SlideShare a Scribd company logo
1 of 11
Download to read offline
Quali costi e benefici legati al livello di
magazzino?
Novembre 2018
L’ottimale gestione del magazzino è un
aspetto cruciale per le aziende sia
manifatturiere che commerciali: il loro
successo dipende spesso dalla capacità
di fornire i clienti con il prodotto giusto,
nel negozio richiesto e nel momento
corretto.
Occorre quindi individuare il giusto
livello di magazzino per bilanciare
correttamente la necessità di soddisfare
la domanda dei clienti con la
minimizzazione dei costi legati al
fabbisogno di capitale.
All’aumentare della quantità di prodotti
disponibili a magazzino si manifestano
benefici e costi.
Benefici:
Disponibilità dei prodotti
Livello di servizio
Costi:
Spazio fisico in magazzino
Assorbimento di capitale circolante
Rischio di obsolescenza.
È quindi necessario adottare un sistema che permetta di
monitorare il magazzino e tararlo sul livello ottimale, grazie
anche al monitoraggio di alcuni parametri quali i giorni medi
di giacenza del magazzino (DIO, Days Inventory
Outstanding).
Ai fini di gestione del capitale circolante, tale misurazione
andrà combinata con la rilevazione dei giorni in media
impiegati dall'azienda per incassare i crediti dopo le vendite
(DSO, Days Sales Outstanding).
Days Inventory Outstanding (DIO)
➢ L’indicatore misura i giorni occorrenti per una “rotazione”
dell’inventario.
➢ L’obiettivo di tale indicatore è la valutazione dell’impatto
di un miglioramento nei giorni medi di giacenza del
magazzino (Days Inventory Outstanding o DIO) sul cash
flow aziendale.
Come misurare il DIO?
La formula per il calcolo è la seguente:
Valore del magazzino medio nell’anno
Costo del venduto annuo
X 365DIO =
Quali possibili azioni per migliorare il DIO?
➢ Analisi per capire gli articoli che ruotano meno, su cui
effettuare sconti speciali
➢ Una riduzione nel numero di varianti di prodotto, riduce il
numero di materie prime e di semilavorati necessari
➢ Verificare con i fornitori la possibilità di ridurre i lead time
per ottenere un minor fabbisogno di “safety stock”
(magazzino di sicurezza)
➢ Implementare strumenti di forecasting e di pianificazione
della domanda (SKU level vs. famiglie di prodotto)
Days Sales Outstanding (DSO)
➢ L’indicatore misura il numero medio di giorni occorrenti
per la riscossione dei crediti.
➢ L’obiettivo di tale indicatore è la valutazione dell’impatto
di un miglioramento nei giorni medi di incasso dei crediti
commerciali sul cash flow aziendale
Come misurare il DSO?
La formula per il calcolo è la seguente:
Crediti
fatturato
/ 365DSO =
Quali possibili azioni per migliorare il DSO?
➢ Valutare l’impatto di eventuali sconti per pagamenti
anticipati
➢ Cercare di ottenere degli anticipi dai clienti
➢ Introdurre una Credit Policy aziendale per determinare i
limiti di affidamento ai clienti
➢ Utilizzare fonti informative per avere un rating della
controparte.
Check-up gratuito: sales@smartvco.com

More Related Content

Similar to Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?

Gruppo 3.La gestione del magazzino
Gruppo 3.La gestione del magazzinoGruppo 3.La gestione del magazzino
Gruppo 3.La gestione del magazzino
Serafina Armango
 

Similar to Quali costi e benefici legati al livello di magazzino? (20)

Gruppo 4 Il Magazzino
Gruppo 4 Il MagazzinoGruppo 4 Il Magazzino
Gruppo 4 Il Magazzino
 
Twinergy Solution: Credit & Debit Analysis con SAP
Twinergy Solution: Credit & Debit Analysis con SAPTwinergy Solution: Credit & Debit Analysis con SAP
Twinergy Solution: Credit & Debit Analysis con SAP
 
Gestione clienti strategici
Gestione clienti strategiciGestione clienti strategici
Gestione clienti strategici
 
Startup metrics & Fundraising
Startup metrics & Fundraising Startup metrics & Fundraising
Startup metrics & Fundraising
 
ProcOut e la Forza degli Acquisti
ProcOut e la Forza degli AcquistiProcOut e la Forza degli Acquisti
ProcOut e la Forza degli Acquisti
 
DSF2017 - Demand, Supply chain, Revenue - ACTOR for CONAD DEL TIRRENO
DSF2017 - Demand, Supply chain, Revenue - ACTOR for CONAD DEL TIRRENODSF2017 - Demand, Supply chain, Revenue - ACTOR for CONAD DEL TIRRENO
DSF2017 - Demand, Supply chain, Revenue - ACTOR for CONAD DEL TIRRENO
 
Gruppo 3.La gestione del magazzino
Gruppo 3.La gestione del magazzinoGruppo 3.La gestione del magazzino
Gruppo 3.La gestione del magazzino
 
Il revenue management e la massimizzazione dei ricavi dal sito proprietario
Il revenue management e la massimizzazione dei ricavi dal sito proprietarioIl revenue management e la massimizzazione dei ricavi dal sito proprietario
Il revenue management e la massimizzazione dei ricavi dal sito proprietario
 
La catena del valore e l'analisi delle cinque forze
La catena del valore e l'analisi delle cinque forzeLa catena del valore e l'analisi delle cinque forze
La catena del valore e l'analisi delle cinque forze
 
Promotion, marketing campaigns and consumer behaviour : innovative approaches
Promotion, marketing campaigns and consumer behaviour : innovative approachesPromotion, marketing campaigns and consumer behaviour : innovative approaches
Promotion, marketing campaigns and consumer behaviour : innovative approaches
 
Aziende B2B: Un esempio di strategia di miglioramento della redditività
Aziende B2B: Un esempio di strategia di miglioramento della redditivitàAziende B2B: Un esempio di strategia di miglioramento della redditività
Aziende B2B: Un esempio di strategia di miglioramento della redditività
 
Scheda BeGood
Scheda BeGoodScheda BeGood
Scheda BeGood
 
Le performance commerciali
Le performance commercialiLe performance commerciali
Le performance commerciali
 
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costiMagazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
 
Gestione commesse (pm) NAV 2016
Gestione commesse (pm) NAV 2016Gestione commesse (pm) NAV 2016
Gestione commesse (pm) NAV 2016
 
Ad Hoc Revolution
Ad Hoc RevolutionAd Hoc Revolution
Ad Hoc Revolution
 
Il piano economico-finanziario: numeri e metriche
Il piano economico-finanziario: numeri e metricheIl piano economico-finanziario: numeri e metriche
Il piano economico-finanziario: numeri e metriche
 
Quaderni per l'Imprenditore - DSO
Quaderni per l'Imprenditore - DSOQuaderni per l'Imprenditore - DSO
Quaderni per l'Imprenditore - DSO
 
Profit +/- Cash Am 3 2014_1
Profit +/- Cash  Am 3 2014_1Profit +/- Cash  Am 3 2014_1
Profit +/- Cash Am 3 2014_1
 
Abc del controllo di gestione
Abc del controllo di gestioneAbc del controllo di gestione
Abc del controllo di gestione
 

More from Edoardo Savoia

More from Edoardo Savoia (16)

Webinar gratuito spend analysis 23 ottobre
Webinar gratuito spend analysis 23 ottobreWebinar gratuito spend analysis 23 ottobre
Webinar gratuito spend analysis 23 ottobre
 
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto - Come ridurre rischi e c...
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto  - Come ridurre rischi e c...Spedizioni internazionali e contratto di trasporto  - Come ridurre rischi e c...
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto - Come ridurre rischi e c...
 
Impostare un sistema di freight audit
Impostare un sistema di freight auditImpostare un sistema di freight audit
Impostare un sistema di freight audit
 
Come cambia la supply chain nel fashion
Come cambia la supply chain nel fashionCome cambia la supply chain nel fashion
Come cambia la supply chain nel fashion
 
Come gestire l'assegnazione delle spedizioni
Come gestire l'assegnazione delle spedizioniCome gestire l'assegnazione delle spedizioni
Come gestire l'assegnazione delle spedizioni
 
Come fare un tender efficace
Come fare un tender efficaceCome fare un tender efficace
Come fare un tender efficace
 
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFP
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFPDifferenze tra RFI RFQ RFT e RFP
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFP
 
Come predisporre un budget della logistica aziendale?
Come predisporre un budget della logistica aziendale?Come predisporre un budget della logistica aziendale?
Come predisporre un budget della logistica aziendale?
 
Un efficace freight audit in 8 passi
Un efficace freight audit in 8 passiUn efficace freight audit in 8 passi
Un efficace freight audit in 8 passi
 
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirectsOptimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
 
Le insidie della reverse logistics
Le insidie della reverse logisticsLe insidie della reverse logistics
Le insidie della reverse logistics
 
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
 
Le regole di Cooper per la logistica
Le regole di Cooper per la logisticaLe regole di Cooper per la logistica
Le regole di Cooper per la logistica
 
Il manuale logistico
Il manuale logisticoIl manuale logistico
Il manuale logistico
 
Newsletter 01 2018 kpi logistica
Newsletter 01 2018 kpi logisticaNewsletter 01 2018 kpi logistica
Newsletter 01 2018 kpi logistica
 
Ottimizzazione della distribuzione Retail
Ottimizzazione della distribuzione RetailOttimizzazione della distribuzione Retail
Ottimizzazione della distribuzione Retail
 

Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?

  • 1. Quali costi e benefici legati al livello di magazzino? Novembre 2018
  • 2. L’ottimale gestione del magazzino è un aspetto cruciale per le aziende sia manifatturiere che commerciali: il loro successo dipende spesso dalla capacità di fornire i clienti con il prodotto giusto, nel negozio richiesto e nel momento corretto.
  • 3. Occorre quindi individuare il giusto livello di magazzino per bilanciare correttamente la necessità di soddisfare la domanda dei clienti con la minimizzazione dei costi legati al fabbisogno di capitale.
  • 4. All’aumentare della quantità di prodotti disponibili a magazzino si manifestano benefici e costi.
  • 5. Benefici: Disponibilità dei prodotti Livello di servizio Costi: Spazio fisico in magazzino Assorbimento di capitale circolante Rischio di obsolescenza.
  • 6. È quindi necessario adottare un sistema che permetta di monitorare il magazzino e tararlo sul livello ottimale, grazie anche al monitoraggio di alcuni parametri quali i giorni medi di giacenza del magazzino (DIO, Days Inventory Outstanding). Ai fini di gestione del capitale circolante, tale misurazione andrà combinata con la rilevazione dei giorni in media impiegati dall'azienda per incassare i crediti dopo le vendite (DSO, Days Sales Outstanding).
  • 7. Days Inventory Outstanding (DIO) ➢ L’indicatore misura i giorni occorrenti per una “rotazione” dell’inventario. ➢ L’obiettivo di tale indicatore è la valutazione dell’impatto di un miglioramento nei giorni medi di giacenza del magazzino (Days Inventory Outstanding o DIO) sul cash flow aziendale. Come misurare il DIO? La formula per il calcolo è la seguente: Valore del magazzino medio nell’anno Costo del venduto annuo X 365DIO =
  • 8. Quali possibili azioni per migliorare il DIO? ➢ Analisi per capire gli articoli che ruotano meno, su cui effettuare sconti speciali ➢ Una riduzione nel numero di varianti di prodotto, riduce il numero di materie prime e di semilavorati necessari ➢ Verificare con i fornitori la possibilità di ridurre i lead time per ottenere un minor fabbisogno di “safety stock” (magazzino di sicurezza) ➢ Implementare strumenti di forecasting e di pianificazione della domanda (SKU level vs. famiglie di prodotto)
  • 9. Days Sales Outstanding (DSO) ➢ L’indicatore misura il numero medio di giorni occorrenti per la riscossione dei crediti. ➢ L’obiettivo di tale indicatore è la valutazione dell’impatto di un miglioramento nei giorni medi di incasso dei crediti commerciali sul cash flow aziendale Come misurare il DSO? La formula per il calcolo è la seguente: Crediti fatturato / 365DSO =
  • 10. Quali possibili azioni per migliorare il DSO? ➢ Valutare l’impatto di eventuali sconti per pagamenti anticipati ➢ Cercare di ottenere degli anticipi dai clienti ➢ Introdurre una Credit Policy aziendale per determinare i limiti di affidamento ai clienti ➢ Utilizzare fonti informative per avere un rating della controparte.