Successfully reported this slideshow.

Corte Grande N° 3 - Ottobre 2005 - Inserto

182 views

Published on

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Corte Grande N° 3 - Ottobre 2005 - Inserto

  1. 1. GIOVINEZZA GIOVINEZZA PICCOLI FATTURATI, GRANDI IDEE Ricerca e Innovazione: sono le carte per competere sui mercati di Enrico GiannuzziHo provato in questi ultimi tempi a capire Quando dico, “soddisfare al meglio le insediamento? E poi in realtà i nostriquali siano le dinamiche che un’azienda necessità di un turista”, intendo dire offrire amministratori sono veramente all’altezzadeve attivare per aderire ad un progetto una permanenza ad un buon rapporto di poter gestire un così importante progettod’innovazione tecnologica. Ecco, trovo qualità/prezzo, mettere in atto proposte di sviluppo quando non sanno cosa vogliaestremamente complessi e veramente stimolanti e consone al territorio salentino, significare impresa? Non sarebbe forseriservati a pochi addetti ai lavori questi senza diventare la “Rimini del sud” …che meglio un’amministrazione di tecnici o diprocessi. Sono convinto che il tessuto non ci appartiene né storicamente, né per imprenditori? Ma sappiamo tutti che chiproduttivo salentino, pugliese o italiano sia le caratteristiche antropologiche, e culturali. capisce poco è sempre al posto sbagliato!composto da aziende che hanno grandi idee Se poi invece pensiamo a quelli che sono In realtà la disaffezione dalla politica nascema poche risorse. Di conseguenza,una gli insediamenti produttivi nei quali ci sarebbe proprio dal fatto che solitamente chi governascarsa possibilità di accesso al credito e la possibilità di collocare maggior impiego non ha le giuste competenze per farlo. Unaquindi scarsa possibilità di attingere ad un nel nostro paese, a parte le realtà produttive comunità dovrebbe essere gestita secondoprogetto di sviluppo ed innovazione. esistenti, tra le quali si annotano alcune di i canoni di efficienza, efficacia edQualcuno un giorno mi economicità, ossia secondo i principi cheha detto che il mondo sovrintendono l’attivitàè pieno di opportunità, di ogni pubblicama forse nessuno ha amministrazione.mai spiegato che per Spesso ci troviamo diandare in giro per il fronte a personemondo a raccoglierne, “prestate” alla politicac’è bisogno di capitali. per soddisfare interessiNegli ultimi viaggi che poco collettivi e moltoho fatto con mio padre più personali !!!in giro per l’Italia, specie Martano rappresentain quella del Nord, ho un po’ il titolo di questovisitato alcuni distretti mio pensiero. È comecalzaturieri e l’imprenditore che ha ledell’abbigliamento, ed idee ma non ha leho potuto valutare le risorse. In realtà le ideeiniziative che ci stanno per tuttaimprenditori attenti quella brava gente chehanno saputo si sveglia ogni mattinarealizzare per generare sapendo di doverconsumi, Noi, al arrivare la sera ed avercontrario, giochiamo al risolto quanti più“fotti compagno”, logiche preistoriche che intraprendenti, tanto da riuscire a competere problemi possibile. La scarsità di risorsehanno portato alla stagnazione, alla a livello internazionale ed in grado di attrarre dipende dal sistema che non c’è. O impegnamancanza di cooperazione, in un mercato notevole forza lavoro. Si crea, in questo le risorse nella maniera sbagliata.in cui la competizione vuol dire soprattutto modo, un substrato culturale e produttivo, Quindi grande incapacità di gestire grandicooperazione tra imprese. vivace e dinamico. Non penso ci siano molte opportunità che vanno perdute.Per ciò che riguarda Martano, potrei attività degne di essere annoverate in questa Faranno bene i nostri imprenditori adavanzare una proposta che ritengo fattibile, categoria di imprese con la “I” maiuscola. investire altrove?se, effettivamente, il desiderio di realizzarla Molti diranno che le possibilità di questi Faranno bene i nostri giovani a cercareincontra la volontà degli imprenditori di imprenditori, pochi ad onor del vero, le fortuna altrove?confrontarsi gli uni con gli altri senza voler possono ottenere solo attendendo di È giusto che continuino ad andare avanti leimporre le proprie idee commerciali. possedere le loro stesse attuali capacità. persone scaltre, le triadi che si servono delPensiamo che Martano ha tanti punti di forza, Quante imprese a Martano hanno capacità sistema, non condividendo le opportunitàtra cui una grande storia, che può essere ma non hanno le risorse? con il sistema, però parlandone?“sfruttata” per attirare visitatori: se volessimo Quanti hanno voglia veramente di fare Ma poi il sistema ci suggerisce di fare i fattiattuare un progetto che permetta di far qualcosa di importante? propri?sostare un gruppo di turisti per più di un Forse dovremmo imparare a fare tutti Noi giovani da questo scenario pocogiorno a Martano. Quale è la nostra politica? incoraggiante dovremmo trarre spunto perproposta? Sicuramente, impegnarsi a L’approvazione del P.R.G. può essere scegliere quale delle due opportunità che cisoddisfare al meglio le necessità di un turista. veramente una chance per le nostre imprese, vengono date: essere le risorse o essereVuol dire attrarre più turisti per il prossimo se a priori manca un piano di sviluppo l’idea?anno. industriale e della promozione delle aree di Al contrario, imparare a fare sistema!!!
  2. 2. GIOVINEZZA GIOVINEZZA Progetto grafico: Stefania CostantiniDa questo numero, qualora ci fosse materiale disponibile e pubblicabile, intendiamo dare spazio a quelle pennelocali che volessero esprimere il proprio pensiero sui più svariati argomenti locali. LA REDAZIONE"Scusate la digressionefantasticavo un tempo, dattingere dalle labbra della musa, quel che alluomosi usa raccontar. Ma il labbro della musa è mutante, con la globalizzazionein un istante da labbro di musa, museruola diventò, ispirando solo cagnate! Ebbene egregi neonati mai nati basta, sono oltraggiosamente adirato espongoil problema: una gran pena mi spinge al poema, veder la gioventù ridotta a mito pubblicitario per lesaltazione del consumo come libertà di massa.Vedere un massificazione informe della cultura mi da pena oltre misura. Se con lusinga in rima mi lamento è per rendere più tormentoso il tormento,che la bellezza non procede senzorrore, edio da buona assistente devo pensare alla pensione. Pensionata in un vitto e in un alloggio altrui soffro e midimeno desiderando loco ameno. Questa mia lamentazione non è piagnisteo personale, per la sorte della giovinezza piango. Quella giovinezza chemha tolto il respiro e mha donato ardore, prego passino pure le ore, che senza tempo è questa subordinazione delluomo senza decoro! Lo vedi prostatoal comun dominatore: il danaro usurpatore, che per il suo progresso ha mandato luomo in regresso, normalizzando vita e morte come fenomenispettacolari. Luomo ha diseredato di terra e di ideali. non spetta a me ridir leroiche parole ma terra è vostro dominio e mare vostra culla e cielo vostrotetto. Perchè ripiegar in monolocali quando la terra nuda spetta desser amata, quellamante indomata che fa capricci e doni incommensurabili. Che vinutre e vammazza senza ragion alcuna. Che vi fu madre e matrigna. E voi sperdute formiche vi affannate per domar la belva, ma ella cha nome naturaconcede e prende di sua voglia, di voi ignara. Amatela vostra natura duomini per voi la ragion naturale ordì pene e vani piaceri. Abbracciate le sueginocchia e chiedete perdono, amatela in letti di Damasco e quandessa vi punisce senza pecca, chinate il capo come fa la ginestra. Accettate da eroivostra natura, smettete di viver da vili perchè sempre natura fa vostra sorte, sia che voi rinfreschiate con acqua marina, sia che voi rinfreschiate conaria condizionata! Miseri sciocchi è questo il mondo che i padri costruirono per voi? Avete tradito i padri! Senza rispetto vivete sul suolo del mondo,la terra è della terra e non ha padroni ma voi tracciate confini e unonda basta per ridurvi in cenere! Impotenti, il viagra non vi salvò dallonda anomaladurante la vacanza da occidentali, le carte di credito non comprarono ai vostri figli lo stupore che la morte regalò ai loro occhi! Vergogna uomini!Ivostri figli muoino per scoppi di bombe in attentati che voi avete promosso, quando la vostra indifferenza lasciò, che per mezzo di bombe intelligenti,la democrazia fosse esportata come coca-cola. Vergogna! Il capitalismo occidentale ha generato mostri, difendetevi da voi stessi! Vergogna! I vostriparenti in vacanza muoiono, voi piangete in piazze affollate e anche le piazze scoppiano! Vergogna! degli innocenti caduti sotto lo scoppio delle bombeintelligenti non vi curate! Bambini sono morti, vittime bianche di bombe che portano il vostro nome: Italia! Perchè non piangete in piazza per quellevittime innocenti? Non erano vostri fratelli? Non erano vostri figli? Legoismo duna guerra televisiva vi faceva sentire al sicuro, la mala informazionedi chi vi dice: "sono barbari vanno educati", vha ottuso il cervello! Non vaccorgete della barbarie occidentale che per interessi economici riduce popoliin ginocchio, si chiama petrolio la vostra ragione! Voi servi del capitalismo americano, avete detto si ad una guerra! Le vostre manifestazioni vuoteda scampagnata domenicale a nulla sono servite, perchè nascevano da uno spirito di carità, vi sentivate la coscienza pulita quando con le fiaccoleaccendevate le piazze! Dovevate dar fuoco alla terra e pretendere il ritiro dei vostri eserciti! Ma il debito di libertà con la cagna che mastica gingomme:lAmerica, vi ha reso schiavi! Non piangete i vostri figli, voi gli avete uccisi! Voi siete responsabili della loro morte! Cercavate colpevoli? Guardateviallo specchio e sparate! Io non giustifico chi si fece saltare allaria in nome dun dio e non giustifico chi invase la terra per il petrolio. tutti vi condanno!Vi siete indignati per un burka, quando le vostre figlie fanno le puttane in televisione, su calendari e nei cinema! Dovè il rispetto per la donna? Chiapre le gambe in pubblico è più libera di chi le chiude? Vergogna! La donna bambina angelicata, timorosa e mai conscia della bellezza delle sue forme,schiava dei cicli lunari, isterica di vita, scura terra che nutre e seppellisce i figli! Vergogna! non avete il coraggio di combattere! Vi siete arresi altelecomando! Abbiate pietà di voi stessi, rimettetevi in gioco per il compimento della vita! Questo vi dico da occidentale, io come voi ho visto edenuncio, voi vedete e tacete. Abbiate il coraggio di dire il vero. Perchè la libertà è dire alla gente ciò che non ha voglia di sentire!" Anna Tamborrino

×