• Save
Information literacy (1)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Information literacy (1)

on

  • 3,371 views

Corsi information literacy 2008/2009.

Corsi information literacy 2008/2009.
Opac, banche dati, risorse internet web 2.0
per il servizio reference

Statistics

Views

Total Views
3,371
Views on SlideShare
3,358
Embed Views
13

Actions

Likes
6
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 13

http://www.slideshare.net 11
http://www.linkedin.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Information literacy (1) Information literacy (1) Presentation Transcript

  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Premesse Aumento dell’offerta di materiale documentario reperibile attraverso aumento della complessità Internet Il bibliotecario non ha più il “vantaggio competitivo” dell’accesso conta la qualità ed il valore permanente e quasi esclusivo ad internet aggiunto ai servizi Secondo uno studio di OCLC (*) nelle biblioteche accademiche il motore di ricerca è nel 72% dei casi il primo strumento utilizzato per trovare documenti La sfida tra Google e le biblioteche è persa in partenza, se si considera Google come “il nemico”: Google è invece un ottimo alleato per produrre qualità e valore aggiunto xxx (*) OCLC, Perception of libraries and information resources, 2005 (http://www.oclc.org/reports/2005perceptions.htm). OCLC, fondata nel 1967, è una nota organizzazione non-profit, che fornisce ai suoi membri (più di 60.000 in 112 Stati di tutto il mondo) servizi informatici per le biblioteche, tra i quali WorldCat.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Scenario (1) “Le biblioteche sono nel business dei servizi. Il prodotto più importante che esse hanno è il servizio. Senza servizio, le biblioteche sono indistinguibili dai musei oppure […] sono una combinazione tra un dedalo ed un obitorio di libri…” (1) “Le tecnologie ed i modelli economici che stano dando forma e contenuto ad internet pongono una formidabile sfida al modo di concepire la biblioteca così come si è definito nel XX secolo [...] le forze economiche che soggiacciono all’espansione di Internet nel campo della diffusione delle informazioni [...] favoriranno la nascita di soggetti, commerciali e non, pronti a fornire sulla rete informazioni gratuite accompagnate o da pubblicità o da offerte di prodotti informativi più ampi e completi, questi invece a pagamento. Queste aziende sosterranno [...] i propri prodotti al punto da poter offuscare l’immagine delle biblioteche come mediatrici di informazioni, per cercare di confinarle in un ruolo secondario di conservazione dei “materiali cartacei” o di uffici di economato per l’acquisizione di licenze di sito di materiale on-line per i propri enti. (2) http://experiment.chacha.com/ http://wiki.answers.com/ http://it.answers.yahoo.com/ Importanza dei servizi e della loro promozione (1) Michel Gorman: Avoiding the seven deadly sins, or Technology and the future of library service in Academic libraries. In: People Come First: User-centered Academic Library Service, Dale S. Montanelli, Patricia Stenstrom eds. - Assoc of College & Reserch Libraries, 1999, p. 2 (2) Pietro Cavaleri, “Servizi personalizzati online della biblioteca: innovazione di prodotto in un mercato competitivo”, in: Biblioteche oggi, Settembre 2001 pp. 70-90
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Scenario (2) La biblioteca come conversazione: la biblioteca è il luogo dove le conversazioni vengono facilitate • Le persone apprendono attraverso la conversazione (G.Pask 1976). • Conversazione: due sistemi cognitivi cercano un accordo: un libro, un articolo sono punto di partenza per molte conversazioni • Alcune di queste conversazioni attraversano millenni, altre solo pochi secondi • La conversazione può avvenire tra due persone, due organizzazioni, sue paesi o anche dentro un individuo. • La conversazione crea conoscenza • La migliore conoscenza deriva da un “ambiente informativo ottimale” • La biblioteca è facilitatore e partecipe di questa conversazione. • Ogni lettore, servizio o punto di accesso all’informazione rappresentano punti di inizio per una conversazione. A partire dal Catalogo • Il reference è l’area funzionale maggiormente avanzata per promuovere e facilitare le conversazioni Per approfondire: R.David Lankes, Joanne Silverstein, Scott Nicholson, Le reti partecipative. La biblioteca come conversazione. Prodotto per American library association’s Office for information technology policy, trad.it a cura di A.Di Iorio e M.Vignocchi http://www.aib.it/aib/cg/gbdigd07.htm3 Fabio Metitieri, La biblioteca come conversazione. A colloquio con David Lankes, in: Biblioteche oggi, Giugno 2007, pp. 15-21 Un approccio critico alla metafora della “biblioteca come conversazione” è espresso da Riccardo Ridi, La biblioteca come ipertesto, Milano : Bibliografica 2007, pp. 264-267
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Contesto: l’utenza è cambiata... Utenza accademica sempre più evoluta con richieste sempre più complesse e formazione e aggiornamento permanente specifiche Le banche dati a cui l’Ateneo è abbonato sono un servizio offerto da SBA in esclusiva agli utenti di Ateneo sono il “nostro” vantaggio competitivo. Usiamolo! Valorizzazione/uso/promozione delle banche dati come parte integrata di una strategia più ampia e consapevole di marketing del servizio Il bibliotecario è il vettore privilegiato attraverso il quale possiamo far conoscere i servizi offerti in esclusiva dallo SBA ai suoi utenti Circolo virtuoso: il bibliotecario, adeguatamente preparato, promuovendo i servizi SBA promuove anche la struttura in cui opera, e sé stesso
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Contesto: …Ma anche noi siamo cambiati! Si sono sedimentati saperi: non si possono più fare corsi “Internet in biblioteca” o spiegare gli operatori booleani… Anche (alcuni) prodotti sono cambiati. Dal contenuto al servizio La quantità “bruta” di informazione originale a cui la basedati da accesso in via esclusiva è importante, ma anche i servizi ad essa collegati, che fidelizzano l’utente, creano una comunità di utilizzatori, nicchie di interesse Le banche dati offerte dallo SBA nella maggior parte dei casi hanno migliorato le loro interfacce permettendo di offrire all’utente servizi aggiuntivi: alerting, feed RSS personalizzazioni, link permanenti… Queste risorse sono alleate del servizio reference: il bibliotecario deve conoscerle, reference usarle e promuoverne l’uso Dalla fornitura dei dati all’erogazione di servizi informativi più complessi
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Obiettivi del corso Fare in modo che per i nostri utenti l’approdo al servizio reference “faccia la differenza” tra una ricerca su Google ed un accesso ragionato ma flessibile a risorse differenza organizzate e di qualità Promuovere in maniera efficace e completa e aggiornata i servizi offerti da SBA all’utenza esterna Essere in grado non solo di fornire l’informazione “bruta” ma anche di proporre all’utente servizi e risorse “su misura” Offrire ai colleghi un percorso di aggiornamento sugli strumenti “web2.0”. Non perché è “di moda” (per quanto, ancora?) ma perché essi sono “alleati naturali” del servizio reference: bookmarking partecipativo, blog, Feed RSS xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Competenze in uscita Aggiornamento sulle banche dati offerte da SBA e sul loro utilizzo in vista della fidelizzazione dell’utenza attraverso la creazione di servizi su misura Oltre Google: archivi aperti, virtual reference desk specifici, motori specialistici di ambito accademico. Aggiornamento sulle risorse internet aperte presenti in internet per promuovere un uso consapevole delle nuove risorse e creare valore aggiunto Aggiornamento su alcuni servizi “web2.0”, in un contesto orientato alla pratica e mirato all’operatività ed al potenziamento del servizio reference. Approccio (come) Teorico-pratico, finalizzato a mettera a disposizione la “cassetta degli attrezzi” e mostrare come funzionano gli strumenti xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Programma Parte 1 • Reference? • Bibliografie e Opac. Cosa c’è di nuovo? • Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica (tipologie, contenuti, accesso). Cosa c’è di nuovo? • Le riviste elettroniche • Le risorse esterne. Quali usare e perché. Parte 2 • Oltre i dati, i servizi: creare servizi attraverso procedure di alerting, feed RSS, bookmarking • Utilizzare alcune risorse “web 2.0” per potenziare il servizio reference
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Reference? Servizio di informazione e consulenza bibliografica Una definizione Il servizio di reference comprende tutte quelle attività dirette e indirette che il personale addetto ai servizi di informazione al pubblico svolge al fine di permettere agli utenti di soddisfare i propri bisogni informativi, conoscitivi, di dotarsi di metodologie, di strategie, di tecniche per il recupero delle informazioni e di sviluppare capacità critiche nell'analisi dell'informazione e nel relativo processo di rielaborazione. (1) Fornitura / Empowerment Rispettare l’esigenza dell’utente… Cosa chiede l’utente? Reperimento del documento fornitura Affrontare il flusso informativo user empowerment (information literacy) (2) (1) Paola Gargiulo Il ruolo del bibliotecario di reference nell'era digitale, «Bibliotime», anno VIII, numero 1 (marzo 2005) http://didattica.spbo.unibo.it/bibliotime/num-viii-1/gargiulo.htm (2) Dolve Bolzoni e Michele Santoro, Le affinità elettive, Modelli di comunicazione fra bibliotecario e utente nella prospettiva digitale, Biblioteche oggi, luglio agosto 1999 pp. 36-43 http://www.bibliotecheoggi.it/1999/19990603601.pdf
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Bibliografie & Opac Bibliografia: elenco di tutti i documenti esistenti dotati di determinate caratteristiche (bibliografie nazionali, correnti e retrospettive, tematiche, biografiche…) Catalogo (OPAC, Open public access catalogue): include tutti i documenti di cui una biblioteca o un gruppo di biblioteche possiede almeno un esemplare, indicando come reperirlo Bibliografie e Opac: quali differenze Una bibliografia elenca tutti i documenti esistenti dotati di determinate caratteristiche, ma senza indicare dove recuperarli per poterli leggere, mentre un Opac include tutti i documenti di cui una determinata biblioteca o un gruppo di biblioteche possiede almeno un esemplare, indicando per ciascuno di essi dove poterlo reperire per leggerlo in loco o, in certi casi, per prenderlo in prestito o riprodurlo. La bibliografia si occupa di documenti astratti, che sono stati pubblicati ma che potrebbero anche essere difficili o impossibili da raggiungere. Accesso alle bibliografie su Cd-Rom offerte dall’Ateneo: http://cdrom.csita.unige.it + client CITRIX + Unige-pass info su unige-pass: http://unigepass.unige.it/ xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le bibliografie offerte dallo SBA. Schede Bibliografía Nacional BNB on Cd-rom (British national Española Bibliografia nazionale tedesca bibliography) contiene tutti i records comprende records dal 1986: E' il database della British library, bibliografici dei libri oltre 1,5 milioni di registrazioni comprendente un file cumulativo (“the ricevuti in deposito bibliografiche di monografie, current file”) che copre il periodo dal legale dalla Biblioteca edite in tutti i paesi di lingua 1995 ad aprile 2006 nazionale di Spagna tedesca. dal 1976 fino al 2005 Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. BNI Bibliografia nazionale italiana Raccoglie la descrizione bibliografica completa La BNI raccoglie la descrizione bibliografica e controllata di tutte le pubblicazioni italiane e completa e controllata dei documenti ricevuti straniere acquisite dalla Biblioteca Nazionale per diritto di stampa dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze dal 1985 al 2002. Centrale di Firenze a partire dal 1958. Contiene Offre inoltre la descrizione di 2500 edizioni circa 689.000 notizie bibliografiche. antiche completa degli accessi per impronta, Aggiornata a giugno 2005 marca tipografica, possessori e provenienza.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Opac (Open public access catalogue). Buone prassi per il servizio reference # Organizzare una propria lista di opac favoriti Con metodo: dal locale al globale! / per discipline / per aree linguistiche # Utilizzare gli strumenti che permettono di consultare più Opac simultaneamente: Metaopac (Azalai, Tel-The European library, multicatalogo SBN) o strumenti come Genualib, la biblioteca digitale di Ateneo # Salvare le strategie di ricerca e riprodurle # Produrre bibliografie # Catalogo unificato: Produrre liste di nuove accessioni “mirate” e disseminarle
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Opac (Open public access catalogue). Cosa c’è di nuovo TEL, The European library • Gateway che permette l’accesso ai record di 48 biblioteche nazionali da 46 paesi. • Trae le sue origini dal progetto TEL, cofinanziato dall'UE. • Attualmente è gestito da CENL (Conference of the European national libraries). • Si stima che attraverso TEL si accede ad una collezione di 100-150 milioni di item. - interrogazione cumulativa di piu' opac - possibilita' di scegliere le collezioni - ricerca tra le risorse digitali - per paese - per tipologia disciplinare (a livello di Impostare ricerche collezione) semplici. • Registrandosi è possibile salvare la propria Tenere conto del ricerca e “aggiornarla” dopo qualche tempo multilinguismo
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Opac (Open public access catalogue). Cosa c’è di nuovo -Nazionali straniere OPAC SBN ricerca multicatalogo -Universitarie straniere Interroga simultaneamente 22 opac Possibilita’ di interrogare -Universitarie italiane altri opac di cui si conoscano dati -Enti di ricerca italiani molto specifici (numero IP, porta ecc.)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Opac (Open public access catalogue). Cosa c’è di nuovo Genualib, la biblioteca digitale di Ateneo Utilizziamo Genualib Genualib offre un accesso unitario: http://genualib.unige.it - a tutte le risorse elettroniche dell’Ateneo - ad una selezione di risorse presenti gratuitamente in internet, suddivise per area disciplinare - permette di interrogare simultaneamente differenti opac Genualib? “Non si è ancora giunti ad un accordo completo, ne in letteratura né nella pratica professionale, sul termine da utilizzare per identificare questa tipologia di prodotti che viene spesso individuata con alcune delle sue più diffuse applicazioni commerciali: Metalib, ENCompass ecc.” (R.Ridi, Il Reference digitale, In: Biblioteconomia : principi e questioni / a cura di G.Solimine e Paul G. Weston.- Roma : Carocci, 2007, p. 318)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx Banche dati? Def. Ampie collezioni (ad accesso gratuito o tariffato) di dati fortemente strutturati (spesso articolati in record e campi) che vengono prevalentemente utilizzate per la consultazione attraverso specifiche tecniche di information retrieval e solo talvolta per la navigazione attraverso legami ipertestuali, ma quasi mai per la lettura distesa e sequenziale, e che si possono distinguere in primarie (o di fonte), quando contengono informazioni direttamente utilizzabili, e in secondarie (o di riferimento) quando permettono di individuare documenti non disponibili direttamente ma da procurarsi successivamente per altre vie. Ulteriore suddivisione: • Banche dati primarie: fattuali/testuali • Banche dati secondarie o bibliografiche: indici/abstract/collezioni di documenti primari (fulltext) Crisi di questo modello... • Esistenza di servizi web che consentono di passare da una risorsa all’altra anche di tipologie diverse tra loro, integrandone le funzioni (esempio: SFX) • Editori e distributori propongono tipologie e pacchetti integrati di risorse digitali, che sono un mix di tipologie diverse (esempio: Factiva, Lexis-nexis) • Oggettiva convergenza, in ambiente digitale, di risorse che in ambiente analogico sono nettamente distinte • I diritti di accesso alle risorse digitali possono essere segmentate a seconda dei diritti acquisiti dagli utenti (*) Ridi Riccardo, La biblioteca digitale: definizioni, ingredienti e problematiche. quot;Bollettino AIBquot;, 44 (2004), n. 3, p. 273-344.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Una tipologia xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx SFX in azione... Dalla banca dati bibliografica all’articolo in full-text in pochi click
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Accesso La maggior parte delle Basi dati in rete di Ateneo sono raggiungibili attraverso un accesso DIRETTO - Da tutti i PC in rete di ateneo (riconoscimento del numero IP) - Da tutti i PC portatili che utilizzano il servizio Wifi di Ateneo (GenuaWifi) - Da casa, attraverso il servizio WebVpn, che richiede autenticazione attraverso Unige-Pass CON CLIENT CITRIX (software da installare sul pc al primo accesso) E autenticazione attraverso Unige-pass (anche da pc in rete di Ateneo). Esse sono: • Banche dati giuridiche Utet (fino a GU 160 del 12/07/2007) • Banche dati giuridiche Zanichelli (fino al 2004, poi con accesso diretto) • Scifinder Scholar (ad orari definiti: tutti i week end da ve alle 18 fino a lunedi alle 12.30 e da lunedi a venerdi dalle 18 alle 12.30 del giorno successivo) Sollecitiamo gli utenti ad utilizzare le basi dati anche “da casa” attraverso il servizio webvpn: http://www.csita.unige.it/manuali/webvpn.html
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Un catalogo... http://basidati.csita.unige.it Genualib: Trova risorse
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza Accademica. Aree tematiche xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Novità e nuove risorse (1) De Jure - Giuffrè Giurisprudenza: Tutte le più importanti massime – dal 1979; Sentenze della Cassazione Civile dal 1986; Sentenze della Cassazione Penale dal 1995 a oggi; Raccolta di sentenze TAR e Consiglio di Stato dal 1998; Sentenze della Corte Costituzionale dal 1956 a oggi; Sentenze Comunita’ Europea a partire dal 1989; Sentenze di Merito tutti i Fori italiani a partire dal 2001; Legislazione Nazionale: Raccolta legislativa di provvedimenti dello Stato Italiano in testo vigente dal 1945 + selezione dal 1861; Raccolta di provvedimenti normativi di tutte le regioni italiane e delle province autonome dalla loro costituzione a oggi. Tutti i Codici; Legislazione Europea: Raccolta dei provvedimenti dal 1952 a oggi. Prassi: Raccolta di Circolari, Note, Risoluzioni a partire dal 1995; Dottrina: Note, Articoli e commenti di autore con l’aggiunta di classificazione Scifinder Scholar Riferimenti da più di 10.000 riviste correntemente pubblicate e brevetti da più di 57 uffici brevetti; Le più importanti scoperte scientifiche da metà 800, aggiornamento quotidiano, informazioni su sostanze chimiche organiche ed inorganiche ORARI DEFINITI PER LA CONSULTAZIONE Jstor si tratta di Archivi retrospettivi di riviste elettroniche, aggregati da un consorzio di Università. La consistenza delle collezioni, trattandosi di raccolta retrospettiva, non va oltre il 2007 (ma mediamente 2003-2005). Genova è abbonata alle seguenti collezioni Arts & Sciences I-IV (per un totale di 205 titoli) xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza xxx accademica. Novità e nuove risorse (2) Aida. Analisi informatizzata delle aziende Per ciascuna società AIDA offre il bilancio dettagliato, la scheda anagrafica completa di descrizione dell'attività. per le prime 20.000 aziende italiane (assestate su un fatturato minimo mediamente di circa 850.000 euro) anche azionariato, partecipazioni e management.Chiavi di ricerca: ragione sociale, area geografica, settore di attività (codici Istat) dati finanziari o aziendali (numero dipendenti, nomi di membri CdA, data costituzione). Nella stessa base dati AIDA incorpora il programma di ricerca e analisi sviluppato da Bureau Van Dijk, che consente effettuare calcoli e statistiche su foglio excel. Nuova piattaforma Ovid Possibilità di fare una ricerca per citazione “Search tool mode” permette di esplorare l’organizzazione semantica del database a seconda di una parola chiave finestra “Search aid”: suggerimenti per estendere la ricerca per soggetto, autore, riviste “find similar”: possibilità di recuperare articoli che hanno caratteristiche simili Integrazione degli esiti della ricerca con Feed RSS (segue approfondimento) Integrazioni Compendex Possibilità di impostare un Feed RSS a partire da una ricerca effettuata (segue approfondimento) Possibilità di inserire un record in una piattaforma di social bookmarking (Delicious, segue approfondimento) Possibilità di inserire una Tag ad un articolo, sia come privato utente che come istituzione (cos'è una tag? segue approfondimento) Possibilità di creare un gruppo di lavoro su un database e di lavorare insieme al gruppo quot;etichettandoquot; le risorse Ask an expert (bibliotecario o ingegnere)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Nuovi strumenti Genualib, la biblioteca digitale di Ateneo GENUAlib offre un unico punto di accesso a risorse elettroniche selezionate Cosa c’è in GenuaLib Chiedi informazioni al Gruppo # Banche dati di Ateneo (accesso condizionato) di lavoro di Ateneo! # Banche dati disponibili in internet (accesso libero) # Riviste elettroniche (servizio “trovariviste”) # Libri elettronici # Opac Cosa posso fare con GenuaLib # Scorrere, ricercare, selezionare, le risorse # Interrogare alcune risorse # Interrogare cumulativamente alcune di esse, da me individuate o per area tematica
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Nuovi strumenti: Genualib, la biblioteca digitale di Ateneo, in azione... Esempio 1: cerco tutte le risorse della categoria: Arti e scienze umanistiche Esempio 2: interrogo simultaneamente tutte le risorse del set “Scienze sociali” cercando documenti che abbiano nel titolo le parole liquid E society
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Un nuovo strumento proposto da SBA: la Barra-SBA… in azione Cos’è uno strumento aggiuntivo del browser Mozilla Firefox. Una volta installato, incorpora a Mozilla i link al Sistema Bibliotecario di Ateneo, a Genualib all'Università degli Studi di Genova, e box per la ricerca immediata e diretta all'interno del Catalogo Unificato, del Trova riviste, di SBN, e ACNP.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le riviste elettroniche. Tipologie e problematiche Rapporto carta/online Sottoscrizione Digitali nativi carta+online Digitalizzati a priori (clone del cartaceo) “online only” Digitalizzati “a posteriori” Anno in corso/archivi (digitalizzazioni retrospettive) (“backfiles”) Tariffazione Accesso Accesso gratuito Sito della rivista (Nature, L’Espresso) Accesso tariffato (quale autenticazione?) Sito dell’Editore (Blackwell, Springer) Accesso misto Sito dell’Aggregatore (Factiva, Ingenta…) (indici ed abstract/full text) aggregatori ed ”embargo” Acquisizione Come incidono queste tipologie Individuale (singola biblioteca) Supporto Di Ateneo Nell’erogazione del servizio Web Consortile (CIPE) Reference ? Cd-Rom accesso/possesso
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le riviste elettroniche offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Editori / Aggregatori American chemical society (ACS) American Institute of Physics American Society of Civil Engineering (ASCE) American Society of Mechanical Eng. (ASME) Association for Computing Machinery (ACM) Emerald IEEE Factiva.com (molti editori) Kluwer law Lippincott Nature Science Science Direct (Elsevier +altri) Il Sole 24 ore Periodici OECD (Sourceoecd) Springerlink (Springer +Kluwer) Wiley Interscience (Blackwell+Wiley) Conoscere queste piattaforme ci permette di sfruttarne a pieno i servizi “aggiuntivi” all’accesso
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le riviste elettroniche offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. “Trovariviste” Cos’è: uno strumento che permette di individuare, per ogni rivista elettronica, i servizi ad essa associati: full text, indici, abstract... # E’ possibile cercare titoli di riviste a partire da una parola chiave (del titolo della rivista) # Navigare le riviste per disciplina (categorie) o per editore # Per ogni rivista è possibile conoscere quali servizi sono ad essa associati: • Full text • Indici o abstract • Fattore di impatto Se la rivista non è disponibile in full text è possibile: • Ricercarla sul catalogo di Ateneo • Ricercarla in ACNP Trovariviste ha prodotto la lista di 36 riviste di computer science: robotica
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le riviste elettroniche offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Trovariviste in azione...
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Riassumendo… Nuovi scenari Il cambiamento nella rete, nell’utenza, in noi, nei prodotti... Reference? Bibliografie e Opac Cosa c’è di nuovo negli Opac Cosa c’è di nuovo nelle banche dati di Ateneo Le banche dati di Ateneo: tipologie / aree tematiche L’accesso da casa: Webwpn La nuova rete WiFi: GenuaWifi Nuovi servizi: Genualib Barra-Sba Le riviste elettroniche (tipologie / problematiche) Le riviste elettroniche di Ateneo e “Trova riviste”
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Una tipologia • Riviste elettroniche gratuite (open access) • Biblioteche digitali • Documentazione di fonte pubblica • News • Archivi aperti • Motori di ricerca specialistici xxx • VRD (Virtual reference desk)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Riviste elettroniche gratuite (Open access) xxx Open access? Cos’è Open Access (Accesso Aperto) significa accesso libero e senza barriere al sapere scientifico. Si tratta di un movimento o, meglio, di una serie di strategie, nate all’interno del mondo accademico, il cui scopo è riguadagnare possesso della comunicazione scientifica. Sfruttando le potenzialità offerte dalla rete, gli articoli vengono gratuitamente resi accessibili senza le restrizioni e le barriere previste dalle licenze tradizionali. Più un articolo è liberamente scaricabile, più è letto, più viene citato. Strategie di pubblicazione dell’Accesso Aperto: * autoarchiviazione in archivi aperti: archivi digitali a carattere istituzionale o disciplinare * pubblicazione su riviste ad Accesso Aperto, che garantiscono la peer review ma adottano un diverso modello economico: nessun pagamento richiesto per accedere ai testi, i costi di pubblicazione sono coperti da una quota versata dall’autore o dalla sua istituzione. Fonte: http://wiki.openarchives.it/ DOAJ Directory of Open Access Journals. http://www.doaj.org/ Il servizio fornisce accesso a riviste scientifiche ed accademiche di qualità controllata, gratuite, in full text. Ci sono oggi (novembre 2008) 3727 titoli, di cui 1295 ricercabili a livello di articolo, per un totale di 218618 articoli. BioMed Central - Journals A-Z (195 titoli, novembre 2008). Molti di essi hanno un elevato impact factor e sono indicizzati da Scopus e Google schoolar Electronic Journal library a cura della biblioteca universitaria di Regensburg in cooperazione con La biblioteca universitaria della Technical University di Monaco. Include 41003 titoli di ogni area scientifica, Tra essi 19676 titoli sono liberamente accessibili.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Biblioteche digitali Cosa sono? quot;le biblioteche digitali sono organizzazioni che forniscono le risorse per selezionare, strutturare ed offrire accesso, interpretare, distribuire, preservare l'integrità ed assicurare la persistenza nel tempo di collezioni di lavori digitali, in modo che esse siano pronte e disponibili per l'uso di una definita comunità o insieme di comunità” (*) “La Biblioteca digitale è una biblioteca “immateriale”, in cui vengono conservati e resi disponibili esclusivamente documenti digitali (originali o convertiti da originali analogici), gestiti e catalogati elettronicamente” (**) A cosa servono ? Attraverso la biblioteca digitale l’utente accede direttamente al testo completo ed integrale del documento (testo, ma anche immagine o suono). Normalmente in una biblioteca digitale sono disponibili a testo completo i testi storici della letteratura, manuali, trattati: di solito le “biblioteche digitali” sono progetti promossi da singole biblioteche, o da consorzi bibliotecari, o da organizzazioni non-profit Quali documenti ? • Le biblioteche digitali “aperte” mettono a disposizione libri non protetti da copyright, che qualcuno ha provveduto a scannerizzare o digitalizzare • Le biblioteche digitali a sottoscrizione contengono la versione elettronica di libri a pagamento. Esistono modalità diverse di sottoscrizione: “perpetual access” (ed eventualmente auto-archiviazione), o accesso limitato al periodo di sottoscrizione) (*) La citazione è quella della DLF (Digital Library Federation), una organizzazione di cui sono partner molte biblioteche internazionali xxx <http://www.diglib.org/about/dldefinition.htm>, la traduzione è nostra (**) Ridi Riccardo, La biblioteca digitale: definizioni, ingredienti e problematiche. quot;Bollettino AIBquot;, 44 (2004), n. 3, p. 273-344.
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Biblioteche digitali: “ingredienti” temi, problematiche Tipologie • Biblioteche digitali: Digitalizzate / Digitali native • Collezione digitale primaria: costituita da documenti pubblicati originariamente in formato elettronico • Collezione digitale secondaria: formata dalla digitalizzazione di originali analogici effettuati a posteriori dalla biblioteca che li possiede • Tipi di contenuti: libri (quale digitalizzazione?); riviste; software; learning objects... • quot;biblioteche digitaliquot; ciascuna con una propria storia e caratteristiche, con le sue collezioni OPPURE... • quot;Biblioteca Digitalequot; utopica totalità di tutti gli oggetti digitali esistenti, tutti ben ordinati, conservabili e resi fruibili da un'unica organizzazione • Ma anche: sezione di una biblioteca ibrida, in cui sono ordinati tutti i contenuti digitali Accesso • online via internet senza restrizioni Come questi temi e • online via internet ma con restrizioni (da registrazione gratuita ad accesso tipologie impattano sul tariffato; accesso limitato a un numero definito di utenti simultanei) servizio Reference? • online via internet solo da postazioni abilitate • offline, attraverso pc dislocati in biblioteca in cui vengono caricati cd-rom Servizi print on demand, prestito (download?), aggiornamento professionale, data mining, personalizzazione, disseminazione selettiva Selezione di temi da: La biblioteca come ipertesto / Riccardo Ridi. - Roma : Editrice bibliografica, [2007]. Eventuali inesattezze sono da imputarsi al compilatore di queste slides
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Biblioteche digitali: Il manifesto delle biblioteche digitali Cos’è: un documento “a tesi” dell’AIB (gruppo di studio sulle biblioteche digitali, 2005) che individua principi modelli e funzioni della biblioteca digitale, a partire dal “Cluetrain manifesto” PRINCIPI MODELLI FUNZIONI La biblioteca digitale… La biblioteca digitale… La biblioteca digitale… è una conversazione è flessibile si basa sull'utente promuove conoscenza si definisce in si relaziona con le fornisce servizi contenuti+servizi istituzioni media l'accesso alla …essi sono eterogenei conserva l'eredità conoscenza è integrata con archivi e musei vi si accede in modo culturale diffonde e conserva i documenti omogeneo fa riferimento a un portale è articolata nazionale rispetta diritti di autori e utenti utilizza standards, protocolli, utilizza software open e favorisce la partecipazione metadati standard è decentrata è integrata in più depositi di condivide gli aspetti è in internet è accessibile dati gestionali promuove sè stessa si articola in collezioni si integra con i motori di si valuta ed autoaggiorna è autonoma rispetto alle ricerca si finanzia con trasparenza politiche di accesso non è autoreferenziale (no http://www.aib.it/aib/cg/gbdigd05a.htm3 “techeology”)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Le risorse esterne. Biblioteche digitali. Nuovi sviluppi Il patrimonio culturale europeo: basta un clic. Comunicazione della Commissione europea Progetto per una biblioteca digitale europea Punto di accesso multilingue comune alle risorse digitalizzate in tutta Europa: quot;Europeanaquot; • Accesso diretto ad almeno 2 milioni di oggetti • Sito prototipo: http://europeana.eu/ lancio ufficiale: 20 novembre [è andato in crash per I troppi accessi] • Inizialmente: materiali di dominio pubblico • Una sfida: l’inclusione di materiale ancora soggetto a diritto d'autore • Razionalizzazione: evitare doppioni e rendere complementari le attività di digitalizzazione: portali nazionali di riferimento • Accordo tra la Biblioteca nazionale francese e l‘Associazione nazionale degli editori (Gallica 2) • Accordo fra lo Stato e un editore in Italia (Laterza, scrittori d'Italia) Problemi: • Opere orfane (tutelate da copyright i cui propietari sono irreperibili) • Opere fuori stampa o non più distribuite La risposta europea a Google Books? …E in Italia? Teniamo d’occhio la BEIC http://www.beic.it Comunicazione della commissione al Consiglio al Parlamento europeo al Comitato Economico e sociale europeo, al Comitato delle Regioni: quot;Il patrimonio culturale europeo: basta un clic. Progressi in materia di digitalizzazione e accessibilità on line del materiale culturale e della conservazione digitale nell'UEquot;, Documento 513/2008 COM def
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx Biblioteche digitali. Una lista Biblioteche digitali. Repertori di biblioteche e collezioni di testi digitali nel mondo, con una sezione sull'Italia a cura dell'AIB Biblioteche digitali. A cura della Virtual library del Cilea Progetto Manuzio. Catalogo Contiene diverse centinaia di testi, prevalentemente classici della letteratura italiana BibIt Biblioteca italiana Oltre 1700 opere della tradizione culturale italiana in formato digitale testuale Internet culturale. Contenuti digitali. Collezioni: area musicale, Biblioteca italiana, 287 volumi della collana Scrittori d'Italia Laterza (fondata nel 1910 da B.Croce) [anche accesso diretto], cartografia. Icon 318 opere di 104 tra i più importanti autori della letteratura italiana IntraText biblioteca a pieno testo che pubblica testi, periodici, Opera Omnia, archivi (molte opere religiose e latine) Gallica l'archivio digitale della Biblioteca nazionale di Francia Gallica 2 (versione beta) 65.000 monografie e 80.000 immagini. 1.600 libri offerti da distributori elettronici consultabili in modalità condizionata (solo alcune parti) The Gutemberg project. Catalogo. Permette l'accesso a più di 25.000 titoli online OTA The Oxford text archive contiene centinaia di opere letterarie inglesi e classici The online books page Contiene più di 30.000 libri, a cura delle University of Pennsylvania libraries Internet archive. Text. contiene 481.000 record (ago 08) suddivisi in diverse coollezioni: biblioteche americane, canadesi, quot;biblioteca universalequot;, libri open source, Project Gutenberg (v. sopra), Biblioteca sulla biodiversità, ecc.. GOOGLE books
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Documentazione di fonte pubblica. Qualche tema Cos’è l’insieme dei dati e dei documenti prodotti e gestiti dalla pubblica amministrazione nell’esercizio delle proprie attività istituzionali xxx ...ma anche: bene comune e risorsa strategica • Interazione tra governo e società (rapporto OCDE 2001): informazione - consultazione - partecipazione • I canali di distribuzione dell’informazione pubblica: - Accesso: è la risposta ad una domanda - Comunicazione: ruolo attivo delle amministrazioni (rendere noti progetti, politiche risultati) - Disponibilità: predisposizione di fonti informative per un pubblico generico e indeterminato. “possibilità di accedere ai dati senza restrizioni non riconducibili a esplicite norme di legge” (art.1 codice dell’amministrazione digitale) Internet come LUOGO DELLA DISPONIBILITA’ dell’informazione pubblica Anni 90: nascita degli URP: quale ruolo per le biblioteche? Mediazione - valorizzazione dell’informazione di fonte pubblica come “materia prima” informativa Fernando Venturini: L’informazione di fonte pubblica in rete come strumento di democrazia. Paper presentato il 6-7 marzo 2008 al convegno: “I diritti della biblioteca” (Milano, Palazzo delle stelline) Citizen as partners: OECD handbook on information, consultation and public participation in policy-making, Paris : Ocde, 2001 (http://213.253.134.43/oecd/pdfs/browseit/4201141E.PDF)
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Documentazione di fonte pubblica in rete Siti delle organizzazioni e degli Enti pubblici come “finestra” sul sistema documentario dell’Ente e piattaforma strategica per far emergere e diffondere le informazioni Formazione continua Soddisfazione dei bisogni informativi dei cittadini Sviluppo di biblioteche digitali tematiche Supporto interdisciplinare alla ricerca scientifica Educazione alla conoscenza dell’istituzione http://dfp.aib.it
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Documentazione di fonte pubblica in rete. Risorse giuridiche e statistiche (Italia) Trovare una legge o un dato statistico di base è una richiesta tipica dell’utente del servizio, a prescindere dall’area disciplinare Risorse statistiche Risorse giuridiche # ISTAT lista delle basi dati ad accesso libero e # DFP Documentazione di fonte pubblica Norme e gratuito giurisprudenza (repertorio a cura dell'AIB) # Infoleges Normativa, giurisprudenza, contratti, # ISTAT: Demo.istat.it Demografia in cifre. Base concorsi. Navigazione gratuita, download gratuito dati demografica continuamente aggiornata. Permette fino a 3 documenti di quot;fotografarequot; l'attuale situazione demografica del # Norme in rete servizio di accesso unificato e Paese gratuito ai materiali giuridici presenti sui siti Internet # CNELstats Basi dati statistiche territoriali curate da delle Istituzioni pubbliche CNEL. Per l'accesso ad alcune sezioni è necessaria # Parlamento italiano. Leggi dalla XIII legislatura registrazione gratuita (cioè dal 9 maggio 1996) # Istituto Poligrafico e zecca dello Stato. Gazzette ufficiali. E' previsto l'accesso per le GU pubblicate negli ultimi 60 giorni # Banca dati delle leggi regionali (a cura della xxx camera dei deputati). Contiene leggi a partire dall'istituzione delle Regioni
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Documentazione di fonte pubblica in rete. Risorse giuridiche e statistiche (Europa & mondo) Trovare una legge o un dato statistico di base è una richiesta tipica dell’utente del servizio, a prescindere dall’area disciplinare Risorse statistiche Risorse giuridiche Eurostat. L'agenzia statistica dell'UE permette di # Eur-lex il portale del diritto comunitario accedere gratuitamente a tutte le pubblicazioni e dati. # GUCE gazzetta ufficiale dell'UE disponibili online tutti i numeri dal 1998 ad oggi Accesso attraverso il catalogo/motore di ricerca # N-lex gateway che permette di accedere ai portali UNDATA database statistico delle Nazioni Unite. legislativi dei 25 paesi dell'Unione europea Possibilità di ricerca per sezioni e per profili-paese # ASIL guide to electronic resources for UNESCO. Statistics. Profili per Paese, relativi ai international law. A cura dall'Am.Society of Int. Law temi: istruzione, scolarizzazione, alfabetizzazione # Il diritto in Internet. Diritto internazionale. Lista di Dati e statistiche chiave sullo sviluppo. Questo risorse curata dalla biblioteca della LIUC database, a libero accesso, permette di recuperare, # Library of Congress > Guide to law online > per ogni paese o gruppo geo-politico di paesi Nations repertorio per nazioni a link giuridici ufficiali informazioni sui principali indicatori demografici e # GLIN Global network information network socio-economici. Dati dal 2000 al 2006. Il database database pubblico di testi ufficiali di leggi da è curato dalla banca mondiale. agenzie governative e organizzazioni internazionali. xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx News Molti giornali sono disponibili su web o mettono a disposizione gratuitamente i loro archivi. # Raccolte: L'edicola del quot;portale delle bibliotechequot; dell'Università di Bologna. Rassegna dei principali periodici e fonti informative italiani e internazionali in rete. Ipse.com 139 quotidiani, 1889 riviste, ultimo agg. Globale: agosto 2008 # Archivi storici gratuiti (Italia) Corriere della Sera. Archivio storico. Possibilità di ricerca dal 1992 La Repubblica. Archivio storico. Possibilità di ricerca dal 1984 (primo numero) # Aggregatori di notizie Google news Italia. 250 fonti Google News Internazionale. 4500 fonti Ricordiamo che alcuni database di Ateneo permettono di accedere a quotidiani e newsletter italiane e internazionali: Il sole24 ore, Factiva...
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx Archivi aperti. Definizione e tipologie Gli archivi aperti sono server-contenitori organizzati, dove è possibile depositare liberamente i propri lavori scientifici. Sono nati per favorire il libero accesso all’informazione di carattere scientifico, e per favorire la comunicazione e la circolazione delle idee all’interno delle comunità di studiosi. (1) Una tipologia * A carattere disciplinare * A carattere istituzionale (institutional repositories) sono archivi aperti che, di norma, coincidono con l’Università o l’Istituzione scientifica che li realizza per valorizzare e far conoscere tutto quello che viene prodotto come risultato della sua attività istituzionale. Contengono ricerche ma anche “learning object” (materiali didattici). In Italia i depositi istituzionali sono circa 38 (Aprile 2008) (2) Dal punto di vista tecnico… * si basano su software open source (EPrints, DSpace, FEDORA…) * sono fra di loro interoperabili, perché compatibili con uno standard comune. Questo significa che il contenuto di ogni archivio è interrogabile dai comuni motori di ricerca grazie ai metadati associati a ogni singolo file. (3) Letteratura grigia digitale:una risorsa strategica per la comunità scientifica ed il servizio reference (1) Antonella De Robbio, Open Archive. Per una comunicazione scientifica 'free online', in: Bibliotime, anno V, numero 2 (luglio 2002) (2) Tammaro, Anna Maria - De Gregori, Teresa, Ruolo e funzionalità dei depositi istituzionali, “Biblioteche Oggi”, 22(2004) 10, p. 7-19 http://www.bibliotecheoggi.it/2004/20041000701.pdf (3) http://wiki.openarchives.it/index.php/L%27Autoarchiviazione_e_gli_archivi_disciplinari
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Archivi aperti. Una lista # Repertori e liste PLEIADI: Portale per la Letteratura scientifica Elettronica Italiana su Archivi aperti e Depositi Istituzionali (gli archivi aperti in Italia) OPENdoar lista degli Institutional repositories nel mondo Molti di questi archivi sono interrogabili con Scirus, Google ROAR Registry of Open Access Repositories # Open archives disciplinari scholar…e Genualib >Fisica/ Matematica ArXiv.org >Matematica MPRESS the Mathematics Preprint Search System >Psicologia, neuroscienze, linguistica, filosofia CogPrints The Cognitive Sciences E-Print Arch. >Computer science NCSTRL Networked Computer Science Technical Reference Library >Economia RepEc Research Paper in Economics (interfaccia: Econpapers) >Biblioteconomia e Scienze dell’informazione E-Lis The open archive for Library and Inf. Science >Medicina Plos Public library of science >Medicina, discipline biomediche BioMed Central Editore indipendente che consente l'accesso a riviste biomediche peer-reviewed # Archivi di Archivi (interistituzionali e interdisciplinari) Openarchives.eu motore di ricerca che permette di accedere a risorse aperte e gratuite pubblicate da università e istituzioni di tutto il mondo OAIster, catalogo unificato di risorse digitali
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Motori di ricerca specialistici Scirus http://www.scirus.com Google Schoolar http://scholar.google.it/ Permette di effettuare ricerche tra documenti peer reviewed, tesi, libri, abstract e articoli di case editrici accademiche, ordini professionali, università e altre organizzazioni accademiche. Possibilità di esportare una citazione (formati RefWorks, EndNote e BibTeX ) titolo Articoli che Google considera simili Articoli che citano questo articolo Eventuali altre versioni dello stesso documento xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Motori di ricerca specialistici. Costruisci il tuo Google CSE (Customised search engine) Cos’è un servizio Google che permette di costruire un motore personalizzato in cui si decide: il titolo del motore, quali siti dovrà interrogare, eventuali parole chiave che devono avere la precedenza nel risultato.. E molto altro Cosa serve: un account su google, un po di tempo per collaudare e sperimentare http://www.google.com/coop/cse/?hl=it xxx
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference xxx VRD = Virtual reference desk Cos’è Servizio che permette l’assistenza, l’istruzione, l’orientamento per via telematica di utenti remoti. Raccoglie tipologie di indici e repertori che facilitano gli utenti nella ricerca autonoma delle informazioni desiderate Ma anche: servizi tipo: “Ask a librarian” gestito in modalità asincrona (email) o sincrona (chat, instant messaging) Alcuni esempi SegnaWeb: risorse Internet selezionate dai bibliotecari italiani. Un servizio AIB-Cilea DMOZ Open directory project 4.608.927 siti - 80.692 curatori - più di 590.000 categorie Infomine - Scholarly internet resource collections. Biblioteca virtuale sulle risorse internet rilevanti BUBL LINK Catalogue of Internet Resources. Risorse internet classificate in base alla CDD LII Librarians' Internet Index. Circa 20.000 voci, gestite da bibliotecari e organizzate in 14 temi principali Les signets de la Bibliothèque nationale Collezione di siti raccolti dai bibliotecari della Biblioteca naz. di Francia Internet public library. Subject collection servizio fondato dalla University of Michigan School of Information Intute servizio creato da Università inglesi. Seleziona siti e risorse per: scienza e tecnologia, arte e scienze umane, scienze sociali, sanità e scienze biologiche Per saperne di più: Paola Gargiulo: Risorse di reference digitale 1 bibliografia http://www.aidaweb.it/reference/bibrefdig.html 2 strumenti http://www.aidaweb.it/reference/strurefdig.html
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Abbiamo parlato di… http://www.wordle.net/thumb/wrdl/316236/sba2008unige
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference •Premesse •Scenario 1: biblioteche e servizi •Scenario 2: la biblioteca come conversazione Abbiamo parlato di… •Contesto: l’utenza è cambiata... •Contesto: ...Ma anche noi siamo cambiati! •Obiettivi del corso •Competenze in uscita / Approccio •Programma •Reference? •Bibliografie & Opac •Le bibliografie offerte dallo SBA. Schede •Opac. Buone prassi per il servizio reference •Opac. Cosa c'è di nuovo •Banche dati? •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Una tipologia •SFX in azione... •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Accesso •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Catalogo •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. Aree tematiche •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. novità e nuove risorse 1/2 •Le banche dati offerte dall’Ateneo all’utenza accademica. nuovi strumenti: Genualib •Genualib in azione... •Un nuovo strumento proposto da SBA: la Barra-SBA... in azione •Le riviste elettroniche. Tipologie e problematiche •Le riviste elettroniche. Editori / Aggregatori •Le riviste elettroniche. Trovariviste •Trovariviste in azione... •Le risorse esterne. Una tipologia •Le risorse esterne. Riviste elettroniche gratuite (Open access) •Le risorse esterne. Biblioteche digitali •Biblioteche digitali: “ingredienti” temi, problematiche •Il manifesto delle Biblioteche digitali •Biblioteche digitali. Nuovi sviluppi •Biblioteche digitali. una lista •Documentazione di fonte pubblica. Qualche tema •Documentazione di fonte pubblica (DFP) in rete •DFP. Risorse giuridiche e statistiche (Italia) •DFP. Risorse giuridiche e statistiche (Europa & Mondo) •News •Archivi aperti. Definizione e tipologie •Archivi aperti. Una lista •Motori di ricerca specialistici •Motori di ricerca specialistici. Costruisci il tuo: Google CSE •VRD = Virtual reference desk
  • Università degli Studi di Genova :: Sistema Bibliotecario di Ateneo Università Laura Testoni Genova, Corsi information literacy 2008. Dicembre 2008 Gennaio 2009 Opac, banche dati, risorse internet web 2.0 per il servizio reference Bibliografie, Opac, Banche dati, Biblioteche digitali, Archivi aperti, statistiche, E-journal, Open archives, Guenualib… Lavori IN corso… • Recupero/disseminazione delle nuove accessioni • Usiamo TEL e multicatalogo SBN • Usiamo Genualib e SFX • Nuova piattaforma Ovid: servizi avanzati • Compendex: servizi avanzati • Usiamo Trovariviste • Un test su Barra-Sba • Usiamo Gallica, Internet culturale, Google Books • Consultiamo una base dati Istat • Testiamo UNDATA • Testiamo un archivio aperto Bibliografia • Testiamo Google CSE http://www.citeulike.org/user/sba2008 • Usiamo Google schoolar …. Altro?