Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Marketing positivo Smau 22 ottobre 2014

Workshop tenuto allo Smau ill 22 ottobre per presentare il libro "Facebook Marketing" scritto con Luca Conti per Hoepli.

Questo libro non vuole essere né un manuale di istruzioni, né una guida da consultare in caso di necessità. È il frutto di un’idea che nasce dall’esperienza diretta, pratica e quotidiana, sul social net- work più famoso del mondo di chi questo libro l’ha scritto, delle aziende e dei testimonial che si sono confrontati con noi in questi mesi raccontandoci certezze, obiettivi e prospettive del marketing online. Prima dell’avvento di Facebook la comunicazione era diver- sa, non necessariamente migliore, ma differente. L’approvazione sociale, uno dei cinque gradini della piramide di Maslow, era un beneficio per poche persone. Anche l’autorealizzazione, altro gradino tra i più alti della scala, non veniva considerata come un desiderio da appagare quotidianamente. Oggi, centinaia di milioni di persone la cercano attraverso un Like (il “Mi piace” che tornerà spesso in queste pagine) o tramite un commento a una foto pubblicata. Questo volume parte da qui.

Marketing positivo Smau 22 ottobre 2014

  1. 1. Il Marketing Positivo Cristiano Carriero | Smau Milano, 22 ottobre 2014
  2. 2. “Zuckerberg ha capito tutto quando ha trasformato la bacheca in diario”.
  3. 3. Un Paese abitato da un miliardo di navigatori, 20 milioni in Italia
  4. 4. Il terzo Paese del mondo per numero di abitanti
  5. 5. Diamo un po’ di numeri
  6. 6. - 900 milioni tra gruppi, pagine, eventi - 130 gli amici (in media) di ogni utente - 90 interventi medi per utenti - 30 miliardi di interventi al mese - 550 mila applicazioni attive - 1 milione di siti integrati con Facebook
  7. 7. È riuscito dove gli altri hanno fallito
  8. 8. Raggiungere una massa critica rilevante
  9. 9. Pubblico generalista,”mainstream”
  10. 10. Oltre il 50% degli utenti attivi si collega tutti i giorni
  11. 11. Ambiente sociale nel quale condividere foto, video e siti, scambiare messaggi, organizzarsi in gruppi o creare eventi
  12. 12. Alla base ci sono le relazioni
  13. 13. Facebook soddisfa il bisogno di identificazione e incentiva l’aggregazione in reti sociali
  14. 14. La comunicazione su Facebook è indipendente da spazio e tempo e si propaga da persona a persona
  15. 15. Facebook risponde a tre bisogni (su 5) della piramide di Maslow. Ed è gratis.
  16. 16. Modello di Business
  17. 17. Il concetto della gratuità è sottolineato già nel colophon. Il business è un altro, ed è venuto dopo:
  18. 18. La pubblicità personalizzata
  19. 19. Nell’era del rifiuto della pubblicità Facebook offre una opportunità unica e non replicabile per le imprese:
  20. 20. Un presidio costante e continuo
  21. 21. The like economy
  22. 22. La positività è parte integrante del DNA di Facebook Il mi piace ha un impatto di vasta portata e quantificabile nel commercio.
  23. 23. Il marketing positivo • I “Mi piace” fanno crescere le vendite • Ti permettono di controllare i discorsi dei clienti • Provano che la gente sta prestando attenzione
  24. 24. - Il 26% degli utenti clicca “mi piace” ogni giorno su contenuti altrui - Il commento è la seconda attività più popolare, fatta dal 22% degli utenti - Il 15 % degli utenti aggiorna il proprio status quotidianamente - Il 20% commenta le foto di un altro utente ogni giorno
  25. 25. Il 78% degli utenti sceglie di dare un “mi piace” a meno di 10 brand
  26. 26. Il potere del marketing positivo Quando ai fan di una pagina di tua proprietà piacciono i tuoi post ottieni più visibilità e fedeltà. Cosa c’è di più persuasivo di una piattaforma sociale che unisce l’emozione con la logica?
  27. 27. La fedeltà aumenta la redditività
  28. 28. Ti sei mai chiesto perché non c’è questo tasto su Facebook?
  29. 29. Perché così l’unico modo per dire “non mi piace” è spiegare la tua obiezione con un commento
  30. 30. È più semplice cliccare “mi piace” che scrivere una obiezione.
  31. 31. Per i soggetti non personali la pagina è lo strumento pensato per comunicazioni professionali
  32. 32. Chi di voi ha una Pagina Facebook?
  33. 33. I contenuti prodotti dal Brand entrano nel flusso informativo degli utenti che diventano “fan”
  34. 34. O almeno così era una volta. Oggi il “fan” è stato sostituito Indovinate da cosa?
  35. 35. La pagina: uno strumento utile e versatile
  36. 36. L’utente soddisfatto promuove la pagina
  37. 37. Le pagine acquisiscono la stessa esperienza di navigazione di un sito web
  38. 38. Facebook ha creato uno strumento per trasformare in pagine i profili personali aperti per errore
  39. 39. Ricordate la vanity url!
  40. 40. Facebook è un mass media?
  41. 41. Lo stile mass media non funziona!
  42. 42. Quando la gente “perde tempo” si dedica ai suoi interessi, alle sue passioni, si svaga ed è più propensa all’acquisto.
  43. 43. A recepire informazioni e curiosità
  44. 44. Le persone tendono a ritenere validi i comportamenti o le scelte effettuate da un numero elevato di persone
  45. 45. 5 errori da non commettere
  46. 46. 1)Essere su Facebook perché è di moda 2)Non conversare e non interagire 3)Usare solo pubblicità tradizionale 4)Creare profili personali per aziende 5)Fare spam tramite messaggi privati
  47. 47. Il Contest
  48. 48. I concorsi sono un ottimo modo per creare engagement ma anche per prendere sanzioni. Attenzione.
  49. 49. Ricordate sempre di consultare il regolamento del Ministero dello Sviluppo Economico Italiano.
  50. 50. Il Contest di successo
  51. 51. Per un contest di successo bisogna unire creatività, coinvolgimento e semplicità, riducendo l’attrito.
  52. 52. ll successo del marketing su Facebook non dipende da Facebook ma da te, dalla tua azienda, dai tuoi prodotti e dai tuoi servizi. Dalla coerenza tra i valori del brand e ciò che viene comunicato quotidianamente sul Social Network, attraverso i post e gli interventi.
  53. 53. I Social non fanno miracoli. Sono un tassello in una strategia ben pianificata ed eseguita.
  54. 54. Se non vendi fuori, non vendi su Facebook
  55. 55. Definisci i tuoi obiettivi Definisci una strategia
  56. 56. Senza valori non c’è content strategy
  57. 57. Siate originali, scegliete contributor che possono offrirvi contenuti unici!
  58. 58. Molti contenuti, sul web, sono identici
  59. 59. Curate le fotografie!
  60. 60. Non solo #Selfie!
  61. 61. Una belle fotografia aumenta di molto le possibilità di interazione con il vostro pubblico!
  62. 62. Utilizzate programmi di photoediting che trovate online anche per gli scatti che fate con lo smartphone
  63. 63. Instagram Snapseed Instacollage Camera + PolyFrame LensLight Pixlr-o-Matic
  64. 64. Il video è, attualmente, lo strumento virale più utilizzato su Facebook
  65. 65. Oggi registrare dei video con uno smartphone e caricarli attraverso una rete 3G è un gioco da ragazzi
  66. 66. Idee di contenuti video per l’azienda 1) Mini guide video sull’uso dei propri prodotti 2) Video su qualcosa di creativo che è possibile fare con i propri prodotti e servizi 3) News che ruotano attorno all’universo di riferimento dell’azienda
  67. 67. Nuove statistiche per i video
  68. 68. L’advertising Nella fase di lancio è da valutare attentamente l’impiego di un piccolo budget nella promozione pubblcitaria in Facebook, magari per testarne l’efficacia.
  69. 69. Ads interne/esterne
  70. 70. 1) Semplifica la tua inserzione 2) Invoglia gli utenti a visitarla 3) Utilizza un’immagine 4) Concentrati sull’esperienza dell’utente 5) Valuta e modifica
  71. 71. Ricordate che su Facebook si parla di argomenti di interesse comune, come al bar
  72. 72. Conosci i tuoi concorrenti? Cosa fanno? Cosa si dice di loro?
  73. 73. Ascolta: su Facebook si parla anche di te e del prodotto che vendi
  74. 74. Parti dai clienti fedeli ed entusiasti per stimolare la conversazione
  75. 75. Prepara un calendario di azioni
  76. 76. Puoi integrare strumenti di project management per gestire i social
  77. 77. Il Gruppo segreto
  78. 78. Il gruppo chiuso/segreto è una possibile piattaforma di project management gratuita e molto utile
  79. 79. Promuovere un Evento
  80. 80. Fate sì che chi si imbatta nel vostro evento trovi materiale interessante e non solo informazioni statiche
  81. 81. Non rinunciare agli strumenti tradizionali Una telefonata è sempre una buona idea!
  82. 82. Direi che è il momento di iniziare
  83. 83. Suggerimenti utili
  84. 84. Domande?
  85. 85. In libreria!

    Be the first to comment

    Login to see the comments

  • luciapicciaiola

    Oct. 26, 2014
  • stefysantantonio

    Nov. 7, 2014
  • enry

    Jan. 19, 2015
  • LuisaDF

    Jan. 20, 2015

Workshop tenuto allo Smau ill 22 ottobre per presentare il libro "Facebook Marketing" scritto con Luca Conti per Hoepli. Questo libro non vuole essere né un manuale di istruzioni, né una guida da consultare in caso di necessità. È il frutto di un’idea che nasce dall’esperienza diretta, pratica e quotidiana, sul social net- work più famoso del mondo di chi questo libro l’ha scritto, delle aziende e dei testimonial che si sono confrontati con noi in questi mesi raccontandoci certezze, obiettivi e prospettive del marketing online. Prima dell’avvento di Facebook la comunicazione era diver- sa, non necessariamente migliore, ma differente. L’approvazione sociale, uno dei cinque gradini della piramide di Maslow, era un beneficio per poche persone. Anche l’autorealizzazione, altro gradino tra i più alti della scala, non veniva considerata come un desiderio da appagare quotidianamente. Oggi, centinaia di milioni di persone la cercano attraverso un Like (il “Mi piace” che tornerà spesso in queste pagine) o tramite un commento a una foto pubblicata. Questo volume parte da qui.

Views

Total views

2,690

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

1,688

Actions

Downloads

33

Shares

0

Comments

0

Likes

4

×