monsù  Tina  by  Aflo “ Accademia d’ ‘o mmusc’ magnà” Seppie con i piselli, antica ricetta Napoletana
La stagione non è adatta quindi useremo per tre persone 400 gr.di piselli surgelati
Queste sono le nostre seppie
Un primo piano per le signorine
Due seppie di circa 400 gr ogni una ,queste appaiono un po’ maltrattate perché sono di paranza
Ovviamente sarebbe preferibile non rompere la vescichetta del nero,Tina non ci è riuscita ed il nero di seppia è un po’ du...
Apriamole  sul  dorso  con  un  coltellino  o  forbici  da cucina
Attraverso quella incisione eliminiamo il cosiddetto osso di seppia,in parole povere quello che appare nelle gabbie di tut...
Dopo aver pulito del tutto dal nero di seppia
Tagliamo a pezzi e striscioline la sacca ed i tentacoli
Mettiamo in una padella antiaderente una cipolla bianca tagliata a fettine sottili e facciamola imbiondire con un  filo di...
Nel frattempo  diamo un bollo ai nostri piselli
E teniamoli da parte
Una volta imbiondita la cipolla
Mettiamo le seppie  nella padella
Cominciamo il lavoro vero
Lasciamo cuocere a fuoco medio
Lasciamo cuocere coperto per una decina di minuti a fuoco medio
Le seppie si stanno rosolando
In questa fase non dobbiamo dimenticare di aggiungere un mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciarlo evaporare
A questo punto possiamo aggiungere i piselli che abbiamo scottato
Dovranno stufare per bene
Soltanto ora aggiustiamo di sale
Maciniamo un po’ di pepe
A me piace abbondare un pochino
Diamo una prima rimestata
Continuiamo a farlo spesso
Proseguiamo a fuoco vivace almeno per altri 10-15 minuti
Aggiungiamo con abbondanza prezzemolo tritato
La padellata di seppie e piselli è bene stufata e pronta per i piatti
Iniziamo  a riempire un piatto
Ci raccomandiamo all’equità dell’operatore
Il nostro dipinto in tre dimensioni è  finito
Ammiriamo ancora una volta  l’armonia dei colori dei profumi fragranti
E finalmente possiamo iniziare la nostra degustazione non senza augurare buona fame a tutti i nostri amici degli amanti  d...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Seppie Con I Piselli

1,449 views

Published on

Un'altra pietanza di chiara origine greca o macedone in generale entrata da secoli nella nostra tradizione.Splendida!!!
Aflo

Published in: Self Improvement, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,449
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Seppie Con I Piselli

  1. 1. monsù Tina by Aflo “ Accademia d’ ‘o mmusc’ magnà” Seppie con i piselli, antica ricetta Napoletana
  2. 2. La stagione non è adatta quindi useremo per tre persone 400 gr.di piselli surgelati
  3. 3. Queste sono le nostre seppie
  4. 4. Un primo piano per le signorine
  5. 5. Due seppie di circa 400 gr ogni una ,queste appaiono un po’ maltrattate perché sono di paranza
  6. 6. Ovviamente sarebbe preferibile non rompere la vescichetta del nero,Tina non ci è riuscita ed il nero di seppia è un po’ duro da eliminare
  7. 7. Apriamole sul dorso con un coltellino o forbici da cucina
  8. 8. Attraverso quella incisione eliminiamo il cosiddetto osso di seppia,in parole povere quello che appare nelle gabbie di tutti i nostri canarini
  9. 9. Dopo aver pulito del tutto dal nero di seppia
  10. 10. Tagliamo a pezzi e striscioline la sacca ed i tentacoli
  11. 11. Mettiamo in una padella antiaderente una cipolla bianca tagliata a fettine sottili e facciamola imbiondire con un filo di olio di ev di oliva
  12. 12. Nel frattempo diamo un bollo ai nostri piselli
  13. 13. E teniamoli da parte
  14. 14. Una volta imbiondita la cipolla
  15. 15. Mettiamo le seppie nella padella
  16. 16. Cominciamo il lavoro vero
  17. 17. Lasciamo cuocere a fuoco medio
  18. 18. Lasciamo cuocere coperto per una decina di minuti a fuoco medio
  19. 19. Le seppie si stanno rosolando
  20. 20. In questa fase non dobbiamo dimenticare di aggiungere un mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciarlo evaporare
  21. 21. A questo punto possiamo aggiungere i piselli che abbiamo scottato
  22. 22. Dovranno stufare per bene
  23. 23. Soltanto ora aggiustiamo di sale
  24. 24. Maciniamo un po’ di pepe
  25. 25. A me piace abbondare un pochino
  26. 26. Diamo una prima rimestata
  27. 27. Continuiamo a farlo spesso
  28. 28. Proseguiamo a fuoco vivace almeno per altri 10-15 minuti
  29. 29. Aggiungiamo con abbondanza prezzemolo tritato
  30. 30. La padellata di seppie e piselli è bene stufata e pronta per i piatti
  31. 31. Iniziamo a riempire un piatto
  32. 32. Ci raccomandiamo all’equità dell’operatore
  33. 33. Il nostro dipinto in tre dimensioni è finito
  34. 34. Ammiriamo ancora una volta l’armonia dei colori dei profumi fragranti
  35. 35. E finalmente possiamo iniziare la nostra degustazione non senza augurare buona fame a tutti i nostri amici degli amanti d’’o mmusc’ magnà. Fortunatamente questi antichi piatti tradizionali si riscoprono nuovamente anche nella ristorazione rivolta ad un pubblico esigente e alla ricerca dei nostri sapori dimenticati monsù Tina by Aflo [email_address]

×