Orientamento nelle scuole

2,394 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,394
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Orientamento nelle scuole

  1. 1. Progetto realizzato da: Anna Bettoli e Daniela Magani Introduzione al processo di orientamento nelle scuole Primarie
  2. 2. Introduzione al processo di orientamento nelle Scuole Primarie LA PROPOSTA <ul><li>L’orientamento assume una valenza formativa </li></ul><ul><li>fin dai primi anni di esperienza scolastica dei bambini , </li></ul><ul><li>nel senso di acquisizione di specifiche competenze orientative, </li></ul><ul><li>diverse in rapporto alla situazione che la persona si trova ad affrontare ( Legge 53/2003, art. 2, comma 1f) </li></ul><ul><li>Il fine è quello di progettare percorsi che consentano ai ragazzi </li></ul><ul><li>di raggiungere uno sviluppo globale nell’ambito delle loro potenzialità, già a partire dalla Scuola Primaria auspicandoci di indirizzare il bambino a scoprire i propri punti di forza e di debolezza, nell’ambito delle competenze intellettive e/o pratiche fin dai primi anni di scuola. </li></ul>
  3. 3. OBIETTIVI del progetto <ul><li>Lo scopo finale è quello di creare una </li></ul><ul><li>“ cultura” </li></ul><ul><li>alla formazione e all’orientamento </li></ul><ul><li>che parte fin dai primi anni di scuola e continua fino alla scelta definitiva, anche dopo l’Università. </li></ul><ul><li>Si cerca di accompagnare l’alunno nella scelta sia del percorso scolastico da intraprendere, nell’ Individuazione delle proprie capacità , che alla professione lavorativa da svolgere in futuro. </li></ul><ul><li>La cultura alla formazione e all’orientamento serve sia ai Docenti , che ai ragazzi per individuare fin da piccoli l’importanza delle connotazioni legate alle materie, capacità, professioni e indirizzi di studio. </li></ul><ul><li>Ogni percorso è suddiviso in fasi e testmoduli. </li></ul><ul><li>Il progetto avrà una doppia connotazione: </li></ul><ul><li>sia longitudinale (seguire una classe per tre anni). </li></ul><ul><li>che trasversale (seguire tre classi in un solo anno). </li></ul>
  4. 4. SAPERSI RELAZIONARE SAPERSI METTERE IN GIOCO SAPER RIFLETTERE CAPACITA ’
  5. 5. <ul><li>I COMMITTENTI </li></ul><ul><li>Scuole primarie della Lombardia che aderiscono al progetto </li></ul><ul><li>I FRUITORI DEL PROGETTO </li></ul><ul><li>Alunni delle scuole primarie frequentanti le classi III, IV e V. </li></ul><ul><li>TOTALE DELLE ORE </li></ul><ul><li>PER CLASSEANNO COMPRENSIVO DI COLLOQUIO CON I GENITORI : da un minimo di 4 ad un massimo di 6 ore (suddivise in blocchi di un’ora ciascuno). </li></ul><ul><li>COSTO FORFETTARIO DEL PROGETTO: </li></ul><ul><li>Progetto gestito e con interventi di Esperti -COMPRENSIVO DI MATERIALE NECESSARIO PER I MODULI FORMATIVI, ESPERTI ORIENTATORI, CONSULENZA PSICOLOGO, TRASFERIMENTI.(…….) </li></ul><ul><li>B) Progetto gestito dall’Istituto- Acquisto di un Testo comprensivo di materiale , informazioni e indirizzi di riferimento che i Docenti interessati potranno rielaborare secondo le proprie esigenze.(……) </li></ul>
  6. 6. CONTENUTI: <ul><li>CLASSI III: PRESENTAZIONE DEI MESTIERI IN GENERALE E INIZIARE AD INDIVIDUARE LE CAPACITA’ ED ABILITA’ </li></ul><ul><li>CLASSI IV: RIPRESA ATTIVITA’ DI TERZA, CON L’AGGIUNTA DELLE MATERIE SCOLASTICHE COLLEGATE AI MESTIERI, LE ABILITA’ E LE CAPACITA’ SCOLASTICHE COLLEGATE AI MESTIERI( SE VOGLIO FARE IL BIOLOGO SONO BRAVO IN SCIENZE E VORREI FARE IL BIOLOGO) </li></ul><ul><li>CLASSI V: RIPRESA DELLE ATTIVITA’ SVOLTE NEGLI ANNI PRECEDENTI E INDIVIDUAZIONE PERCORSI SCOLASTICI. COLLEGAMENTO DELLE MATERIE MESTIERI E PERCORSI SCOLASTICI </li></ul><ul><li>(es.PER FARE IL BIOLOGO DEVO FARE IL LICEO SCIENTIFICO E POI L’UNIVERSITA’ di BIOLOGIA) </li></ul><ul><li>GLI STESSI CONTENUTI SARANNO POI RIPRESI NELLE SCUOLE MEDIE. </li></ul>
  7. 7. METODOLOGIA <ul><li>Test dal titolo: Cosa vuoi fare da grande? </li></ul><ul><li>Tipologia: test a scelta multipla con immagini da colorare </li></ul><ul><li>Destinatari: alunni classi III </li></ul><ul><li>Obiettivi: sviluppare nei bambini le capacità di osservazione, riflessione e mettere le basi per iniziare a ragionare sui propri interessi. </li></ul><ul><li>Materiale da utilizzare: fogli fotocopiati, matite colorate, gomma e penna. </li></ul><ul><li>Tempo di somministrazione: 60 minuti per modulo (comprensivo del feedback con i ragazzi) </li></ul>
  8. 8. ESEMPIO DI TEST DA SOMMINISTRARE IN CLASSE III PRIMARIA
  9. 9. ESEMPIO DI TEST DA SOMMINISTRARE IN CLASSE III PRIMARIA
  10. 10. ESEMPIO DI TEST DA SOMMINISTRARE IN CLASSE III PRIMARIA
  11. 11. ESEMPIO DI TEST DA SOMMINISTRARE IN CLASSE III PRIMARIA
  12. 12. ESEMPIO DI TEST DA SOMMINISTRARE IN CLASSE III PRIMARIA
  13. 13. Progetto realizzato da: Anna Bettoli e Daniela Magani Introduzione al processo di orientamento nelle scuole Medie
  14. 14. MPI – Atti di Indirizzo di agosto 1997: Direttiva n° 487 <ul><li>Art. 1 </li></ul><ul><li>L’orientamento - quale attività istituzionale delle scuole di ogni ordine e grado- costituisce parte integrante dei curricoli di studio e, più in generale, del processo educativo e formativo sin dalla scuola dell’infanzia. Esso si esplica in un insieme di attività che mirano a formare e a potenziare le capacità delle studentesse e degli studenti di conoscere se stessi, l’ambiente in cui vivono, i mutamenti culturali e socio-economici, le offerte formative, affinché possano essere protagonisti di un personale progetto di vita, e a partecipare allo studio e alla vita familiare e sociale in modo attivo, paritario e responsabile. </li></ul><ul><li>L’innovazione della direttiva sta nell’aver introdotto i concetti di orientamento formativo e di didattica orientativa ; i quali sottintendono la valenza educativa insita in tutte le discipline chiamate a fornire agli alunni strumenti ed occasioni per individuare le proprie attitudini e potenziare le proprie abilità in un’ottica di apprendimento significativo. </li></ul>
  15. 15. OBIETTIVI del progetto <ul><li>Lo scopo finale è quello di creare una </li></ul><ul><li>“ cultura” </li></ul><ul><li>alla formazione e all’orientamento </li></ul><ul><li>che parte fin dai primi anni di scuola e continua fino alla scelta definitiva, anche dopo l’Università. </li></ul><ul><li>Si cerca di accompagnare l’alunno nella scelta sia del percorso scolastico da intraprendere, nell’ Individuazione delle proprie capacità , che alla professione lavorativa da svolgere in futuro. </li></ul><ul><li>La cultura alla formazione e all’orientamento serve sia ai Docenti , che ai ragazzi per individuare fin da piccoli l’importanza delle connotazioni legate alle materie, capacità, professioni e indirizzi di studio. </li></ul><ul><li>Ogni percorso è suddiviso in fasi e testmoduli. </li></ul><ul><li>Il progetto avrà una doppia connotazione: </li></ul><ul><li>sia longitudinale (seguire una classe per tre anni), </li></ul><ul><li>che trasversale (seguire più classi in un solo anno, generalmente l’ultimo). </li></ul>
  16. 16. favorire le condizioni necessarie per far acquisire competenze indispensabili quali: <ul><ul><li>inserimento nel mondo scolastico </li></ul></ul><ul><ul><li>sperimentazione di sé e capacità di autovalutazione </li></ul></ul><ul><ul><li>conoscenza del mondo formativo </li></ul></ul><ul><ul><li>conoscenza del mondo del lavoro </li></ul></ul><ul><ul><li>competenze di socializzazione </li></ul></ul><ul><ul><li>competenze comunicative e di gestione emotiva </li></ul></ul><ul><ul><li>competenze di risoluzione dei problemi </li></ul></ul><ul><ul><li>costruzione di una pluralità di “aspettative” realizzabili, riguardanti il futuro personale (… “la scuola deve vendere non uno ma tanti sogni per costruire il proprio futuro”) </li></ul></ul><ul><ul><li>competenze decisionali (problem solving in situazioni che richiedano una strategia di intervento) </li></ul></ul>
  17. 17. SVILUPPARE UNA RIFLESSIONE PERSONALE SULLE PROPRIE :
  18. 18. SAPERSI RELAZIONARE SAPERSI METTERE IN GIOCO SAPER RIFLETTERE CAPACITA ’
  19. 19. Essere Capace di svolgere un determinato compito assegnato Caratteristiche personali Applicate all’attività lavorativa Applicare l’apprendimento In ogni ambito Essere Capace di svolgere una professione COMPETENZE
  20. 20. I ragazzi commentano nei Social media <ul><li>“ Noi arriviamo alle scuole superiori pensando che, dato che i professori delle medie sono piuttosto amichevoli e spesso aiutano gli alunni a non perdere l’anno facendo recuperare i brutti voti, i nuovi insegnanti saranno altrettanto amichevoli e caritatevoli.Invece….;(”. </li></ul><ul><li>“ Tanti alunni come noi, arrivano a settembre non preoccupandosi minimamente dei problemi e dei doveri che comporta la scuola superiore. Questo causa spesso poco studio e di conseguenza, voti bassi. Le conseguenze sono che tanti ragazzi arrivano alla fine del primo quadrimestre con voti pessimi e corrono il rischio di essere bocciati”. </li></ul><ul><li>“ Molti di noi sono stati indirizzati verso i licei , perché l’idea comune è quella di una formazione scolastica completa , ma non si considera l’impegno e le capacità effettive di ognuno di noi e soprattutto parecchi di noi hanno visto una disorganizzazione interna all’Istituto”. </li></ul><ul><li>“ Mi hanno detto che nelle scuole Professionali si studia poco. Le materie sono poche e io che ho poca voglia di studiare sono adatto a questo tipo di scuola. Risultato invece si studia come in tutte le altre scuole, solo che alcuni argomenti si approfondiscono meno per dar spazio ad attività pratiche e laboratoriali. Per fortuna mi sono trovato bene perché gli insegnanti mi hanno aiutato”. </li></ul>
  21. 21. L’Albero della Formazione
  22. 22. CONTENUTI del percorso orientativo <ul><li>Un progetto di percorso scolastico </li></ul><ul><li>è l’obiettivo primario che ogni studente e futuro lavoratore dovrebbe attuare. </li></ul><ul><li>La necessità di operare delle scelte, obbliga, infatti l’individuo ad elaborare un </li></ul><ul><li>“ Progetto Personale per il futuro”. </li></ul><ul><li>Attraverso la proposta del </li></ul><ul><li>“ percorso di un progetto professionale”(di seguito), </li></ul><ul><li>si vuole stimolare l’individuo a riflettere su un Percorso di un </li></ul><ul><li>Proprio progetto connesso alla propria formazione scolastica, </li></ul><ul><li>ai propri interessi, </li></ul><ul><li>alle proprie abilità e conoscenze, </li></ul><ul><li>alle proprie aspettative. </li></ul><ul><li>Il bilancio personale </li></ul><ul><li>diventa uno strumento utile e indispensabile per scegliere obiettivi scolastici e </li></ul><ul><li>successivamente lavorativi. </li></ul><ul><li>Il percorso proposto permette di riflettere e attraverso somministrazione di test a rispondere ad una serie di domande. </li></ul>
  23. 23. Proposta: Schema di percorso di un progetto professionale Cosa desidero fare? Cosa sono in grado di fare? Che cosa è possibile fare? <ul><li>Obiettivo Professionale- Fase 1 </li></ul><ul><li>Ricostruisco la mia storia personale </li></ul><ul><li>Aspettative personali </li></ul><ul><li>Risorse personali </li></ul><ul><li>Caratteristiche personali-atteggiamento verso il futuro </li></ul><ul><li>Abilità e capacità (cosa voglio fare) </li></ul><ul><li>I settori professionali </li></ul><ul><li>Il tuo profilo caratteriale nell’organizzazione </li></ul><ul><li>(modalità lavorative preferite, il mio stile professionale) </li></ul><ul><li>Processo di feedback </li></ul>
  24. 24. RISORSE NECESSARIE fase 2 <ul><li>Ripresa contenuti della fase 1. </li></ul><ul><li>Che cosa già possiedo e conosco. </li></ul><ul><li>Che cosa devo sviluppare. </li></ul><ul><li>Che cosa è possibile fare. </li></ul><ul><li>Che cosa devo acquisire. </li></ul><ul><li>Processo di feedback </li></ul>
  25. 25. Realizzazione finale di una sintesi del mio obiettivo professionale fase 3 <ul><li>Ripresa contenuti della fase 1 e 2 . </li></ul><ul><li>La professione o le professioni che mi interessano. </li></ul><ul><li>Quali percorsi formativi e/o lavorativi per sviluppare ed acquisire le risorse necessarie. </li></ul><ul><li>Quali strategie, azioni e tempi devo applicare per raggiungere il mio obiettivo professionale </li></ul><ul><li>Processo di feedback </li></ul>
  26. 26. ESEMPIO TEST N.1 Ricostruisco la mia storia personale (riprodurre su un foglio bianco, oppure utilizzando il PC, su foglio word , il seguente schema , cercando di ricostruire la propria biografia). <ul><li>Nome..Cognome..età… </li></ul><ul><li>Le mie origini…… </li></ul><ul><li>Dove risiedo….. </li></ul><ul><li>I miei trasferimenti….(se si è cambiato città in età scolare) </li></ul><ul><li>La mia famiglia….. </li></ul><ul><li>I valori in cui credo…. </li></ul><ul><li>Le mie esperienze di studio e formazione…. </li></ul><ul><li>Quali capacità possiedo….. </li></ul><ul><li>Valutazioni personali…… </li></ul><ul><li>Quali sono stati ad oggi i passaggi più significativi della mia vita….. </li></ul><ul><li>Come ti giudichi : </li></ul><ul><li>Sono fiero/a di…. </li></ul><ul><li>Vorrei essere più…. </li></ul><ul><li>Vorrei essere meno….. </li></ul><ul><li>Vorrei essere più bravo/ain….. </li></ul><ul><li>Come ti Giudicano gli altri: </li></ul><ul><li>Pensano che i miei punti positivi siano….. </li></ul><ul><li>Pensano che i miei punti deboli siano…. </li></ul><ul><li>Se mi metto di impegno posso lavorare sui seguenti punti deboli… </li></ul><ul><li>Elenca almeno 3 punti di forza e 3 punti deboli che ti caratterizzano… </li></ul><ul><li>In conclusione : </li></ul><ul><li>Parlo di me (descrizione libera)…. </li></ul>
  27. 27. PROGETTO Introduzione al processo di orientamento nelle Scuole Medie <ul><li>I COMMITTENTI </li></ul><ul><li>Scuole medie della Lombardia che aderiscono al progetto </li></ul><ul><li>I FRUITORI DEL PROGETTO </li></ul><ul><li>Alunni delle scuole medie frequentanti le classi I, II e III. </li></ul><ul><li>TOTALE DELLE ORE PER CLASSEANNO COMPRENSIVO DI COLLOQUIO CON I GENITORI: da un minimo di 6 ore ad un massimo di 10 ore (suddivise in blocchi di due ore ciascuno di 60 min.). </li></ul><ul><li>COSTO FORFETTARIO DEL PROGETTO: </li></ul><ul><li>Progetto gestito e con interventi di Esperti - COMPRENSIVO DI MATERIALE NECESSARIO PER I MODULI FORMATIVI, ESPERTI ORIENTATORI, CONSULENZA PSICOLOGO, INCONTRO CON I GENITORI,TRASFERIMENTI.(….) </li></ul><ul><li>Progetto gestito dall’Istituto- Acquisto di un Testo comprensivo di materiale , informazioni e indirizzi di riferimento che i Docenti interessati potranno rielaborare secondo le proprie esigenze.(….) </li></ul>
  28. 28. PROGETTO Introduzione al processo di orientamento nelle Scuole Medie (Soluzione A) <ul><li>CONTENUTI BASE DEL PROGETTO E FASI </li></ul><ul><li>FASE1: consegna del progetto al Dirigente Scolastico. </li></ul><ul><li>FASE2: breve incontro con i genitori degli alunni di prima, seconda e terza media per esporre le finalità del progetto e le modalità di esecuzione. Raccolta autorizzazioni. </li></ul><ul><li>FASE3: presentazione del progetto ai ragazzi. Piccolo brain storming, con l’intervento dello psicologo, per conoscere il gruppo degli alunni e calibrare eventualmente i testmoduli secondo le esigenze emerse. </li></ul><ul><li>FASE4: somministrazione del test moduli e relativo feedback </li></ul><ul><li>FASE5 : incontro finale per le classi scelte per fornire le indicazioni orientative emerse. Consegna di un questionario di gradimento ai bambini per un feedback di organizzazione interna. </li></ul><ul><li>Eventuale realizzazione di un portfoglio personale per ogni alunno. </li></ul>
  29. 29. GRAZIE PER L’ATTENZIONE

×