EAS e didattica

1,622 views
1,266 views

Published on

Eas in ambiente pedagogico e didattico

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,622
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
50
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

EAS e didattica

  1. 1. #IL TEMPO DEGLI EAS PROGETTO MoTUS Monitoring Tablet Utilization in School LINEE PEDAGOGICHE E DIDATTICHE PARTE 1
  2. 2. #COSA SONO GLI EAS • SONO STRATEGIE DI APPRENDIMENTO, CHE SI FONDANO SULL’INVERSIONE DELL’AGIRE DIDATTICO (FLIP), SULLE ESPERIENZE, PRODUCENDO ARTEFATTI CULTURALI ED APPRENDIMENTO MOBILE. • HANNO UN RETROTERRA PEDAGOGICO (PARTIRE DALL’ESPERIENZA) E UNA STRATEGIA DIDATTICA (PROVOCARE APPRENDIMENTO AUTENTICO CON STRUMENTI EMOTIVAMENTE VICINI AGLI STUDENTI). • CERCANO DI RISOLVERE I GAPS DELLA DIDATTICA TRADIZIONALE. • SI STRUTTURANO SU MICROLEARNIG IN FRAMEWORK CONCETTUALI.
  3. 3. #RIMESCOLARE LE PRIORITÀ DI PROCESSO CON GLI EAS Attraverso i concetti di MOVIMENTO AUTOVALUTAZIONE
  4. 4. #Momenti EAS – Episodi di Apprendimento situati Momenti EAS Design Azioni didattiche Apprendimento Preparatorio Trasposizione, mediazione Fare esperienza, concettualizzare, analizzare Per acquisizione, per ricerca Operatorio Regolazione Analizzare, applicare Attraverso la pratica, per collaborazione Ristrutturativo Documentazione Discutere, pubblicare Attraverso discussione, per collaborazione
  5. 5. #COSTRUIRE UN AMBIENTE MULTITASKING PER GLI EAS Che metta in rapporto TESTI IN UN «SITUATO» COMUNICATIVO TECNOLOGICO PER DARE CORSO A IDENTITÀ E PROFESSIONALITÀ RICERCHE
  6. 6. #NEGLI EAS PARTIRE DA BREVI ARGOMENTI DISCIPLINARI COME PROBLEMI IN DIREZIONE DI UNA DIDATTICA PER PROBLEM FINDING E PROBLEM SOLVING
  7. 7. #PROBLEM FINDING E PROBLEM SOLVING NEGLI EAS ALLACCIARSI AD UNA ATTIVITÀ DECISIONALE E VALUTARNE I RISULTATI PARTIRE DA SITUAZIONI DI ESPERIENZA ORDINARIA ELABORARE UN PROBLEMA DI CONOSCENZA DISCIPLINARE
  8. 8. #PROBLEM FINDING E PROBLEM SOLVING NEGLI EAS Individuare e praticare soluzioni possibili in una comunità di apprendimento. E poi … Rappresentare un problema mediante strumenti (anche tecnologici) di ricerca …
  9. 9. #EAS E L’APPRENDIMENTO AUTENTICO APPRENDIMENTO AUTENTICO PER INVILUPPARE L’INTERESSE DEGLI STUDENTI E CATAPULTARLO FUORI = INIZIA DAL MONDO REALE E DAI SUOI GAPS, CASI, OCCASIONI, INTERESSI, SCENARI …
  10. 10. DAI FATTI SI PROCEDE ALLE RISORSE PER: LEGGERE MANIPOLARE CONDIVIDERE INTERROGARE UTILIZZARE COMPRENDERE PRODURRE SI PROCEDE CON IL SUPPORTO TECNOLOGICO: RETE APPLICAZIONI SISTEMI DI COMUNICAZIONE DISPOSITIVI TECNOLOGICI (PC, LIM … ) DISPOSITIVI MOBILE
  11. 11. SCAVALCA LA DIPENDENZA DA UN UNICO TESTO SI APRE AD INFINITI ALTRI TESTI IN MOLTEPLICI FORMATI (TEXT, AUDIO, VIDEO …) CAMBIA IL MODO DI FRUIZIONE DEI TESTI (DISPOSITIVI) #APPRENDIMENTO AUTENTICO SOSTENUTO DALLE TECNOLOGIE
  12. 12. #MUTAMENTI PROCEDURALI DEGLI EAS NELLA MOLTEPLICITÀ DEI TESTI 1. IMPONGONO IL MANTENIMENTO E RICHIAMO COSTANTE AI CONCETTI D’INDAGINE. 2. IMPLICANO UN UTILIZZO RAGIONATO E RIFLESSIVO DELLE FONTI. 3. PORTANO A RIASSEMBLARE CONTENUTI ED INFORMAZIONI IN MODO CREATIVO. 4. PREVEDONO IL CONFRONTO CRITICO CON LA COMUNITÀ DI APPRENDIMENTO. 5. HANNO, COME EFFETTO, IL FARE E IL CREARE PRODOTTI (altri testi multimediali).
  13. 13. #LA TASSONOMIA DI BLOOM NEGLI EAS DIVENTA … LA SCALA DELLE ATTITUDINI INDOTTE MEDIANTE UNA DIDATTICA TECNOLOGICA http://www.usi.edu/distance/bdt.htm
  14. 14. #DALLA FLIPPED CLASSROOM AGLI EAS APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE E CAPOVOLTO RISPETTO ALLA TRADIZIONALE LEZIONE FRONTALE
  15. 15. #FLIPPED CLASSROOM E EAS “Flipped classroom” significa “Classe Capovolta”. Sfrutta le tecnologie per il lavoro a casa: lo studente non ascolta le lezioni in classe, ma a casa. Le lezioni sono audio, video, testi elettronici assegnati dal docente. In classe, il docente, liberato dalla lezione, segue gli studenti nell’approfondimento degli argomenti studiati a casa e avvia discussioni sui temi affrontati. Viene innescato un processo di padronanza per raggiungere conoscenze attive, pratiche, condivise. La classe diventa una “Comunità di pratica”.
  16. 16. #SCENEGGIARE LA LEZIONE 1. DEVE AVERE UNA PREMESSA –ARGOMENTO (MOMENTO ANTICIPATORIO, PREPARATORIO). 2. INDICARE PREREQUESITI E PREPARAZIONE (MOMENTO ANTICIPATORIO, PREPARATORIO). 3. RENDERE TRASPARENTI GLI OBIETTIVI (MOMENTO ANTICIPATORIO, PREPARATORIO). 4. RICHIEDERE CONOSCENZE E ATTIVARE PROCESSI (MOMENTO OPERATORIO). 5. PREVEDERE AUTOVERIFICA DELLE CONOSCENZE (MOMENTO OPERATORIO E DI DEBRIEFING). 6. FAVORIRE LE DOMANDE (MOMENTO PREPARATORIO, OPERATORIO, DI DEBRIEFING). 7. SVILUPPARE IL PENSIERO CREATIVO (MOMENTO PREOPERATORIO, OPERATORIO, DI DEBRIEFING).
  17. 17. #PBL – PROJECT BASED LEARNING NEGLI EAS PER RENDERE ATTIVO LO STUDENTE APPRENDIMENTO PER PROGETTI SI STRUTTURA SULLE COMPETENZE
  18. 18. #PBL – PROJECT BASED LEARNING NEGLI EAS APPRENDERE CONCETTI CHIAVE APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVO SVILUPPO PENSIERO CRITICO BASATO SULLA COLLABORAZIONE IMPARARE A PORRE DOMANDE E A CERCARE RISPOSTE COSTRUIRE IDEE E PRODOTTI
  19. 19. #LE COMPETENZE ( THE SKILLS) NEGLI EAS 1. INVENTARE 2. FARE PIANI 3. COMPORRE 4. CREARE 5. PROGRAMMARE 6. IMMAGINARE 7. ESCOGITARE 8. SVILUPPARE COMPRENSIONE ANALISI PER CATEGORIE RICOSTRUZIONE PROBLEMI POSTI, RISOLTI, INCOMPLETI APPLICAZIONI E SIMULAZIONI PER CON IPOTESI DI OUTPUT PRODOTTI DA PREVEDERE, DA PUBBLICARE E DA TRASFERIRE
  20. 20. Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate CC BY-NC-ND

×