SE QUESTO è UN UOMO
AUTORE : Primo Levi
TITOLO : Se questo è un uomo
ANNO DI PUBBLICAZIONE : 1947 (De Silvia) 1958 (Einaud...
In quale epoca e in quale luogo è ambientata la vicenda?
La vicenda viene ambientata nell’epoca del
nazismo e della II gue...
PROTAGONISTA: Il protagonista di questo
libro è Primo Levi. Lui è nato a Torino
nel 1919.
Era un ebreo italiano che era st...
CHI è CHE RACCONTA LA STORIA?
La storia viene raccontata da Primo Levi che è
anche il protagonista.
Quale è stata la parte...
Un episodio che è stato
particolarmente
interessante è stato quando
Levi è uscito dal KA-BE, mi ha
colpito molto perché ne...
Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate s...
QUALE PERSONAGGIO TI È PIACIUTO DI PIÚ E
PERCHÈ?
Il personaggio che mi è piaciuto di più è stato Primo Levi
perché nonosta...
BREVE RIASSUNTO.
Primo Levi è stato deportato ad Aschwits nel 1944.
Levi appena fu deportato pensava che non sarebbe mai p...
COMMENTO PERSONALE
Nel libro che ho letto ho capito cosa vuol dire essere prigionieri,
come Primo Levi che stava sotto la ...
LAVORO SVOLTO
DA:
MARIANGELA
CIANFRIGLIA
18-01-2012
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Se questo è un uomo

1,790
-1

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,790
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Se questo è un uomo

  1. 1. SE QUESTO è UN UOMO AUTORE : Primo Levi TITOLO : Se questo è un uomo ANNO DI PUBBLICAZIONE : 1947 (De Silvia) 1958 (Einaudi )
  2. 2. In quale epoca e in quale luogo è ambientata la vicenda? La vicenda viene ambientata nell’epoca del nazismo e della II guerra mondiale, ad Auschwitz. Quanto dura complessivamente la vicenda? La vicenda dura dal 13 dicembre 1943 al 27 gennaio 1945 La storia è reale o fantastica? Da quali particolari lo hai capito? La storia è reale perché l’autore, il protagonista racconta i fatti accaduti.
  3. 3. PROTAGONISTA: Il protagonista di questo libro è Primo Levi. Lui è nato a Torino nel 1919. Era un ebreo italiano che era stato deportato ad Auschwitz nel 1944 ANTAGONISTA: Gli antagonisti sono i Nazisti. Che ritenevano gli Ebrei una razza INFERIORE alla loro.
  4. 4. CHI è CHE RACCONTA LA STORIA? La storia viene raccontata da Primo Levi che è anche il protagonista. Quale è stata la parte che ti è piaciuta di più? La parte che mi è piaciuta di più è “IL VIAGGIO” perché gli Ebrei non sapevano cosa li aspettava, sapevano solo di andare a lavorare ma sapevano anche che non avrebbero più fatto ritorno nella propria casa.
  5. 5. Un episodio che è stato particolarmente interessante è stato quando Levi è uscito dal KA-BE, mi ha colpito molto perché nel passo si spiega come veniva trattato un uomo; ad esempio quando uscivi dal KA-BE ti facevano uscire completamente nudo ricevevi scarpe e vestiti nuovi e dovevi procurarti un altro cucchiaio e coltello, poi ti spedivano in un altro ambiente sconosciuto dove ci si doveva “ ambientare”. RACCONTA UN EPISODIO CHE è STATO PARTICOLARMENTE INTERESSANTE
  6. 6. Voi che vivete sicuri Nelle vostre tiepide case, Voi che trovate tornando a sera Il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un si o per un no Considerate se questa è una donna, Senza capelli e senza nome Senza più forza di ricordare Vuoti gli occhi e freddo il grembo Come una rana d’inverno. Meditate che questo è stato: Vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore Stando in casa andando per via, Coricandovi alzandovi; Ripetetele ai vostri figli. O vi si sfaccia la casa, la malattia vi impedisca, i vostri nati torcano il viso da voi.
  7. 7. QUALE PERSONAGGIO TI È PIACIUTO DI PIÚ E PERCHÈ? Il personaggio che mi è piaciuto di più è stato Primo Levi perché nonostante tutto ha voluto comunicare a noi, tutti i dolori e le emozioni che ha provato.
  8. 8. BREVE RIASSUNTO. Primo Levi è stato deportato ad Aschwits nel 1944. Levi appena fu deportato pensava che non sarebbe mai più tornato, non aveva più speranze. Gli ebrei erano costretti a lavorare dalla mattina alla sera e a fine giornata veniva dato loro solo una piccola quantità di cibo. Spesso gli uomini volevano sapere cosa succedeva alla loro famiglia, ma non gli veniva data alcuna risposta.. Ma quando Levi perse ogni speranza di vivere, lui e gli altri ebrei vennero liberati dai Russi.
  9. 9. COMMENTO PERSONALE Nel libro che ho letto ho capito cosa vuol dire essere prigionieri, come Primo Levi che stava sotto la dittatura nazista. Penso che le persone dovrebbero essere libere, di vivere una vita senza che qualcuno ti obblighi a fare qualcosa che tu non vorresti fare. Ma i nazisti e i fascisti avevano altre idee, quella di fare apparire gli ebrei delle persone inferiori a loro, ma soprattutto prendersi gioco di loro! Non è giusto giudicare una persona per l’aspetto fisico, per il colore della pelle o per motivi religiosi, ma secondo me bisogna giudicare una persona per come è dentro, per l’emozioni che prova, per come si comporta con gli altri. Levi nella frase “se questo è un uomo” vuole spiegare proprio questo e cioè che tutte le persone devono essere trattate allo stesso modo, perché nessuno è diverso e non lo sarà mai, perché tutti uomini!
  10. 10. LAVORO SVOLTO DA: MARIANGELA CIANFRIGLIA 18-01-2012
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×