Casi di gioco per il turismo urbano in mobilità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Casi di gioco per il turismo urbano in mobilità

on

  • 241 views

La presentazione di un lavoro al convegno "“Il turismo culturale europeo verso il 2020. Città ri-visitate”, organizzato da Comune di Bergamo, CeSTIT, Circuito Città d’Arte della Pianura Padana ...

La presentazione di un lavoro al convegno "“Il turismo culturale europeo verso il 2020. Città ri-visitate”, organizzato da Comune di Bergamo, CeSTIT, Circuito Città d’Arte della Pianura Padana e SISTUR, con il patrocinio di IfittItaly. Bergamo, 14 marzo 2014

Statistics

Views

Total Views
241
Views on SlideShare
241
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Casi di gioco per il turismo urbano in mobilità Casi di gioco per il turismo urbano in mobilità Presentation Transcript

  • Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Città ri-visitate, Bergamo, 14 marzo 2014 Daniela Desperati Roberto Peretta Università degli studi di Bergamo Centro Studi per il Turismo e l'Interpretazione del Territorio, CeSTIT IfittItaly
  • Un sommario di questa presentazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 2 1. Il viaggio e il gioco 2. Il digitale si impadronisce del viaggio e del gioco 3. Heritage e trasmissione del sapere sociale 4. Le dimensioni funzionali della gamification 5. Condizioni per una gamification dello heritage Di che cosa parliamo Gioco fine a se stesso Raccolta punti Socializzazione Competizione Luogo Personalizzazione Geolocalizzazione Informazione Racconto geolocalizzato Intermediazione culturale Grafica, animazione Realtà aumentata Sistemi operativi non iOS
  • Il viaggio e il gioco Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 3 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Fonte: presentazione per Xu, Weber, Buhalis, 2014
  • Il viaggio, il gioco e il luogo Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 4 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Fonte: Daniela Desperati, Roberto Peretta
  • Il gioco Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 5 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Gamification? Non tanto videogame, né Second Life. Un’elementare dimensione ludica è oramai comune nelle pagine web e nelle app. Nemmeno di questo, però, stiamo parlando. Stiamo parlando invece di un’attività che è tipica della specie. Un’attività importante, forse decisiva. Un’attività culturale.
  • Il digitale si è impadronito del viaggio Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 6 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Le app, con la loro componente ludica irresistibile, sono nate da Apple, in lotta con il mondo Android – che è di Google. Il turismo ha visto nel 2013 il 40.4% delle sue prenotazioni effettuate attraverso mezzi digitali. L’intermediazione digitale del turismo è una guerra senza quartiere, soprattutto fra Booking.com e TripAdvisor. Le mappe web sono dominio di Google e dei colossi del dato per la navigazione satellitare: TeleAtlas e Navteq. Fonte: European Travel Commission, 2013, su dati Barclays Capital ricavati da PhocusWright, 2012
  • Il digitale si impadronisce del gioco di viaggio Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 7 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Il digitale è quasi padrone del viaggio. Ora l’avvento della parola chiave gamification preannuncia un digitale pronto a impadronirsi del gioco. Le radici sono nei flipper, nelle raccolte punti introdotte fin dagli anni ’60 del ’900, e nei videogame. È l’ennesimo campo in cui il digitale invade l’analogico – o se volete il reale, il concreto, il vero – senza che possiamo farci nulla. Ma possiamo almeno combattere ad armi pari, cominciando ad analizzare come il digitale invade l’attività culturale che è il gioco. E servircene, per stare al gioco…
  • Heritage e trasmissione del sapere sociale Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 8 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Il digitale ha memoria digitale. Le comunità hanno memoria umana. Se vogliamo continuare a trasmettere alle generazioni future e ai nostri turisti ospiti (paganti…) la memoria delle nostre comunità e la coscienza del nostro heritage, abbiamo bisogno che anche i nostri giochi digitali possano rispondere a criteri non stranianti. Abbiamo bisogno di individuare quali dimensioni funzionali della gamification servono a non cancellare memoria e heritage.
  • Dimensioni funzionali della gamification Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 9 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Come funziona la gamification per il turismo, specie quello urbano? La letteratura identifica cinque dimensioni funzionali. Cercando app in concreto, abbiamo articolato di più le dimensioni. 1. Gioco fine a se stesso 2. Raccolta punti 3. Socializzazione 4. Competizione 5. Luogo 6. Personalizzazione 7. Geolocalizzazione 8. Informazione 9. Racconto geolocalizzato 10. Intermediazione culturale 11. Grafica, animazione 12. Realtà aumentata 13. Sistemi operativi non iOS
  • Dimensioni della gamification – 1. Flipper Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 10 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Naturalmente, condizione necessaria perché ci possa essere gamification è che l’utente sia ludens. Possiamo chiamare questa dimensione gioco fine a se stesso, come quando ci si isolava dal mondo esterno nei bar, premendo sulle levette di un flipper, o come adesso non riusciamo a staccare i nostri bambini dai tastini di un videogame, o ci vergogniamo se qualcuno sbircia di spalle il nostro monitor e scopre che in realtà stiamo facendo un solitario. Un esempio turistico è Laplication.
  • Dimensioni – 2. Raccolta punti Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 11 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Un’altra dimensione spesso utilizzata in gamification per coinvolgere è la raccolta punti. In Foursquare assume soprattutto la forma della conquista di badge. Questa formula cattura l’utenza soprattutto in culture diverse dalla nostra, per esempio negli USA. Ma è indubbio che in qualche modo funzioni ovunque.
  • Dimensioni – 3. Informazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 12 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Possiamo essere puristi fin che vogliamo – e vergognarci senza ragione se ci scoprono a fare un solitario – ma rimane il fatto indiscutibile che la nostra specie gioca perché giocando impara. Parlando di turismo, la maggior parte delle applicazioni in mobilità dedicate al turismo ha lo scopo di dare informazioni agli utenti. Così i turisti imparano il luogo.
  • Dimensioni – 4. Socializzazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 13 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Sono check-in, commenti, foto, video, consigli postati ogni giorno da tutti noi sui social network… È la forma di socializzazione virtuale più comune, più evidente. Ma la gamification può consentire di socializzare anche di persona, come accade in alcuni esempi interessanti di app turistiche. Per esempio Play Toronto!
  • Dimensioni – 5. Competizione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 14 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità L’idea di vincere è iscritta nel genoma della specie. Ce ne sono esempi nobili come le Olimpiadi, e digitali come le raccolte di badge su Foursquare. Le app possono far competere con cacce al tesoro, come in TravelPlot Porto.
  • Dimensioni – 6. Luogo Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 15 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Nella gamification turistica il luogo non coincide sempre con la presenza fisica, né con una coscienza dell’identità del luogo. Bram Stoker’s Vampires, per dire, parte dal fatto che l’autore di Dracula ha studiato al Trinity College, e qui colloca il gioco. Ma incoraggia a fotografare vampiri dublinesi su un prato austriaco o una spiaggia egiziana…
  • Dimensioni – 7. Personalizzazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 16 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità La si può definire come l’opportunità di scegliere, articolare, modificare un testo – scritto, visivo, sonoro – in funzione dell’utente singolo o di una categoria di utenti. Ottimo esempio è Vporto, un’app turistica di Oporto, in Portogallo, che per prima cosa chiede all’utente di quale umore si senta quel giorno, e consiglia di conseguenza.
  • Dimensioni – 8. Geolocalizzazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 17 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità È la messa in rapporto delle coordinate geografiche dell’utente in un certo momento con quelle di un luogo fisico. Opportunamente gestita, può avere come effetto collaterale una relazione intima fra l’utente e il luogo. Può farlo anche consigliando altri luoghi accessorii in prossimità.
  • Dimensioni – 9. Racconto geolocalizzato Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 18 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Si può far raccontare il luogo al turista (post, foto, video…) oppure dargli una sceneggiatura – che spesso romanza episodi storici o rielabora narrazioni letterarie – in cui intervenire come in Death at Berlin Wall.
  • Dimensioni – 10. Intermediazione culturale Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 19 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Ne è condizione l’immersione dell’utente nell’ambiente altro. Secondo il National Trust for Historic Preservation statunitense, heritage tourism è “travelling to experience the places and activities that authentically represent the stories and people of the past” e cultural heritage tourism è “travelling to experience the places and activities that authentically represent the stories and people of the past and present.” La gamification non è ovviamente necessaria, ma può aiutare…
  • Dimensioni – 11. Grafica, animazione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 20 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità L’attrattività visiva ha comprensibilmente il suo peso nel coinvolgere.
  • Dimensioni – 12. Realtà aumentata Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 21 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità La sovrapposizione di uno strato visivo e informativo all’immagine della realtà presa dalla camera di uno smarphone può – si è visto – suggestionare con proposte scenografiche oppure dare altre informazioni su edifici o prodotti esistenti.
  • Dimensioni – 13. Sistemi operativi non iOS Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 22 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Com’è noto, la questione degli standard è fondamentale quando si parla di usabilità di qualsiasi cosa, app comprese. Il mondo Apple, dove le app sono nate, è un mondo chiuso. In quest’ultima dimensione proponiamo di considerare la disponibilità del prodotto in altri mondi.
  • Condizioni per una gamification dello heritage Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 23 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Delle tredici dimensioni che abbiamo individuato – scelta che ovviamente si può discutere, anzi meglio se si discute e la si affina – siamo comunque certi che per consentire un’intermediazione culturale del territorio urbano con app di gioco in mobilità • ogni dimensione è compatibile • la socializzazione è molto utile • le minime comuni denominatrici indispensabili sono • il luogo serve, ma non basta. Gioco fine a se stesso Raccolta punti Socializzazione Competizione Luogo Personalizzazione Geolocalizzazione Informazione Racconto geolocalizzato Grafica, animazione Realtà aumentata Sistemi operativi non iOS
  • Una premessa e una conclusione Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità, Bergamo, 14 marzo 2014 24 Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Fonte: presentazione per Xu, Weber, Buhalis, 2014
  • Casi di gioco nel turismo urbano in mobilità Città ri-visitate, Bergamo, 14 marzo 2014 Daniela Desperati Roberto Peretta Università degli studi di Bergamo Centro Studi per il Turismo e l'Interpretazione del Territorio, CeSTIT http://www.unibg.it/turismo/ IfittItaly http://ifittitaly.it/