DEFINIZIONI 2009

386 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
386
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

DEFINIZIONI 2009

  1. 1. CORSO DI METODOLOGIE DI TELEMATICA CIVICA 2009 Definizioni E-government // E-governance
  2. 2. Alcune prime definizioni 1 <ul><li>e-government </li></ul><ul><li>Significa “ governo elettronico ” e indica l’uso diretto delle nuove tecnologie di comunicazione a supporto dell’attività dei governi e delle pubbliche amministrazioni. </li></ul><ul><li>L’e-government è principalmente diretto al miglioramento dei processi e delle strutture concernenti la distribuzione di servizi al pubblico, cittadini e attori economici, mediante transazioni elettroniche all’interno delle entità organizzative interessate. </li></ul><ul><li>Fonte : M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche”, Laterza, 2007 </li></ul>
  3. 3. Alcune prime definizioni 2 <ul><li>e-government </li></ul><ul><li>Fa riferimento all’utilizzo delle tecnologie informatiche da parte dell’amministrazione pubblica, nell’ambito di processi decisionali, nell’attuazione delle politiche e nella gestione delle comunicazioni tra cittadini e amministrazioni. </li></ul><ul><li>Sono tali tecnologie che consentono di superare le tradizionali strutture gerarchiche in modelli policentrici e reticolari, grazie al controllo delle singole fasi di ogni attività lavorativa e permettono a ogni individuo che partecipi a un procedimento decisionale o amministrativo di rappresentare le relazioni come se ne fosse al centro. </li></ul><ul><li>Fonte : Cesare Maioli, 2004 </li></ul>
  4. 4. Alcune definizioni 3 <ul><li>e-governance </li></ul><ul><li>Il termine governance ribadisce, invece, la natura dinamica e interattiva dei processi di partecipazione politica, allargata non esclusivamente ai fini di programmazione e gestione della vita pubblica. </li></ul><ul><li>In altri termini, non si limita a semplificare gli iter burocratici inerenti alla pubblica amministrazione, ma intende mettere in atto pratiche atte a favorire la costruzione del consenso sulle politiche . </li></ul><ul><li>Fonte : M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche”, Laterza, 2007 </li></ul>
  5. 5. Alcune definizioni 4 <ul><li>e-governance </li></ul><ul><li>Nella governance verticale l’interazione è fra diversi livelli di government (es. Regione, Provincia, e Comune) </li></ul><ul><li>Nella governance orizzontale l’interazione riguarda gli attori istituzionali, non istituzionali, economici e i cittadini. </li></ul><ul><li>Fonte : M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche” Laterza, 2007 </li></ul>
  6. 6. Alcune definizioni 5 <ul><li>e-governance / e-government </li></ul><ul><li>Come la governance guarda agli aspetti democratici di partecipazione e coinvolgimento dal basso attraverso pratiche di democrazia deliberativa , così l’ e-governance va oltre l’applicazione degli strumenti elettronici nelle interazioni tra il government in senso stretto e i cittadini. (Berra, Girotti 2003; Berra 2005) </li></ul><ul><li>Fonte : M. Berra, “Sociologia delle reti telematiche” Laterza, 2007 </li></ul>
  7. 7. Alcune definizioni 6 <ul><li>e-democracy 1 </li></ul><ul><li>L’uso innovativo dei new media per migliorare significativamente il governo democratico mediante la partecipazione diretta dei cittadini nell’assunzione di decisioni politiche . [Bell; Loader; Pleace; Schuler, 2004: 7] (p. 171) </li></ul><ul><li>La democrazia elettronica ha assunto due distinti significati: </li></ul><ul><ul><li>Il primo è quello relativo allo sviluppo dell’informazione digitale e delle tecnologie della comunicazione (ICT) nella prospettiva di rafforzare la pratica politica democratica; </li></ul></ul><ul><ul><li>Il secondo è quello relativo a una nuova fase della democrazia, una fase nella quale la proliferazione delle ICT permetterà di migliorare la vitalità e la legittimità della democrazia a livello sia locale che nazionale e, addirittura, a livello globale. [Shane, 2004: 7xi] (p. 172) </li></ul></ul><ul><li>Fonte : S. Bentivegna, in “ Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 </li></ul>
  8. 8. Alcune definizioni 7 <ul><li>e-democracy 2 </li></ul><ul><li>Consiste nell’insieme di tutti i mezzi elettronici di comunicazione che sostengono/rafforzano i cittadini nei loro tentativi di rendere responsabili i soggetti politici delle proprie azioni. </li></ul><ul><li>A seconda dell’aspetto della democrazia che si vuole promuovere, l’ e-democracy può adottare tecniche diverse : </li></ul><ul><ul><ul><li>Per aumentare la trasparenza del processo politico; </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Per facilitare il coinvolgimento diretto e la partecipazione dei cittadini; </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Per migliorare la qualità dei processi di formazione dell’opinione mediante nuovi spazi di informazione e deliberazione . [Trechsel; Kies; Mendez; Schimitter, 2003: 10] (p. 172) </li></ul></ul></ul><ul><li>Fonte : S. Bentivegna, in “ Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 </li></ul>
  9. 9. Alcune definizioni 8 <ul><li>E-democracy 3 </li></ul><ul><li>Secondo M. Castells , “ è proprio nel campo della politica simbolica, nonché nello sviluppo di mobilitazioni mirate su singole questioni a opera di gruppi e individui esterni al sistema politico ufficiale, che la nuova comunicazione elettronica può ottenere gli effetti più significativi ” [Castells, 1997-2004: 474] (p. 173) </li></ul><ul><li>Fonte : S. Bentivegna, in “ Dopo la democrazia?” a cura di D. de Kerckhove e A. Tursi, Apogeo, 2006 </li></ul>

×