I “Programmi” di Italiano dei Licei

109 views

Published on

Una lettura “ragionata” del documento del Riordino

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
109
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
31
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I “Programmi” di Italiano dei Licei

  1. 1. 1I “Programmi” diItaliano dei LiceiUna lettura “ragionata” deldocumento del Riordino
  2. 2. 2Struttura del testo delle IndicazioniLINGUA LETTERATURALinee Generali eCompetenzeLinee Generali eCompetenzeOSA Primo biennio OSA Primo biennioOSA Secondo Biennioe Quinto AnnoOSA Secondo BiennioOSA Quinto Anno
  3. 3. 3Struttura del testo delle Indicazioni *I due paragrafi su cui sono costruite leIndicazioni (competenze attese al terminedel percorso e obiettivi specifici in itinerefinalizzati al loro raggiungimento)chiariscono la relazione che deve correretra contenuti e competenze disciplinari.* si veda nei particolari il testo dei Programmi
  4. 4. 4Punti essenziali nell’ ambitolinguistico-comunicativo Attenzione alla comunicazione - non letteraria eletteraria Attenzione all’ uso scritto e orale, alle abilitàintegrate, ai lessici Riflessione metalinguistica La competenza linguistica è descritta “alcrocevia fra la competenze comunicative, logico-argomentative e culturali”.
  5. 5. 5Punti essenziali nell’ ambitoletterario Importanza della competenza di lettura Concetto estensivo dei generi letterari(inclusa saggistica, memorialistica,giornalismo) in un panorama europeo edextraeuropeo. Nuova scansione temporale Multidisciplinarietà
  6. 6. 6Personalizzazione dei percorsi Ambito linguistico-comunicativo : Dalle quattro abilità alle abilità integrate Dalle abilità integrate alle competenze Ambito letterario Dal possesso degli strumenti di analisi alla letturaconsapevole Dalla conoscenza alla contestualizzazione storica Globalmente : Dalle abilità e dalle conoscenze alle competenze
  7. 7. 7Dalle quattro abilità alle abilitàintegrateRicettive ProduttiveScritte Leggere ScrivereOrali Ascoltare Parlare Il modello è valido nella misurain cui le quattro abilità vengonointese come "abilità primarie",cui si accompagnano altreabilità, indicate come "abilitàintegrate", poiché interessanotrasversalmente due o anchetre abilità primarie ecomportano lutilizzo di piùabilità contemporaneamente
  8. 8. 8Le abilità linguistiche integrate interpretare parafrasare riassumere dialogare esporre su traccia prendere appunti tradurre da testo scritto a testo orale e viceversa da L2 a L1 ..................
  9. 9. 9Dalle abilità integrate allecompetenzeQuando si passa dall’ abilità allacompetenza? Quando l’ abilità si fonda su conoscenze,significative, stabili e fruibili e vieneutilizzata in maniera consapevole efunzionale al compito o al problema Quando essa nasce da un atteggiamento checostituisce una disposizione interiore stabilesu cui si può contare.
  10. 10. 10Scuola della conoscenza e dellecompetenzeConoscere non è un processo meccanico, implica la scoperta diqualcosa che entra nell’orizzonte di senso della persona che “vede” ,si “accorge”, “prova”, “verifica”, per capire.Non è (non è mai stata) la scuola del nozionismo a poter essereconsiderata una buona scuola. Ma è la scuola della conoscenza a forniregli strumenti atti a consentire a ciascun cittadino di munirsi dellacassetta degli attrezzi e ad offrirgli la possibilità di sceglierli eutilizzarli nella realizzazione del proprio progetto di vita.Non c’ è conflitto tra conoscenze e competenze, poiché queste sicostruiscono sulla base di quelle ⇒ sono i saperi che rendonocompetenti
  11. 11. 11L’ alunno “competente” In primo luogo, l’aspetto importante da sottolineareè che quando parliamo di un apprendimento che fadiventare competente, ci riferiamo a qualcosa che siapprende fino in fondo, di cui si prende possesso,che si padroneggia. Non si tratta di memorizzare soltantoun’informazione che può esser subito dimenticata,che si assume magari per dovere o per benevolenzanei confronti dell’insegnante; parliamo invece di unapprendimento acquisito in profondità, che mette ingrado chi impara di servirsi di quella conoscenza neidiversi contesti di uso ..…
  12. 12. 12.... e quindi ... Padroneggiare una conoscenza, avere una vera padronanza comportaun tempo adeguato: non si può acquisire se non selezionando molto icontenuti.. Ma alla selezione è necessario che si accompagni anche ilcoinvolgimento attivo degli studenti …Non è quindi apprendere “per competenze”, ma apprendere“diventando competenti”.(M. Spinosi, Sviluppo delle competenze per una scuola di qualità, Napoli,Tecnodid, 2010. Atti del seminario nazionalepromosso dalla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo nei giorni 26, 27 e 28 gennaio2009).
  13. 13. 13Curricolo essenziale per il PrimoBiennioCOMUNICAZIONE RIFLESSIONE SULLA LINGUA EDUCAZIONE LETTERARIALeggere, comprendere eanalizzare testi di variatipologiaPadroneggiare l’analisidel periodoPadroneggiare le tecnichedi analisi del testoletterario narrativo epoeticoProdurre testi scritti divaria tipologia funzionaliagli scopi e al contestoSchematizzare i periodi instrutture ad alberoRiconoscere la specificitàdel testo letterarioEsporre in modo chiaro,logico e coerente icontenuti disciplinariacquisitiPossedere un lessicoadeguato ai contenuti daesprimereOperare una semplicecontestualizzazione deitesti letterariUtilizzare in modoconsapevole le nuovetecnologie anche perrealizzare semplicipercorsi mono epluridisciplinariUtilizzare correttamente lalingua italiana nei varicontestiConoscere le primeespressioni dellaletteratura italiana el’evoluzione della lingualetteraria
  14. 14. 14Curricolo essenziale per ilTriennioCOMUNICAZIONE RIFLESSIONE SULLA LINGUA EDUCAZIONE LETTERARIAEsporre in modo chiaro,logico e coerente i contenutidisciplinari acquisitiistituendo collegamenti alivello disciplinare epluridisciplinarePadroneggiare in ricezione ein produzione le strutturelinguisticheConoscere in modoconsapevole lo sviluppostorico dei fenomeni letterariComunicare in modofunzionale agli scopi e alcontesto con rigore logico eproprietà lessicaleSaper schematizzare i periodi Contestualizzare autori emovimenti letterari, cogliendole relazioni che intercorronofra la letteratura italiana edeuropeaPadroneggiare le tecniche dicomposizione delle tipologierichieste agli esami di StatoPossedere una sicuracompetenza metalinguisticaAnalizzare in modo autonomoi testi letterariUtilizzare consapevolmente lenuove tecnologie perrealizzare percorsi tematicipluridisciplinariUtilizzare correttamente lalingua italiana nei varicontestiCogliere relazioni tra lediverse espressioni artistichee letterarie

×