Foscolo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Foscolo

on

  • 7,076 views

ugo foscolo

ugo foscolo

Statistics

Views

Total Views
7,076
Views on SlideShare
7,051
Embed Views
25

Actions

Likes
2
Downloads
90
Comments
0

2 Embeds 25

http://www.slideshare.net 24
http://www.slideee.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Foscolo Foscolo Presentation Transcript

    • Ugo Foscolo Opere Sepolcri giovanili Le Grazie Odi Ultime lettere di Didimo Chierico Jacopo Ortis Altri scritti Sonetti Vita
    • Opere giovanili La vena poetica di Foscolo si scopre in giovanissima età quando comincia a scrivere componimenti di gusto arcadico e neoclassico.
    • Ultime lettere di Jacopo Ortis L’ Ortis scritto tra il 1798 ed il 1817, rappresenta il conflitto tra società ed intellettuale che avverte la mancanza di una patria e che vede come via di fuga alle sue sventure la morte, unica via d’uscita alla crisi storica. All’interno dell’opera si colgono, però, valori positivi come la famiglia, gli affetti, la tradizione culturale italiana e classica, la poesia, le illusioni avvertite come uscite di sicurezza per vincere il nichilismo e la delusione storica.
    • Le Odi Dedicate a Luigia Pallavicini caduta da cavallo ed All’amica risanata (Antonietta Fagnani Arese), mostrano tendenze neoclassiche. Emerge il tema della bellezza ideale che può purificare dalle passioni e rasserenare l’animo, e quello della poesia eternatrice.
    • I sonetti I sonetti sono più vicini alla sensibilità dell’ Ortis e presentano vari riferimenti alla passionalità, all’autobiografia, al soggettivismo alfieriano , all’eroismo, al contrasto con il reo tempo presente, al nulla eterno, all’esilio e alla ricerca di una patria sicura, all’affetto dei cari, alla terra materna, ai miti antichi, alla poesia eternatrice , alle illusioni, come la sepoltura lacrimata, tutti spunti che tentano di superare il nichilismo.
    • Dei sepolcri Il carme dei Sepolcri rappresenta il superamento del nichilismo generato dalla delusione storica delle speranze rivoluzionarie. Al centro del poemetto c’è il motivo della morte a cui si contrappone quello della sopravvivenza garantita dalla tomba che conserva la memoria dei defunti. Il monito dei grandi uomini sepolti spinge, secondo il poeta, alla loro emulazione, perciò, Foscolo ripropone l’idea possibilità dell’azione politica.
    • Le Grazie L’ inno alle Grazie dedicato a Venere , dea della “ bella natura ”, a Vesta , “ custode del fuoco eterno che anima i cuori gentili ”, ed a Pallade , “ dea delle arti consolatrici della vita e maestra degli ingegni ”, i tre inni rappresentano le funzioni della bellezza e delle arti che permettono di purificare ed ingentilire le passioni e di promuovere l’incivilimento.
    • Didimo Chierico Altra maschera di Ugo Foscolo ma che si presenta come anti-Ortis, infatti se Jacopo è l’eroe appassionato e disperato, Didimo è disincantato, ironico, distaccato e sente il fuoco della passione come calore di fiamma ormai lontano. Didimo avverte il bisogno di dominio della passionalità ed è alla ricerca di una serenità che possa filtrare i tumulti del presente. Un sentimento simile a quello che conduce Foscolo a scrivere le Grazie,
    • Altri scritti Foscolo si dedicò alla compilazione di tragedie, di operette satiriche, di critica letteraria, disciplina in cui segnò una svolta rispetto all’erudizione, precettistica e retorica del Settecento.
    • Fine Siamo abbastanza lieti di avervi condotto in questo viaggio alla scoperta della poetica di Ugo Foscolo.