Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Dal 3D al GIS - lezione 1

718 views

Published on

Slide relative alla prima lezione del Laboratorio "Dal 3D al GIS" organizzato dall'Associazione Minerva.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Dal 3D al GIS - lezione 1

  1. 1. Dal 3D al GIS Laboratorio per l’archeologia – Ravenna – 8/11/2017 Getap - 2016 - Ortofoto + curve di livello IAE NAS RA & MAA-ISMEO LEZIONE – 1 TOMMASO SACCONE
  2. 2. Il GIS e l’archeologia Nel corso degli ultimi 15 anni l’uso del GIS in archeologia è divenuto un’abitudine, ovviamente questi software non sono stati pensati per il lavoro archeologico. Nuove possibilità, specifiche per l’archeologia sono state pensate ed elaborate dal team di pyArchInit. pyArchInit è un plug-in gratuito di QGIS (Software Open) pensato ed elaborato per agevolare il lavoro di documentazione archeologica e di rilievo. I nostri dati sono finalmente organizzati grazie a tabelle pensate da archeologi per archeologi. Ad oggi non esiste alcuna disposizione legislativa che determini l’uso di questi sistemi nella gestione del patrimonio pubblico. Pyrchinit plug-in per l’archeologia
  3. 3. Cos’è il GIS? Un Sistema GIS non è altro che un software che consente di caratterizzare la realtà arricchendola con le informazioni che vengono acquisite (Raster, Vettoriali e alfanumeriche…). Raster: Immagini Vettore: Poligono Alfanumerico: Database TABELLA ATTRIBUTI RILIEVO VETTORIALE
  4. 4. Cos’è il GIS? La realtà può essere descritta su diversi livelli (layer) in base alle nostre esigenze
  5. 5. Cos’è il GIS? Open Source o con licenza a pagamento?
  6. 6. Elaborazioni da Shahr-i Sokhta (IRAN) I Quartieri Centrali e il Palazzo Bruciato (fasi) In archeologia, oltre allo spazie, serve definire anche il tempo. I sistemi GIS consentono di organizzare i dati divisi per fasi. Siamo noi a definire i paramentri di visualizzazione grazie alle informazioni inserite nella tabella degli attributi.
  7. 7. Come condividere i dati con i sistemi GIS
  8. 8. Il Web GIS
  9. 9. Esercitazione Pratica (Utilizzo Base GIS) 1. Importare i punti di un fotopiano nel Software (Stazione Totale) 2. Verificare orientamento dei punti. 3. Importare Fotopiano 4. Georeferenziare il Fotopiano 5. Vettorializzare il Fotopiano
  10. 10. Sistemi di rilievo - Elaborazione 3D  Laser Scanner  Foto Scansione 3D  Estrusione  Elaborazioni Complesse con sistemi di rilievo medici (TAC- Micro TAC)
  11. 11. Il Laser Scanner E’ il sistema di rilievo più preciso ed affidabile, ma anche il più costoso e complesso da usare. Immagine: http://www.archicultura.it/
  12. 12. Laser Scanner Controindicazioni per l’archeologia:  Costo elevato  Manutenzione periodica necessaria  Complessità di utilizzo  Ingombro elevato della strumentazione
  13. 13. Laser Scanner Portatile eSense  Scanner 3D Portatile eSense è uno scanner 3D che funziona con un normale Ipad e con Iphone6.
  14. 14. La Foto Scansione Consente di ottenere un’elaborazione 3D utilizzando delle immagini scattate con qualsiasi macchina fotografica. Il lavoro di elaborazione è semplice e nte di georeferenziare il modello. E’ un sistema adatto al rilievo archeologico. Editing by Tommaso Saccone
  15. 15. Elaborazione per Estrusione Si ricrea la realtà avvalendosi di figure geometriche standard. Il risultato è esteticamente interessante ma non è una metodologia adatta ad un rilievo archeologico. Immagine: http://www.rendercad3d.com/
  16. 16. Fotoscansione: dal modello 3D alle elaborazioni topografiche Modello Digitale del Terreno (DEM) 2017 - Saro-1 Georgia (ISMEO)
  17. 17. Fotoscansione: dal modello 3D alle elaborazioni topografiche Ortofoto 2017 - Saro-1 Georgia (ISMEO)

×