Fotografie ed elaborazioni originali di  Antonio Florino
Per 6 persone procuriamo 800 gr di peperoncini verdi. Priviamoli del picciuolo e laviamoli.
Asciughiamoli con una “mappina” (canovaccio da cucina) con accuratezza
Versiamo in una padella antiaderente abbondante olio di semi di soia
Dopo un poco mettiamone alcuni per valutare la temperatura dell’olio
La temperatura è ottima mettiamo i puparoncielli
Friggiamo aiutandoci con una votapesce e una retina copripadella ( i peperoncini essendo acquosi tendono a scoppiettare)
 
 
Una volta raggiunto un colore piuttosto bruno li scoliamo
 
E li versiamo in un piatto
Aggiungiamo sugli strati che andiamo formando un pizzico di sale
 
I nostri puparoncielli sono fritti e salati
Buttiamo l’olio usato per friggere e lasciamo solo la padella appena unta. Aggiungiamo un paio di spicchi di aglio
Prendiamo circa 600 gr di pomodorini del Vesuvio ( ‘o bedite ‘o pizzo?)
 
Stacchiamoli dal picciuolo e laviamoli in acqua corrente
 
Tagliamoli a pezzettoni grossolani e mettiamoli in padella
 
Aggiungiamo un pizzico di sale
Facciamo cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio
A questo punto versiamo i peperoncini nella salsina
 
 
Avutamm’ ( rigiriamo) di tanto in tanto
 
E lasciamo che i peperoncini stufino a fuoco basso
Tutto pronto , tocco finale una “ schiocca ‘e vasenicola “ ( un ciuffo di basilico)
Mettiamo il tutto in un piatto da portata e…in tavola. A proposito questo piatto può essere un contorno o un’ottimo sugo p...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Puparunciell' verdi fritti ch' 'e pummarulelle d' 'o piennolo

1,128 views

Published on

come antipasto,contorno, condimento per maccheroni.Sempre ottimi Aflo

4 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,128
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
4
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Puparunciell' verdi fritti ch' 'e pummarulelle d' 'o piennolo

  1. 1. Fotografie ed elaborazioni originali di Antonio Florino
  2. 2. Per 6 persone procuriamo 800 gr di peperoncini verdi. Priviamoli del picciuolo e laviamoli.
  3. 3. Asciughiamoli con una “mappina” (canovaccio da cucina) con accuratezza
  4. 4. Versiamo in una padella antiaderente abbondante olio di semi di soia
  5. 5. Dopo un poco mettiamone alcuni per valutare la temperatura dell’olio
  6. 6. La temperatura è ottima mettiamo i puparoncielli
  7. 7. Friggiamo aiutandoci con una votapesce e una retina copripadella ( i peperoncini essendo acquosi tendono a scoppiettare)
  8. 10. Una volta raggiunto un colore piuttosto bruno li scoliamo
  9. 12. E li versiamo in un piatto
  10. 13. Aggiungiamo sugli strati che andiamo formando un pizzico di sale
  11. 15. I nostri puparoncielli sono fritti e salati
  12. 16. Buttiamo l’olio usato per friggere e lasciamo solo la padella appena unta. Aggiungiamo un paio di spicchi di aglio
  13. 17. Prendiamo circa 600 gr di pomodorini del Vesuvio ( ‘o bedite ‘o pizzo?)
  14. 19. Stacchiamoli dal picciuolo e laviamoli in acqua corrente
  15. 21. Tagliamoli a pezzettoni grossolani e mettiamoli in padella
  16. 23. Aggiungiamo un pizzico di sale
  17. 24. Facciamo cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio
  18. 25. A questo punto versiamo i peperoncini nella salsina
  19. 28. Avutamm’ ( rigiriamo) di tanto in tanto
  20. 30. E lasciamo che i peperoncini stufino a fuoco basso
  21. 31. Tutto pronto , tocco finale una “ schiocca ‘e vasenicola “ ( un ciuffo di basilico)
  22. 32. Mettiamo il tutto in un piatto da portata e…in tavola. A proposito questo piatto può essere un contorno o un’ottimo sugo per una splendida pasta al dente. Facite vuje, l’importante è che apprezziate i sapori e profumi mediterranei e scusate la falsa modestia quelli Napoletani sonc’ ‘e megli. Buona fame a tutti Monsù Tina e Aflo [email_address] Angela Luce- Ninì Tirabusciò

×