Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Paola viterbori Chiavari 2017 Primo Convegno Nazionale di Mindful Education

42 views

Published on

In questa relazione tenuta al Primo Convegno Nazionale di Mindful Education, Paola Viterbori, docente di psicologia dell'educazione fa una panoramica dei processi di regolazione cognitiva

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Paola viterbori Chiavari 2017 Primo Convegno Nazionale di Mindful Education

  1. 1. Quali elementi offrono regolazione cognitiva? Paola Viterbori Dipartimento di Scienze della Formazione, Università di Genova Università di Genova Polo M.T. Bozzo Chiavari, 2 settembre 2017
  2. 2. Che cosa sono i processi di regolazione Chiavari, 2 settembre 2017
  3. 3. Regolazione emozioni cognizione comportamento Azione di monitoraggio, valutazione, modificazione e, in generale, mediazione della risposta emotiva (intensità e caratteristiche temporali) in base agli obiettivi individuali. Azione di controllo sui processi cognitivi, necessaria nei compiti che richiedono attenzione, pianificazione, soluzione di problemi o, più in generale, nei compiti finalizzati. Azione di controllo sul comportamento (ad esempio saper controllare comportamenti impulsivi o inadeguati rispetto agli obiettivi individuali). Diversi tipi di regolazione Chiavari, 2 settembre 2017
  4. 4. Qualche esempio Chiavari, 2 settembre 2017 Regolazione comportamentale Saper stare fermi quando necessario. Rispettare i turni di una conversazione o di una discussione in classe. Riuscire a controllare i comportamenti impulsivi (ad es. pensare prima di parlare, non passare immediatamente all’atto). è associata alla socializzazione e alle capacità di adattamento (ad es. rispetto delle regole)
  5. 5. Qualche esempio Chiavari, 2 settembre 2017 Regolazione emotiva Saper gestire la frustrazione di non riuscire alla prima, di sbagliare, di fare male un compito o una verifica. Saper perdere ad un gioco. Riuscire a controllare o gestire uno stato affettivo (ad es. l’eccitazione o la rabbia) in modo che non interferisca eccessivamente con i nostri obiettivi. è associata alla socializzazione e alle capacità di adattamento, soprattutto in contesti/situazioni nuove
  6. 6. Qualche esempio Chiavari, 2 settembre 2017 Regolazione cognitiva Mantenere l’attenzione e resistere alle interferenze interne (ad es. pensieri, fantasie) ed esterne (ad es. rumori). Saper alternare compiti e procedure diverse senza confondersi (ad es. fare una serie di addizioni e sottrazioni, alternandole). Mantenere in mente la consegna mentre si svolge il compito (ad es. «Leggi il testo, sottolinea in rosso tutti i nomi propri e in verde i nomi comuni e poi rispondi alle domande») è associata alle prestazioni cognitive e quindi agli apprendimenti scolastici, in particolare quelli complessi che richiedono pianificazione, organizzazione, utilizzo di strategie
  7. 7. Come si sviluppano i processi di regolazione Chiavari, 2 settembre 2017 Regolazione aspetti biologici aspetti cognitivi aspetti sociali Ad esempio la reattività individuale agli stimoli ambientali oppure le caratteristiche temperamentali Ad esempio il legame di attaccamento con le figure di riferimento, gli stili parentali, l’ambiente educativo, lo status socio-economico Le funzioni esecutive, cioè i processi cognitivi che regolano il funzionamento cognitivo generale
  8. 8. Come si sviluppano i processi di regolazione Chiavari, 2 settembre 2017 Regolazione aspetti biologici aspetti cognitivi aspetti sociali Ad esempio la reattività individuale agli stimoli ambientali oppure le caratteristiche temperamentali Ad esempio il legame di attaccamento con le figure di riferimento, gli stili parentali, l’ambiente educativo, lo status socio-economico Le funzioni esecutive, cioè i processi cognitivi che regolano il funzionamento cognitivo generale
  9. 9. Questi processi cognitivi servono per organizzare il comportamento, in particolare quando si tratta di rispondere ad uno stimolo nuovo, affrontare una situazione difficile e/o imprevista che richiede un certo grado di controllo attentivo, flessibilità e pianificazione. I processi cognitivi che sostengono la regolazione Chiavari, 2 settembre 2017 Funzioni esecutive Insieme di processi cognitivi che si attivano quando i processi automatici non sono più sufficienti a garantire la prestazione. Hanno uno sviluppo prolungato, fino all’adolescenza e sono quindi molto sensibili alle influenze esterne e al contesto.
  10. 10. I processi cognitivi che sostengono la regolazione Chiavari, 2 settembre 2017 Funzioni esecutive Insieme di processi cognitivi che si attivano quando i processi automatici non sono più sufficienti a garantire la prestazione. Inibizione Memoria di lavoro Flessibilità Capacità di bloccare una risposta automatica a favore di una risposta controllata; capacità di sopprimere pensieri interferenti Capacità di utilizzare un’informazione nella memoria a breve termine per svolgere un compito; mantenere in memoria un’informazione mentre si svolge un compito Capacità di passare in modo flessibile da un compito all’altro senza confondersi
  11. 11. Possiamo migliorare i processi di regolazione? Chiavari, 2 settembre 2017 Interventi sul contesto Interventi sui processi metacognitivi Interventi sui processi cognitivi (ad es. fornire aiuti o compensazioni adeguate; organizzare l’ambiente in modo da ridurre le distrazioni; imparare a rispondere adeguatamente alle difficoltà) (ad es. training cognitivi individuali; curriculum scolastici; interventi educativi specifici) (ad es. interventi per aumentare la consapevolezza e lo sviluppo di strategie per affrontare le difficoltà di regolazione)
  12. 12. La mindfulness è efficace? Chiavari, 2 settembre 2017 Prescolari Insegnanti Scuola primaria/secondaria ↑ capacità attentive e di regolazione ↑ capacità di pianificazione e memoria di lavoro ↑ competenza sociale Flook et al. (2015), Poehlmann-Tynan et al. (2016), Thierry et al. (2016) ↓ stress ↑ sentimenti positivi ↑ capacità di gestione della classe Taylor et al. (2016), Schussler et al. (2016), Harris et al. (2016) ↑ capacità di gestire esperienze stressanti ↑ capacità metacognitive ↑ impegno nelle attività scolastiche Bakosh et al. (2016), Singh et al. (2016), van de Weijer- Bergsma et al. (2014), Vickey & Dorjee (2015)
  13. 13. In che modo la mindfulness favorisce i processi di regolazione Chiavari, 2 settembre 2017 Contesto Consapevolezza e processi metacognitivi Processi cognitivi Interventi basati sulla mindfulness Riducono il livello di stress nei contesti educativi, favoriscono l’emergere di sentimenti positivi, migliorano le capacità di regolazione degli insegnanti Migliorano le capacità attentive e alcuni processi esecutivi (ad es. la memoria di lavoro) Aumentano le capacità metacognitive
  14. 14. CONTATTI paola.viterbori@unige.it www.polobozzo.unige.it www.facebook.com/polobozzo www.autoregolazione.org

×