Corte Grande N° 7 - Febbraio 2006

553 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
553
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corte Grande N° 7 - Febbraio 2006

  1. 1. Progetto grafico di Stefania Costantini PERIODICO DI INFORMAZIONE MARTANESE ANNO I° - N. 7 – DISTRIBUZIONE GRATUITA Benvenuta Candelora "La Fiera" del Professore Sicuro Ricordi e confronti La fiera di ieri - Lexpomercato di oggi Un’ora dal professore Salvatore Sicuro per parlare della Candelora. Sicuro è stato La storia professore di greco, oggi in pensione. Ma anche appassionato ricercatore e studioso dell’antico grico che, in paese, gli anziani ancora parlano, così come fa lui. Di famiglia Escono dopo quaranta contadina, “ il professore” difende con passione quelle radici che lo hanno formato, giorni dal parto. Forse, che gli hanno dato i fondamentali della vita. E’ stato come fare un salto indietro nel meglio dire, uscivano. tempo: una immersione totale (dire una “full immersion” ci sembrerebbe arrecare offesa Già, perché-oggi- dopo al professore) nel passato. Ci si abbandona piacevolmente, trasportati dai ricordi dolci un paio di giorni le di una volta, dai ritmi lenti di una vita che non c’è più, dal riproporsi di una parola in puerpere saltano come forte disuso: valore. “ Ma perché ancora fanno la Candelora?”, chiede quasi dispiaciuto. tanti grilli. Alle prese Come per dire che in questo modo si distrugge il ricordo di una Candelora attesa e con le pratiche di ogni vissuta con intensità. Sorride il professore quando sostiene che ” una volta aveva un giorno: portare i figli senso. Oggi hanno distrutto il senso vero dell’appuntamento. E’divenuta una delle tante, banali, sagre, tutte uguali che impazzano sulle nostre piazze. L’unico obiettivo è quello a scuola, riprenderli. di racimolare qualche soldo”. E si lascia andare in una analisi che mette a confronto i Cambiare i panni al due momenti della sua storia. In quel periodo la fiera era un momento importante di neonato, in macchina. scambi, di affari, di compravendita di bestiame. Una occasione economica. “ PerchéCorrere alla scuola calcio, riprenderli. Aiutarli a fare i compiti. Portarli al oggi non c’è più il mercato degli animali? Ricordo che la mia famiglia, per quanto noncompleanno dell’amico. Ricambiare il panno. Attendere che finiscano i fosse grande proprietaria di terre aveva il suo piccolo gregge, animali da cortile. Per lofesteggiamenti….Riposare. Fine di una “ normale” giornata dell’appena, più, ogni famiglia era strutturata in questo modo. Tutto”, ripete, “ aveva un senso logico”.due giorni prima, puerpera. Fine?. Attendere ai doveri coniugali. Racconta che le fiere erano programmate a chiusura di un periodo di raccolta dei prodotti della campagna. La Candelora veniva immediatamente dopo la campagna olearia. segue in terza pagina segue in terza pagina Rondò Comunali: tesi a confronto Margherita Il Sindaco: "Sono belli arredano il paese". Farì: "Non perdete i finanziamenti della Provincia". Convegno sulle colture alternative al tabacco Tutti daccordo una volta tanto. Hanno cercato di dare vie alternative alla coltivazione del tabacco. I due circoli della Maggioranza ed opposizione ritengono che “ Margherita”, “ Don Luigi Sturzo” e “ Giuseppe Rossetti”, hanno promosso un convegno i rondò sono utili. Amen. Il sindaco, sulle coltivazioni alternative all’ormai obsoleta piantagione del tabacco che, fino a qualche anno fa, costituiva uno dei più importanti mezzi per costituire un gruzzolo a Pasquale Conte, ed il consigliere disposizione della famiglia contadina. Negli ultimi anni si è andata esaurendo la richiesta provinciale, Franco Farì, ognuno per la sua del prodotto da parte delle ditte di trasformazione, in virtù della mancanza di richiesta parte, ha contribuito alla realizzazione. del mercato. Diversificare le piantagioni diviene un imperativo per la sopravvivenza. segue in terza pagina segue in quinta pagina Intervista a Piero Zacheo. La corrispondenza di Anna Quattro anni di opposizione allamministrazione Conte Scalate e dintorni ATTENZIONE ALL’INFORMAZIONE...Non è stata una legislatura sonnolenta, questa del sindaco, Pasquale Siamo attentati da false verità di cronaca, che puntano a propagandare laConte. Al sindaco piace scompaginare le carte. L’opposizione, quindi, rielezione dell’attuale truffatore, amico del Fazio ex-governatore. I principalinon ha dormito, neanche essa sonni tranquilli. Piero Zacheo, 42 anni, canali d’informazione stanno celando la verità in merito alla scalata di Bnl econsigliere di opposizione, diessino, fa un escursus di questi primi segue in seconda paginaquattro anni di gestione Conte. Libero arbitrio SOMMARIOD. La gente ha la sensazione che non ci sia opposizione. Non vi sente in libera antenna Rondò Comunali pag. 1-3vicina, è arrabbiata. La maggioranza sembra fare quel che vuole. Vuole di Fernando Durantedare conto della vostra opera? Quella che sto per raccontare è una Intervista a Piero Zacheo pag. 1-2R. Non sono d’accordo che non si percepisce l’azione dell’opposizione. vicenda per alcuni versi paradossale. di Fernando DuranteProbabilmente sono gli effetti dell’opposizione che non si percepiscono. E la storia di un Sindaco e di una Ricordi e Confronti pag. 1-3 di Fernando DuranteI poteri che detiene oggi il sindaco e la maggioranza sono tali da rendere Giunta che ritengono la loro funzione di Amministratori in maniera Colture Alternative: pag. 1-4poco incisiva l’azione politica dell’opposizione. La MargheritaD. Ed allora, ha ragione a sentirvi lontani? difforme da quella che a mio avviso Scalate e dintorni pag. 1-2R. Guardi, questa amministrazione arriva all’appuntamento elettorale dovrebbe essere. Mi spiego meglio. di Anna Tamborrinosconvolta nell’organico, rispetto a quando si è insediata. Soprattutto Nel nostro sistema democratico il Libero arbitrio in libera antenna pag. 1-3nella giunta. Il primo a dimettersi è stato l’assessore all’Urbanistica, voto dato ad un amministratore non di Antonio MicaglioVincenzo De Paduanis. E’ seguito l’allontanamento dalla giunta di dovrebbe certamente consentire a Zero Project: Un futuro di cinema per i giovani pag. 4Alessandro Costantini. Per non contare le dimissioni di Carlo Caracuta, questo amministratore di operare e Pennelli e scalpelli (artisti a Martano) pag. 5sostenute da una lettera di accuse circostanziate sulla gestione accentrata di agire contro linteresse del cittadino Iena Ridens pag. 6del sindaco. Poi, rientrate, forse, con l’incarico importante alla stesso. Cosa è successo quindi? Bob Jahman e Hi-Life Band pag. 6vicepresidenza all’Unione dei comuni della Grecìa salentina. LAmministrazione guidata dal Martano Sport... pag. 7-8 segue in seconda pagina segue in terza pagina di Fabio Tarantino e Marco Termo
  2. 2. PAG. 2continua dalla prima pagina Anna Tamborrino continua dalla prima pagina Piero Zacheo Ed ancora, l’abbandono della maggioranza, da parte della “Margherita”. Unipol, o meglio si parla stranamente solo della scalata rossa, come se Per arrivare allo strappo più rumoroso, quello del vicesindaco, nonché essere di destra avesse il sott’inteso dell’illegalità e al contrario essere di assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Gallo. Queste cose non avvengono sinistra avesse il sott’inteso di legalità. Ve lo doco in poche parole semplici: solo per tensioni interne alla maggioranza. Qualcosa avremo pur fatto “mazza mazza su tutti na razza” ma distinsioni sul piano della critica per raggiungere questi risultati. politica bisogna farle, è doveroso per ogni cittadino, capire il gioco della D. Ma perché, a suo parere, si è assistito a questi sfilacciamenti? R. Questa amministrazione non ha, in sostanza, alcuna strategia politica. pubblicità elettorale. Screditare una sinistra per una destra sempre dalla Questa maggioranza si regge su un gruppo che esula da qualunque logica parte del potere economico, mi sembra stupido. L’articolo che segue è si politica. Si tiene insieme grazie a concessioni reciproche. L’attuale satira scientifica, leggete, fatevi una risata e un’idea sull’anti- presidente del Consiglio ( Luigi Protopapa ndr), per fare un esempio incostituzionalità di un presidente del consiglio Berlusconi, che è diventato concreto, ha votato il bilancio, solo dopo avere ottenuto la carica. proprietario del 90% dei principali canali d’informazione. Questo può D. Insomma, secondo lei, questa amministrazione avrebbe vissuto sempre avvenire solo in dittatura. sotto scacco di qualche suo esponente? R. Guardi. I primi 3 anni li ha passati nel tentativo di mettere le mani Io non sarò di parte leggete e decidete da che parte stare. sul Prg, non riuscendovi: l’iter era arrivato in un punto di non ritorno. Esistono due interpretazioni della corsa alla scalata: Quindi, la maggioranza si è limitata ad approvarlo. Accettando 1 Quella qualunquista di propaganda berlusconiana, che vede: passivamente le imposizioni del Cur ( Comitato urbanistico regionale) una scalata di borsa tentata da due banche estere per impadronirsi di due pur di difendere alcuni interessi particolari . Hanno avuto il “ merito”, banche italiane ( Antonveneta e BNL); un governatore di BankItalia, che se tale si può chiamare, di appaltare la fogna nera, peraltro, con forte vuole difendere litalianità, ma mangia cinese: Fazio. Il quale stimola, con ritardo per chissà quale arcano motivo. Tanto da rischiare la perdita dei purghe e lassativi, gli imprenditori italiani a formare alleanze capaci di finanziamenti, già concessi alla precedente amministrazione. Da un anno stanno tentando di amministrare. battere sul mercato lassalto straniero. Intanto in Italia, casualmente, D. Cioè? pervenivano partite cinesi di concentrato di pomodoro e duva, che R. Hanno istituito lo staff del sindaco, nominando due consulenti di cui sostituivano sul mercato, finalizzato alla produzione di salsa e vino, i ad oggi, non si sono ancora comprese le relative mansioni. Intanto, pomodori e luva nostrani. percepiscono circa 800 euro al mese. Fiorani alla guida della BNL, amante del nero, e Consorte, alla guida di D. Tutto qua? Unipol, amante del rosso, comprano e rivendono pacchetti azionari R. No. Hanno avviato il servizio dei parcometri, allargando l’area. Dopo appoggiandosi su conti esteri e tacitamente ledono i piccoli risparmiatori. tanti proclami, secondo cui il sindaco farebbe carte false per un posto di lavoro ad un nostro ragazzo, ha assegnato il servizio ad una ditta Lo scandalo Cirio e Parmalat non sono eventi casuali, ma vennero causati esterna al paese. Destino analogo ha subito la manutenzione del cimitero. da movimenti di acquisto e rivendita di pacchetti azionari vincolati. Solo pressioni ed insistenze poi sono riuscite a mantenere in servizio La messa in scena crolla, Fiorani, appoggiato dalla destra parlamentare, un dipendente locale, per i parcheggi. In tutto questo “bailamme”, la viene arrestato; Per una serie di reati gravi contro la concorrenza, la ciliegina sulla torta è costituita dal regalo di 150.000 euro, fatto alla correttezza dei bilanci. I capi dimputazione maggiori, che i magistrati gli precedente impresa che gestiva il servizio di raccolta dei rifiuti. Ancora conferiscono sono: manipolazione del mercato ed associazione a delinquere. mi chiedo il perché. Stessa sorte tocca a Consorte, amico delle Coop. Ma una differnza è già palesemente chiara: dalle indagini emergono prove di collusione tra Fazio e Fiorani, a seguito di ciò Fazio dà le dimissioni la sera di lunedì 19 dicembre. La campagna elettorale di Sor Silvio ha spostato lattenzione sulla scalata di Unipol, come a dimostrare, che se la destra fa qualcosa dillecito è prassi, se la sinistra compie lillecito è cronaca! Queste vicende devono spronare lopinione pubblica a comprendere che da destra a sinistra non vè differenza di centro! La politica muove leconomia e bloccando leconomia si può boicottare questa sporca politica daccattonaggio! Ma veniamo alla seconda interpretazione: 2 Partendo dagli stessi dati di fatto, emerge che, Fazio con lappoggio di Berlusconi sarebbe larchitetto di un vero e proprio complotto contro le D. Ed il servizio di raccolta differenziata? R. Almeno nelle intenzioni sarebbe da accogliere con favore. Sarebbe, autorità. Il suo obbiettivo sarebbe la presa del potere economico del paese. però, stato opportuno avviare tutti i servizi per i quali si erano impegnati. Le scalate Antonveneta e BNL sono soltanto un punto di partenza, ad esse Monitorandoli, migliorandoli e correggendoli, qualora fosse stato si affianca la terza scalata svoltasi in sincronia, che come obbiettivo ha necessario, in corso d’opera. Di fatto, sono stati abbandonati nella loro la Rizzoli-Corriere della sera, portata avanti dal gruppo dimmobiliaristi formula originaria. Che si è rivelata poco razionale. La conseguenza guidato da Ricucci, già collegato con Fiorani. concreta di questa trasformazione sarebbe dovuta essere la riduzione Alla fine delle tre scalate sarebbero dovute partire operazioni analoghe della tassa pagata dai cittadini. Io attendo con fiducia questo risultato. su Generali, Fiat, Mediobanca. Il tutto con la protezione di Silvio e il D. Che idea si è fatta sullo spostamento di alcuni responsabili di settore degli uffici comunali? quieto vivere di DAlema, al quale toccherà una fetticina di torta. R. Che una amministrazione non può utilizzare il proprio potere politico Fortunatamente le scalate falliscono prima di giungere a Generali, Fiat per soddisfare le ripicche di alcuni suoi componenti. A questa logica si e Mediobanca. Ma i perdenti confidano nella vittoria di Berlusconi, per ispira l’ultimo spostamento del responsabile del settore economico ritentare il colpo di Stato economico. finanziario all’Ufficio anagrafe. Ha avuto il difetto di non avallare i Questa non è fantasia, è la realtà che manca di critica e di coscienza. desideri di qualche amministratore che ha mal digerito il coerente diniego del funzionario. L’organizzazione di quel particolare settore del Comune ha funzionato per decenni. Se deve essere cambiata, va cambiata per migliorarne l’efficienza e non per eliminare o “addomesticare” l’ultimo C&C INFORMATICA e forse l’unico organo deputato al controllo della spesa pubblica. D. Nel tempo che è rimasto, cosa si aspetta dall’amministrazione? Di Chiriatti Donato R. Credo che Martano, per un altro anno, subirà l’effetto negativo della mancanza di qualsivoglia progetto. Mi auguro che il paese non debba Via B. Croce, 30 - 73025 Martano (LE) rimpiangere un, seppur, non auspicabile commissariamento che, INFORMATICA Tel./fax 0836 571599 Cell. 3284675229 comunque, farebbe molto di più , di quanto farà questa amministrazione. Almeno in termini, seppur limitati, di una gestione ordinaria. Iscrizione al Registro della Stampa del Tribunale di Lecce. Direttore Responsabile: Fernando Durante Redazione: Salvatore Caracuta, Paolo Saracino, Giuseppe Castrignanò, Marco Termo, Fabio Tarantino, Cesare Caracuta e-mail: redazionecortegrande@libero.it Tamborrino Anna Per la pubblicità tel. 333 1334233. Stampato da Grafiche Chiriatti - Martano - Tiratura 4.000 copie Distribuzione porta a porta 2
  3. 3. PAG. 3continua dalla prima pagina I primi, dopo 40 lunghi interminabili giorni di imposta astinenza. A questo stato Piazzetta Candelora, in ricordo della chiesetta). Fu venduta. I fondi ricavati andaronodi cose non sono state ininfluenti le varie, ormai ordinarie, pratiche di preparazione ad impinguare la dote dell’arcidiacono di Otranto. La “Fiera”, quest’anno, sial parto. E chi non si sottopone al periodo di preparazione? La Vergine Maria e presenta con sei giorni di esposizioni, avvenimenti, canti e suoni: una nuovamadre di Dio, che in questo campo ha fatto scuola, è tornata a “ purificarsi”, come proposta. Mai, da quando si ha notizia della sua esistenza, è stata programmata peravviene, ormai, da 2006 anni. Con lei, anche, tutte le donne di Martano e di tutto tanto tempo. Anzi, alcune edizioni non si sono potute tenere a causa dell’inclemenzaquel mondo che gli ruota intorno. Così è scritto nel vangelo. In questa occasione, del tempo. Nel 1755 e nel 1758, ci riferisce il compianto Paone, nei suoi “ Asterischila chiesa festeggia anche la presentazione della sacra creatura al Tempio. A questo di storia martanese”, due forti nevicate mandarono a monte l’atteso appuntamento.cristiano ricordo è legata la cara, antica, fiera della “Candelora”. Che, come tanti Si era perduto un momento di scambi commerciali, acquisiti di bestiame da soma,anni fa, ritorna a benedire attraverso il rito sacro le candele, segno della ritrovata da cortile, da latte, che costituivano un notevole investimento per le famiglie. Perpurezza, distribuendole- poi- ai fedeli. I parrocchiani, ripetendo la secolare abitudine Martano ed i paesi vicini fu un evento fortemente negativo. Erano i tempi in cuidei padri le portavano( le portano?) a casa e le accendevano in occasione di agenti la campagna rappresentava il più generale, quanto magro, sopravvivere della gente.atmosferici particolarmente violenti. O quando qualche famigliare era in pericolo Ma i “ sopravvissuti” all’inverno si sentivano già proiettati verso nuova speranzadi vita, per invocare l’intercessione della Vergine. Era anche il momento di disfare di vita. E’ noto l’antico proverbio:” O ca nevica o ca chiova…la vernata è ssutail presepe. I bambini erano particolarmente interessati alla cerimonia, perché i fora”. Ecco, giustificata l’attesa della fiera in quei tempi. Oggi, ci confessa il primogenitori distribuivano i numerosi frutti( lu benedittu) che erano serviti per renderlo cittadino, Pasquale Conte, si è ridotta ad una delle tante occasioni per fare unapiù ricco. Erano tempi in cui la giornata era scandita dai lenti ritmi della vita spesa. Per acquistare le poche specialità che ricordano la vecchia fiera: “ castagnesemplice e dalla liturgia ecclesiastica. L’esistenza documentata della fiera, ciinforma lo studioso Michele Paone, già noto ricercatore di storia locale e cittadino de prete”, “ le pastiddhe”, i datteri, e quant’altro di particolare. Si approfitta ancheadottivo, risale al 1522. All’epoca l’appuntamento si svolgeva intorno alla cappella di questa occasione per risparmiare.della “ Presentazione della Vergine”, oggi inesistente. Sorgeva sulla vecchia via Di questi tempi….di Lecce, appena fuori dal centro abitato (oggi un largo porta proprio il nome, di Fernando Durantecontinua dalla prima pagina Salvatore Sicuro continua dalla prima pagina Antonio MicaglioEd i contadini si davano appuntamento per vendere Sindaco Conte ha deciso di ubicare unantenna per che un anno prima aveva chiesto lonore di esserel’olio nuovo. “ Tutte le fiere rispondevano a questi la telefonia mobile sul terrazzo del Municipio di primo firmatario dlla richiesta dello spostamentocanoni. Oggi, che tutti i giorni sono buoni per fare spesa, Martano. Ha spiegato lo stesso Sindaco che questo della storica ed impopolare antenna che campeggiaovviamente, non ha senso riproporre la stessa formula”. è stato fatto nellinteresse dei cittadini di Martano nel nostro centro storico.Poi si lascia trasportare dai ricordi teneri. “Nel giorno perchè ci sarebbe stata una ricaduta economica E allora? Dovè la coerenza? E "politically correct"della Candelora il nonno faceva “ to paniri”( il regalo sulle casse comunali. Un gruppo di cittadini elettori, deliberare, impegnare il Comune per i prossimi 9ai nipoti). Per lo più consisteva nel regalare un sediolinaimpagliata”. A questo regalo era legata la filastrocca non sudditi, ha pensato che questo fosse anni, e poi mandare copia della delibera aigrica che il professore declama: “ Candelora, Candelora, profondamente sbagliato e, come avviene spesso componenti del Consiglio che hanno potuto recitare in democrazia ha costituito un comitato di protesta. il compito non già di partecipare alle decisioni Lintenzione modesta di questo comitato era importanti, quanto quello di subire gli effetti di un semplicemente quella di capire, di informarsi e di atto contrario ai più elementari elementi di informare gli altri cittadini elettori. In partecipazione? quelloccasione si chiese al Sindaco di sospendere Cosa resta di tutto ciò? gli effetti della decisione per un pò di tempo: Resta lamarezza di non aver potuto far niente di Cerchiamo soluzioni alternative, si disse. Facciamo più; resta lamarezza che i cittadini, almeno quelli un sito delle antenne, si chiese. Si disse "caro che seguono in qualche modo le vicende Sindaco", ricordati che sei il primo responsabile amministrative del nostro Comune hanno ancora della salute cittadina, rischiamo di non poter poi una volta subito (come subivano i cittadini al tempo tornare indietro. del marchese Gadaleta); la telefonia sarà pure Dopo ampia discussione si scopre che il giorno rimasta mobile, ma lantenna è e resterà immobile: dopo lincontro con la cittadinanza sul terrazzo del grazie Sindaco Conte, primo cittadino e primodammu cio ca se iureo. Se iureo to paradiso, dammu i nostro Comune, casa di tutti, è stata montata la responsabile della salute dei cittadini.seddhia na caiso”( Candelora, Candelora, dammi ciò famigerata antenna: Il Sindaco Conte è lo stesso di Antonio Micaglioche ti chiedo. Ti chiedo il Paradiso, dammi la sedia persedere). Ma quanti frutti di quel tempo sono spariti dalla continua dalla prima pagina Rondò Comunalivendita. Non ci sono più sui banchi le “ meddhe” Poi, i distinguo rendono più chiaro liter di una essere messe da parte. Se arriveranno risorse(nespole giapponesi) ( c’era persino un soprannome “meddharu”), e “ “l’ appirazzi”, “ li zizzivi”, trionfavano faccenda finita comunque bene. Farì rimprovera fresche dalla Provincia per nuovi analogjhile pastiddhe, dove sono?”, chiede Sicuro. Da questo a allamministrazione le " distrazioni" che, molte insediamenti le utilizzeremo certamente per farenon vedere un futuro roseo per le nuove generazioni, volte potrebbero causare danni, che- poi- nuovi rondò. Ce nè ancora bisogno". Lutilitàil passo è breve. Manca la capacità politica, a suo dire, pagherebbe lintera collettività. Per realizzare i riconosciuta da tutti, fra laltro, ha spinto Farì adi coniugare le necessità del territorio alla ricerca di regolatori del traffico, per dire di questo caso, prestare la massima attenzione, perchè nonuna garanzia di vita. “ Ci sono stati politici nel Capo di lamministrazione comunale ha acceso un muto sfuggano i provvedimenti in materia, presiLeuca che sono stati capaci di trascinare la gente su di 200.000 euro. Che, come sostiene il sindaco," dallente entro il quale cui rappresenta il paese."progetti che hanno dato loro lavoro e dignità. Mi riferisco, arredano, fanno più bella la nostra città. Sono il E una questione di responsabilità che, checchèin particolare a Pisanelli, che intuì la ricchezza nellacoltivazione del tabacco( si era ai primi anni del secolo nostro biglietto da visita". Ma la notizia secondo si possa dire, la sento sulle spalle. Me ne faccioscorso). Il senatore Ferrari, invece, stimolò i calzolai cui i costi, o mparte di essi, sarebbero potuti carico. Forse eccessivamente". Per concludere,del casaranese a prendere soldi dalla banca per comprare essere evitati, lascia un poco di amaro in bocca. Farì richiama il sindaco perchè vigili perchè "macchine per fare scarpe. Si è rivelato un settore vincente. Oggi come oggi, evitare spese superflue, come non ci si può adagiare sul, " tanto cè Franco".Da noi, in tutta l’area della Greca salentina non c’è una si sarebbero -poi-rivelate, diviene un impegno Che, per carità, va bene, ma- poi- a ciascuno ilcoltivazione in serra. Poi si lascia prendere da quella indifferibile. E questo il pensiero del consigliere suo. Ho richiamato lamministrazione perchè stiapassionaccia per la politica: “ penso che fare una lista provinciale. A prescindere dal condividere la più attenta, per il bene del paese. Insomma:di soli pensionati, ovvero, di gente che non ha più validità della realizzazione. Ad arredare bisogna evitare che il paese si privi di risorse".interessi personali, sia la soluzione migliore a tutti iguai che la politica locale ci costringe”. Ma no, maggiormente lingresso del paese, le aiuole del I prossimi progetti di rondò riguardano lingressoprofessore, lasci perdere. Semmai combatta per traffico, ospitano le porte che hanno atteso un da Borgagne con linsediamento della porta dellatrasmettere ai più giovani quei valori di cui si è perduta bel pò di tempo, prima di trovare collocazione. " Luna", ( alla Madonnella). Poi quello da Soletola traccia. Ed avrà adempiuto al suo “compito "Questa, penso, sia la soluzione migliore," con la " Porta di Omero".istituzionale”, abbondantemente. dichiara il sindaco," poi, le polemiche devono di Fernando Durante V I D E O T E C A 2 4 h Studio di Fisiokinesiterapia di Giannoccolo Mauro A. & C. s.a.s. Via Mazzini, 81 73025 MARTANO (Le) Tel. 0836 575410 Via Marconi, 59 - MARTANO (LE) - TEL. 0836/575668 E-MAIL: babele.point@libero.it 3
  4. 4. PAG. 4continua dalla prima pagina MargheritaOffrire alternative costituisce un dovere da parte della classe politica. A questo Ma nei campi di sperimentazione sono presenti altre colture. Si segue con particolareha mirato il convegno della “ Margherita” che ha richiamato le attenzioni dei interesse, quella dell’Artemisia. Una pianta con caratteristiche, per altezza ediretti interessati ed invitato il massimo esponente politico regionale per le Politiche trattamento, pari a quella del tabacco. E’ una pianta di provenienza medio-orientale.agricole, Enzo Russo, per tirare le conclusioni. E’ stato un appuntamento che ha Si coltiva, in massima parte, nella Cina, Vietnam, Corea. Viene molto utilizzataE, di fatti, si è rivelato un motivo di forte richiamo per molti contadini, fortemente in farmacia per la presenza dell’Artemisina. Una sostanza attiva nella lotta controcolpiti dalla crisi, ma intenzionati a non arrendersi. Titolo del convegno: “Colture la malaria. Una malattia inesistente, ormai, nel mondo occidentale, ma che mietealternative fra certezze ed aspettative”. Oltre al saluto del segretario provinciale milioni di vittime nei paesi sottosviluppati, soprattutto fra i bambini. Ebbene, unadel partito, Gigi Nestola, sono intervenuti: Pasquale Greco, direttore dell’Istituto azienda farmaceutica di Zollino, la “ Lachifarma”, una delle poche in Puglia, chesperimentale del tabacco, di Lecce; Luigi Villanova, titolare dell’azienda aderisce al progetto dell’Oms (Organizzazione mondiale della Sanità), “Roll backfarmaceutica, “ Lachifarma”, di Zollino; Ludovico Maglie, presidente provinciale malaria” (facciamo indietreggiare la malaria), garantirebbe il completo ritiro eddell’Ordine dei dottori agronomi e forestali; Massimo De Nitto, presidente utilizzo della eventuale coltivazione. Di questo ha parlato il titolare dell’industriadell’ordine dei periti agrari della Provincia; Giovanni Mita, ricercatore Cnr-Istituto zollinese, nel corso della conferenza dibattito, Luigi Villanova. A chiudere i lavoridi Scienze e produzioni alimentari, di Lecce. Ha moderato gli interventi, Marco è intervenuto l’assessore regionale alle politiche Agricole, Enzo Russo. DopoCastelluzzo, responsabile Enti locali del partito organizzatore. Ma procediamo aver fatto un escursus sullo stato generale dell’agricoltura nella regione, si è dettocon ordine. Pasquale Greco ha illustrato le coltivazioni in via di sperimentazione convinto che, i progetti che saranno approvati, contribuiranno notevolmente allasui terreni con le caratteristiche locali che sarebbero indicati a sostituire la vecchia risoluzione dei problemi e rilancio del settore. In particolare, si guarda verso lepianta. Fra queste, una delle coltivazioni più redditizie, sarebbe quella disponibilità economiche, dell’Europa. In questa prospettiva sembra trovare spaziodell’asparago.In provincia di Foggia sta- già- dando sufficienti riscontri di buona ed attenzione massima la proposta della “ Lachifarma”.produzione e guadagno. BREVEMENTE... L’ultimo mese a Martano Un futuro di cinema per i giovani 23 Dicembre 2005 Chiude la manifestazione "Natale...e Zero Project nasce nel 2004 e ha sede a Martano sapori" organizzata dall’assessore Cesario solo per comodità geografica, essendo animata Chiriatti. da soci e collaboratori provenienti da altri comuni 30/12/2005 Consiglio Comunale salentini. • Su proposta del consigliere De Paduanis Le attività di Zero Project si distribuiscono in Vincenzo e della minoranza, viene rinviata molteplici interventi a supporto delle produzioni l’approvazione del Nuovo Regolamento cinematografiche che intendano operare sul del Consiglio Comunale proposto dalla territorio salentino: assistenza produzione e regia; maggioranza;. • Approvato all’unanimità il Protocollo produzione esecutiva e post-produzione di corto, Informatico del Comune di Martano; lungometraggi e video musicali low-budget. • Approvazione all’unanimità del La presenza di personale in loco consente un Regolamento del trattamento dei dati risparmio per la produzione, una riduzione dei sensibili e giudiziari; problemi di organizzazione, oltre che una migliore • Recessa in maniera definitiva la delibera conoscenza del territorio. di uscita dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina. Per la maggioranza L’ associazione intende favorire la crescita l’Unione è una risorsa importante e ritiene dell’ esperienza dei giovani che vogliono operare in questo contesto, fa leva su molti studenti e volontari, desiderosi di dar fiducia all’assise sovracomunale. Nella propria relazione, il consigliere Carlo di affrontare la prova del cinema "vero". Caracuta, vicepresidente dell’Unione, Lo spirito che pervade le nostre attività ha sempre garantito una efficace e spontanea miscela di competenza e volontà, delinea le prossime iniziative della Grecìa di professionalità e passione, producendo un effetto propulsivo nella promozione delle attività personali, della troupe Salentina. La minoranza, scettica sul vistoso retrofront della maggioranza, e del lavoro di squadra. giudica la decisione importante, seppur Novembre 2003 - Aprile 2004. Produzione esecutiva lungometraggio "THE SERIAL" di Salvatore Caracuta, in fase tardiva, e la ritiene una conferma della di post-produzione. propria posizione di tre anni fa. · Marzo 2005 Produzione esecutiva del cortometraggio "ESAME FINALE", scritto e diretto da Antonio Miglietta; girato 27/12/2005 La Provincia di Lecce organizza il recital con supporto digitale; "L’isola che c’è" di Piero Rapanà presso il · Ottobre 2004 Supporto logistico sul territorio per il film "QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU’ NASCONDERTI" di · Palazzo Baronale. Marco T. Giordana, prodotto da Cattleya, fornendo materiale di scena e facendo da link per l’ ingaggio di comparse; 06/01/2006 · Dal 18 al 26 settembre 2004 Ha preso parte all’organizzazione della prima edizione "Salento International Film Chiude presso il Palazzo Baronale la I° edizione del "Presepe Vivente dei Festival", tenutosi a Tricase (LE). La ZERO PROJECT si è occupata della gestione di uno stand informazioni e del bambini" organizzato dall’Azione Cattolica teatro Aurora, adibito alle proiezioni dei lavori cinematografici presenti alla manifestazione; "P.G: Frassati" · Dicembre 2004 Rassegna di cortometraggi, "Autori nel Salento", a Martano (Le); 06/01/2006 Concerto dell’Orchestra Multietnica della · Dicembre 2004 Servizio di supporto logistico per il cortometraggio "Alcool", di Antonio Panzera: noleggio di carrelli Provincia di Lecce, diretta dal maestro e dolly; Admir Shkurtaj, presso il Palazzo Baronale. · A partire dal febbraio 2005 rubrica cinematografica all’ interno del programma "In Famiglia", in onda sull’ emittente 20/01/2006 privata locale Tele Rama e sul canale satellitare Puglia Channel; Il Sindaco interviene sulla Giornata della Memoria · Marzo 2005 Supporto logistico per il video "Ciao Amore" del gruppo musicale Sud Sound System; Stralcio dal manifesto: "Il ricordo dello · Giugno 2005 Organizzazione delle sei tappe salentine di "COME PRIMA in tour": progetto di distribuzione alternativa, sterminio degli Ebrei deve indurre ognuno con il patrocinio della Provincia di Lecce, del mediometraggio "COME PRIMA", diretto da Mirko Locatelli, prodotto di noi a riflettere e ad intraprendere da Officina Film; qualunque azione necessaria ad impedire ogni sopruso contro ogni popolazione per 5-6 Luglio 2005 Organizzazione delle serate sulla cultura dell’ Isola di Capoverde, all’interno della rassegna qualsiasi motivo". internazionale "Negramaro", patrocinata dalla Provincia 25/01/2006 di Lecce: musica e cinema; Decreto del Sindaco: il Dirigente dell’Ufficio Ragioneria e Tributi dott. Luigi Stomeo · Da Giugno a Settembre 2005 Supporto logistico per viene trasferito all’Ufficio Anagrafe, dove il film "La Terra", diretto da Sergio Rubini, prodotto ricoprirà l’incarico di Dirigente. da Domenico Procacci per Fandango: assistenza di 26/01/2006 Il Martano Calcio vince la doppia sfida con produzione, del reparto fotografia e costumi; lErchie in semifinale di Coppa Puglia e si · Ottobre 2005 Proiezione a Martano (LE), con il qualifica in finale. Giocherà il 15 febbraio patrocinio della Provincia di Lecce (Assessorato contro il Minervino Murge. Cultura, Assessorato Politiche Educative), del docu- 27/01/2006 Consiglio Comunale: fiction "CRAJ", diretto da Davide Marengo, prodotto • Nomina Commissione Elettorale da Pablo; • Nomina Commissione Regolamenti · Da novembre 2005 Collaborazione con il periodico • Approvazione gestione associata delle ESPORTAZIONE SENZA FILTRO: rubrica di cinema funzione e dei servizi socio-assistenziali. e spettacolo; Per contatti ac_zeroproject@libero.it - 334 1253388 4
  5. 5. Pag. 5 Pennelli e scalpelli Artisti a Martano LUIGI SCARDINO Una vita per l arte Fra il figurativo e l’astratto. Si colloca in questo solco l’arte pittorico-scultorea del veterano degli artisti di Martano, Luigi Scardino. Oggi, alla “giovanile”età mentale di 63 anni, ed alla maturità artistica che il tempo gli ha procurato, fa l’analisi di un mondo che contesta perché esclude tutto ciò che ruota al di fuori di un circuito economico finanziario: il sud, il Salento, in particolare. “ La nostra cultura artistica esiste dalpaleolitico, lo dimostrano le grotte di Porto Badisco. Ha attraversato i secoli,punteggiandoli con stelle artistiche di prima grandezza”. Nel suo viaggioattraverso le presenze di artisti del Salento, si “perde” nella passione deiriferimenti, di testimonianze senza eguali. Si infervora Scardino, ” noi nonsiamo secondi a nessuno. L’essere nati nel Salento non può costituire lapremessa di una emigrazione segnata, in cerca di riconoscimenti. I nostrigiovani non hanno nulla da temere nel confronto con altre espressioni artistichedi coetanei del nord”. Nel ripercorso storico ricorda i maestri ai quali si è ispirato, da Henry Moore aFontana, a Mastroianni. E tutte le sue opere trasudano di salentinità e cultura classica, “ della qualenon abbiamo nulla di cui vergognarci”. Arrivano, dopo anni di silenzioso lavoro, i riconoscimenti, “quando ci scoprono”. E ricorda ancora che senza la cultura espressa dai Basiliani, i monaci provenientidalla Grecia, che si erano insediati nei pressi di Otranto, “ non avremmo avuto né l’umanesimo né ilrinascimento”. Nascono e si concretizzano in questo formazione mentale le sculture e le opere di Scardino.Espressioni che si liberano dalla crosta che li avvolge, per raggiungere la forma ideale, pensatadall’artista. Dopo una lunga vita artistica, che ha mosso i primi passi in Svizzera, dopo gli studi pressol’Istituto d’Arte, a Galatina, si è spostato a Torino. Nel capoluogo piemontese, l’allora giovane martanese,frequenta il corso di scultura, diplomandosi presso l’Accademia di Belle Arti. Conclude il corso di studia Lecce, sostenendo la tesi su: Arte salentina dal IX all’XI sec.. Ormai in pensione, Scardino ritornacon appassionato ricordo all’ultima mostra, presso l’Istituto comprensivo di Calimera: “ Mia zoì ttennì”(una vita d’arte). “ Voglio ringraziare la scuola di Calimera, perché mi ha fatto capire quanto siaimportante educare la gente a capire l’arte”.La sfida, infine:” Sto realizzando alcune sculture. Sono pronto a fornire queste mie ricerche a chiunquevoglia pubblicarle. Personalmente non mi sento di elemosinare una mostra”. E poi, si rivolge ai politiciinvitandoli ad utilizzare l’arte per rilanciare il territorio. di Fernando Durante Omaggio a Caravaggio di Ada Castelluzzo ERREFFE.EXPO di Russo Francesco Esposizione infissi: Interni, esterni, blindati Legno, Alluminio, F.lli Alluminio Legno-Legno Alluminio PERROTTA IMPRESA EDILE Infissi in PVC e Zanzariere COSTRUZIONI E RESTAURI Via San Giorgio, 15 - MARTANO (Le) - Tel. 0836 575132 Fax: 0836 572808 - Cell. 338 7454536 Riparazioni infissi interni, esterni Cell. 333 2233341 - 333 4373861 E-mail: flliperrottasnc@libero.it Sede: via Degli Uffici, 45 MARTANO (Le) 5
  6. 6. IENA RIDENS PAG. 6 Progetto grafico Alberto Giammarruco I TEOREMI DI PASQUALE Chi l’avrebbe mai detto: Fabio Tarantino ha una inconfessata passione del volo.Presto verranno pubblicati in un’edizione LeMonnier alcune delle più celebri teorie di un affermatomatematico-statistico, tal Pasquale da Martano. Grazie agli studi effettuati dai numerosi collaboratori che Per quanto non sia facile entrare, ormai,lo circondano, ha studiato un programma avanzato per l’analisi dettagliata delle presenze turistiche, basatosu calcoli empirici d’avanguardia. La sperimentazione di tal calcolo è stata effettuata proprio sul Comune in quegli eletti ranghi, il nostro si preparadi Martano. Grazie a questo “turistometro”, si è stabiliti con perfetta certezza il numero di turisti presenti ed, intanto, si attrezza.ad Agosto sul territorio martanese. Dal difficile calcolo, si è così evinto: i turisti a Martano sono stati 15000.Sfuggiva a molti colleghi l’eccezionalità di siffatto calcolo, la cui formula standard era sconosciuta ai più. E’ stato, se vogliamo, un lapsus freudiano,Mistero nell’ambiente scientifico sulla metodologia applicata. Ma il noto Pasquale non ha segreti per nessuno,e ha rivelato il meccanismo eccezionale dietro tale calcolo. Dunque, spieghiamo lentamente per rendere a svelare l’aspirazione: l’acquisto di quellochiaro il calcolo: stimata una presenza sicura di ottocento persone in più sul territorio martanese (inclusi che dovrà seguirlo per la futura vitasvizzeri, tedeschi, norditaliani e avventori salentini di bar e ristoranti), calcolato il periodo turistico dal 1al 20 agosto, il calcolo è semplice: 800x20=16000. Tolto un margine d’errore ragionevole, si arriva facilmente aeronautica. Un giubbotto da top-gun.a 15000 turisti a Martano. Certi di cogliere l’entusiasmo dei cittadini martanesi, il noto Pasquale ha divulgatola notizia alla stampa specializzata. Prima di mettersi a ridere, qualche maligno gli ha fatto notare che, In questo intanto non si è fatto mancaresecondo tale sistema di misurazione, i cittadini martanesi in un anno erano diventati 3.650.000 (udite!udite!Più nulla: dall’aquilotto, alle campagne di guerradi tre milioni!). Caro Pasquale, non sarai mai uno statista, ma neanche con la statistica ci azzecchi! (in questo caso millanta credito, il buon A proposito dei teoremi di Pasquale: Fabio), al paracadute. SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Chi la paga la colazione? SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Ci bastano per parcheggiare in Piazza? Auguri Fabio, ma, per carità, vola alto. SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Ma chi ti ha detto di aprirmi il portamonete? SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Ti è rimasto credito sul telefonino? SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Manco i biglietti della riffa! Dedicato ai tifosi SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. E mo’ lu Vito? del Martano Calcio SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Nessuno di noi due è Fiorani. SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Bastano appena per la mini-multa. SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. ‘Nu rusticu a metà e ‘na birra in due. SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. La macchinetta non da il resto! SE IO HO UN EURO E TU HAI UN EURO. Siamo proprio due morti di fame. Spedisci anche tu la tua risposta al Teorema con un’e-mail a: commenti.cortegrande@libero.it LE IENE PORTANO BENE! Il 3 Febbraio al Candle di Lecce Selezioni Regionali per Arezzo Wave 2006 Bob Jahman e Hi-Life Band in competizione per approdare al famoso festival.Bob Jahman appare nella scena reggae salentina nella prima metà degli anni90, quando, ancora giovanissimo fonda la sua prima band, gli Upanishad. Dopolesperienza della band, Bob Jahman accresce il suo bagaglio musicale praticandola cultura dei sound system e cominciando a improvvisare liriche sulle versiondei dischi, uscendo così dagli schemi classici della canzone. La fine degli anni90 segna il ritorno di Bob Jahman alle band: con i Tuff Gong e affiancato dallostile ruff di Chico Selecta i concerti in giro per il Salento furono tanti e seguitissimi(memorabile la Pasquetta 99, dove migliaia di persone ballarono sui ritmi deiTuff Gong).Terminata anche questa esperienza, Bob Jahman e Chico Selecta hannocontinuato a promuovere insieme il loro stile nelle più seguite dance Hall salentine(pirata e non), ed è proprio dopo una breve esibizione in una dance Hall che ilSud Sound System propose ai due DJs salentini di incidere un brano per unaloro nuova produzione, il Salento Showcase 2000. Da quel momento lecanzoni ed i messaggi che fino ad allora erano stati ascoltati solo nel Salentoapprodano al più famoso festival reggae dItalia, il Rototom Reggae Sunsplashdi Udine, per la presentazione ufficiale del disco. Da Udine, la tournè proseguìfacendo tappa in tutte le maggiori città italiane fino al 2001 quando il toueeuropeo del Salento Showcase 2000 porta Bob Jahman, insieme a Marina,Papa Leu e RankinLele, a cantare ad Amburgo, Berlino e Vienna e ad incidere vari dubplates per i più importanti sound system della zona.Nel 2002 Bob Jahman comincia una importante collaborazione con la Indica Band di Papa Ricky ed in particolare con il batterista leccese MarcoVaglio con cui, nel 2004, fonda la sua attuale band, la Hi-Life Band.La formazione, che conta al suo interno musicisti di esperienza come anche giovani promesse del reggae suonato, è composta da Antonio Traldi(Bag-a-Riddim - Sud Sound System) alle tastiere, Antonio Chupa Moschettini (Survivers, Tuff Gong, Lagrima De Oro) al basso e AdrianoFast & Furious Sicuro (Riesta Kenga), oltre che da Marco Vaglio (Monboddo, TimpaDub & the Messapians - Sud Sound System, Indica Band- Papa Ricky) alla batteria. 6
  7. 7. PAG. 7 Palmira Saracino: Cinquecento metri per entrare nella storiaUna martanese, Palmira Saracino, ha portato la fiaccola delle olimpiadi nel quando con la mia famiglia si andava a villeggiare al mare e, proprio acentro urbano di Matino, motivo di orgoglio per tutta la cittadinanza. E’ Castro, imparai a nuotare, tuffandomi nelle acque di quel mare. Fu un’un’insegnante, con la passione per l’atletica leggera, che si è sempre dedicata emozione fortissima, ebbi il coraggio di affrontare da sola il mare. L’agonismoai giovani con l’intento di avvicinarli ai valori sani dello è parte del mio carattere, anche se, per un po’ di anni, non ho praticatosport. Siamo andati a trovarla per alcun tipo di sport perchérivolgerle qualche domanda… impegnata con gli studi e per stareD. Cosa è significato per te essere vicina alla mia famiglia. Soloun tedoforo ? dopo i trent’anni ho iniziato a fareR. E’ stata una grande emozione sport frequentando il centroed una grande soddisfazione sportivo Judo Nippon di Martanoportare la teda, la fiaccola e con quel gruppo partecipai allacerimoniale delle olimpiadi che mia prima maratona asi terranno a Torino. Sono stati Borgagne… fu quasi una corsetta,500 metri con il cuore in gola, mi ma, in quell’occasione, capì chesentivo al centro dell’attenzione. quella sarebbe diventata la miaE pensare che fino agli ultimi grande passione. Negli annigiorni navigavo nell’incertezza, successivi tutto il mio impegnoperché non mi era giunta la lettera fu riversato nella associazionedi conferma di partecipazione da Grecìa Salentina.parte del Coni… e trovarmi quel D. E il ricordo più bello?giorno all’ITC di Matino insieme R. Sicuramente la gara a Terrasiniagli altri tedofori è stato (Pa) nel 1994, dove mi qualificaiinverosimile. Alla fine della al primo posto nella categoria 45manifestazione avevamo provato Amatori veterani.tutti le stesse sensazioni e l’irripetibilità di certi momenti ci ha portato a D. Ci sono altri obiettivi all’orizzonte?comprare la fiaccola per conservare intatto il ricordo di quella giornata. R. Si, è quello di formare una squadra di ragazzi, di farli crescere con deiD. Come nasce la passione per questo sport? valori sani ed aiutarli a raggiungere grandi traguardi. Anche in passato miR. Sin da ragazzina sentivo dentro la voglia di scoprire nuove emozioni, sono occupata delle giovani generazioni, per me è importante instauraredi provare a misurarmi con me stessa e con la natura circostante. Ricordo con loro un rapporto umano e non soltanto sportivo. Il Martano resta primo e vola in finale nella Coppa Puglia ad aspettare i Gialloblè ci sarà il Minervino MurgeIl campionato di Prima categoria procede senza sosta, con lasua classifica corta, con i suoi derby, le sue emozioni e la vogliadi emergere delle squadre partecipanti.In questo torneo apertissimo e combattuto, è il Martano a recitareil ruolo della capolista. Con una marcia in più in casa, grazieall’immancabile sostegno di un pubblico sempre più eccitato econ qualche passo falso lontano dal “Via Soleto” ( ricordiamoche questo giornale ha lanciato una campagna per dare un nuovonome al nostro campo).Bello e partecipato il tanto atteso derby con la Grecìa, dove itifosi hanno “invaso” la vicina Sternatia colorando la domenicadi gialloblè. E’stata una partita affrontata da entrambe le squadrecon motivazioni eccezionali, che si sono tradotte in calcio e calciche non sempre hanno centrato la sfera. Alla fine Grecìa 1Martano 0 .Nella settimana che ha preceduto la partita con il Tuglie, Martanoha salutato con grande dolore un suo Campione, Sergio Capasa,che non è riuscito a vincere la delicatissima partitadella vita giocata in trasferta. Prima dell’incontro con il Tuglie, i tifosi lo salutano, proprio lì, sul campo che lui ha calcato per tanti anni con la magliadella Polisportiva Martano e lo fanno con un semplice quanto affettuoso “CIAO SERGIO”. La storia di questa partita passa in secondo piano e comunqueè il Martano ad avere la meglio con un secco 4-2.Mentre andiamo in stampa, il Martano sta affrontando l’importantissima semifinale di Coppa Puglia sfidando l’Erchie. Ma fermiamo le rotative per darviin anteprima il risultato: MARTANO-ERCHIE 1-1. Ora i Gialloblè affronteranno in finale il Minervino Murge.Riprendiamo. Domenica arriva il Veglie, anche questo è un appuntamento da non perdere per l’amicizia fra le due tifoserie.Ancora una volta FORZA GIALLOBLE’!!! concessionaria SYSTEM IMPIANTI 2000 s.r.l. Via Castrignano MARTANO (Le) ITALY Tel. e Fax 0836/572339 7
  8. 8. PAG. 8 MARTANO CALCIO. Un atto damore La storia di alcuni amici legati dallamore per lo sport MARTANOEravamo più o meno a meta giugno quando ho ricevuto una telefonata sul E poi la prima squadra: CALCIOcellulare e mi è comparso il nome memorizzato “Capello”. sotto la guida di Mister Luigi Colagiorgio i nostri leoni (come vengono-Capello: “Tocca ci vidimu n’attimu a casa mia” definiti dagli ultras) hanno conquistato la finale della Coppa Puglia in un-“C’è successu” match al cardiopalmo disputato in casa contro la squadra dell’Erchie. La-Capello: “Imu cattare lu titolu de lu Miggianu cu disputami lu campionatu nostra squadra è ormai da tempo in vetta alla classifica del Girone C delde prima categoria. Imu fare na bella cosa. Crai sira alle 7. Non mancare” Campionato di 1° categoria.Alle 19:00 come da accordi a casa di Luigi, per accorgersi subito che la Ma al di la dei numeri e delle grandi soddisfazioni che Scuola Calcio estessa telefonata era stata fatta ad altri amici (Domenico Scordari, Giuseppe Prima squadra ci stanno dando in termini calcistici, ci preme sottolineareChiriatti, Corrado Chiriatti, Francesco Galiotta, Pasquale Rescio, Consiglio ciò che più di ogni altra cosa ci riempie di orgoglio ed è per noi motivo diPalano ed a mio fratello Luigi Nocera). Appello… tutti presenti. Pronti… maggiore impegno nel nostro cammino. E’ difficile descrivere l’emozioneVia. Si parte per quella che, ce ne saremmo accorti qualche mese più in la, che si prova nel vedere il campo sportivo comunale gremito di ultras chesarebbe diventata una “fantastica avventura”. gridano Alé Gialloblé; la gioia che si ha nel seguire la squadra in trasfertaPoca esperienza ma tantissima voglia di fare; tanta voglia di tornare a far ed accorgersi che sugli spalti sono più numerosi i Martanesi che i tifosiparlare in provincia del Calcio Martanese. Certo si è partiti da zero… “non della squadra locale; la soddisfazione nel ricevere durante le partite insimu esperti, facimu le cose chianu chianu… pe stannu ci accontentamu cu trasferta le innumerevoli telefonate dei Martanesi assenti che ti chiedonorimanimu in prima categoria, poi l’annu prossimu vidimu… la cosa chiù “…sta vincimù?”; e per ultima ma non in ordine di importanza la felicitàimportante è la scola calcio” questi i commenti delle riunioni che seguirono. che si ha nel vedere quasi ogni pomeriggio il campo pieno di piccole eE’ trascorso un’ po’ di tempo da quella calda ed afosa sera di metà giugno grandi casacche che corrono su e giù per il manto erboso.e la nostra “fantastica avventura” prosegue a ritmi incessanti. Sono queste le nostre piccole/grandi soddisfazioni. Sono questi piccoli gestiLa scuola calcio conta circa 160 ragazzi iscritti. Si stanno disputando il di affetto che vorremmo non mancassero mai ed è per queste piccole cosecampionato dei pulcini con ben 5 squadre, il campionato dei giovanissimi che la nostra società continuerà a lavorare in modo da far si che qualunquecon 2 squadre e con ottimi risultati, il campionato degli esordienti che ha Martanese possa diventare parte della nostra “fantastica avventura”.visto terminare la fase invernale con la squadra del Martano al primo posto. Antonio Nocera Vi presentiamo il settore giovanile:Categoria Pulcini 95 Il campionato degli esordienti si divide in due fasi: quella autunnale eIl gruppo dei pulcini nati nell’anno 1995 è composto da allievi con i quali quella primaverile. La squadra, alla fine del girone autunnale hasono stati formati due sottogruppi rispettivamente di 13 e 14 elementi. guadagnato il primo posto.Il primo gruppo iscritto al campionato di categoria Pulcini a 9 con il La novità è una ragazzina, Piri Valentina, che fa parte della squadranome di ASACS Martano Sq. B è composto dai seguenti allievi: ed ha disputato tutti gli incontri del torneo, come i suoi coetanei maschetti.-Millefiori Niccolò, Passabì Giuseppe, De Santis Mattia, De Marianis La Presenza di Valentina inorgoglisce dirigenti e responsabili del MartanoLorenzo, Puce Francesco, Vitto Lorenzo, Scardino Gabriele, Pentolini Calcio.Antonio, Carati Andrea, Nocco Lorenzo, Apollonio Francesco, PizzutoDaniele; Antonaci Emanuel. Categoria Giovanissimi 92Il secondo gruppo è stato iscritto al campionato di categoria Pulcini a Il gruppo di giovanissimi B è composto da 21 allievi:9 con il nome di ASACS Martano Sq. A ed è composto dai seguenti -Saracino Matteo, De Pascalis Riccardo, Coricciati Riccardo, Giannuzziallievi: Salvatore, Stomeo Gianmarco, Blasi Francesco, Termo Agostino,-Fariello Tommaso, Trofo Emanuele, Saracino Daniele, De Lumè Moschettoni Alessandro, Torsello Daniele, Stella Riccardo, ChiriattiGianluca, Calò Giacomo, Afrune Michele, Garrapa Diego, Chiriatti Riccardo, Zollino Salvatore, Stomeo Alessandro, Zimari Carlo, ChiriattiFederico, Giannuzzi Alessio, Chiriatti Alessandro, Micaglio Mattia, Steven, Spedicato Francesco, D’Ambrosio Luigi, Mariano Antonio,Paglialonga Giuseppe, Sicuro Davide, Contino Simone. Galiotta Eugenio, Saracino Carlo, Leanza Fabio.Allenatore: Riccardo Schito. Allenatore: Riccardo SchitoEntrambe le squadre hanno compiuto la prima partita del campionato Categoria giovanissimi gruppo Ae durante la sosta natalizia hanno partecipato ad un torneo a Corigliano Portieri:Vitto Floriano(91) Saracino Salvatore (93).piazzandosi al terzo posto su otto squadre. Difensori: Nocco Damiano(91) Luperto Lorenzo(91) Protopapa Antonio(91) Coricciati Gianmarco(92) Rizzo Massimo (91) De SimeisCategoria Esordienti Antonio(91) Zacheo Luigi (91).Portieri: Nocco Davide (94); Saracino Salvatore (93). Centrocampisti: Iannilli Andrea(91-capitano) Nocco Alessandro(93)Difensori: Antonazzo Riccardo (94); Chiriatti Giampiero (93); Coricciati Millefiori Giovanni Giacomo (92) Fuso Gabriele (93) Della TommasaGiuseppe (93); De blasi Francesco (94); Giannuzzi Fabrizio (93); Emanuele (91) Barbetta Diego (92)Mancarella Luigi (94); Nocco Riccardo (93); Nocera Francasco (93); Attaccanti: Donno Riccardo (91) De Santis Pier Luigi (91) ChiriattiScardino Antonio (94); Francesco (91) Maniglio Riccardo (91) Saracino Oscar (93).Centrocampisti: De Franciscis Nicola (93); Fuso Antonio (93); Fuso Jolly: Nocco Riccardo (93)Gabriele (93); Giannuzzi Antonio (93); Nocco Alessandro Cap. (93); Allenatore: Donateo FrancescoPiri Valentina (93); Rizzo Daniele (93); Rizzo Marco (93); Saracino I ragazzi sposano a pieno titolo il messaggio profuso dal mister ColagiorgioAndrea (94); Saracino Luigi Junior (94); alla prima squadra e dal preparatore atletico dott. Nico Ungaro, cioè diChiriatti Andrea (93). credere nella cultura del gruppo e nel rispetto delle regole.Attaccanti: Meledi Eros (93); Perla Francesco (94); Romano Marco (93); La Squadra occupa il secondo posto in classifica nel girone D.Saracino Oscar (93); De Santis Francesco (94); Da segnalare la convocazione nella Rappresentativa ProvincialeChiriatti Luca (93). Giovanissimi del portiere Vitto Floriano.Allenatore: Mele Sergio. Le partite del prossimo mese MARTANO CALCIO. Un atto damore Domenica 29 gennaio MARTANO - VEGLIE Domenica 5 febbraio Mercoledì 15 febbraio Finale Regionale Coppa Puglia Domenica 19 febbraio ERCHIE - MARTANO Domenica 26 febbraio La storia di alcuni amici legati dallamore per lo sport SAN CESARIO - MARTANO Domenica 12 febbraio MARTANO - OTRANTO MINERVINO MURGE - MARTANO La storia di alcuni amici legati dallamore per lo sport (campo da destinarsi) MARTANO - MERINE Domenica 5 marzo MARTANO - ARADEO 8

×