Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Le emozioni negli apprendimenti di Cristina Potente centro leonardo

44 views

Published on

Le emozioni negli apprendimenti Ne parla la dottoressa Cristina Potente al Secondo Convegno Nazionale di Mindful Education in questa presentazione

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Le emozioni negli apprendimenti di Cristina Potente centro leonardo

  1. 1. Le emozioni negli apprendimenti: cuore e cervello in sintonia. Dott.ssa Cristina Potente Psicologa, Psicoterapeuta Responsabile clinico Centro Leonardo c.potente@centroleonardo.net
  2. 2. “Per me leggere è come buttarsi da un grattacielo senza paracadute” Francesca 8 anni, dislessica
  3. 3. Emozioni negative possono bloccare l’apprendimento! WARM COGNITION
  4. 4. Cosa sono le emozioni? Le emozioni sono reazioni a stimoli e rappresentano un modello istintivo, adattivo e difensivo dell’essere umano in relazione con il mondo esterno.
  5. 5. Le emozioni Si generano nel sistema limbico, in particolare nell’amigdala, e hanno una funzione di allerta, fortemente legata alla sopravvivenza. Reazione attacco fuga Irrequietezza Paura Mancanza di respiro Palpitazioni Aumento tensione muscolare
  6. 6. Apprendimento ed emozioni Ogni atto mentale è accompagnato da un’emozione. Ogni volta che un bambino apprende, accanto all’attenzione, alla memoria e a tutti gli altri meccanismi cognitivi, sperimenta anche un’emozione. I contenuti vanno nella memoria semantica, le emozioni nella memoria autobiografica, ossia nella memoria di sé stesso. Quando riprenderà dalla memoria quel concetto appreso, si attiverà il vissuto emotivo corrispondente poiché apprendimento ed emozione hanno tracciato lo stesso percorso sinaptico, viaggiando insieme. Il nostro cervello non ricorda così i bene i contenuti, quanto le emozioni che li accompagnano. Le emozioni lasciano una traccia a lungo termine.
  7. 7. Se l’emozione prevalente è la paura di sbagliare… 1. Se una nozione è stata appresa sperimentando paura, ogni qual volta verrà ripescata dalla memoria si attiverà nuovamente una sensazione di paura. 2. Se uno studente apprende sperimentando la paura di sbagliare, il suo sistema di sopravvivenza si attiverà in futuro innescando il meccanismo di evitamento
  8. 8. 3. Cortocircuiti emotivi Se si impara attraverso emozioni negative si va in cortocircuito emozionale: le emozioni diventano elementi che non ci consentono di funzionare bene, generano una sofferenza tale per cui si ci si blocca. Le emozioni indeboliscono il meccanismo di apprendimento: il mio cervello mi suggerisce che ciò che apprendo è pericoloso, una parte di me vorrebbe ricordarlo, un’altra cancellarlo.
  9. 9. Non solo paura Paura del giudizio Senso di colpa Sensazione di inadeguatezza
  10. 10. Memoria autobiografica La nozione appresa finirà nella memoria semantica, la memoria del sentimento di inadeguatezza finirà nella memoria autobiografica, influenzando negativamente le attribuzioni, l’autostima e l’autoefficacia dell’alunno. Il ripetersi di questo meccanismo per svariati anni scolastici porterà ad una stabilizzazione del circuito che si chiama fenomeno dell’impotenza appresa. 

  11. 11. WARM COGNITION “Mi piace pensarla come l’antidoto a questi cortocircuiti emozionali” cit. Prof.ssa Lucangeli Tracciare gli apprendimenti con delle emozioni positive, imparare facendo percepire una sensazione di efficacia allo studente. Per esempio come genitori e insegnanti creare un’alleanza con il bambino, in cui l’errore è il nemico da sconfiggere non solo oggetto di valutazione. 

  12. 12. Apprendimento più sereno = Atteggiamento e didattica inclusiva
  13. 13. Grazie www.centroleonardo.net

×