it/

×