Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

OS-Culture.org il CMS per l’archeologia - Nuove possibilità di acquisizione e di comunicazione del record archeologico

351 views

Published on

Slide utilizzate da Tommaso Saccone durante la discussione della Tesi di Laurea in Archeologia relativa ai progetti OS-Culture e al Fondo Tosi.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

OS-Culture.org il CMS per l’archeologia - Nuove possibilità di acquisizione e di comunicazione del record archeologico

  1. 1. “OS-Culture.org il CMS per l’archeologia: nuove possibilità di acquisizione e di comunicazione del record archeologico” Tesi di laurea in: “Metodologie della Ricerca Archeologica” Relatore: Presentata da: Prof. Antonio Curci Tommaso Saccone III Sessione, Anno Accademico 2017/2018
  2. 2. La nascita del progetto Il progetto OS-Culture.org nasce nel 2012 dal desiderio del Professor Maurizio Tosi che, a pochi mesi dal pensionamento, decise di rendere accessibile, liberamente e gratuitamente il patrimonio di dati e informazioni che ha acquisito durante la sua carriera.
  3. 3. Fase 01 Creazione struttura informatica Preventivo 01 – Azienda Riminese – 180.000 € Preventivo 02 – Azienda Sammarinese – 20.000€ + 3.000 € annui. In entrambi i casi è stato richiesto dalle aziende di adattare i contenuti da condividere alle esigenze dei sistemi di gestione dati. Per evitare dei costi così importanti e insostenibili si è deciso di lavorar in modo autonomo programmando la piattaforma web partendo da un CMS Open Source.
  4. 4. Fase 01 Creazione struttura informatica  Come acquisire, elaborare e comunicare questo vasto ed eterogeneo nucleo di dati tipico del record archeologico?  Come archiviare questi dati per renderli immediatamente riutilizzabili? L’obbiettivo era quello di creare un metodo di acquisizione e condivisione delle informazioni e delle metodologie adottate durante il lavori di indagine archeologica. Si desiderava sviluppare un sistema che consentisse gestire e di condividere l’informazione archeologica a 360°. Raccontando non solo il contesto archeologico ma anche le metodologie impiegate a rilevarlo. Comunicare le metodologie
  5. 5. Alcuni dei dati che possono essere gestiti da OS-Culture:
  6. 6. Alcuni dei dati che possono essere gestiti da OS-Culture: TIFF – JPG - PNG AVI MP4 Shape - DWG/DXF - KMZ OBJ + Texture
  7. 7. Le caratteristiche di OS-Culture:  Semplicità d’uso (Consultazione e Scrittura di nuovi contenuti); Semplicità di migrazione dati dovuto a cambio Host o Server;  Replicabilità del progetto;  Minima manutenzione di sistema;  Costante aggiornamento della componente Software;  Facile impostazione di contenuti multilingua;  Possibilità di gestire i seguenti formati: immagini (JPG – TIF - PNG), Filmati, PDF, Mappe (Google – Bing Map – OSM), KML & KMZ, Shapefile – Geo Database, Presentazioni PowerPoint Modelli 3D, Foto 360°, Tabelle, Testi;  Condivisione delle pagine web mediante i canali Social dell’utente;  Possibilità di navigare i contenuti 3D in alta risoluzione e in Realtà Aumentata;  Possibilità di consultare le statistiche relative agli accessi e confrontarle con un periodo precedente;  Ottimo posizionamento all’interno dei motori di ricerca (SEO);
  8. 8. Nasce il Fondo Tosi Il progetto è stato sviluppato ed elaborato da Tommaso Saccone e Francesca Triggiani nell'ambito del progetto Università e Città del Servizio Civile Nazionale. L'archivio si suddivide in quattro nuclei principali: l'Archivio Fotografico (oltre 19.000 immagini) , l'Archivio Estratti (oltre 1000 articoli), il nucleo dei Temi di Ricerca e quello dei Dati Archeologici. Per accedere alle informazioni non è richiesta alcuna autorizzazione o noiosa iscrizione. Il lavoro sui dati archeologici si è limitato sulle Missioni dirette da Maurizio Tosi in Iran, Oman e Turkmenistan. Quest’ultima sezione, 5 giorni dopo la morte del Professor Tosi è stata chiusa per volontà della nuova direttrice Barbara Cerasetti.
  9. 9. OMAN.OS-ULTURE.ORG Oman – Localizzazione dati
  10. 10. OMAN.OS-ULTURE.ORG Oman Sinaw - Grave 58
  11. 11. OMAN.OS-ULTURE.ORG Oman: Sinaw Survey 2014 Editing by C. Margherita e T. Saccone
  12. 12. IRAN.OS-ULTURE.ORG Iran: Shahr-i Sokhta
  13. 13. IRAN.OS-ULTURE.ORG Iran: Tepe Hissar
  14. 14. OS-Culture e Open Source OS-Culture è stato sviluppato da programmi Open Source e per coerenza si è deciso di rilasciare il progetto con licenza CC BY NC 4.0. Questo tipo di licenza consente a tutto la produzione di opere derivate da OS-Culture.org ma non permette la vendita e la commercializzazione del prodotto ottenuto. Questo ci ha quindi consentito di sviluppare nuovi strumenti di organizzazione dati per la Missione Archeologica nel Caucaso Meridionale (ISMEO) e per la comunicazione dei dati relativi alla Necropoli Armena di Karashamb (IAE NAS RA)
  15. 15. Tecnologie Studiate Per lo sviluppo di questo progetto è indispensabile conoscere in modo appropriato tutte le tecnologie utili all’acquisizione dei dati. Ogni anno viene quindi eseguita un’analisi sulle tecnologie che caratterizzano il momento. In breve tempo si è quindi passato dall’uso delle sole tecnologie GIS all’utilizzo integrato di droni, Laser Scanner e GPS per la produzione di modelli 3D utili alla documentazione topografica di un sito. Conoscere queste tecnologie ci ha permesso di poter integrare su OS-Culture tutte le elaborazioni prodotte da queste tecnologie. Grazie allo sviluppo di OS-Culture e al suo metodo di comunicazione è stata possibile stabilire una metodologia di lavoro automatizzato per il rilievo archeologico. Tutte queste tecnologie sono impiegate abitualmente da tutti i partener del progetto.
  16. 16. Metodologia di Lavoro Automatizzata  Disposizione mire  Rilievo topografico  Acquisizione dati fotografici da Drone  Elaborazione 3D / DEM automatizzata ed elaborazione GIS  Pubblicazione Armenia: Solak 1
  17. 17. Metodologia di Lavoro Automatizzata Georgia: Saro 1 GRAZIE PER L’ATTENZIONE

×