Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
C.U.I. Sunday Service
La dignità delle macchie
in videoconferenza su
8985494568
Sito web: unitariani.wordpress.com
comunio...
8985494568
Domenica
11 Dicembre 2016
21.30
Order Of Service
Invocazione Iniziale
Lett: Entriamo in questo spazio,
entriamo in questo momento.
Lasciamo che questo momento sacro
ci pre...
Inno di Apertura
“Verso il tuo tempio”
Verso il tuo tempio io mi
incammino
e ti sento già vicino.
Canto della Tradizione
u...
Temi
del
Servizio
Thomas
Nast
Dichiarazione
Universale
Diritti
Dell’Uomo
Immacolata
Concezione
Accensione del
Calice
Accendiamo questo calice, simbolo della nostra eredità di
libertà nella ricerca della verità, per ri...
Affermazione
Dei Princìpi
Min: Veniamo da strade diverse, liberi
cercatori del sacro, senza dogmi e senza
costrizioni, ma ...
Affermazione
Dei Princìpi
(I)
Tutti:Noi Unitariani, Universalisti e liberi credenti tutti
affermiamo il valore e la dignit...
Affermazione
Dei Princìpi
(II)
Tutti:Affermiamo la giustizia, l’equità e la
compassione nei rapporti umani;
Lett: perché s...
Affermazione
Dei Princìpi
(III)
Tutti: affermiamo l’accettazione reciproca e
l’incoraggiamento alla crescita spirituale ne...
Affermazione
Dei Princìpi
(IV)
Tutti: Affermiamo la libera e responsabile ricerca della
verità e del significato della vit...
Affermazione
Dei Princìpi
(V)
Tutti: Affermiamo il diritto della coscienza e l’utilizzo
del processo democratico nelle nos...
Affermazione
Dei Princìpi
(VI)
Tutti:Affermiamo l’obiettivo di una comunità globale
con pace, libertà, e giustizia per tut...
Affermazione
Dei Princìpi
(VII)Tutti:Affermiamo il rispetto per la rete
interdipendente di tutta l’esistenza della quale
f...
Affermazione
Dei Princìpi
(VII)Tutti:Affermiamo il rispetto per la rete
interdipendente di tutta l’esistenza della quale
f...
Liturgia
della
meditazione
Min: Fratelli, il male è il rifiuto di riconoscere come
ogni cosa sulla terra sia legata allo S...
Liturgia
della
meditazione
Quando e dove può
Il viandante dello Spirito
trovare casa ?
Dov’è quel posto
Dove vi è sicurezz...
Liturgia
della
meditazione
Nella notte oscura,
il terrore ci attanaglia,
le paure ci tallonano,
si apre per noi
un abisso ...
Liturgia
della
meditazione
Min: Dopo aver confessato
la nostra umana debolezza,
ascoltiamo la nostra sacra voce interiore
...
Liturgia
della
Parola
Liturgia
della
Parola
Articolo 1: Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in
dignità e diritti …
Articolo 2: Ad og...
Liturgia
della
Parola
4. Ogni individuo ha diritto di fondare e aderire a sindacati per
la protezione dei suoi interessi.
...
Liturgia
della
Parola
Abbiamo sempre qualche remora quando parliamo di giudicare gli altri in qualche modo, come
se questo...
Liturgia
della
Parola
Dal Vangelo secondo Luca 2
1 In quel tempo uscì un decreto (dogma) da parte di Cesare Augusto,
che o...
Rinnovo
Dell'impegno
comune
1) attraverso l’amore per il prossimo e per la profondità della vita
animata dallo slancio ver...
Rinnovo
Dell'impegno
comune
4) attraverso un approccio adulto
alla vita religiosa basato sull’autonomia
nelle scelte, l’es...
Rinnovo
Dell'impegno
comune
8) attraverso il servizio,
qualunque sia la fede personale,
verso la crescita dell’essere uman...
Comunione
Dei
Fiori
Min: Sorelle e fratelli, secondo la tradizione che ci accomuna
ogni animo umano ha in sé una scintilla...
Preghiera
Conclusiva
2) Possa lo Spirito della Vita
proteggerci insieme,
possa nutrirci insieme.
Possiamo noi
lavorare ins...
Benedizione
Finale
Min: Fratelli, disponiamoci alla benedizione.
Lo Spirito dai mille nomi e dalla inconoscibile essenza,
...
Testimonianza
Cristiana
Min: Concludiamo la liturgia accogliendo la preghiera
di quanti si sentano di dare testimonianza d...
Shemà
Lett: Ascolta, Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è
Uno. E amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo c...
Padre
Nostro
Min: Infine, come fiore cristiano della Comunione dei fiori,
accogliamo l’offerta del Padre Nostro, proposta ...
Esortazione
Conclusiva
Min: Andiamo in pace, ricordando in ogni istante il compito di
essere sale della terra che ci è sta...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

0

Share

Download to read offline

Order of Service

Download to read offline

Liturgia della Comunione Unitariana Italiana

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all
  • Be the first to like this

Order of Service

  1. 1. C.U.I. Sunday Service La dignità delle macchie in videoconferenza su 8985494568 Sito web: unitariani.wordpress.com comunione.unitariana@gmail.com Unitariani Italiani - Cristiani ed universalisti per una fede aperta @UU_Ita Domenica 11 Dicembre ore 21:30 Dalla necessità di una sola creatura senza macchia all’eccezionalità di ogni essere umano Image from: wiki Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti Articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo (10 Dicembre 1948) Prima bozza di John Peters Humphrey (UU, testimonianza di Bruce Knotts UU-UN Office) Fieri di essere UU
  2. 2. 8985494568 Domenica 11 Dicembre 2016 21.30 Order Of Service
  3. 3. Invocazione Iniziale Lett: Entriamo in questo spazio, entriamo in questo momento. Lasciamo che questo momento sacro ci prenda e ci abbracci. Sentiamo la terra sotto di noi, sentiamo lo spazio intorno a noi,abbracciarci nella fiducia e nella cura. Sentiamo la presenza di fratelli e sorelle nella fede che ci circonda, viaggiatori spirituali con aspirazioni simili alle nostre. Condividiamo il tempo, condividiamo uno scopo, ci riuniamo per rinnovare la nostra speranza, per sentire la forza del nostro scopo,nell’aria intorno a noi. Qui e ora, apriamo il nostro cuore a questo momento. Sappiamo che ciò che possiamo trovare qui è apprendimento, crescita e amore. Troviamo dentro di noi quel luogo del possibile quel luogo del sogno che anela a un respiro libero, che anela a costruireun futuro più audace e migliore per noi stessi e per gli altri.
  4. 4. Inno di Apertura “Verso il tuo tempio” Verso il tuo tempio io mi incammino e ti sento già vicino. Canto della Tradizione unitariana cristiana ungherese Musica originale di L. Bourgeois Parole italiane: A Falasca Sacra presenza nel mio cuore, la lieta mia danza è devozione, ché cosa preziosa di più non c’è del tuo tesoro in me
  5. 5. Temi del Servizio Thomas Nast Dichiarazione Universale Diritti Dell’Uomo Immacolata Concezione
  6. 6. Accensione del Calice Accendiamo questo calice, simbolo della nostra eredità di libertà nella ricerca della verità, per rinnovare in noi il coraggio di perseverare su questo cammino di connessione ed apertura. Lett: Un calice fiammeggiante: la coppa della vita….. Una coppa traboccante di benedizioni Una coppa d’acqua che spegne la sete dello spirito una copa di vino per festeggiare e per consacrare. La fiamma della verità, Il fuoco della purificazione Olio per consacrare e per curare. Questo simbolo fu creato una generazione fa in un momento di caos, paura e turbamento. Così possa essere per noi, in questi giorni di incertezza e dubbio una luce che riscalda le nostre anime e ci guida verso casa. Rev. Lisa Doege, UU minister in Hanska, Minnesota United States
  7. 7. Affermazione Dei Princìpi Min: Veniamo da strade diverse, liberi cercatori del sacro, senza dogmi e senza costrizioni, ma uniti da alcuni principi che danno forma alla nostra fede comune e che si radicano poi nel percorso del singolo e nella specificità della sua fede:
  8. 8. Affermazione Dei Princìpi (I) Tutti:Noi Unitariani, Universalisti e liberi credenti tutti affermiamo il valore e la dignità intrinseca di ogni persona; Lett: perché ogni persona è espressione sacra della vita e ogni uomo è affratellato da una origine comune.
  9. 9. Affermazione Dei Princìpi (II) Tutti:Affermiamo la giustizia, l’equità e la compassione nei rapporti umani; Lett: perché siamo sorelle e fratelli di un’unica famiglia umana e ogni forma di amore fraterno esprime il nostro amore per la Trascendenza.
  10. 10. Affermazione Dei Princìpi (III) Tutti: affermiamo l’accettazione reciproca e l’incoraggiamento alla crescita spirituale nelle nostre congregazioni; Lett: perché l’impulso spirituale è slancio verso la completezza, che si alimenta dell’incontro con l’altro da noi e ogni grande Maestro spirituale ci ha chiamati a crescere spiritualmente nell’incontro con il Mistero e con il volto dell’altro..
  11. 11. Affermazione Dei Princìpi (IV) Tutti: Affermiamo la libera e responsabile ricerca della verità e del significato della vita. Lett: perché siamo tutti in cammino verso il senso della vita con di fronte un mistero, che ci chiama ad esplorarlo e tutti siamo stati dotati del discernimento della ragione e dello spirito ed è nostro dovere usarli.
  12. 12. Affermazione Dei Princìpi (V) Tutti: Affermiamo il diritto della coscienza e l’utilizzo del processo democratico nelle nostre congregazioni e nella società in generale Lett: perché è il riflesso del verbo spirituale dell’inclusione che ci ispira e perché siamo liberi e capaci di scegliere, ma dobbiamo imparare ad esserlo insieme..
  13. 13. Affermazione Dei Princìpi (VI) Tutti:Affermiamo l’obiettivo di una comunità globale con pace, libertà, e giustizia per tutti; Lett: perché solo nella riconciliazione universale la natura umana può realizzarsi appieno e perchè solo nell’amore possiamo giungere alla costruzione del Regno;
  14. 14. Affermazione Dei Princìpi (VII)Tutti:Affermiamo il rispetto per la rete interdipendente di tutta l’esistenza della quale facciamo parte. Lett: perché siamo coscienti dei legami che ci uniscono gli uni con gli altri e con tutta la vita e dell’unità più grande ed inclusiva che essi ci chiamano a realizzare, come fratelli e sorelle uniti all’intera creazione.. Tutti: Amen
  15. 15. Affermazione Dei Princìpi (VII)Tutti:Affermiamo il rispetto per la rete interdipendente di tutta l’esistenza della quale facciamo parte. Lett: perché siamo coscienti dei legami che ci uniscono gli uni con gli altri e con tutta la vita e dell’unità più grande ed inclusiva che essi ci chiamano a realizzare, come fratelli e sorelle uniti all’intera creazione.. Tutti: Amen
  16. 16. Liturgia della meditazione Min: Fratelli, il male è il rifiuto di riconoscere come ogni cosa sulla terra sia legata allo Spirito in una grande rete interdipendente d’amore. Preghiamo, dunque, nella consapevolezza della nostra interdipendenza, chiedendo perdono e ispirazione.
  17. 17. Liturgia della meditazione Quando e dove può Il viandante dello Spirito trovare casa ? Dov’è quel posto Dove vi è sicurezza, rifugio, pace? Il ritorno a casa per me è un istante, un isola di grazia, e di luce interiore, una pace senza tempo anche se vissuta all’interno di tempo. Il ritorno a casa è incandescenza, consonanza, fusione con la verità, è l’esperienza dell’ Uno, e del Divino, è luce, vita e amore, è pane e respiro.
  18. 18. Liturgia della meditazione Nella notte oscura, il terrore ci attanaglia, le paure ci tallonano, si apre per noi un abisso senza speranze e soli nel buio abbiamo nostalgia della luce. Spirito della Vita, infondi in noi saggezza, illumina il nostro cammino. Guidaci, con la fiaccola della speranza, con il calore dell’amore, verso il faro del senso della nostra esistenza. Tutti noi abbiamo paura del buio ma Tu donaci la luce.
  19. 19. Liturgia della meditazione Min: Dopo aver confessato la nostra umana debolezza, ascoltiamo la nostra sacra voce interiore meditando in silenzio per qualche istante. [tutti pregano in silenzio per circa un minuto] Min: Amen Tutti: Amen
  20. 20. Liturgia della Parola
  21. 21. Liturgia della Parola Articolo 1: Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti … Articolo 2: Ad ogni individuo spettano tutti i diritti di cui alla presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, colore, sesso, lingua, religione, politica o diversa opinione, origine nazionale o sociale, ricchezza, nascita o altra condizione … Articolo 3: Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della persona. Dichiarazione Universale dei diritti umani
  22. 22. Liturgia della Parola 4. Ogni individuo ha diritto di fondare e aderire a sindacati per la protezione dei suoi interessi. Articolo 24: Ogni individuo ha diritto al riposo ed allo svago, inclusi in una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e in ferie periodiche retribuite. Articolo 25: Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente per la salute e il benessere di se stesso e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione e a cure mediche e servizi sociali necessari, ed ha diritto a misure di sicurezza sociale in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza in circostanze al di là del suo controllo Dichiarazione Universale dei diritti umani (10 Dicembre 1948)
  23. 23. Liturgia della Parola Abbiamo sempre qualche remora quando parliamo di giudicare gli altri in qualche modo, come se questo non fosse cosa da fare per un UU, come se non potessimo giudicare e amare qualcuno allo stesso tempo. E' certamente difficile, ma non impossibile l'invito ai nostri membri di fare entrambe le cose. I Principi universalisti unitariani ti chiedono di ascoltare il progetto di un'altra persona per la ricerca della verità verità e del senso nel mondo, e di aiutarlli a scoprire quegli aspetti che potrebbero essere irresponsabili, in qualche modo. vi chiediamo di prestare attenzione alla vita l'uno dell'altro per incoraggiare la crescita spirituale l'uno dell'altro. Nell'Universalismo unitariano, vi chiediamo di esprimere sinceri e sereni giudizi costruttivi, ma anche di amarvi l’un l’altro a dispetto di quello che pensiate, sapendo che tutti noi siamo impegnati a costruire insieme una comunità d’amore. " Thomas Earthman da I am UU
  24. 24. Liturgia della Parola Dal Vangelo secondo Luca 2 1 In quel tempo uscì un decreto (dogma) da parte di Cesare Augusto, che ordinava il censimento di tutto l'impero. 2 Questo fu il primo censimento fatto quando Quirinio era governatore della Siria. 3 Tutti andavano a farsi registrare, ciascuno alla sua città. 4 Dalla Galilea, dalla città di Nazaret, anche Giuseppe salì in Giudea, alla città di Davide chiamata Betlemme, perché era della casa e famiglia di Davide, 5 per farsi registrare con Maria, sua sposa, che era incinta. [INR]
  25. 25. Rinnovo Dell'impegno comune 1) attraverso l’amore per il prossimo e per la profondità della vita animata dallo slancio verso la trascendenza, che essa sia il frutto dell’ispirazione di un Dio d’amore, di un impulso alla totalità insito nella natura o dell’idealità di un’umanità in cerca del proprio cammino; 2) attraverso il riconoscimento della nostra unità e dignità di creature preziose in un mondo interconnesso; Lett: Siamo qui per celebrare ed onorare con il nostro impegno i doni della vita, della coscienza e della libertà dell’essere umano
  26. 26. Rinnovo Dell'impegno comune 4) attraverso un approccio adulto alla vita religiosa basato sull’autonomia nelle scelte, l’esperienza diretta, un’etica che non ha bisogno di premi presenti o futuri, l’apertura al rivelarsi del Sacro ed il dialogo nella comunità; 5) attraverso la pratica delle virtù della fede, della speranza e della carità, intese come apertura al mistero, alla possibilità ed al volto dell’altro; 6) attraverso il confronto, qualunque sia la fede personale, con il mistero della nostra creazione e con il messaggio e l’esempio di Gesù, Maestro del Cuore; 7) attraverso l’apertura, qualunque sia la fede personale, ai processi di creazione, rinnovamento e trasformazione della natura;
  27. 27. Rinnovo Dell'impegno comune 8) attraverso il servizio, qualunque sia la fede personale, verso la crescita dell’essere umano, il suo spirito critico e l’esercizio autonomo delle sua facoltà; 9) attraverso la testimonianza dell’inesauribile speranza che deriva da questa apertura al Sacro, da questa fede nella vita e da questo impegno per la dignità umana; 10) attraverso l’apertura all’universale ispirazione dello Spirito negli animi delle persone, espressa nei più nobili insegnamenti di tutte le religioni. Tutti:Amen
  28. 28. Comunione Dei Fiori Min: Sorelle e fratelli, secondo la tradizione che ci accomuna ogni animo umano ha in sé una scintilla Infinito. Per questo, nella nostra denominazione, riserviamo un momento specifico, che definiamo “Comunione dei Fiori” perché chiunque lo desideri possa condividere un pensiero con tutti i presenti. Immergiamoci, dunque nella meditazione, dichiarando la nostra disponibilità al dialogo e all’apertura.Prego, dunque, chiunque lo desideri di farci dono di quello che lo Spirito, qualunque sia il nome che ciascuno di noi vuole dargli, ispira nel suo cuore. [Chi lo desidera, condivide un pensiero con i presenti] Min: Amen
  29. 29. Preghiera Conclusiva 2) Possa lo Spirito della Vita proteggerci insieme, possa nutrirci insieme. Possiamo noi lavorare insieme, unendo le nostre forze per il bene dell’umanità. Possiamo sempre amarci, perché ci sia pace, sempre pace, una pace perfetta. Lett: 1) Non chiederti solo di cosa il mondo ha bisogno. Chiediti che cosa ti fa sentire vivo. Poi mettilo in pratica. Perché ciò i cui il mondo ha bisogno è di donne e uomini che sentano la forza della vita.
  30. 30. Benedizione Finale Min: Fratelli, disponiamoci alla benedizione. Lo Spirito dai mille nomi e dalla inconoscibile essenza, che ci ha creato e accompagna i nostri passi, conceda a tutti noi il discernimento per comprendere quali vie conducano alla costruzione di un regno di pace e di giustizia per tutti e la forza per costruire tale regno. Possa la Sua benedizione scendere su di noi e rimanere nei nostri cuori ogni giorno. Tutti: Amen
  31. 31. Testimonianza Cristiana Min: Concludiamo la liturgia accogliendo la preghiera di quanti si sentano di dare testimonianza della loro intima relazione con la Trascendenza attraverso le metafora del Padre, tanto cara alla pratica spirituale di molti di noi. Per questo, a ricordo della matrice biblica che è stata culla della nostra fede e che è linea guida per molti di noi, invito [… ] a recitare la prima stanza dello Shemà ebraico. Tutti: Amen
  32. 32. Shemà Lett: Ascolta, Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è Uno. E amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutte le tue forze. E metterai queste parole che Io ti comando oggi, nel tuo cuore, e le insegnerai ai tuoi figli, pronunciandole quando riposi in casa, quando cammini per la strada, quando ti addormenti e quando ti alzi. E le legherai al tuo braccio, e le userai come “segno” tra i tuoi occhi, e le scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte. Amen
  33. 33. Padre Nostro Min: Infine, come fiore cristiano della Comunione dei fiori, accogliamo l’offerta del Padre Nostro, proposta da quanti tra noi ritengano possa essere fertile rappresentazione di quel legame verso la Trascendenza che è stato oggetto del nostro servizio Padre Nostro
  34. 34. Esortazione Conclusiva Min: Andiamo in pace, ricordando in ogni istante il compito di essere sale della terra che ci è stato affidato. Canto di uscita

Liturgia della Comunione Unitariana Italiana

Views

Total views

67

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

0

Actions

Downloads

1

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×