SlideShare a Scribd company logo
1 of 19
Download to read offline
Fashion: da industria 4.0
a supply chain 4.0
Annuario 2018 www.smartvco.com
2
Tecnologia o Mercato?
In passato, le tecnologie venivano
principalmente impiegate per
massimizzare l’efficienza.
Oggi, invece, le imprese riconoscono che
la qualità del prodotto e ancor di più il
servizio al cliente fanno la differenza
anche come vantaggio competitivo.
Senza trascurare il controllo dei costi.
Annuario 2018 www.smartvco.com
3
Entriamo un po’ nei dettagli.
Annuario 2018 www.smartvco.com
4
L’evoluzione della Supply chain
nell’industria Fashion
La tradizionale supply chain si basa su
modelli di produzione basati su previsioni
della domanda finale, economie di scala
e produzione di massa. Questo modello è
unidirezionale e sequenziale. Mentre
l’attività principale è svolta dai designer
che creano le collezioni, ogni altra attività
dell’azienda cerca di ottimizzare ogni
processo facendo riferimento alle
previsioni basate sulle vendite della
passata stagione e da ricerche di mercato.
L’intero processo - dalla creazione al
Annuario 2018 www.smartvco.com
5
negozio - dura in media poco più di un
anno.
Inoltre, la globalizzazione ha permesso
alle imprese di produrre in Asia o in altri
luoghi off-shore di produzione a basso
costo. Il risultato sono sì costi operativi
bassi, ma tempi di consegna più lunghi.
Una nave da carico può impiegare fino a
due mesi dalla Cina all'Europa. Di
conseguenza, le imprese devono
ottimizzare e gestire gli incoterms, i tassi
di cambio e “scommettere” sulla probabile
domanda finale. Se i negozi non vendono,
la giacenza di magazzino aumenta, il
marketing sarà costretto a spendere di più
Annuario 2018 www.smartvco.com
6
in promozioni e i margini diminuiranno e,
forse, la percezione del marchio ne verrà
influenzata negativamente.
Oggigiorno, la supply chain è totalmente
cambiata in una piattaforma, non più
unidirezionale o sequenziale. L'industria
della moda si è evoluta e gli esempi
migliori sono, ad esempio: dalla tintura
del filato alla tintura del capo (Benetton),
la personalizzazione dei prodotti (Nike), le
collezioni “capsule” (H&M) e,
naturalmente, la rivoluzione della supply
chain con il fast-fashion (Zara). Infine,
oggi i marchi possono progettare
Annuario 2018 www.smartvco.com
7
attraverso il crowdsourcing(1)
(Nike e
H&M).
Annuario 2018 www.smartvco.com
8
Il futuro-già oggi della Supply Chain
La moda è diventata un settore
estremamente competitivo - soprattutto
per la velocità con cui cambiano le
tendenze - ma le dimensioni o la cultura
aziendale contano poco: quello che conta
veramente è ridurre i tempi, accorciando
la linea temporale tra l’ideazione del
prodotto e il mercato.
Per molte imprese ancora oggi il modello
di sviluppo del prodotto è troppo lento.
Mentre la maggior parte degli
imprenditori è consapevole di questa
necessità, la differenza dei modelli
Annuario 2018 www.smartvco.com
9
adottati consente alle imprese più
all’avanguardia di reagire alla domanda
di mercato in poche settimane rispetto a
una media di settore di circa 40 settimane.
Perché la velocità è necessaria?
In primo luogo, perché il Customer
Journey(2)
non è più lineare come in
passato, ma continuo e dinamico. Rispetto
al passato, oggi i consumatori hanno
maggiori possibilità di raccogliere
informazioni prima di effettuare un
acquisto: ricerca in Internet, negli e-
Commerce o direttamente in negozio.
Annuario 2018 www.smartvco.com
10
Questo bisogno di velocità è anche in
parte guidato dai social media che fanno
conoscere le tendenze della moda a più
consumatori a un ritmo più veloce rispetto
al passato. Inoltre, i leader di settore
stanno anche spingendo verso l'alto gli
standard poiché l'analisi e le informazioni
sui clienti consentono loro di soddisfare
meglio le esigenze dei clienti e migliorare
la capacità di risposta. Ma velocità e
flessibilità portano nuove sfide. Accorciare
i tempi di consegna richiede importanti
modifiche al tradizionale modello di
business e alla configurazione della
supply chain, con il cliente come
Annuario 2018 www.smartvco.com
11
principale motore di progettazione,
produzione e promozione delle vendite.
Va messo in rilievo che le imprese
“vincenti” hanno non solo compreso
profondamente il cambio di paradigma
del settore – da fast fashion a fashion-on-
demand fino a test-and-learn – riducendo
significativamente il time to market, ma
soprattutto hanno saputo comprendere
che non tutti i prodotti richiedono una
supply chain veloce.
Le aziende di moda all’avanguardia
hanno suddiviso le collezioni in segmenti
della supply chain in base alla tipologia di
prodotto e alle previsioni di vendita. Dal
Annuario 2018 www.smartvco.com
12
ciclo di vita più lungo per le collezioni
continuative a cicli più brevi per le
collezioni di stagione fino a cicli rapidi per
i nuovi prodotti.
I quattro pilastri di Industry 4.0 sono:
1) la realtà aumentata, che aiuta le
aziende a evitare errori consentendo loro
di gestire l'inventario in tempo reale;
2) produzione additiva come la stampa
3-D e la robotica che consente alle
aziende di produrre più velocemente;
3) Big Data, come Internet of Things che
consente la centralizzazione e
archiviazione dei dati;
Annuario 2018 www.smartvco.com
13
4) l'analisi dei dati, in cui le aziende
possono anticipare tendenze e roadblock.
Questi pilastri saranno di valore
inestimabile nel prossimo futuro per
aumentare la velocità del time-to-market,
la precisione nelle previsioni di vendita, la
produttività, nonché diminuire i costi nella
qualità del prodotto fino alla riduzione
significativa delle rimanenze finali.
Per ottenere questi obiettivi, sempre più le
aziende eccellenti si affidano al supporto
specialistico esterno, per allinearsi alle
best practices di settore e realizzare
concretamente il miglioramento continuo.
Annuario 2018 www.smartvco.com
14
Quale trade-off tra servizio e costo?
Annuario 2018 www.smartvco.com
15
La digitalizzazione o automazione della
supply chain è la soluzione per le imprese
del fashion che vogliono mantenere o
guadagnare posizioni rilevanti nel
mercato.
Se realizzata con successo, nell’ambito di
un’organizzazione/processo agile, la
digitalizzazione aumenterà tanto la
capacità di competere, quanto di servire al
meglio i clienti che richiedono prodotti in
tempi sempre più veloci e più esclusivi.
Non solo: le imprese che hanno già
saputo trasformarsi, vedono la supply
chain agile non più come centro di costo,
Annuario 2018 www.smartvco.com
16
ma come driver delle vendite creando al
contempo più valore per l’Impresa.
Per un check-up gratuito, contatta Smart
VCO, mandando una mail a:
sales@smartvco.com.
Annuario 2018 www.smartvco.com
17Note
(1) Grazie a Internet, la linea tra designer, consumatore
e marchio si sta offuscando sempre di più. I grandi
player, così come anche piccole start-up, stanno creando
sempre più imprese in cui il consumatore ha voce in
capitolo su ciò che viene progettato e prodotto. I
creativi/designer possono condividere e valutare i
modelli degli altri. In alcuni casi, chiunque può creare
un modello ed essere pagato quando qualcun altro lo
ordina.
(2) Il customer journey (tradotto letteralmente in "il
viaggio del consumatore") è un termine usato nel campo
del marketing. Indica il percorso e tutti i punti di contatto
tra un consumatore e un marchio, un prodotto o un
servizio e include, oltre ai momenti di interazione diretta
tra cliente e azienda, anche i contatti indiretti, come le
opinioni di terzi (social, blog, recensioni). Grazie alla
peculiarità di analizzare il viaggio visto con gli occhi del
consumatore, questo approccio permette alle aziende di
capire e migliorare l'esperienza di consumo nel suo
complesso e percepire il vantaggio competitivo.
Annuario 2018 www.smartvco.com
18
Dal 2007 Smart VCO Consulting supporta le
aziende per l’ottimizzazione della Supply Chain,
attraverso interventi di consulenza e attività
operative.
È specializzata nella riduzione dei costi della
logistica, nella razionalizzazione dei processi
aziendali e nell’affiancamento al cliente per il
cambiamento del modello organizzativo.
Si affidano a Smart VCO aziende industriali e
commerciali che operano in diversi settori, a
livello nazionale ed internazionale, per dare
risposte a specifiche esigenze aziendali:
• Dare valore ed efficienza in tutti i processi
che riguardano la logistica
• Individuare opportunità di risparmio e
trasformarle in obiettivi gestibili
• Migliorare la gestione del magazzino e
gestirne i processi innovativi.
CHI SIAMO
Annuario 2018 www.smartvco.com
19
Smart VCO Consulting Srl
Via Sommacampagna 63/h
Verona
info@smartvco.com

More Related Content

What's hot

LUMSA Course (12/2004)
LUMSA Course (12/2004)LUMSA Course (12/2004)
LUMSA Course (12/2004)
Fabrizio Olati
 
IRI Management Course (10/2005)
IRI Management Course (10/2005)IRI Management Course (10/2005)
IRI Management Course (10/2005)
Fabrizio Olati
 

What's hot (19)

Digital Communication
Digital CommunicationDigital Communication
Digital Communication
 
MARK UP dicembre 2018 - Food Retail Turbulence
MARK UP dicembre 2018 - Food Retail Turbulence MARK UP dicembre 2018 - Food Retail Turbulence
MARK UP dicembre 2018 - Food Retail Turbulence
 
Workshop "Il progetto di e commerce"
Workshop "Il progetto di e commerce"Workshop "Il progetto di e commerce"
Workshop "Il progetto di e commerce"
 
Brochure OSN - Open Space Network
Brochure OSN - Open Space NetworkBrochure OSN - Open Space Network
Brochure OSN - Open Space Network
 
Presentazione Open Space Network
Presentazione Open Space NetworkPresentazione Open Space Network
Presentazione Open Space Network
 
Modelli di distribuzione commerciale dei prodottti moda
Modelli di distribuzione commerciale dei prodottti modaModelli di distribuzione commerciale dei prodottti moda
Modelli di distribuzione commerciale dei prodottti moda
 
Workshop Dropshipping
Workshop Dropshipping Workshop Dropshipping
Workshop Dropshipping
 
Comunicare per vendere
Comunicare per vendereComunicare per vendere
Comunicare per vendere
 
Laboratorio di Internazionalizzazione d’Impresa
Laboratorio di Internazionalizzazione d’ImpresaLaboratorio di Internazionalizzazione d’Impresa
Laboratorio di Internazionalizzazione d’Impresa
 
LUMSA Course (12/2004)
LUMSA Course (12/2004)LUMSA Course (12/2004)
LUMSA Course (12/2004)
 
Sales e retail
Sales e retailSales e retail
Sales e retail
 
Workshop "Fashion: come vendere online"
Workshop "Fashion: come vendere online"Workshop "Fashion: come vendere online"
Workshop "Fashion: come vendere online"
 
Retail Operations: i modelli organizzativi evolvono
Retail Operations: i modelli organizzativi evolvonoRetail Operations: i modelli organizzativi evolvono
Retail Operations: i modelli organizzativi evolvono
 
Workshop "SEO e AdWords per l'e-commerce"
Workshop "SEO e AdWords per l'e-commerce"Workshop "SEO e AdWords per l'e-commerce"
Workshop "SEO e AdWords per l'e-commerce"
 
Retail: nuovi modelli organizzativi
Retail: nuovi modelli organizzativiRetail: nuovi modelli organizzativi
Retail: nuovi modelli organizzativi
 
Come definire il vero margine del retail?
Come definire il vero margine del retail?Come definire il vero margine del retail?
Come definire il vero margine del retail?
 
IRI Management Course (10/2005)
IRI Management Course (10/2005)IRI Management Course (10/2005)
IRI Management Course (10/2005)
 
Marketing automation, CRM and Engagement: quali sfide e quali opportunità per...
Marketing automation, CRM and Engagement: quali sfide e quali opportunità per...Marketing automation, CRM and Engagement: quali sfide e quali opportunità per...
Marketing automation, CRM and Engagement: quali sfide e quali opportunità per...
 
Mktg lezione 3
Mktg   lezione 3Mktg   lezione 3
Mktg lezione 3
 

Similar to Come cambia la supply chain nel fashion

La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodottoLa dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
Luigi Accardo
 
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale AgilisCome generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
Pierluigi Pizzo
 

Similar to Come cambia la supply chain nel fashion (20)

La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodottoLa dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
La dimensione digitale alla base dell’innovazione di prodotto
 
Alla ricerca dei life valuesdel cliente
Alla ricerca dei life valuesdel clienteAlla ricerca dei life valuesdel cliente
Alla ricerca dei life valuesdel cliente
 
2020 supply chain aspetti pratici payaro
2020 supply chain aspetti pratici payaro2020 supply chain aspetti pratici payaro
2020 supply chain aspetti pratici payaro
 
Il product lifecycle management nel settore moda
Il product lifecycle management nel settore modaIl product lifecycle management nel settore moda
Il product lifecycle management nel settore moda
 
Change - Percorsi formativi 2018
Change - Percorsi formativi 2018Change - Percorsi formativi 2018
Change - Percorsi formativi 2018
 
Sales and Retail: evoluzione e nuovi profili professionali
Sales and Retail: evoluzione e nuovi profili professionaliSales and Retail: evoluzione e nuovi profili professionali
Sales and Retail: evoluzione e nuovi profili professionali
 
Basilio Bentivegna: I principali business trends nell’eCommerce per il 2015
Basilio Bentivegna: I principali business trends nell’eCommerce per il 2015Basilio Bentivegna: I principali business trends nell’eCommerce per il 2015
Basilio Bentivegna: I principali business trends nell’eCommerce per il 2015
 
Market Watch PMI – Ascolto, digitale e servizi: così le PMI riorganizzano il ...
Market Watch PMI – Ascolto, digitale e servizi: così le PMI riorganizzano il ...Market Watch PMI – Ascolto, digitale e servizi: così le PMI riorganizzano il ...
Market Watch PMI – Ascolto, digitale e servizi: così le PMI riorganizzano il ...
 
Total Retail 2015_SMW
Total Retail 2015_SMWTotal Retail 2015_SMW
Total Retail 2015_SMW
 
CPG & Digital
CPG & DigitalCPG & Digital
CPG & Digital
 
Il consumatore e lo scaffale: un nuovo category per un nuovo cliente
Il consumatore e lo scaffale: un nuovo category per un nuovo clienteIl consumatore e lo scaffale: un nuovo category per un nuovo cliente
Il consumatore e lo scaffale: un nuovo category per un nuovo cliente
 
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale AgilisCome generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
Come generare Profitti con il Web Marketing ed il Software Gestionale Agilis
 
La supply chain in tempi di incertezza
La supply chain in tempi di incertezzaLa supply chain in tempi di incertezza
La supply chain in tempi di incertezza
 
trasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezione
trasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezionetrasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezione
trasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezione
 
Smau Milano 2018 Maria Gioia Zanardi - Warrant Group
Smau Milano 2018 Maria Gioia Zanardi - Warrant GroupSmau Milano 2018 Maria Gioia Zanardi - Warrant Group
Smau Milano 2018 Maria Gioia Zanardi - Warrant Group
 
Acquisti retail: costruire relazioni durevoli coi fornitori
Acquisti retail: costruire relazioni durevoli coi fornitoriAcquisti retail: costruire relazioni durevoli coi fornitori
Acquisti retail: costruire relazioni durevoli coi fornitori
 
Microsoft e Waterdata 4T-Tech Transfer Think Tank
Microsoft e Waterdata 4T-Tech Transfer Think TankMicrosoft e Waterdata 4T-Tech Transfer Think Tank
Microsoft e Waterdata 4T-Tech Transfer Think Tank
 
Design Thinking Session: come leggere il customer journey?
Design Thinking Session: come leggere il customer journey?Design Thinking Session: come leggere il customer journey?
Design Thinking Session: come leggere il customer journey?
 
Global System Srl - Presentazione BI Division
Global System Srl - Presentazione BI DivisionGlobal System Srl - Presentazione BI Division
Global System Srl - Presentazione BI Division
 
Sviluppare il piano di internet marketing
Sviluppare il piano di internet marketingSviluppare il piano di internet marketing
Sviluppare il piano di internet marketing
 

More from Edoardo Savoia

More from Edoardo Savoia (17)

Webinar gratuito spend analysis 23 ottobre
Webinar gratuito spend analysis 23 ottobreWebinar gratuito spend analysis 23 ottobre
Webinar gratuito spend analysis 23 ottobre
 
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto - Come ridurre rischi e c...
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto  - Come ridurre rischi e c...Spedizioni internazionali e contratto di trasporto  - Come ridurre rischi e c...
Spedizioni internazionali e contratto di trasporto - Come ridurre rischi e c...
 
Impostare un sistema di freight audit
Impostare un sistema di freight auditImpostare un sistema di freight audit
Impostare un sistema di freight audit
 
Come gestire l'assegnazione delle spedizioni
Come gestire l'assegnazione delle spedizioniCome gestire l'assegnazione delle spedizioni
Come gestire l'assegnazione delle spedizioni
 
Come fare un tender efficace
Come fare un tender efficaceCome fare un tender efficace
Come fare un tender efficace
 
Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?
Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?
Quali costi e benefici legati al livello di magazzino?
 
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFP
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFPDifferenze tra RFI RFQ RFT e RFP
Differenze tra RFI RFQ RFT e RFP
 
Come predisporre un budget della logistica aziendale?
Come predisporre un budget della logistica aziendale?Come predisporre un budget della logistica aziendale?
Come predisporre un budget della logistica aziendale?
 
Un efficace freight audit in 8 passi
Un efficace freight audit in 8 passiUn efficace freight audit in 8 passi
Un efficace freight audit in 8 passi
 
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirectsOptimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
Optimisation des Coûts d‘Exploitation indirects
 
Le insidie della reverse logistics
Le insidie della reverse logisticsLe insidie della reverse logistics
Le insidie della reverse logistics
 
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
10 modi per creare efficienza ed innovazione nel magazzino
 
Le regole di Cooper per la logistica
Le regole di Cooper per la logisticaLe regole di Cooper per la logistica
Le regole di Cooper per la logistica
 
Il manuale logistico
Il manuale logisticoIl manuale logistico
Il manuale logistico
 
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costiMagazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
Magazzino, scorte e capitale circolante: come ridurre i costi
 
Newsletter 01 2018 kpi logistica
Newsletter 01 2018 kpi logisticaNewsletter 01 2018 kpi logistica
Newsletter 01 2018 kpi logistica
 
Ottimizzazione della distribuzione Retail
Ottimizzazione della distribuzione RetailOttimizzazione della distribuzione Retail
Ottimizzazione della distribuzione Retail
 

Come cambia la supply chain nel fashion

  • 1. Fashion: da industria 4.0 a supply chain 4.0
  • 2. Annuario 2018 www.smartvco.com 2 Tecnologia o Mercato? In passato, le tecnologie venivano principalmente impiegate per massimizzare l’efficienza. Oggi, invece, le imprese riconoscono che la qualità del prodotto e ancor di più il servizio al cliente fanno la differenza anche come vantaggio competitivo. Senza trascurare il controllo dei costi.
  • 4. Annuario 2018 www.smartvco.com 4 L’evoluzione della Supply chain nell’industria Fashion La tradizionale supply chain si basa su modelli di produzione basati su previsioni della domanda finale, economie di scala e produzione di massa. Questo modello è unidirezionale e sequenziale. Mentre l’attività principale è svolta dai designer che creano le collezioni, ogni altra attività dell’azienda cerca di ottimizzare ogni processo facendo riferimento alle previsioni basate sulle vendite della passata stagione e da ricerche di mercato. L’intero processo - dalla creazione al
  • 5. Annuario 2018 www.smartvco.com 5 negozio - dura in media poco più di un anno. Inoltre, la globalizzazione ha permesso alle imprese di produrre in Asia o in altri luoghi off-shore di produzione a basso costo. Il risultato sono sì costi operativi bassi, ma tempi di consegna più lunghi. Una nave da carico può impiegare fino a due mesi dalla Cina all'Europa. Di conseguenza, le imprese devono ottimizzare e gestire gli incoterms, i tassi di cambio e “scommettere” sulla probabile domanda finale. Se i negozi non vendono, la giacenza di magazzino aumenta, il marketing sarà costretto a spendere di più
  • 6. Annuario 2018 www.smartvco.com 6 in promozioni e i margini diminuiranno e, forse, la percezione del marchio ne verrà influenzata negativamente. Oggigiorno, la supply chain è totalmente cambiata in una piattaforma, non più unidirezionale o sequenziale. L'industria della moda si è evoluta e gli esempi migliori sono, ad esempio: dalla tintura del filato alla tintura del capo (Benetton), la personalizzazione dei prodotti (Nike), le collezioni “capsule” (H&M) e, naturalmente, la rivoluzione della supply chain con il fast-fashion (Zara). Infine, oggi i marchi possono progettare
  • 7. Annuario 2018 www.smartvco.com 7 attraverso il crowdsourcing(1) (Nike e H&M).
  • 8. Annuario 2018 www.smartvco.com 8 Il futuro-già oggi della Supply Chain La moda è diventata un settore estremamente competitivo - soprattutto per la velocità con cui cambiano le tendenze - ma le dimensioni o la cultura aziendale contano poco: quello che conta veramente è ridurre i tempi, accorciando la linea temporale tra l’ideazione del prodotto e il mercato. Per molte imprese ancora oggi il modello di sviluppo del prodotto è troppo lento. Mentre la maggior parte degli imprenditori è consapevole di questa necessità, la differenza dei modelli
  • 9. Annuario 2018 www.smartvco.com 9 adottati consente alle imprese più all’avanguardia di reagire alla domanda di mercato in poche settimane rispetto a una media di settore di circa 40 settimane. Perché la velocità è necessaria? In primo luogo, perché il Customer Journey(2) non è più lineare come in passato, ma continuo e dinamico. Rispetto al passato, oggi i consumatori hanno maggiori possibilità di raccogliere informazioni prima di effettuare un acquisto: ricerca in Internet, negli e- Commerce o direttamente in negozio.
  • 10. Annuario 2018 www.smartvco.com 10 Questo bisogno di velocità è anche in parte guidato dai social media che fanno conoscere le tendenze della moda a più consumatori a un ritmo più veloce rispetto al passato. Inoltre, i leader di settore stanno anche spingendo verso l'alto gli standard poiché l'analisi e le informazioni sui clienti consentono loro di soddisfare meglio le esigenze dei clienti e migliorare la capacità di risposta. Ma velocità e flessibilità portano nuove sfide. Accorciare i tempi di consegna richiede importanti modifiche al tradizionale modello di business e alla configurazione della supply chain, con il cliente come
  • 11. Annuario 2018 www.smartvco.com 11 principale motore di progettazione, produzione e promozione delle vendite. Va messo in rilievo che le imprese “vincenti” hanno non solo compreso profondamente il cambio di paradigma del settore – da fast fashion a fashion-on- demand fino a test-and-learn – riducendo significativamente il time to market, ma soprattutto hanno saputo comprendere che non tutti i prodotti richiedono una supply chain veloce. Le aziende di moda all’avanguardia hanno suddiviso le collezioni in segmenti della supply chain in base alla tipologia di prodotto e alle previsioni di vendita. Dal
  • 12. Annuario 2018 www.smartvco.com 12 ciclo di vita più lungo per le collezioni continuative a cicli più brevi per le collezioni di stagione fino a cicli rapidi per i nuovi prodotti. I quattro pilastri di Industry 4.0 sono: 1) la realtà aumentata, che aiuta le aziende a evitare errori consentendo loro di gestire l'inventario in tempo reale; 2) produzione additiva come la stampa 3-D e la robotica che consente alle aziende di produrre più velocemente; 3) Big Data, come Internet of Things che consente la centralizzazione e archiviazione dei dati;
  • 13. Annuario 2018 www.smartvco.com 13 4) l'analisi dei dati, in cui le aziende possono anticipare tendenze e roadblock. Questi pilastri saranno di valore inestimabile nel prossimo futuro per aumentare la velocità del time-to-market, la precisione nelle previsioni di vendita, la produttività, nonché diminuire i costi nella qualità del prodotto fino alla riduzione significativa delle rimanenze finali. Per ottenere questi obiettivi, sempre più le aziende eccellenti si affidano al supporto specialistico esterno, per allinearsi alle best practices di settore e realizzare concretamente il miglioramento continuo.
  • 14. Annuario 2018 www.smartvco.com 14 Quale trade-off tra servizio e costo?
  • 15. Annuario 2018 www.smartvco.com 15 La digitalizzazione o automazione della supply chain è la soluzione per le imprese del fashion che vogliono mantenere o guadagnare posizioni rilevanti nel mercato. Se realizzata con successo, nell’ambito di un’organizzazione/processo agile, la digitalizzazione aumenterà tanto la capacità di competere, quanto di servire al meglio i clienti che richiedono prodotti in tempi sempre più veloci e più esclusivi. Non solo: le imprese che hanno già saputo trasformarsi, vedono la supply chain agile non più come centro di costo,
  • 16. Annuario 2018 www.smartvco.com 16 ma come driver delle vendite creando al contempo più valore per l’Impresa. Per un check-up gratuito, contatta Smart VCO, mandando una mail a: sales@smartvco.com.
  • 17. Annuario 2018 www.smartvco.com 17Note (1) Grazie a Internet, la linea tra designer, consumatore e marchio si sta offuscando sempre di più. I grandi player, così come anche piccole start-up, stanno creando sempre più imprese in cui il consumatore ha voce in capitolo su ciò che viene progettato e prodotto. I creativi/designer possono condividere e valutare i modelli degli altri. In alcuni casi, chiunque può creare un modello ed essere pagato quando qualcun altro lo ordina. (2) Il customer journey (tradotto letteralmente in "il viaggio del consumatore") è un termine usato nel campo del marketing. Indica il percorso e tutti i punti di contatto tra un consumatore e un marchio, un prodotto o un servizio e include, oltre ai momenti di interazione diretta tra cliente e azienda, anche i contatti indiretti, come le opinioni di terzi (social, blog, recensioni). Grazie alla peculiarità di analizzare il viaggio visto con gli occhi del consumatore, questo approccio permette alle aziende di capire e migliorare l'esperienza di consumo nel suo complesso e percepire il vantaggio competitivo.
  • 18. Annuario 2018 www.smartvco.com 18 Dal 2007 Smart VCO Consulting supporta le aziende per l’ottimizzazione della Supply Chain, attraverso interventi di consulenza e attività operative. È specializzata nella riduzione dei costi della logistica, nella razionalizzazione dei processi aziendali e nell’affiancamento al cliente per il cambiamento del modello organizzativo. Si affidano a Smart VCO aziende industriali e commerciali che operano in diversi settori, a livello nazionale ed internazionale, per dare risposte a specifiche esigenze aziendali: • Dare valore ed efficienza in tutti i processi che riguardano la logistica • Individuare opportunità di risparmio e trasformarle in obiettivi gestibili • Migliorare la gestione del magazzino e gestirne i processi innovativi. CHI SIAMO
  • 19. Annuario 2018 www.smartvco.com 19 Smart VCO Consulting Srl Via Sommacampagna 63/h Verona info@smartvco.com