Your SlideShare is downloading. ×
Innovation cards governance
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Innovation cards governance

464
views

Published on

Schede (Innovation Cards) …

Schede (Innovation Cards)
con esempi ed istruzioni per l'applicazione pratica in azienda dei metodi presentati.

Published in: Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
464
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Innovation Card Macro-segmentare il Definire la strategia di prodotto mercato Obiettivi Caratterizzare meglio il proprio mercato target ed individuare i macro-segmenti diRidurre il time to market mercato sui quali focalizzare i propri sforzi di innovazione.Estendere il portafoglio BeneficiAumentare il valoreAumentare volumi Definire la macro-segmentazione del mercato è il punto di partenza per definire la strategia di prodotto e permette di:Ridurre i rischiRidurre i costi • Servire meglio i propri clienti • Focalizzare gli sforzi di innovazione sui segmenti di mercato più interessanti • Aumentare il valore del proprio portafoglio prodotti Do it yourself 1. Identificare i parametri principali che permettono di suddividere i clienti raggruppandoli in segmenti che abbiano in comune le seguenti caratteristiche: bisogni e desideri, leggi e normative di riferimento, modalità di acquisto, sensibilità al prezzo e modalità di utilizzo del prodotto. Alcuni esempi di parametri di classificazione sono: • Settore di business dei clienti (es. privati, meccanica, alimentare, ...) • Età o altre caratteristiche demografiche (es. giovani, adulti, anziani, ...) • Modalità di utilizzo del prodotto (es. occasionale, continuativo, ...) • Caratteristiche psicologiche dei clienti (es. innovatori, follower, prudenti, ...) L’obiettivo è quello di identificare i macro segmenti, all’interno dei quali verranno poi meglio identificate le nicchie verso cui focalizzarsi. 2. Valutare l’attrattività dei segmenti di mercato secondo i seguenti parametri (dimensioni, tasso di crescita/decrescita, margini, intensità competitiva, valore del nostro marchio, possibilità di accesso al mercato, importanza del prodotto per i clienti, possibilità di differenziarsi dalla concorrenza, maturità dei prodotti, conoscenza delle tecnologie, complessità normativa, potere dei fornitori, nostro fatturato attuale). By 3. Definire l’importanza dei diversi segmenti di mercato sulla base dei parametri di attrattività e degli obiettivi aziendali. L’importanza può essere rappresentata con un diverso numero di “stelle” (normalmente da 0 a 3) 4. Definire le linee guida strategiche da seguire per ogni macro segmento target. Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 2. Innovation Card Identificare le nicchie di Definire la strategia di prodotto mercato a cui rivolgersi Obiettivi Identificare le nicchie di mercato nelle quali si desidera acquisire un vantaggioRidurre il time to market competitivo.Estendere il portafoglio BeneficiAumentare il valoreAumentare volumi Identificare adeguatamente le nicchie di mercato permette di: • Identificare meglio le caratteristiche deegli utilizzatoriRidurre i rischiRidurre i costi • Focalizzare meglio i bisogni e desideri da soddisfare • Progettare una user experience vincente • Aumentare la probabilità di successo dei propri prodotti Do it yourself 1. Identificare le principali caratteristiche che differenziano i potenziali clienti all’interno dei macro-segmenti di mercato importanti. Spesso è conveniente utilizzare una combinazione di caratteristiche di tipo diverso: caratteristiche demografiche (ad es. età, sesso, fatturato, ...), caratteristiche psicografiche (ad es. personalità, stile di vita, ...) e caratteristiche comportamentali (ad es. tipo di utilizzo, frequenza di acquisto, ...). Sulla base delle caratteristiche individuate, tracciare una matrice come quella rappresentata in figura. 2. Descrivere le principali caratteristiche di ogni nicchia di mercato, identificando i principali trend e gli eventuali eventi salienti nella vita dei clienti. 3. Selezionare le nicchie di mercato più importanti strategicamente. NICCHIE DI MERCATO TARGET Macro-segmento Caratteristiche Caratteristiche di mercato comportamentali psicografiche By Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 3. Innovation Card Costruire i profili dei clienti Conoscere lil mercato, i concorrenti e le target tecnologie Obiettivi Per definire un nuovo prodotto bisogna iniziare con il conoscere chi lo utilizzerà: questoRidurre il time to market metodo permette di approfondire ed arricchire la conoscenza dei clienti e diEstendere il portafoglio identificare bisogni e desideri non ancora soddisfatti.Aumentare il valoreAumentare volumi Benefici Costruire i profili dei clienti target permette di:Ridurre i rischiRidurre i costi • Identificare meglio le caratteristiche degli utilizzatori • Introdurre un metodo sistematico per identificare bisogni e desideri non ancora soddisfatti • Focalizzare l’attenzione sui clienti ed i loro bisogni, piuttosto che sui prodotti Do it yourself 1. Per ogni nicchia di mercato identificare alcuni profili di clienti (generalmente da 1 a 5) e descriverli nella matrice riportata in figura. È importante che i diversi profili si riferiscano a “tipi” di clienti significativi e che complessivamente rappresentino tutte le caratteristiche importanti per la nicchia di mercato. Per raccogliere le informazioni necessarie a descrivere i profili è possibile effettuare interviste ai clienti potenziali, oppure partire da clienti veri e costruire il loro profilo (questa è un’ottima tecnica per rendere il tutto molto reale) 2. Tutte le persone coinvolte nelle prime fasi del processo di innovazione, dovrebbero conoscere i profili dei clienti target ed utilizzarli nelle fasi di definizione del prodotto By Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 4. Innovation Card Definire il posizionamento Definire la strategia di prodotto strategico desiderato Obiettivi Il posizionamento strategico rappresenta la strategia di differenziazione rispetto aiRidurre il time to market concorrenti e costituisce pertanto la base del vantaggio competitivo. QuestoEstendere il portafoglio strumento permette di definire il posizionamento strategico desiderato a partire dalAumentare il valoreAumentare volumi posizionamento strategico percepito dai clienti. BeneficiRidurre i rischiRidurre i costi Definire il posizionamento strategico desiderato permette di: • Verificare dove l’azienda si posiziona nella mente dei propri clienti • Individuare eventuali punti di debolezza rispetto ai concorrenti • Definire la strategia di differenziazione rispetto ai concorrenti • Armonizzare tutte le decisioni aziendali legate ai nuovi prodotti Do it yourself 1. Individuare un macro-segmento di mercato di interesse (o l’intero mercato) ed identificare i principali concorrenti. 2. Identificare quali elementi caratterizzano i diversi concorrenti dal punto di vista dei clienti (ad es. prestazioni del prodotto, affidabilità, qualità del servizio, prezzo, ...) 3. Chiedere ai propri clienti e potenziali clienti di assegnare un voto da 0 a 10 a tutti i concorrenti sui diversi parametri identificati e tracciare il grafico come in figura con i valori medi ottenuti per ogni caratteristica. 4. Eseguire la stessa operazione con un gruppo di persone all’interno dell’azienda e verificare le differenze tra il posizionamento percepito all’esterno ed all’interno. 5. Definire il posizionamento strategico desiderato per differenziarsi dai concorrenti (spesso risulta conveniente puntare a migliorare i punteggi più bassi ed individuare una o due caratteristiche sulle quali eccellere). By Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 5. Innovation Card Gestire il portafoglio dei Selezionare le idee Obiettivi progetti Confrontare tra loro in modo omogeneo le idee dei nuovi prodotti per selezionare quelle vincenti e realizzarle velocemente, evitando di disperdere risorse per inseguireRidurre il time to marketEstendere il portafoglio idee mediocri.Aumentare il valore BeneficiAumentare volumi Gestire il portafoglio dei progetti permette di: • Aumentare la probabilità di successo dei prodottiRidurre i rischiRidurre i costi • Ridurre il time to market • Bilanciare il carico di lavoro per le attività di sviluppo • Migliorare la qualità dei prodotti sviluppati • Aumentare il valore del portafoglio prodotti Do it yourself 1. Identificare le persone da coinvolgere nella valutazione delle idee (generalmente gli stessi dell’Innovation Committee). 2. Individuare i momenti di valutazione delle idee e dei progetti (generalmente al momento in cui si inizia ad analizzare seriamente un’idea e poi di nuovo al momento di far partire il progetto di sviluppo). 3. Valutare le idee al meglio della conoscenza disponibile al momento e secondo i seguenti parametri: • Importanza strategica (ad es. importanza del segmento di mercato, grado di differenziazione rispetto ai concorrenti, impatto sul brand, impatto sul portafoglio prodotti, prodotto necessario a causa di modifiche alle normative o per obsolescenza o criticità del prodotto attuale, ...) • Probabilità di successo (ad es. probabilità di successo commerciale, probabilità di successo tecnico, probabilità di rispettare il costo target, ...) • Importanza economica (ad es. fatturato atteso, margini attesi, costi di sviluppo, tempo per il ritorno di investimento, ...) 4. Rappresentare le idee con post-it sul tabellone del portafoglio delle idee (si veda By la figura). 5. Selezionare le idee migliori su cui focalizzare gli sforzi, sulla base delle risorse di sviluppo disponibili. IDEE Quadrante ad alta Punteggio Punteggio Importanza Strategica e Minimo Massimo alta Probabilità di successo Opportunità Perle Zavorra Ambizioni Il questionario deve essere personalizzato Media dei per ogni azienda punteggi Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 6. Innovation Card Definire e visualizzare il Governare il processo di innovazione funnel dell’innovazione Obiettivi Definire l’intero processo dell’innovazione dalla generazione delle idee fino al lancio sul mercato, focalizzandosi sugli eventi, sulle decisioni chiave e sui risultati da produrre.Ridurre il time to marketEstendere il portafoglio Visualizzare i progetti in corso, facilitando il bilanciamento delle attività di inovazione eAumentare il valore la comunicazione tra le diverse funzioni aziendali.Aumentare volumi BeneficiRidurre i rischiRidurre i costi Definire e visualizzare l’innovation funnel permette di: • Assicurare un processo di sviluppo di qualità elevata • Ridurre il time to market • Bilanciare il carico di lavoro per le attività di sviluppo • Favorire la collaborazione tra le diverse funzioni aziendali Do it yourself 1. Identificare i principali eventi e le decisioni chiave nel processo di sviluppo dei nuovi prodotti: dalla nascita di un’idea fino al lancio del prodotto sul mercato (ad es. avvio del progetto di sviluppo, validazione del prototipo, ordine delle attrezzature produttive,...) 2. Suddividere il processo di innovazione in fasi (non più di 5 o 6), delimitate dagli eventi chiave individuati 3. Definire quali documenti devono essere completati al termine di ogni fase 4. Disegnare il funnel su un tabellone cartaceo e posizionare lungo il funnel i progetti in corso e le nuove idee (ogni idea o progetto è rappresentato da un post-it) 5. Definire le responsabilità e le modalità di avanzamento dei progetti nel funnel, in corrispondenza degli eventi chiave individuati (ad es. incontro periodico di avanzamento) 6. NOTA: Durante le prime settimane di utilizzo è normale che si renda necessario apportare modifiche e perfezionamenti al tabellone FUNNEL DELL’INNOVAZIONE By Idea Selezionata Nuvola Concept delle idee Selezionato Avvio Acquisto Fine OK alla Definire Progetto Attrezzature Progetto Vendita concept Definire Progettazione Industrializzazione Lancio prodotto Requisiti Requisiti Requisiti Requisiti di di di di Prodotto Prodotto Prodotto Prodotto Schizzi 3D Schizzi 3D Schizzi 3D Schizzi 3D Risultati Risultati Risultati Risultati Requisiti Studio di Studio di Studio di Studio di di Fattibilità Fattibilità Fattibilità Fattibilità Prodotto Business Business Business Business Schizzi 3D Case Case Case Case Risultati Studio di Requisiti Fattibilità di Business Prodotto Case Schizzi 3D Risultati Studio di Fattibilità Business Case Fase di Risultati Evento Progetto Progetto in Idea sviluppo della fase chiave attivo stand-by Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 7. Innovation Card Preparare il piano strategico di Definire la strategia di prodotto prodotto Obiettivi Rappresentare in modo chiaro e sintetico i nuovi prodotti che verranno sviluppati nelRidurre il time to market medio periodo, con le rispettive date di lancio e gli eventi principali del loro sviluppoEstendere il portafoglio BeneficiAumentare il valoreAumentare volumi Il piano strategico di prodotto: • Costituisce il punto di riferimento aziendale per identificare i prodotti da lanciareRidurre i rischiRidurre i costi • È il punto di partenza per la pianificazione di tutte le attività aziendali legate ai prodotti • Fornisce una visione d’insieme concreta della strategia aziendale Do it yourself 1. Definire l’intervallo temporale da considerare (ad es. 2 anni) e suddividerlo in periodi (ad es. mesi) 2. Individuare le principali scadenze “generali” che rientrano nell’intervallo temporale (ad es. fiere, aggiornamenti del catalogo, ...) 3. Rappresentare i prodotti che dovranno essere lanciati 4. Rappresentare le date previste per il lancio dei prodotti ed eventuali altri eventi chiave nello sviluppo dei prodotti (ad es. la comunicazione al mercato, la disponibilità di un prototipo funzionante, etc.) PIANO STRATEGICO DI PRODOTTO 2 By 1 GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC 4 3 Spazio per note o commenti Data di Aggiorna- presenta- Data di Il significato dei colori Nuovo mento Fiera Nuovo zione del lancio sul prodotto prodotto catalogo può essere diverso esistente prodotto al mercato mercato Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 8. Innovation Card Visual Planning (I) Governare il processo di innovazione Piano dei progetti Obiettivi Ridurre il time-to-market coinvolgendo e responsabilizzando l’intero team di sviluppoRidurre il time to market nella definizione e nel rispetto del piano di sviluppo dei nuovi prodotti.Estendere il portafoglio Utilizzare uno strumento di pianificazione semplice, immediato ed efficace.Aumentare il valoreAumentare volumi Benefici Il piano visuale dei progetti, permette di applicare un approccio lean allaRidurre i rischiRidurre i costi pianificazione: • Facilita la collaborazione, il coinvolgimento e la responsabilizzazione dell’intero team • Permette di gestire tutti i progetti di sviluppo in un’unica vista • Si focalizza sui risultati da produrre e sulle decisioni da prendere • Riduce il time-to-market per i nuovi prodotti • È di facile ed immediato aggiornamento Do it yourself 1. Identificare i principali eventi dei progetti di sviluppo. Un metodo efficace è quello di preparare la lista dei risultati che il progetto deve realizzare (ad es. disegni, altri documenti, prototipi, ...): ogni rilascio di un risultato diventa quindi un evento. La lista degli eventi va completata identificando le principali decisioni che vengono prese durante lo sviluppo dei prodotti (ad es. validazione del prototipo, acquisto delle attrezzature, OK a produrre, ...). 2. Organizzare un incontro per ogni team di progetto per pianificare insieme gli eventi. Generalmente si esegue la pianificazione a ritroso, partendo dalla fine progetto desiderata. 3. Definire un incontro periodico (ad es. settimanale o quindicinale) per la revisione del piano da parte del team. Durante l’incontro gli eventi completati vengono barrati, mentre quelli in ritardo vengono ripianificati, tracciando il ritardo (ad es. con una freccia) By PIANO DEGLI EVENTI DELL’INNOVAZIONE W1 W2 W3 W4 W5 W6 W7 W8 W9 W10 W11 W12 W13 W14 W15 W16 W17 W18 W19 W20 W21 W22 W23 W24 tutti gli eventi di ogni settimana Per colonna si possono vedere Eventi Eventi: Scala Eventi Eventi: Progetti Ritardi generali Risultati da temporale raggiunti Decisioni (es. fiere) rilasciare (settimane) Ogni riga rappresenta un progetto Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 9. Innovation Card Visual Planning (II) Governare il processo di innovazione Piano delle attività Obiettivi Coordinare la pianificazione quotidiana delle attività con il piano degli eventi ed ilRidurre il time to market piano strategico aziendale per migliorare il rispetto delle scadenze dei diversi progetti.Estendere il portafoglio Utilizzare uno strumento di pianificazione semplice, immediato ed efficace per laAumentare il valoreAumentare volumi pianificazione quotidiana delle attività. BeneficiRidurre i rischiRidurre i costi Il piano visuale delle attività, permette di applicare un approccio lean alla pianificazione: • Facilita l’allineamento delle attività quotidiane con il piano strategico aziendale • Permette una chiara visibilità del carico di lavoro delle persone • Permette di visualizzare e valutare immediatamente l’impatto delle perturbazioni esterne (modifiche, richieste particolari, ...) • È di facile ed immediato aggiornamento Do it yourself 1. Ogni persona, dopo aver partecipato alla definizione o all’aggiornamento del piano degli eventi, pianifica le proprie attività per le successive settimane insieme con il proprio responsabile funzionale. Viene compilato un post-it per ogni giorno, scrivendoci l’attività (o le attività) pianificate per quel giorno. 2. Il piano delle attività viene aggiornato settimanalmente da ogni persona. Le attività eseguite vengono barrate. Eventuali imprevisti che impediscano l’esecuzione delle attività pianificate, vengono tracciati con post-it di colore diverso. Le attività non eseguite devono essere spostate in avanti. Nel caso in cui lo spostamento delle attività abbia impatto sugli eventi contenuti nel piano degli eventi, deve essere coinvolto il responsabile funzionale. 3. Può essere utile considerare in questo piano meno di 5 giorni alla settimana (ad es. 4 giorni alla settimana), lasciando del tempo disponibile per imprevisti o attività non di progetto. By PIANO DELLE ATTIVITÀ DEL UFFICIO XYZ Lun Mar Mer Gio Ven Lun Mar Mer Gio Ven Lun Mar Mer Gio Ven Lun Mar Mer Gio Ven Lun Mar Mer Gio Per colonna si possono vedere tutte le attività di ogni giorno Scala Attività Attività Persone Imprevisti Temporale Completate Pianificate (giorni) Ogni riga rappresenta una persona Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 10. Innovation Card Stimare il ritorno di Governare il processo di innovazione investimento dei progetti Obiettivi Introdurre la stima del ritorno di investimento tra i parametri da considerare nellaRidurre il time to market decisione se sviluppare o meno un’idea.Estendere il portafoglio Definire prezzo, costo e volumi di vendita target per i nuovi prodotti.Aumentare il valoreAumentare volumi Benefici Stimare il ritorno di investimento dei progetti permette di:Ridurre i rischiRidurre i costi • Individuare i progetti con ritorno economico più interessante, • Definire in modo integrato il prezzo target, i volumi di vendita ed il costo target, • Focalizzare gli sforzi di sviluppo su prodotti con un buon ritorno dell’investimento Do it yourself 1. Definire chi è responsabile di preparare la stima di ritorno di investimento per un nuovo progetto (ad es. ufficio commerciale + ufficio tecnico) 2. Definire le modalità di calcolo dei costi di sviluppo e dei costi del prodotto (ad es. quali voci di costo considerare). Per i costi di prodotto è spesso consigliato utilizzare i costi diretti. 3. Definire quando deve essere preparata la stima di ritorno dell’investimento (ad es. prima di avviare il progetto di sviluppo) 4. Definire quando la stima deve essere rivista durante il processo di sviluppo del prodotto 5. Una volta lanciato il prodotto sul mercato, confrontare le stime con i valori a consuntivo. By Net Present Breakeven Value Point Investimento Richiesto Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it
  • 11. Innovation Card Tracciare il diagramma Governare il processo di innovazione Margine/Fatturato Obiettivi Visualizzare l’importanza economica dei diversi prodotti (o famiglie di prodotti) perRidurre il time to market migliorare la qualità delle decisioni sul portafoglio prodottiEstendere il portafoglio BeneficiAumentare il valoreAumentare volumi Il diagramma Margine/Fatturato: • Rappresenta l’importanza dei prodotti dal punto di vista economico, fcilitando quindiRidurre i rischiRidurre i costi le decisioni sul portafoglio prodotti (ad es. quali prodotti togliere dal catalogo, quali prodotti devono migliorare le proprie prestazioni, ...) Do it yourself 1. Preparare la lista dei prodotti da rappresentare, eventualmente raggruppandoli per famiglie e se serve considerando separatamente gli ordini standard da quelli speciali 2. Raccogliere i dati sul fatturato e sul margine medio dei diversi prodotti nell’ultimo anno (o in un periodo significativo) 3. Tracciare il grafico ed analizzare i prodotti che si posizionano sotto la media per fatturato e/o per margine e definire le azioni conseguenti. La dimensione della bolla rappresenta il guadagno (margine x fatturato) realizzato dal prodotto By Valore medio di margine e fatturato per tutti i prodotti: viene utilizzato come termine di paragone Scarica altre Innovation Cards: www.iovogliocrescere.it

×