Calamarata

5,990 views

Published on

Ottima ricetta di Pasta pomodori e Calamari.Ricetta di pesce facile ma buonissima e di effetto

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
5,990
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
24
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Calamarata

  1. 1. Accademia d’’o mmusc’ magnà Calamarata con i Calamari anche se vi sembra un bisticcio di parole monsù Tina by Aflo
  2. 2. Ingredienti per due persone: due calamari freschissimi, due spicchi di aglio,400 gr di pomodori o Sammarzano o del Piennolo,200 gr di pasta “Calamarata” olio ev di oliva,dieci dodici olive di Gaeta,prezzemolo in abbondanza, peperoncino tritato e sale qb
  3. 3. i calamari per semplicità li abbiamo fatti eviscerare e privare della “penna” dal nostro pescivendolo di fiducia Giovanni
  4. 4. Comunque una lavatina…
  5. 5. Qualcuno rabbrividirà ma in cucina le forbici sono davvero insostituibili,le usiamo per fare ad anellini la sacca dei calamari
  6. 6. Naturalmente lo stesso faremo per i tentacoli
  7. 7. Non vi sembra comodo?
  8. 8. I calmari sono pronti,mettiamoli da parte
  9. 9. In una ampia padella mettiamo l’aglio,il peperoncino,un filo di olio ev di oliva e gli spicchi di aglio
  10. 10. Lasciamo imbiondire gli spicchi di aglio
  11. 11. Una volta imbiondito l’aglio aggiungiamo i calamari
  12. 12. Smuoviamo un pochino il tegame
  13. 13. Ci possiamo aiutare con un cucchiaio rigorosamente di legno
  14. 14. Ancora qualche minuto…
  15. 15. Ecco.la prima fase è terminata
  16. 16. Precedentemente avevamo preparato i pomodori a filetti
  17. 17. Uniamoli ai calamari
  18. 18. Lasciamoli cuocere con i calamari per qualche minuto
  19. 19. Intanto snoccioliamo dieci o dodici ulive di Gaeta
  20. 20. I pomodori sono cotti
  21. 21. Aggiungiamo le ulive snocciolate al sugo di calamari e pomodori
  22. 22. Facciamo insaporire per qualche minuto
  23. 23. Il sugo è pronto per sposare la pasta
  24. 24. Questo è il formato speciale che si chiama “Calamarata”,vi risparmio il calare e lo scolare la pasta che comunque deve essere molto al dente
  25. 25. Colata la pasta mettiamola nella padellona con il sugo aggiungendo sempre un pochino di acqua di cottura
  26. 26. Questo è il consueto trucchetto per terminare la cottura della Calamarata
  27. 27. Sempre rigirando la pasta
  28. 28. Il sughetto si stà stringendo al punto giusto
  29. 29. La Calamarata è pronta
  30. 30. Prepariamo i piatti
  31. 31. Lo strumento che stiamo usando è “’o cuppino”
  32. 32. Prepariamo le porzioni
  33. 33. L’immagine parla da sola
  34. 34. È visibile come la qualità della nostra pasta di Gragnano tenga bene la cottura
  35. 35. Vi chiedo perdono se indugio sulle immagini
  36. 36. Ma questo è il mio modo di raccontare
  37. 37. Guardiamo con attenzione se tutto va bene
  38. 38. Perfetto…possiamo cominciare a mangiare con gusto
  39. 39. Non ci resta che augurare a tutti di dare il giusto valore alla “tavola”non solo come piacere del palato ma come momento di aggregazione e condivisione e allora buona fame a tutti,anche agli amici che dovranno usare calamari del Ticino,del Po,o del Tevere…o dell’Ipercoop ,noi ci accontentiamo di quelli del golfo di Napoli.Serenità a tutti monsù Tina by Aflo antonio.florino@gmail.com

×