Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

trasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezione

1,347 views

Published on

2° lezione: i canali di comunicazione innovativi in nuovo mercato:

diffondere la cultura imprenditoriale approfondendo le dinamiche della nascita di un’impresa innovativa o del lancio di un nuovo prodotto / servizio sul mercato, trasferimento di concetti e conoscenze al fine di trasformare un’idea in un business sostenibile.

Published in: Marketing
  • Be the first to comment

trasformare un’idea in un business che funziona | 2° lezione

  1. 1. trasformare un’idea in un business che funziona 2° lezione | i canali di comunicazione innovativi in nuovo mercato venerdi 22 novembre 2013 - jesi GOextra è un marchio di
  2. 2. 1. GOextra GOextra è la nuova business unit di e-xtrategy che ha come obiettivo quello di guidare startup e imprese - attraverso un percorso di mentoring - nella definizione di un modello di business e di un prototipo sostenibile nel mercato. Quello che ci rende unici è il metodo, l'utilizzo di nuovi strumenti di business e una profonda conoscenza del settore startup: l’affiancamento costante darà la possibilità a tutti i componenti del team di esprimersi, coadiuvati dal lavoro del Mentor che funge da “facilitatore di processi aziendali e di apprendimento”.
  3. 3. 1. GOextra OBIETTIVO FORMAZIONE L'obiettivo primario di questa sessione formativa è diffondere la cultura imprenditoriale approfondendo le dinamiche della nascita di un'impresa innovativa: trasferimento di concetti econoscenze al fine di trasformare un'idea imprenditoriale in un business sostenibile nel mercato.
  4. 4. 1. indice - la strategia oceano blu - la coda lunga - la SWOT analysis - i canali - le metriche: misurare l’avanzamento nel ciclo di vita del cliente
  5. 5. 2. riassunto lezione precedente
  6. 6. 2. domande lezione precedente - avete iniziato a leggere alcuni libri? - quali sono gli aspetti che vorreste applicare alla vostra azienda o idea per avere benefici? quali sono quelli più difficili da applicare?
  7. 7. 2. milestone la coda lunga futuro artigiano strategia ocena blu il cigno nero economia delle esperienze web analytics 2.0
  8. 8. 2. social guru brian solis david armano jeremiah owjang
  9. 9. 3. strategia oceano blu creare settori completamente nuovi, invece di competere nei settori esistenti modificando i modelli già stabiliti. esplorare gruppi di non clienti per creare oceani blu ed entrare in mercati non acora toccati.
  10. 10. 3. strategia oceano blu ELIMINARE | quali dei fattori che il settore da per scontati dovrebbero essere eliminati ? RIDURRE | quali fattori dovrebbero essere ridotti molto al di sotto dello standard del settore ? AUMENTARE | quali fattori dovrebbero essere innalzati molto al di sopra dello standard del settore? CREARE | quali fattori che il settore non ha mai offerto dovrebbero essere creati ?
  11. 11. 3. strategia oceano blu e business model canvas - COSTI + VALORE
  12. 12. 3. strategia oceano blu e business model canvas IMPLICAZIONI DEI COSTI CREAZIONE DEL VALORE
  13. 13. 3. strategia oceano blu
  14. 14. 4. la coda lunga
  15. 15. 4. la coda lunga modelli di business che si basano sulla vendita di una minore quantità di un maggior numero di prodotti: la vedita aggregata di prodotti di nicchia è altrettanto redditizia del modello tradizionale. TOP 20% piccolo numero di prodotti da grandi volumi LONG TAIL 80% ampio numero di prodotti da bassi volumi
  16. 16. 4. la coda lunga e lego
  17. 17. 4. la coda lunga il valore offerto si rivolge solo ai clienti da cui si può ricavare il massimo profitto. il nuovo valore offerto è rivolto ad un gran numero di segmenti di nicchia della clientela, singolarmente meno remunerativi ma che aggregati diventano reddittizzi.
  18. 18. 5. SWOT analysis VALUTARE REGOLARMENTE il modello di business significa valutare lo stato di salute della propria posizione sul mercato e agire di conseguenza → apportare migliorie incrementali → fare un serio intervento di innovazione per rendersi conto per tempo dei problemi
  19. 19. - ESTERNO - - INTERNO - 5. SWOT analysis PUNTI di FORZA strength OPPORTUNITÀ DEBOLEZZE weaknesses RISCHI opportunities threats - POSITIVO - - NEGATIVO -
  20. 20. 5. SWOT analysis Quali sono le debolezze di un’organizzazione? Quali i punti di forza? FATTORI INTERNI Quali opportunità ha l’organizzazione? Quali potenziali rischi deve affrontare? FATTORI ESTERNI
  21. 21. 5. SWOT analysis sono disponibili prodotti e servizi sostitutivi? RISCHI siamo eccessivamente la qualità delle dipendenti da nostre risorse è alcuni partner? messa a rischio? quali costi rischiano di crescere più velocemente dei ricavi che supportano? c’è il rischio che i nostri canali perdano importanza per i nostri clienti? il nostro mercato potrebbe saturarsi a breve? quanto velocemente aumenterà la concorrenza nel nostro mercato? quali flussi di ricavi potrebbero venir meno in futuro?
  22. 22. 5. SWOT analysis potremmo standardizzare alcune attività quali altre chiave? esigenze dei OPPORTUNITÀ clienti potremmo soddisfare? ci sono opportunità di cross-selling con i partner? dove possiamo ridurre i costi? potremmo migliorare la personalizzazione? potremmo servire nuovi segmenti di clientela? per quali altri elementi i clienti sarebbero disposti a pagare?
  23. 23. 5. SWOT analysis PUNTI di FORZA il nostro valore offerto è adeguato alle esigenze del cliente. siamo focalizzati e lavoriamo con i è difficile, per i partner in caso di concorrenti, riprodurre le nostre necessità. risorse chiave. beneficiamo di economie di scala. le nostre operazioni sono efficienti in termini di costi. i tassi di abbandono dei clienti sono bassi. il canale ha un’elevata possibilità di accesso fra i clienti. beneficiamo di forti margini. i nostri ricavi sono prevedibili.
  24. 24. 5. SWOT analysis DEBOLEZZE è facile copiare le nostre attività non ci sono chiave. sinergie fra i nostri prodotti e servizi. il nostro marchio è debole. la base clienti non è segmentata. le relazioni lavorative con i partner chiave sono conflittuali. i nostri costi non sono prevedibili. la nostra struttura dei costi e il nostro modello di business non si combinano bene. dipendiamo da un unico flusso di ricavi. affrontiamo costi elevati prima di incassare ricavi.
  25. 25. 5. SWOT analysis la SWOT analysis fornisce un’istantanea della situazione attuale e suggerisce alcune traiettorie future verso cui evolvere
  26. 26. 6. il business model canvas
  27. 27. 6. i canali descrive il modo in cui l’azienda comunica e raggiunge il suo segmento di clienti per fornire la sua value proposition
  28. 28. 7. il marketing tradizionale ?
  29. 29. 7. online / offline il Brand non sta nei nostri Mktg Dept ma nella testa dei nostri Consumatori ! ON LINE OFF LINE
  30. 30. 8. digital media
  31. 31. 8. digital media OWNED MEDIA PAID MEDIA SOCIAL PLATFORM EARNED MEDIA
  32. 32. 8. digital media Relation Conversation OWNED MEDIA PAID MEDIA SOCIAL PLATFORM EARNED MEDIA Click Feedback
  33. 33. 9. “famolo virale”
  34. 34. 9. promotion WEB MARKETING OWNED MEDIA PAID MEDIA SOCIAL PLATFORM EARNED MEDIA SOCIAL MEDIA MARKETING
  35. 35. 9. promotion WEB MARKETING SEO OWNED MEDIA PAID MEDIA PPC SMO SOCIAL PLATFORM EARNED MEDIA CROWD SOURCING SOCIAL MEDIA MARKETING
  36. 36. 9. il processo OWNED & PAID CLIENTE SOCIAL & EARNED prodotto o servizio bisogno opinione
  37. 37. 10. owned media strumento: sito web obiettivi: una piattaforma propia per testare il valore offerto metriche: visitatori unici, durata della visita, frequenza di rimbalzo, percentuale nuove visite
  38. 38. 10. owned media strumento: blog obiettivi: storytelling della startup metriche: articoli più letti, parole chiave in entrata, commenti, condivisioni
  39. 39. 10. owned media strumento: applicazione mobile obiettivi: fruizione del progetto in mobilità metriche: N° download, N° registrazioni
  40. 40. 11. paid media strumento: google adwords obiettivo: promozione del progetto nel circuito di google metriche: N° click, N° conversioni
  41. 41. 11. paid media strumento: facebook ads obiettivo: promozione del progetto nel circuito di facebook metriche: N° click, N° conversioni
  42. 42. 12. social platform
  43. 43. 12. social platform strumento: facebook obiettivi: passa parola (sentiment, engagement) metriche: mi piace, commenti, condivisioni
  44. 44. 12. social platform strumento: twitter obiettivi: veloci flash sulla vita quotidiana aziendale + durante lo svolgimento di eventi può essere utilizzato per la comunicazione in tempo reale tenendo aggiornati gli utenti che sono interessati metriche: retweet, citazioni, risposte
  45. 45. 12. social platform strumento: linkedin obiettivi: creare relazioni professionali, partnership, contatti commerciali e fare recruitment. metriche: n. follower + sentiment nella segnalazione
  46. 46. 12. “social media coso”
  47. 47. 13. earned media
  48. 48. 13. earned media strumento: recensioni obiettivi: ricevere opionioni sul prodotto/servizio metriche: sentiment
  49. 49. 13. earned media strumento: citazioni obiettivi: passaparola metriche: N° menzioni
  50. 50. 14. le metriche: misurare l’avanzamento nel ciclo di vita del cliente “ Gli imprenditori sanno che dovranno seguire la loro bussola e accogliere l’incertezza come parte del viaggio. Steve Blank
  51. 51. 14. le 3 A Actionable correlare azioni specifiche e ripetibili a un risultato osservabile Accessible report semplici, di facile consultazione Auditable verificare e segmentare i dati
  52. 52. 14. il ciclo di vita del cliente
  53. 53. 14. le metriche AARRR gli utenti come ti trovano? …hanno una prima esperienza gratificante? …ritornano? …acquistano? …ne parlano?
  54. 54. 14. acquisition: gli utenti come ti trovano?
  55. 55. 14. acquisition: gli utenti come ti trovano? gli utenti vengono a conoscenza del servizio e atterrano nel sito obiettivo: trasformare l’utente in prospect interessato #Canali: - largo volume di traffico, - basso costo, - alte performance
  56. 56. 14. activation: gli utenti hanno una prima esperienza gratificante?
  57. 57. 14. activation: gli utenti hanno una prima esperienza gratificante? dalla registrazione fino alla prima esperienza obiettivo: far conoscere il Valore Offerto il prima possibile #Valore Offerto: - numero di step VS acquisizione info - prepararsi a imprevisti
  58. 58. 14. retention: gli utenti ritornano?
  59. 59. 14. retention: gli utenti ritornano? attività ripetute in un periodo di tempo obiettivo: creare coinvolgimento verso il Valore Offerto #Valore Offerto: - misurare l’utilizzo rappresentativo - reminder
  60. 60. 14. revenue: gli utenti acquistano?
  61. 61. 14. revenue: gli utenti acquistano? momento della monetizzazione obiettivo: portare l’utente all’acquisto #Ricavi: - parlare con gli utenti che acquistano parlare con gli utenti che non acquistano
  62. 62. 14. referral: gli utenti ne parlano?
  63. 63. 14. referral: gli utenti ne parlano? condivisione dell’esperienza obiettivo: ottenere dagli utenti l’incentivo all’utilizzo #Clienti: - testimonial
  64. 64. 14. massimizzare l’apprendimento “ La vita è troppo breve per costruire qualcosa che nessuno vuole. Ash Maurya
  65. 65. 15. alzati e fattura
  66. 66. 16. in bocca al lupo dubbi, domande, perplessità ?
  67. 67. Contatti via s. ubaldo 36 60030 monsano (an) tel +39 0731 60225 www.e-xtrategy.net info@e-xtrategy.net twitter.com/extrategy facebook.com/extrategy

×