3.Il Contesto Culturale Delle Organizzazioni Capitolo3

2,294 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,294
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
62
Actions
Shares
0
Downloads
108
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

3.Il Contesto Culturale Delle Organizzazioni Capitolo3

  1. 1. CULTURA ORGANIZZATIVA, SOCIALIZZAZIONE E MENTORING Capitolo 3
  2. 2. Cultura organizzativa <ul><li>La cultura organizzativa è “l'insieme di idee condivise, implicite e assunte all'interno di un gruppo, che determina il modo in cui il gruppo percepisce, valuta e reagisce all'ambiente esterno” </li></ul>
  3. 3. Uno schema concettuale per comprendere la cultura organizzativa Antecedenti <ul><li>Valori del fondatore </li></ul><ul><li>Caratteristiche del settore e ambiente economico </li></ul><ul><li>Cultura nazionale </li></ul><ul><li>Visione e comportamento del gruppo direttivo </li></ul>Cultura organizzativa <ul><li>Manifestazioni osservabili </li></ul><ul><li>Valori dichiarati </li></ul><ul><li>Assunti di base </li></ul><ul><li>Conseguenze a livello organizzativo </li></ul><ul><li>Efficacia </li></ul><ul><li>Stress </li></ul><ul><li>Attitudini e comportamento collettivo </li></ul><ul><li>Attitudini nei confronti del lavoro </li></ul><ul><li>Soddisfazione del lavoro </li></ul><ul><li>Motivazione </li></ul>Strutture e pratiche organizzative <ul><li>Sistemi premianti </li></ul><ul><li>Struttura organizzativa </li></ul>Processi sociali e di gruppo <ul><li>Socializzazione </li></ul><ul><li>Mentoring </li></ul><ul><li>Processo decisionale </li></ul><ul><li>Dinamiche di gruppo </li></ul><ul><li>Comunicazione </li></ul><ul><li>Influenza ed empowerment </li></ul><ul><li>Leadership </li></ul>
  4. 4. Quattro funzioni della cultura organizzativa Cultura organizzativa Mezzo per l'attribuzione del significato Identità organizzativa Stabilità del sistema sociale Impegno collettivo
  5. 5. Sviluppare e mantenere una cultura dell'adattamento L'azienda ha successo I leader dell'azienda sottolineano l'importanza dei soggetti chiave (clienti, azionisti e dipendenti) e della leadership per la riuscita dell'azienda I primi leader dell'azienda creano e mettono in atto una visione e una strategia aziendale che si adattano al settore economico Nasce una cultura forte che sottolinea la necessità di mettersi al servizio di clienti Il gruppo dirigente entrante si impegna a conservare il nucleo adattivo della cultura organizzativa aziendale, dimostrando maggior dedizione ai principi fondanti di tale cultura che a qualsiasi strategia o pratica aziendale
  6. 6. Come le culture si radicano nelle organizzazioni <ul><li>Affermazioni formali sulla filosofia aziendale, la missione, la visione e i valori; materiali utilizzati nella ricerca, nella selezione e nella socializzazione del personale. </li></ul><ul><li>L’organizzazione dello spazio fisico, gli ambienti di lavoro e gli edifici. </li></ul><ul><li>Slogan, linguaggio, acronimi e modi di dire. </li></ul><ul><li>Creazione esplicita di modelli a cui ispirarsi, percorsi di formazione, insegnamento e affiancamento da parte di manager e supervisori. </li></ul><ul><li>Premi, status symbol (ad esempio titoli) e criteri di promozione. </li></ul><ul><li>Storie, leggende o miti riguardanti persone ed eventi fondamentali per l’azienda. </li></ul><ul><li>Attività, processi, risultati che i capi osservano, misurano e controllano. </li></ul><ul><li>Reazione dei capi di fronte a incidenti gravi per l’azienda e a crisi organizzative. </li></ul><ul><li>Struttura organizzativa e gerarchia. </li></ul><ul><li>Sistemi e procedure organizzative. </li></ul><ul><li>Obiettivi organizzativi e relativi criteri per la ricerca, la selezione, lo sviluppo, le promozioni, i licenziamenti e il pensionamento del personale. </li></ul>
  7. 7. Un modello di socializzazione organizzativa Individuo esterno all'organizzazione <ul><li>Effetti sul comportamento </li></ul><ul><li>Esegue gli incarichi assegnati in base al proprio ruolo </li></ul><ul><li>Rimane nell'organizzazione </li></ul><ul><li>Apporta innovazioni e coopera in modo spontaneo </li></ul>Membro socializzato <ul><li>Affective Outcomes </li></ul><ul><li>È generalmente soddisfatto </li></ul><ul><li>È internamente motivato al lavoro </li></ul><ul><li>È fortemente coinvolto dal suo lavoro </li></ul>Fasi <ul><li>Socializzazione anticipatrice </li></ul><ul><li>Incontro </li></ul><ul><li>Cambiamento e acquisizione </li></ul>
  8. 8. Mentoring <ul><li>Si definisce mentoring l'istituzione e il mantenimento di relazioni intensive e durature tra una o più persone che svolgono il ruolo di mentore (ossia offerono sostegno professionale e psicologico) e un discepolo, spesso, ma non necessariamente, un giovane neo-assunto in un'organizzazione ( mentee ). </li></ul>
  9. 9. Funzioni del mentoring <ul><li>Funzioni legate alla carriera </li></ul><ul><ul><li>Sponsorizzazione da parte di un superiore </li></ul></ul><ul><ul><li>Esposizione e visibilità </li></ul></ul><ul><ul><li>Sostegno </li></ul></ul><ul><ul><li>Protezione </li></ul></ul><ul><ul><li>Assegnazione di compiti complessi </li></ul></ul><ul><li>Funzioni psicosociali </li></ul><ul><ul><li>Esemplificazione del ruolo in un modello </li></ul></ul><ul><ul><li>Accettazione e conferma </li></ul></ul><ul><ul><li>Distribuzione consigli utili </li></ul></ul><ul><ul><li>Amicizia </li></ul></ul>
  10. 10. Reti di sviluppo associate al processo di mentoring <ul><li>M1 </li></ul><ul><li>M2 </li></ul><ul><li>M2 </li></ul><ul><li>M1 </li></ul><ul><li>D </li></ul><ul><li>D </li></ul><ul><li>M4 </li></ul>M3 • <ul><li>M2 </li></ul>M1 • • D M1 • M3 • <ul><li>M2 </li></ul><ul><li>M4 </li></ul>• D Ricettiva Tradizionale Opportunistica Imprenditoriale

×