Truce massacro o opportunità di crescita?Truce massacro o opportunità di crescita?
 Trasferimento di nucleo di cittadini di
uno stato in un’altra regione.
 Conquista di una regione straniera da
parte di ...
 I re di Spagna, non
volevano lasciare i
latifondi nelle mani di
poche persone per
paura della
concentrazione del
potere....
L’ENCOMIENDAL’ENCOMIENDA
 Nel sedicesimo secolo fu introdotta
l’encomienda che consisteva
nell’assegnazione di indigeni a...
 Gli scambi commerciali venivano
posti in essere solo tra le colonie e la
madrepatria, infatti se un prodotto
americano f...
 Si produceva
soprattutto per il
commercio diretto
verso l’ Europa;
infatti i prodotti
coloniali venivano
venduti all’ es...
 La produzione agricola aveva
andamenti ciclici monoproduttivi ed era
influenzata dalla richiesta degli
europei.
CARATTER...
 La produzione agricola era legata al
latifondo e serviva per l’autoconsumo
locale.
CARATTERISTICHE E DESTINAZIONECARATTE...
 Verso la fine del 19° secolo il dominio
coloniale spagnolo fu soppiantato dalla
penetrazione prima britannica e poi
stat...
 Esempi di monopoli produttivi
neocolonialistici sono dati dall’istituzione
dell’Unione Panamericana (che formalizzò
i nu...
 Paradossalmente con l’avvento
dell’imperialismo anglosassone la
lingua dell’antico conquistador
spagnolo diventa un impo...
 Tutta la produzione coloniale era
piegata agli interessi delle potenze
straniere colonizzatrici le quali
producevano con...
 Circa metà del territorio della regione Abruzzo
è attualmente interessata da progetti di
ricerca petrolifera da parte di...
 La terra dei fuochi è una vasta area situata
nell’Italia meridionale fra le province di
Napoli e Caserta, caratterizzate...
 I rifiuti che vengono scaricati o bruciati
inquinano l’aria e le falde acquifere
diffondendo così nell’atmosfera e nelle...
 L’industria italiana delocalizza in paesi in cui il
costo della manodopera non eguaglia i costi
europei. Paesi economica...
Prima la vendita di organi,
principalmente reni, ora l’affitto del
proprio utero. La società è in continuo
mutamento, così...
“… è quella che fa piegare le nuche ai potenti e li
fa governare da impostori, fa piegare la
determinazione dei potenti al...
“… è quella che fa precipitare le anime dei
fanciulli dal cielo immenso nella dimora della
tristezza dove la povertà siede...
“… è quella che svende le cose, che le chiama
con il nome sbagliato, che chiama l’imbroglio
intelligenza, le chiacchiere i...
Abbonizio Elisabetta
Andreoli Simona
Bellisario Micael
Curti Giuseppe
Ciarlatani Davide
D’Aquilante Lorenzo
De Sabato Elia...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Colonialismo

499

Published on

Progetto "Intercultura"
Presentazione classe 4^ Servizi Commerciali sez. B (13/14)

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
499
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Colonialismo

  1. 1. Truce massacro o opportunità di crescita?Truce massacro o opportunità di crescita?
  2. 2.  Trasferimento di nucleo di cittadini di uno stato in un’altra regione.  Conquista di una regione straniera da parte di uno stato allo scopo di trovare territori da sfruttare e mercati in cui vendere i propri prodotti.  Arricchire la madrepatria sfruttando i territori e la manodopera delle popolazioni sottomesse. COLONIZZAZIONECOLONIZZAZIONE
  3. 3.  I re di Spagna, non volevano lasciare i latifondi nelle mani di poche persone per paura della concentrazione del potere.  Nelle colonie le terre erano del sovrano; le colonie potevano avere il possesso del territorio solo su concessione del sovrano.  I coloni più potenti acquisivano i terreni dai nativi attraverso usurpazioni.  I proprietari donavano parte dei terreni alla chiesa che a sua volta obbligava gli Indios ad abbandonare le proprie credenze religiose, chi si opponeva veniva torturato. ASSETTO LATIFONDISTA DELLEASSETTO LATIFONDISTA DELLE COLONIE SPAGNOLECOLONIE SPAGNOLE
  4. 4. L’ENCOMIENDAL’ENCOMIENDA  Nel sedicesimo secolo fu introdotta l’encomienda che consisteva nell’assegnazione di indigeni ad un padrone spagnolo per lo sfruttamento della manodopera. Questa istituzione prevedeva delle regole per salvaguardare gli Indios:  Cibo;  Orario di lavoro regolato;  Riposo domenicale.
  5. 5.  Gli scambi commerciali venivano posti in essere solo tra le colonie e la madrepatria, infatti se un prodotto americano faceva concorrenza ad uno spagnolo veniva soppresso. DINAMICHE COMMERCIALIDINAMICHE COMMERCIALI
  6. 6.  Si produceva soprattutto per il commercio diretto verso l’ Europa; infatti i prodotti coloniali venivano venduti all’ estero e solo una piccola parte di questi era destinata CARATTERISTICHE E DESTINAZIONECARATTERISTICHE E DESTINAZIONE DELLA PRODUZIONE COLONIALE INDELLA PRODUZIONE COLONIALE IN AMERICA LATINAAMERICA LATINA
  7. 7.  La produzione agricola aveva andamenti ciclici monoproduttivi ed era influenzata dalla richiesta degli europei. CARATTERISTICHE E DESTINAZIONECARATTERISTICHE E DESTINAZIONE DELLA PRODUZIONE COLONIALE INDELLA PRODUZIONE COLONIALE IN NORD AMERICANORD AMERICA
  8. 8.  La produzione agricola era legata al latifondo e serviva per l’autoconsumo locale. CARATTERISTICHE E DESTINAZIONECARATTERISTICHE E DESTINAZIONE DELLA PRODUZIONE COLONIALE INDELLA PRODUZIONE COLONIALE IN EUROPAEUROPA
  9. 9.  Verso la fine del 19° secolo il dominio coloniale spagnolo fu soppiantato dalla penetrazione prima britannica e poi statunitense, che garantì grossi investimenti di capitali per le specializzazioni produttive dei paesi sottomessi destinando, queste ultime, al soddisfacimento della domanda di mercato metropolitana e delle proprie esigenze lucrative.
  10. 10.  Esempi di monopoli produttivi neocolonialistici sono dati dall’istituzione dell’Unione Panamericana (che formalizzò i nuovi rapporti di forza stabiliti nel continente) e dall’assunzione da parte statunitense nel monopolio diretto delle produzioni agricole (United Fruit Company) e del settore minerario (Cerro de Pasco Cooper Corporation) o dei mezzi di produzione o di stoccaggio. ESEMPI DI MONOPOLIESEMPI DI MONOPOLI PRODUTTIVI NEOCOLONIALISTICIPRODUTTIVI NEOCOLONIALISTICI
  11. 11.  Paradossalmente con l’avvento dell’imperialismo anglosassone la lingua dell’antico conquistador spagnolo diventa un importante strumento di opposizione (che unì dal punto di vista linguistico le varie etnie locali) della lotta contro lo sfruttamento posto in essere delle classi dirigenti locali filoimperialistiche.
  12. 12.  Tutta la produzione coloniale era piegata agli interessi delle potenze straniere colonizzatrici le quali producevano con manodopera a basso costo per incrementare i profitti nelle vendite. In Europa, invece, le economie latifondistiche furono distrutte dalla classe mercantile; quest’ultima fece leva sul latifondo coloniale che piegò ai propri fini di mercato. SFRUTTAMENTO COLONIALISTICO ESFRUTTAMENTO COLONIALISTICO E NEOCOLONIALISTICONEOCOLONIALISTICO
  13. 13.  Circa metà del territorio della regione Abruzzo è attualmente interessata da progetti di ricerca petrolifera da parte di compagnie straniere.  Studi scientifici comprovano la pericolosità degli impianti di lavorazione dei centri petrolchimici e delle trivellazioni dal punto di vista ambientale e sismico.  Sono altresì certe le conseguenze negative di carattere economico (non compensate peraltro dalle royalties bassissime erogate NUOVE FORME DI COLONIZZAZIONE:NUOVE FORME DI COLONIZZAZIONE: LA PETROLIZZAZIONELA PETROLIZZAZIONE DELL’ADRIATICODELL’ADRIATICO
  14. 14.  La terra dei fuochi è una vasta area situata nell’Italia meridionale fra le province di Napoli e Caserta, caratterizzate dalla presenza di roghi di rifiuti e per lo sversamento illegale di rifiuti, anche tossici da parte della camorra. NUOVE FORME DI COLONIZZAZIONE:NUOVE FORME DI COLONIZZAZIONE: LA TERRA DEI FUOCHILA TERRA DEI FUOCHI
  15. 15.  I rifiuti che vengono scaricati o bruciati inquinano l’aria e le falde acquifere diffondendo così nell’atmosfera e nelle terre circostanti sostanze tossiche tra cui diossina. Questo smaltimento illegale di rifiuti è responsabile di un alto tasso di tumori che hanno colpito soprattutto giovani, donne e bambini. GLI EFFETTI DEVASTANTI DELLAGLI EFFETTI DEVASTANTI DELLA TERRA DEI FUOCHITERRA DEI FUOCHI
  16. 16.  L’industria italiana delocalizza in paesi in cui il costo della manodopera non eguaglia i costi europei. Paesi economicamente meno sviluppati, dove il lavoro costa meno, vengono colonizzati. Una scelta che scatena il gioco delle parti: i potenti creano aspettative, posti di lavoro che risultano aleatori nel momento in cui si verificano condizioni economicamente più vantaggiose in un altro paese e i deboli non possono far altro che pagare il prezzo di questa scelta.
  17. 17. Prima la vendita di organi, principalmente reni, ora l’affitto del proprio utero. La società è in continuo mutamento, così come il colonialismo mostra facce sempre nuove e “moderne”. Ciò che resta invariato è lo sfruttamento dei popoli appartenenti alle zone più povere del mondo, da parte di ricchi che si reputano onnipotenti, incoerenti occidentali.Incoerenti, si, perché sono gli stessi che inneggiano all’uguaglianza, alla difesa dei meno fortunati… ma che dietro le telecamere, le interviste e i cinguettii, tronfi dei loro conti in banca e del loro posto nella società, firmano un contratto, a termine, in un luccicante studio di avvocati, per l’assunzione di una schiava.
  18. 18. “… è quella che fa piegare le nuche ai potenti e li fa governare da impostori, fa piegare la determinazione dei potenti alla volontà di persone avide di gloria e fama, le quali li manipolano come marionette per poi distruggerli quando non servono più”
  19. 19. “… è quella che fa precipitare le anime dei fanciulli dal cielo immenso nella dimora della tristezza dove la povertà siede al lato dell’ignoranza, la vergogna abita insieme alla disperazione, i miserabili crescono, i criminali vivono e i deprivati muoiono”
  20. 20. “… è quella che svende le cose, che le chiama con il nome sbagliato, che chiama l’imbroglio intelligenza, le chiacchiere inutili verità, la debolezza docilità e la codardia orgoglio. K. Gibran, Le tempeste
  21. 21. Abbonizio Elisabetta Andreoli Simona Bellisario Micael Curti Giuseppe Ciarlatani Davide D’Aquilante Lorenzo De Sabato Elias Di Campli Simone Di Fabrizio Camilla Di Rado Nicola Di Risio Paolo Gentile Angela Mazzarella Marco Marcucci Marianna Menna Damiano Quinto Roberto Roselli Cristian
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×