G R U P P O D I S T U D I O SETTORE ORAFOSICUREZZA E RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PER LE IMPRESE ORAFE:    PREVE...
CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO1. DEFINIZIONI OGGETTO DEL CONTRATTO1.1. Per espresso accordo delle Parti, ai fini del pr...
5.2. Il Cliente è tenuto a collaborare per consentire gli opportuni eventuali controlli che dovessero rendersi necessari d...
9.3. Le variazioni, in ogni caso non superiori al decimo del costo annuale, s’intenderanno applicabili a decorrere dal 30°...
14.2.Potrà addivenirsi alla risoluzione del contratto prima della scadenza, ai sensi dell’art. 1456 del codice civile, in ...
personali (così come definiti dal D. Lgs. 196/2003) a Voi relativi, acquisiti anche verbalmente o tramite terzi. Inriferim...
20.3 Le segnalazioni ricevute dalla Centrale Operativa di variazione degli orari di attivazione o disinserimento degli    ...
CENTRO PRODUTTIVITA’ VENETO GRUPPO DI STUDIO “ SETTORE ORAFO “     VENERDI 29 APRILE 2011LA SICUREZZA PER LE IMPRESE ORAFE...
Leandro Sperottodal 1982 opera nel settore della sicurezza ed è il fondatoredella CDS security vicenza s.r.l.Alcune refere...
Leandro Sperottoè Presidente di Sezione Carabinieri in congedo.è un consulente di prevenzione privata del crimine,dal 1989...
Due tipi di prevenzione:La prevenzione basata sulle apparecchiature             (si può comperare)La prevenzione basata su...
“Il rispetto per il clientepassa sempre attraverso il     servizio offerto”
Cos’è il furto?E’ un trasferimento di beni.Cosa c’è peggio del furto?Il fuoco perché distrugge i Vs. beni per sempre.
Qual è l’obbiettivo di un sistema di antintrusione?Evidenziare l’ingresso, nel sito protetto, di unsoggetto non autorizzat...
Il Giornale di Vicenza 07/02/92
Il Giornale di Vicenza 17/03/11
Il Giornale di Vicenza 21/03/11
Il Giornale di Vicenza 09/09/05
Il Giornale di Vicenza 09/03/11
Gestione operativa:
Il Giornale di Vicenza 24/01/06
Il Giornale di Vicenza 08/04/01
Il Giornale di Vicenza 02/08/05
Il Giornale di Vicenza 16/03/11
Il Giornale di Vicenza 17/12/09
Il Giornale di Vicenza 07/04/11
In conclusione..Pensa come un ladro!
Leandro Sperottodal 1982 opera nel settore della sicurezza ed è il fondatoredella CDS security vicenza s.r.l.è Presidente ...
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo

957 views

Published on

Slide della conferenza "SICUREZZA E RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PER LE IMPRESE ORAFE: PREVENZIONE E ASPETTI TECNICI" tenuta dall'Avv. Pierluigi Vinci e dal dott. Leandro Sperotto il 29 aprile 2011 a Vicenza presso la Scuola d'Arte e Mestieri

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
957
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
89
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Slide conferenza 29 aprile 2011 del Gruppo di Studio Settore Orafo

  1. 1. G R U P P O D I S T U D I O SETTORE ORAFOSICUREZZA E RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PER LE IMPRESE ORAFE: PREVENZIONE E ASPETTI TECNICI Relatori:Avv. Pierluigi VINCI, Dott. Leandro SPEROTTO Venerdì 29 aprile 2011 Ore 18.00 Centro Produttività Veneto - Fondazione Giacomo Rumor Area Gruppi di Studio
  2. 2. CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO1. DEFINIZIONI OGGETTO DEL CONTRATTO1.1. Per espresso accordo delle Parti, ai fini del presente accordo, si intende per “servizi” l’insieme delle attività oggetto dell’incarico conferito dal fruitore dei servizi (d’ora in poi Cliente) all’Istituto di Vigilanza (d’ora in poi Istituto) così come identificate e delineate nella Scrittura Privata riportata nel frontespizio delle presenti Condizioni.1.2. L’Istituto si incarica pertanto di effettuare il servizio concordato con i mezzi, le modalità ed i corrispettivi riportati nella Scrittura Privata (e relativi eventuali allegati) nonché nelle Condizioni Generali qui si seguito indicate.1.3. Resta salvo ogni accordo tra le parti così come risultante dalla Scrittura Privata, dagli allegati ad essa annessi nonché da qualsiasi altro ulteriore accordo intercorso per iscritto, anche successivamente, tra le parti.1.4. Qualsiasi prolungamento dei servizio, o estensione delle prestazioni relative ai servizi concordati, sarà effettuato solo su richiesta del Cliente, previa accettazione da parte dell’Istituto, e verrà addebitato separatamente.1.5. La direzione della “Istituto” si riserva il diritto di non accettare modifiche.2. VALIDITÀ ED ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO2.1. Il presente accordo soggiace alle presenti Condizioni Generali di Contratto, che si considerano accettate dal Cliente, ai sensi del Codice Civile, e si applicano di diritto, ad eccezione di deroghe precise espresse nella Scrittura Privata o nelle specifiche tecniche allegate ad esso, rimanendo in vigore fino al compimento degli impegni.2.2. Nel caso una o più clausole siano dichiarate non valide ai sensi di legge, le rimanenti condizioni permangono comunque in vigore.2.3. L’unica versione delle Condizioni Generali di Contratto che sia valida e vincolante per i contraenti è la versione in lingua italiana.3. IRREVOCABILITÀ DELLA PROPOSTA3.1. La firma sulla Scrittura Privata del Cliente riportata sulle Condizioni Generali si intende vincolante ed irrevocabile. L’Istituto entro 30 giorni avrà la facoltà di comunicare la mancata accettazione della Scrittura Privata.3.2. In caso di mancata accettazione la proposta di cui al punto 3.1. decade senza ulteriore conseguenza.3.3. L’avvio del servizio richiesto, oltre a comportare in ogni caso l’accettazione della Proposta, determina anche l’inizio della decorrenza dell’efficacia del contratto stesso.4. DURATA E TACITA PROROGA4.1. La durata del contratto, indicata esclusivamente nella Scrittura Privata, decorrerà dalla data di attivazione dei Servizi.4.2. Salvo diversa pattuizione risultante dalla Scrittura Privata, il rapporto si intenderà tacitamente rinnovato per un periodo equivalente, a meno che una delle parti, a pena di decadenza, non dia disdetta a mezzo lettera raccomandata a/r con un preavviso di almeno sei (6) mesi dalla data di scadenza.4.3. La disdetta inviata al di fuori del termine di cui al punto precedente verrà considerata non tempestiva e priva di efficacia.4.4. In caso di revisione e/o rinnovo del contratto, la sottoscrizione della Scrittura Privata comporta la sostituzione integrale di quella precedente con riferimento ai medesimi servizi.5. OBBLIGHI, DIVIETI E RESPONSABILITÀ DEL CLIENTE5.1. Se il Cliente dovesse riscontrare irregolarità o malfunzionamenti nello svolgimento del servizio è tenuto a comunicare per iscritto, tramite Racc. A/R., entro 3 (tre) giorni dall’accadimento dei fatti che sono all’origine della contestazione, tali irregolarità all’“Istituto”. Laddove non dovessero essere effettuate tali comunicazioni nelle modalità di tempo e modo sopra descritte, prescritte a pena di decadenza, si avrà una conseguente esenzione di responsabilità in capo all’Istituto.
  3. 3. 5.2. Il Cliente è tenuto a collaborare per consentire gli opportuni eventuali controlli che dovessero rendersi necessari da parte dell’Istituto in conseguenza delle contestazioni manifestategli.5.3. Il Cliente si impegna a comunicare a mezzo raccomandata A/R, entro e non oltre il termine di 8 (otto) giorni dalla modifica, ogni variazione dello stato di fatto sussistente al momento della conclusione del contratto che possa influire sulle condizioni del servizio, modificandone e/o aggravandone il rischio connesso e le modalità di esecuzione. L’Istituto si riserva il diritto di recedere dal contratto se riterrà tali variazioni non accettabili in relazione alle esigenze di servizio, e comunque potrà richiedere variazioni del prezzo del servizio anche oltre il decimo del prezzo totale.5.4. Il Cliente non potrà, in ogni caso, sospendere il pagamento del corrispettivo pattuito.6. LIMITAZIONE DI RESPONSABILITÀ DELL’ISTITUTO6.1. L’Istituto è tenuto a prestare unicamente i servizi stabiliti nella Scrittura Privata (e relativi allegati) e concordati con il Cliente, adempiendo agli stessi con la diligenza prevista dalla legge per prestazioni quali quelle oggetto del contratto sottoscritto dalle parti. In caso di inadempimento delle obbligazioni assunte, l’Istituto sarà unicamente responsabile dove l’inadempimento sia imputabile a dolo o colpa grave propria o dei propri dipendenti.6.2. L’Istituto si ritiene esonerato e viene esonerata dal Cliente da qualsiasi responsabilità o richieste di danni per la mancata ricezione / trasmissione dei segnali di allarme di vario genere o messaggi fonici, a causa di linee telefoniche o frequenze interrotte, occupate, interferenze di terzi, campi magnetici anomali, guasti improvvisi degli apparati (computer, ponti ripetitori, software, hardware) o infine fenomeni atmosferici che influiscano sulla regolarità delle comunicazioni, ed in genere in ogni eventualità di caso fortuito o di forza maggiore.6.3. Il Cliente si impegna a fornire all’Istituto i mezzi necessari al fine di permettere alla guardie giurate di svolgere il servizio come da consegna. In mancanza l’Istituto rimane esonerato da ogni responsabilità in merito alla corretta esecuzione dell’incarico.6.4. Nel caso di furti, danni o altri sinistri, con accertata responsabilità con sentenza passata in giudicato dell’Istituto, quest’ultimo risponderà con limite di cui al capoverso dell’art. 1783 c.c. pari all’0equivalente di 100 (cento) volte il prezzo del servizio giornaliero come pattuito.7. FORZA MAGGIORE, EVENTI CATASTROFICI E CASO FORTUITO.7.1 L’Istituto potrà sospendere l’esecuzione dei propri obblighi contrattuali quando tale esecuzione sia resa impossibile o irragionevolmente onerosa da un impedimento che non dipenda dalla propria volontà (ad es. guerra, incendio, sommosse, rivoluzioni, boicottaggio, sciopero, calamità naturali, embarghi, interruzioni di energia, etc..)7.2 L’Istituto non sarà tenuto responsabile per eventuali interruzioni o ritardi dei servizi dovute a cause di forza maggiore (così come descritta al punto 7.1) o ad impossibilità sopravvenuta conseguente a circostanze improvvise quali, a titolo meramente esemplificativo, malore della Guardia Giurata inviata ovvero guasto dei mezzi di servizio.8. FATTURAZIONE. MODALITA’ DI PAGAMENTO E MANCATO PAGAMENTO8.1. La fatturazione verrà effettuata secondo le scadenze concordate nella Scrittura Privata.8.2. I corrispettivi s’intendono al netto di IVA ed eventuali spese bancarie e/o d’incasso.8.3. La corresponsione del compenso per i servizi commissionati, così come indicato nella Scrittura Privata, dovrà essere effettuata alle scadenze pattuite secondo le modalità concordate.8.4. In mancanza di pagamento di due rate, anche non consecutive, Istituto avrà facoltà di interrompere immediatamente il servizio di cui al contratto, previa comunicazione scritta, e di agire, se riterrà opportuno, per il recupero di quanto dovutoLe in base alle presenti Condizioni Generali, fatta sempre salva la facoltà di dichiarare la risoluzione di diritto del contratto con le modalità esposte al punto 14.8.5. In mancanza di diverso accordo tra le parti nella Scrittura Privata in merito al saggio di interesse e fatto salvo il caso in cui il Cliente agisca in qualità di consumatore, si applicheranno, in caso di mancato pagamento di anche una sola rata, gli interessi di mora nella misura indicata ex D.lgs 231/02, con decorrenza dalla data di scadenza pattuita per il pagamento.9. ADEGUAMENTO DEI CORRISPETTIVI9.1. I prezzi contenuti nella presente Scrittura Privata potranno subire variazioni su richiesta dell’Istituto.9.2. Tali adeguamenti potranno essere attuati dall’Istituto sia in base alle variazioni intervenute dalla data di perfezionamento del rapporto, così come rilevate in forza degli indici ISTAT (prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati), sia per effetto della lievitazione dei costi generali di gestione e del personale, dovuta alle variazioni del Contratto Collettivo della Categoria o di Integrativi Provinciali.
  4. 4. 9.3. Le variazioni, in ogni caso non superiori al decimo del costo annuale, s’intenderanno applicabili a decorrere dal 30° giorno dalla loro comunicazione. Variazioni percentuali superiori dovranno essere concordate per iscritto.10. APPARECCHIATURE10.1 Salvo diversa pattuizione espressa nella Scrittura Privata, gli apparati consegnati con apposito documento di trasporto, affidati al Cliente a titolo di comodato o noleggio, rimangono di proprietà del’Istituto.10.2 Saranno addebitate all’Cliente le spese di installazione, collaudo e manutenzione. Le installazioni degli apparati radio/adsl saranno posizionate dai tecnici dove il segnale di ricezione/trasmissione è buono e quindi lo stesso apparato può essere in “vista”; sarà cura del Cliente provvedere alla sua mascherazione/copertura affinché non sia visibile a chi accede ai locali e quindi per maggiore sicurezza del Cliente.10.3 La manutenzione degli apparati forniti in comodato al Cliente, in suo uso e custodia, potrà essere addebitata direttamente anche dai tecnici autorizzati dall’Istituto.10.4 Gli interventi di controllo, riparazione e modifica degli apparati radio forniti dal’Istituto in comodato ovvero noleggio, saranno effettuati solamente da tecnici autorizzati dallo stesso Istituto. Rimangono a carico del Cliente la tempestiva sostituzione del materiale di consumo e quanto necessario per mantenere in funzionamento le apparecchiature. Tali operazioni dovranno essere svolte con diligenza e sotto responsabilità del Cliente.10.5 Il Cliente si impegna a consentire, entro due ore dalla richiesta dell’Istituto, per guasti o anomalie agli impianti di teleallarme, l’accesso ai locali a tecnici e/o alle guardie giurate dell’Istituto, al fine di disattivare l’apparecchiatura e successivamente ripristinarla, rendendosi pienamente disponibile.10.6 L’Istituto non è responsabile di eventuali danni, diretti ed indiretti, che il Cliente dovesse subire nel tempo necessario per effettuare le prove tecniche ovvero nel tempo intercorso dal cattivo funzionamento sino al ripristino.10.7 Alla cessazione del servizio, per qualsiasi ragione essa intervenga, il Cliente si impegna alla restituzione degli apparati di controllo perfettamente funzionanti ed in buono stato, consentendo il libero accesso ai luoghi ove le apparecchiature e gli altri elementi siano ubicati ai tecnici incaricati dall’Istituto, al fine di permettere a questi ultimi la disattivazione degli apparati e il ritiro anche di loro parti utilizzate per il collegamento con la Centrale Operativa, anche se acquistate da terzi.10.8 Il Cliente garantisce l’idoneità e la sicurezza dei luoghi in cui saranno installate le Apparecchiature. Laddove, al momento dell’intervento manutentivo o del ritiro dell’apparecchiatura, dovessero essere riscontrati guasti o deperimenti agli apparati, il Cliente si impegna a rifondere il costo per il ripristino degli stessi entro 30 (trenta) giorni dalla richiesta di rimborso.11. TRASFERIMENTO D’AZIENDA, MODIFICA DELLA SEDE, CESSAZIONEDELL’ATTIVITA’11.1.Nel caso il Cliente dovesse cessare la propria attività per alienazione (totale o parziale) dell’azienda, trasformazione, liquidazione o qualsiasi altra legittima causa, giuridicamente rilevante e debitamente documentata, il contratto potrà essere risolto anticipatamente, con il pagamento di 6 (sei) mensilità a titolo di rimborso forfetario per spese generali e di organizzazione.11.2.Se non verrà data comunicazione delle suddette circostanze da parte dell’Cliente, tramite raccomandata A/R, entro un mese dal fatto risolutivo, le obbligazioni resteranno valide fino alla naturale scadenza del contratto.11.3.Laddove la sede oggetto del servizio venisse trasferita entro la provincia o comunque entro il raggio d’operatività dell’Istituto, l’incarico si intenderà valido per la nuova Sede, salvo perequazione della tariffa ed adeguamento dei servizi.12. ONERI FISCALI12.1.Tutte le spese ed oneri relativi al Contratto, non espressamente previsti nelle Condizioni Generali o diversamente disposti nella Scrittura Privata, si intendono a carico del Cliente.13. DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO13.1.I diritti derivanti dalla Scrittura Privata e dall’eventuale successivo perfezionamento dell’accordo non potranno essere ceduti dall’Cliente a terzi, se non in seguito ad espressa accettazione scritta da parte dell’Istituto.14. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA14.1.La risoluzione del contratto tra le parti può essere determinata dall’eventuale insorgenza a carico dell’Cliente di una procedura concorsuale.
  5. 5. 14.2.Potrà addivenirsi alla risoluzione del contratto prima della scadenza, ai sensi dell’art. 1456 del codice civile, in caso di impedimento, anche parziale, ad opera dell’Cliente delle pattuizioni di cui ai paragrafi 5, 8, 10, 11, fermo restando in ogni caso il diritto al risarcimento dei danni nella misura del 75% dei crediti residui.14.3.Nell’ipotesi prevista e regolata dal punto 14.2, Istituto ha facoltà di chiedere, in via ulteriore al risarcimento danni di cui paragrafo precedente, il pagamento di una somma a titolo di rimborso spese generali e di organizzazione pari al valore corrispondente da 6 (sei) fino ad un massimo 12 (dodici) mensilità.14.4.Ove, l’Istituto, intenda chiedere la risoluzione del contratto, dovrà darne comunicazione al Cliente a mezzo raccomandata A/r.14.5.Se il Cliente, per una della ragioni previste dal contratto, dovesse risolvere lo stesso in via anticipata, rimborserà entro 15 (quindici) giorni dalla restituzione degli apparati all’Istituto la somma per le spese di installazione e disinstallazione sostenute e non recuperabili da controparte.15. RECESSO15.1. È, in ogni caso, facoltà dell’Istituto risolvere anticipatamente il contratto, con preavviso scritto di 30 (trenta) giorni, da darsi tramite Racc. A.R., senza necessità di motivazione. In tali ipotesi il Cliente potrà essere rimborsato solo della somma per servizi già pagati, e non effettuati.16. RISERVATEZZA16.1.L’Istituto si impegna a non portare a conoscenza di terzi informazioni, dati tecnici, documenti e notizie, di cui il personale comunque impiegato nello svolgimento delle attività oggetto del servizio venga a conoscenza in forza del presente contratto.16.2.L’Istituto si impegna, altresì, a rispettare quanto previsto dal D. Lgs. 196/2003 e dai successivi regolamenti e provvedimenti in materia di riservatezza.17.VALUTAZIONE DEI RISCHIValutazione dei rischi ( D.U.V.R.I.) che indichi le misure per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo irischi da interferenze.In riferimento al servizio Proposto nel presente contratto da effettuare presso la vs. struttura, in relazione agli obblighiprevisti dall’art. 26 D. lgs. 81/08 sulla necessità di informare i lavoratori sui rischi specifici esistenti nell’ambiente incui siano destinati a operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate, vi richiediamo: A. di comunicarci le norme di comportamento e/o le istruzioni inerenti le procedure da adottare in caso di incendio ed evacuazione e di emergenze mediche tratte dal vs. Piano di Emergenza con particolare indicazione ai sistemi di comunicazione degli allarmi, all’ubicazione dei punti di raccolta ed al normativo e modalità di chiamata degli addetti alle squadre di emergenza (Lotta antincendio – Pronto Soccorso) in relazione al servizio effettuato dall’Istituto. B. di comunicarci ed informarci circa i rischi presenti nelle aree aziendali ove accederà la nostra GPG (istruzioni, D.P.I. obbligatori etc.).Al fine di promuovere la cooperazione ed il coordinamento all’attuazione delle misure di prevenzione e protezione dairischi sul lavoro incidenti sull’attività lavorativa oggetto dell’appalto e nell’ottica di un miglioramento continuo dellecondizioni di lavoro chiediamo di segnalarci POTENZIALI RISCHI possibili per lo svolgimento dei servizi richiesti.COSTI DELLA SICUREZZAAi sensi e per gli effetti dell’art.26 D.g.l.s. n°81/08 i costi per la sicurezza con specifico riferimento ai costi connessialla presente Scrittura Privata, sono pari al 3% del valore per ciascun servizio e sono compresi nel canone mensile.18. CONSENSO PER LE REGISTRAZIONI TELEFONICHE18.1.Il Cliente dichiara di essere a conoscenza ed esplicitamente accetta per il corretto svolgimento del servizio e per motivi di sicurezza tutte le conversazioni telefoniche dalla Centrale operativa verso i numeri di utenza telefonica indicati o dirette alla stessa, saranno soggette a registrazione salvo diversa richiesta da parte delle autorità competenti.19. INFORMATIVA Privacy ai sensi dell’art.13 del D.lgs n°196/2003 e successive19.1. La scrivente società informa che per la raccolta di informazioni precontrattuali, inclusa la valutazione economicofinanziaria di prodotto, e per l’esecuzione e la corretta gestione del rapporto contrattuale e delle relative obbligazioni,ove presenti, nonché per l’elaborazione dei documenti e della modulistica oggetto della consulenza, è in possesso di dati
  6. 6. personali (così come definiti dal D. Lgs. 196/2003) a Voi relativi, acquisiti anche verbalmente o tramite terzi. Inriferimento a tali dati.Vi informiamo che:1. Finalità e modalità del trattamentoI dati personali saranno oggetto di trattamento informatico e manuale dell’Istituto, e/o di società di ns. fiducia (vedasispecifica sottostante) per le finalità;1) I dati personali sono raccolti al fine di provvedere agli adempimenti connessi all’attività economicadell’azienda ed in relazione alle esigenze contrattuali, informative e commerciali (statistiche al marketing,promozionali, di tutela del credito, attività del credito, attività di rilevazione del grado di soddisfazione dei Clienti sullaqualità dei servizi resi) e per l’adempimento di obblighi di legge, contabili, fiscali;2) i dati verranno trattati in modo lecito e secondo correttezza, raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti,legittimi, pertinenti e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti. La conservazione e il trattamentodegli stessi avverrà in forma scritta e/o su supporto cartaceo, magnetico, elettronico o telematico e comunque in modotale da garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati personali;3) i dati verranno trattati per tutta la durata del rapporto contrattuale e conservati per il periodo di tempo previsto daleggi, regolamenti o dalla normativa comunitaria e comunque, per un periodo di tempo non superiore a quellonecessario per gli scopi per i quali essi sono stati raccolti e/o trattati;4) il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della fatturazione, e della realizzazione del servizio richiesto,nonché per tutto quanto richiesto da obblighi legali e contrattuali e pertanto l’eventuale rifiuto a fornirli in tutto o inparte potrà determinare l’impossibilità della società a dar corso a rapporti contrattuali medesimi;5) fermo restando le comunicazioni e le diffusioni effettuate in esecuzione di obblighi di legge e/o contrattuali, i vs. datipotranno essere comunicati agli istituti di credito, agli intermediari finanziari, alle società che operano nella tutela delcredito, per la gestione dei nostri rapporti economici sia in Italia che all’estero;6) L’Istituto potrà avvalersi, inoltre, di soggetti di propria fiducia che svolgono compiti di natura economica odorganizzativa, quali a titolo esemplificativo: la prestazione di servizi di stampa, imbusta mento, trasmissione, trasporto esmistamento di comunicazioni.2. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati e trasferiti.Oltre ai soggetti indicati nel paragrafo precedente, i dati personali relativi al soggetto interessato potranno esserecomunicati e trasferiti:• ai partner l’Istituto e le società controllate, controllanti o collegate o comunque a soggetti terzi autorizzati dall’Istituto ad espletare consulenze o servizi. Restano ferme le norme sul segreto professionale.Diritti dell’interessatoL’art. 7 del D. Lgs. 196/2003 conferisce agli interessati l’esercizio di diritti specifici. In particolare l’interessato puòottenere dal Titolare la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali che lo riguardano e la lorocomunicazione in forma intelligibile.L’interessato può altresì chiedere di conoscere l’origine dei dati, le finalità e le modalità del trattamento, nonché lalogica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici, l’indicazione degli estremiidentificativi del titolare, dei responsabili nominativi e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possonoessere comunicati o che possono venirne a conoscenza. L’interessato ha diritto di ottenere l’aggiornamento, larettificazione, l’integrazione, la cancellazione, la trasformazione in via anonima o il blocco dei dati trattati in violazionedi legge.L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che loriguardano. I diritti in oggetto potranno essere esercitati, tramite lettera ordinaria o con posta elettronica all’indirizzomail aziendale mediante richiesta rivolta al Responsabile e/o titolare del Trattamento Dati , indicato nell’intestazione.Il Responsabile del trattamento dati è indicato nel D.P.S in vigore.Gli incaricati del trattamento dati o responsabili in out-soursing saranno i soggetti formalmente autorizzati daltitolare e/o dal responsabile per la gestione della fornitura di beni e/o servizi per la realizzazione degli adempimenti edelle obbligazioni contrattuali.20. CLAUSOLE FINALI20.1 I documenti e gli stampati, ove prodotti, servono esclusivamente per uso operativo ad amministrativo interno dell’Istituto e non verranno restituiti a fine servizio.20.2 Nell’ipotesi in cui il Cliente abbia indicato e confermato gli orari di inserimento/disinserimento degli impianti, il medesimo ha l’obbligo di comunicare alla centrale operativa tempestivamente le eventuali variazioni degli orari stabiliti.
  7. 7. 20.3 Le segnalazioni ricevute dalla Centrale Operativa di variazione degli orari di attivazione o disinserimento degli impianti non portate debitamente a conoscenza dell’Istituto potranno far scattare le procedure d’allarme, con il conseguente addebito dei prezzi del servizio svolto.21. FORO COMPETENTE21.1. Per ogni eventuale controversia scaturente tra le parti e comunque connessa con il Contratto sarà competenteesclusivamente il Foro di Competenza ove ha sede l’Istituto, fatto salvo quanto disposto dal Codice Civile delConsumo, se applicabile.
  8. 8. CENTRO PRODUTTIVITA’ VENETO GRUPPO DI STUDIO “ SETTORE ORAFO “ VENERDI 29 APRILE 2011LA SICUREZZA PER LE IMPRESE ORAFE - PREVENZIONE E ASPETTI TECNICI - Relatore: Leandro Sperotto
  9. 9. Leandro Sperottodal 1982 opera nel settore della sicurezza ed è il fondatoredella CDS security vicenza s.r.l.Alcune referenze aziendali:
  10. 10. Leandro Sperottoè Presidente di Sezione Carabinieri in congedo.è un consulente di prevenzione privata del crimine,dal 1989 socio A.I.PRO.S. N. 348(Associazione Italiana Professionisti della Sicurezza)dal 1999 è socio fondatore dell’A.I.P.S.(Associazione Installatori Professionali Sicurezza)dal 2001 esegue perizie e sopraluoghi tecnici per alcunisottoscrittori dei Loyd’ di Londra.dal 2004 è socio benemerito A.I.PRO.S.
  11. 11. Due tipi di prevenzione:La prevenzione basata sulle apparecchiature (si può comperare)La prevenzione basata sui comportamenti ( si deve imparare )
  12. 12. “Il rispetto per il clientepassa sempre attraverso il servizio offerto”
  13. 13. Cos’è il furto?E’ un trasferimento di beni.Cosa c’è peggio del furto?Il fuoco perché distrugge i Vs. beni per sempre.
  14. 14. Qual è l’obbiettivo di un sistema di antintrusione?Evidenziare l’ingresso, nel sito protetto, di unsoggetto non autorizzato.Qual è l’obbiettivo di un sistema di controlloaccessi?Impedire il possibile ingresso nel sito protetto di unsoggetto non autorizzato.
  15. 15. Il Giornale di Vicenza 07/02/92
  16. 16. Il Giornale di Vicenza 17/03/11
  17. 17. Il Giornale di Vicenza 21/03/11
  18. 18. Il Giornale di Vicenza 09/09/05
  19. 19. Il Giornale di Vicenza 09/03/11
  20. 20. Gestione operativa:
  21. 21. Il Giornale di Vicenza 24/01/06
  22. 22. Il Giornale di Vicenza 08/04/01
  23. 23. Il Giornale di Vicenza 02/08/05
  24. 24. Il Giornale di Vicenza 16/03/11
  25. 25. Il Giornale di Vicenza 17/12/09
  26. 26. Il Giornale di Vicenza 07/04/11
  27. 27. In conclusione..Pensa come un ladro!
  28. 28. Leandro Sperottodal 1982 opera nel settore della sicurezza ed è il fondatoredella CDS security vicenza s.r.l.è Presidente di Sezione Carabinieri in congedo.è un consulente di prevenzione privata del crimine,dal 1989 socio A.I.PRO.S. N. 348(Associazione Italiana Professionisti della Sicurezza)dal 1999 è socio fondatore dell’A.I.P.S.(Associazione Installatori Professionali Sicurezza)dal 2001 esegue perizie e sopraluoghi tecnici per alcunisottoscrittori dei Loyd’ di Londra.dal 2004 è socio benemerito A.I.PRO.S.

×