Hotel Web Marketing Mix - Webreevolution

3,921 views

Published on

Hotel Web Marketing Mix: come promuovere online una struttura ricettiva. Come miscelare le varie attività di web marketing, social media marketing e web reputation per ottenere più visibilità e conversioni.

2 Comments
17 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
3,921
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,220
Actions
Shares
0
Downloads
192
Comments
2
Likes
17
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Hotel Web Marketing Mix - Webreevolution

  1. 1. Hotel Web Marketing MixGli ingredienti fondamentali per promuovere online una struttura ricettiva 1
  2. 2. Enrico FerrettiConsulente e docente Web MarketingFondatore della web agency Secret KeyAutore del blog Turismo&Consigli 2
  3. 3. Hai mai provatoa fare una tortasenza avere tuttigli ingredienti? 3
  4. 4. Il risultato potrebbe essere questo... 4
  5. 5. oggi il travel onlinesta prendendo una brutta piega per gli albergatoriche per loro colpe perdono quote di mercato a favore di... 5
  6. 6. 6
  7. 7. Il web può aiutarmiad incrementare visibilità e prenotazioni dirette liberandomidalla dipendenza da OTA? 7
  8. 8. Si! 8
  9. 9. 10
  10. 10. due premesse1. Il web marketing rappresenta un investimento utile per far crescere il proprio business, quindi non va visto come un costo, ma come una fonte guadagno!2. Ogni investimento che viene effettuato sul web può essere monitorato e tracciato così da poterne determinare la validità e il ritorno economico generato, cosa impossibile se fai promozione su media come giornali, radio, televisione. 11
  11. 11. Step 1: definire il piano di marketing• Stabilire il potenziale cliente ideale (prospect)• Scovare gli ambiti e i canali web in cui gravita• Scoprire quali sono le parole chiave che utilizza per la ricerca• Capire come attrarre e coinvolgere il potenziale cliente• Fare un’analisi dei competitors principali• Definire punti di forza e lacune per determinare la unique selling propositon• Stabilire obiettivi e metriche per valutare la bontà del piano di marketing• Tracciare conversioni e transazioni ecommerce per calcolare ROI e ROE 12
  12. 12. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista 13
  13. 13. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vistaQuali sono le caratteristichee gli elementi che il sito web di una struttura ricettiva dovrebbe avere? 14
  14. 14. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare 15
  15. 15. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente 16
  16. 16. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO 17
  17. 17. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO 18
  18. 18. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO• Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter 19
  19. 19. Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter
  20. 20. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO• Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter• SEO friendly: codice, struttura e elementi onpage ottimizzati per i MDR 21
  21. 21. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO• Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter• SEO friendly: codice, struttura e elementi onpage ottimizzati per i MDR• Social oriented: contaminato da elementi social 22
  22. 22. Social oriented: contaminato da elementi social
  23. 23. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO• Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter• SEO friendly: codice, struttura e elementi onpage ottimizzati per i MDR• Social oriented: contaminato da elementi social• Mobile ready: visibile al meglio su smartphone e tablet 24
  24. 24. Mobile ready: visibile al meglio su smartphone e tablet 25
  25. 25. Mobile ready: visibile al meglio su smartphone e tablet 26
  26. 26. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista• Web Design accattivante, architettura intuitiva, facile da navigare• Ricco di elementi che coinvolgano emotivamente l’utente• Contenuti testuali originali, di qualità, persuasivi, realizzati in ottica SEO• Performante: la velocità è determinante, sia lato utente che lato SEO• Call to action in evidenza: contatti, booking engine, iscrizione alla newsletter• SEO friendly: codice, struttura e elementi onpage ottimizzati per i MDR• Social oriented: contaminato da elementi social• Mobile ready: visibile al meglio su smartphone e tablet• Dinamico: Gestibile e aggiornabile in autonomia grazie ad un cms 27
  27. 27. Step 2: realizzare un sito dinamicoottimizzato sotto ogni punto di vista Consiglio extra facile, facile... Prevedi la presenza di sezioni dinamiche, tipo offerte, attività, blog/news Un sito web aggiornato frequentemente genera maggiore interesse lato utente e ottiene un ranking migliore sui motori di ricerca 28
  28. 28. Step 3: generare traffico dai vari canali utilizzati dagli utenti Incrementando il traffico sul mio sito da parte di utenti profilati, aumento le percentuali di ricevere più richieste e prenotazioni effettive! 29
  29. 29. meno visitatori = meno potenziali clienti 30
  30. 30. più visitatori = più vendite 31
  31. 31. gli utenti quali strumenti e canali web utilizzanoper pianificare viaggi e vacanze? 32
  32. 32. 33
  33. 33. motori di ricerca: qui viene il bello!Sui MDR gli utenti esprimono una esigenza, attraverso l’utilizzo di parole chiave. I MDR soddisfano questa esigenza, fornendo all’utente risultati pertinenti. 34
  34. 34. motori di ricerca: qui viene il bello! SEO e Paid Search sono investimenti ad altissimo ROI 35
  35. 35. motori di ricerca: qui viene il bello!circa il 77% degli utenti clicca sui risultati organici, mentre il 23% clicca sui PPC 36
  36. 36. cosa dovrebbe generare una buona strategia seo?Visite da parte di utenti che effettuano questo tipo di ricerche:• tipologia struttura + località• tipologia struttura + servizio + località• offerte + località• informazioni + località 37
  37. 37. seo: posizionamento organico Altro consiglio extra... crea un blog!Con un blog puoi fare marketing territoriale, dare consigli utili ai tuoiclienti e attrarre utenti che ricercano informazioni sui motori di ricercariguardanti la destinazione. diventa una fonte autorevole!Non a caso il blogging è una delle principali attività di content marketingutilizzate da tantissime aziende in tutto il mondo. 38
  38. 38. seo: posizionamento organicoE’ un investimento a lungo termine richiede mesi e mesi di duro lavoroMa può dare risultati straordinari! 39
  39. 39. seo: posizionamento organico 40
  40. 40. seo: posizionamento organico 41
  41. 41. seo: posizionamento organico 42
  42. 42. seo: si può calcolare il roi 43
  43. 43. perchè investire su una campagna di paid search?• Rispetto al SEO consente di essere visibili in serp in poche ore• Possibilità di profilare il target geograficamente o per lingua• Consente di sapere quali sono le parole chiave più proficue in termini di conversioni e non solo di volumi• Maggiore visibilità sui motori di ricerca, per un set di parole chiave più ampio• Utile per promozioni stagionali che hanno una fruizione limitata nel tempo• Utilissimo in periodi di bassa occupazione, o in caso di cancellazioni magari causate da eventi straordinari 44
  44. 44. Mai darsi per vinti!
  45. 45. paid search: pay per clickAnche in questo caso si può calcolare il ROI 46
  46. 46. strategic placementProficuo per fare branding e in chiave seo 47
  47. 47. strategic placementposizionare in maniera strategica il mio brandsu siti interessanti per il mio prospect:• Inserimento su portali turistici di qualità italiani e stranieri• Publi-redazionali su travel magazine e siti correlati ai servizi offerti• Recensioni da parte di travel blogger noti• Advertising (banner e rich-media) su siti correlati alla destinazione 48
  48. 48. 49
  49. 49. perchè dovrei investire in social media marketing?Per le seguenti ragioni:• Perchè i social network influiscono sulle scelte degli utenti• Migliorare la brand awareness• Creare un seguito, una community di persone interessate a un argomento• Rimanere in contatto con gli utenti/clienti (fidelizzazione)• Per capire criticità e punti di forza della struttura 50
  50. 50. social media marketingSe non hai nulla da dire opensi di utilizzare i socialnetwork solo per vendere room nights.... 51
  51. 51. rimarrai deluso! 52
  52. 52. social media marketingcosa posso pubblicare sui profili social della mia struttura?• Amplificare offerte e pacchetti speciali (di grande interesse per gli utenti)• Amplificare i post pubblicati sul blog della struttura• Foto e informazioni su eventi in corso sul territorio (mostre, fiere, sagre, etc.)• Dare visibilità ai servizi offerti, pubblicando belle immagini del buffet a colazione, di un piatto del ristorante, della spa, della piscina, etc.• Pubblicare immagini inusuali, una nevicata, un tramonto, un arcobaleno• Foto di presentazione dello staff, con piccoli messaggi personali 53
  53. 53. social media marketingAltri contenuti che generano engagement e viralità:• Publi-redazionali o articoli su riviste e magazine• Post e recensioni su travel blogs• Riconoscimenti da parte di importanti guide, siti e magazine (Conde-nast, Gambero Rosso, Guida Michelin, Traveller’s Choice di Tripadvisor, etc..)• Domande e questionari per conoscere i gusti dei tuoi clienti, coinvolgili nelle scelte aziendali, scopri cosa gli piace e cosa gli interessa• Contest fotografici (occhio alle linee guida)• Social media party (raduni e incontri) 54
  54. 54. Ecco come risultanoi profili socialcon pochi aggiornamenti escarsa interazione... 55
  55. 55. social media marketingsocial network, pochi ma buoni:• Facebook e Twitter (i più diffusi e utilizzati)• Foursquare in ottica GeoSocial• Instagram e Pinterest soprattutto per diffondere belle immagini• Youtube se avete anche video da amplificare 56
  56. 56. social media marketinge google + ? 57
  57. 57. per il momento la situazione è questa 58
  58. 58. social media marketing: google +Ma dopo la novità delle G + local pages, la cosa si fa interessante... 59
  59. 59. social media marketing i social signalsovvero: like, condivisioni, citazioni, tweet, +1 sono utili in chiave seoe contribuiscono a far migliorare il ranking di un sito web sui motori di ricerca 60
  60. 60. gli utenti quali strumenti e canali web utilizzanoper pianificare viaggi e vacanze? 61
  61. 61. mammaquante cose da tenere in considerazione!ma forse manca ancora qualcosa... 62
  62. 62. il fattorechiave! 63
  63. 63. la Reputazione 64
  64. 64. Positiva? 65
  65. 65. negativa?cominciatea pregare! 66
  66. 66. reputation managementavere una reputazione online negativa causa:• Meno visite sul sito della tua struttura ricettiva• Meno richieste e prenotazioni• Prezzi più bassi (perchè la reputation incide sul pricing)Risultato: bassa occupazione e minori ricavi 67
  67. 67. reputation managementi viaggiatori oggi sono:• iperinformati, coscienti, esigenti, accorti, sempre connessi• in fase di pianificazione del viaggio leggono i feedback di altri utenti• sulla base dei giudizi degli altri utenti prendono una decisione 68
  68. 68. Per cui massima priorità allagestione della reputazione 69
  69. 69. reputation managementche vorrebbe dire?• Stabilire un contatto empatico con il cliente prima, durante e dopo il soggiorno• Stimolare nel cliente la condivisione dell’esperienza (se positiva)• Monitorare costantemente il sentiment nei confronti della struttura• Rispondere sempre alle recensioni negative• Comprendere aspettative e esigenze dei clienti• Individuare le criticità e intervenire su di esse 70
  70. 70. Step 4: convertiretrasformareil traffico sul sito e i leads acquisiti inprenotazioni 71
  71. 71. booking engineil booking engine è lo strumento in grado di trasformare la visita in prenotazione! è fondamentale per ottenere una buona percentuale di conversioni sul sito di una struttura ricettiva! 72
  72. 72. booking engineil booking engine è la call to action più importante che deve essere integrata in ogni pagina del sito, in questo modo ogni pagina è come se fosse una landing page 73
  73. 73. booking engine 74
  74. 74. booking engine diverse statistiche e sondaggi dimostrano che booking enginepoco performanti o troppo complicati sono la principale causa di una mancata prenotazione 75
  75. 75. booking engine Risparmiare sul booking engineè stupido come comprare una macchinadi grossa cilindrata, e poi avere il timore di spendere troppo per la benzina. 76
  76. 76. direct email marketingConsiste nell’inviare newsletter periodiche a utenti/clienti profilati per stimolare prenotazioni e fidelizzazione 77
  77. 77. direct email marketingi vantaggi:• E’ veloce, un messaggio di posta arriva subito• E’ diretto, consente di veicolare un messaggio ad un preciso target• Garantisce altissime percentuali di ricezione (il 50% degli utenti legge la mail almeno una volta al giorno)• E’ misurabile! Con un software dem possiamo avere informazioni su ricezione e interazione degli utenti (letture, aperture, clicks, etc..)note: necessita un database email che va nutrito nel tempo 78
  78. 78. direct email marketingè utile in chiave:• Up-selling e Cross Selling• Rimanere in contatto con clienti e visitatori del sito• Far conoscere offerte in corso (meglio se esclusive)• Far sapere che ci sono nuovi servizi in hotel• Per rimediare a situazioni critiche e di bassa occupazione 79
  79. 79. Cancellazioni improvviseda parte di clienti singolie gruppi leisure e business 80
  80. 80. direct email marketingAnche in questo caso si può calcolare il ROI 81
  81. 81. Step 5: misurare ogni attività ecalcolare il ritorno sull’investimento entrano in gioco il booking engine e il software di web analytics 82
  82. 82. Step 5: misurare ogni attività ecalcolare il ritorno sull’investimento Senza gli strumenti di web analytics che forniscono informazioni complete navigate a vista! 83
  83. 83. Step 5: misurare ogni attività ecalcolare il ritorno sull’investimento dovete avere la percezione dello stato di salute del vostro sito! 84
  84. 84. Step 5: misurare ogni attività ecalcolare il ritorno sull’investimento Capire cosa funziona e cosa no! calcolare il roi di ogni attività Per poter prendere decisioni strategiche e contromisure 85
  85. 85. Step 5: misurare ogni attività ecalcolare il ritorno sull’investimento Il tuo sito e la relativa strategia di web marketing richiedono una ottimizzazione continua! 86
  86. 86. Il web, il settore turistico,e le abitudini degli utenti, sono in costante evoluzione 87
  87. 87. Chi si ferma è perduto! 88
  88. 88. il tutto lo riassumo così 89
  89. 89. Grazie per I miei contatti: l’attenzione! www.turismoeconsigli.com www.secretkey.it https://twitter.com/turismoconsigli http://www.facebook.com/webmarketingturistico http://it.linkedin.com/in/enricoferretti https://plus.google.com/117826918801968827838Enrico Ferretti 90

×