Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
L’approccio web 2.0 e le sue ricadute  sulle applicazioni di E-Learning:  lo sviluppo di un prototipo preliminare per l’ap...
Presentazione <ul><li>Obiettivo : Applicare il  modello Web 2.0  per l’implementazione di  innovative soluzioni di  E-Lear...
WEB 2.0
Web 2.0 <ul><li>Web   2.0   è un’ evoluzione   della struttura della rete in senso  sociale . </li></ul><ul><ul><li>Collab...
Web 2.0: proprietà <ul><li>Contenuti </li></ul><ul><li>User Generated Content  (UGC) </li></ul><ul><ul><li>Da utente letto...
Usercrazia <ul><li>Web 2.0 come espressione moderna e digitale del concetto di democrazia partecipata </li></ul>USER CRATOS
E-LEARNING 2.0
E-Learning = Virtual Learning Environment (VLE) <ul><li>Termine che identifica i sistemi di E-Learning classici  ( Learnin...
E-Learning + Web 2.0 = E-Learning 2.0  (= Personal Learning Environment ) <ul><li>Evoluzione   sociale  dell’ E-Learning  ...
Personal Learning Environment (PLE) Formal  e-learning Sistemi  chiusi  (standard) Centralizzazione potere/ Verticistico T...
Web Line
APPLICAZIONE PRATICA
<ul><li>Aggregare  la  conoscenza  degli utenti  generata  sul web in luoghi virtuali diversi.  </li></ul><ul><li>Creazion...
PEENV: servizi aggregati
PEENV: processo di aggregazione
PEENV: la struttura <ul><li>Utente  </li></ul><ul><ul><li>Comunità </li></ul></ul><ul><ul><li>File </li></ul></ul><ul><ul>...
PEENV: relazione tra gli utenti <ul><li>Diretta </li></ul><ul><li>Di prossimità </li></ul><ul><li>Tag personali </li></ul>...
PEENV:  Pagina iniziale Post dei blog  aggregati Gli utenti del  sistema Le comunità del sistema File recenti
PEENV:  Pagina comunità Post dei blog  aggregati  relativi agli  utenti della  comunità Dislocazione  geografica degli  ut...
PEENV:  Pagina file File  Commenti Comunità  collegate Dati file Utenti associati
Conclusioni <ul><li>Lato applicativo: alcune modifiche da apportare  (Eccessiva dipendenza, Relazione prossimità, Caratter...
GRAZIE <ul><li>Francesco Magagnino </li></ul>
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L’approccio web 2.0 e le sue ricadute sulle applicazioni di E-Learning: lo sviluppo di un prototipo preliminare per l’apprendimento informale.

1,226 views

Published on

Presentazione del mio lavoro al V Congresso della Società Italiana di e-Learning

Published in: Technology
  • Be the first to comment

L’approccio web 2.0 e le sue ricadute sulle applicazioni di E-Learning: lo sviluppo di un prototipo preliminare per l’apprendimento informale.

  1. 1. L’approccio web 2.0 e le sue ricadute sulle applicazioni di E-Learning: lo sviluppo di un prototipo preliminare per l’apprendimento informale. Francesco Magagnino [email_address] www.linkedin.com/in/francescomagagnino V Congresso della Società Italiana di e-Learning Università degli Studi di Trento 8-11 Ottobre 2008
  2. 2. Presentazione <ul><li>Obiettivo : Applicare il modello Web 2.0 per l’implementazione di innovative soluzioni di E-Learning </li></ul><ul><li>Ipotesi : Il web 2.0 è un ottima piattaforma naturale per la gestione e la valorizzazione della conoscenza . </li></ul><ul><li>Procedimento : Studio delle caratteristiche del Web 2.0 e sviluppo di un prototipo di Personal Learning Environment (PLE). </li></ul>
  3. 3. WEB 2.0
  4. 4. Web 2.0 <ul><li>Web 2.0 è un’ evoluzione della struttura della rete in senso sociale . </li></ul><ul><ul><li>Collaborare </li></ul></ul><ul><ul><li>Socializzare </li></ul></ul><ul><ul><li>Condividere </li></ul></ul>Web 2.0 [..] unisce le persone online attraverso servizi aperti che favoriscono la creazione di community , ampliando esponenzialmente la capacità di trovare , utilizzare , condividere ed “espandere” contenuti . (Web 2.0 Yahoo! Vision)
  5. 5. Web 2.0: proprietà <ul><li>Contenuti </li></ul><ul><li>User Generated Content (UGC) </li></ul><ul><ul><li>Da utente lettore ad utente autore, </li></ul></ul><ul><ul><li>Da fornitore di contenuti a fornitore di contenitore </li></ul></ul><ul><li>Mash-up </li></ul><ul><ul><li>Aggregazione secondo i bisogni degli utenti (Rss/API) </li></ul></ul><ul><ul><li>Fruizione su diverse piattaforme </li></ul></ul><ul><li>Classificazione </li></ul><ul><li>Disintermediazione della classificazione (tags -> seredipity) </li></ul><ul><ul><li>Dalla Tassonomia alla Folksonomia </li></ul></ul><ul><ul><li>Classificare l'informazione dal basso, in modo non strutturato </li></ul></ul><ul><ul><li>Uso diffuso delle keyword associate ad ogni dato digitale </li></ul></ul>[Dion Hinchcliffe]
  6. 6. Usercrazia <ul><li>Web 2.0 come espressione moderna e digitale del concetto di democrazia partecipata </li></ul>USER CRATOS
  7. 7. E-LEARNING 2.0
  8. 8. E-Learning = Virtual Learning Environment (VLE) <ul><li>Termine che identifica i sistemi di E-Learning classici ( Learning Management System (LMS), Course Management System (CMS), Learning Content Management System (LCMS), Managed Learning Environment (MLE), Learning Support System (LSS), Learning Platform (LP) ) </li></ul><ul><li>Proprietà: </li></ul><ul><ul><li>Modello formale-istituzionale </li></ul></ul><ul><ul><li>Risposta alle esigenze della istituzione che li adotta </li></ul></ul><ul><ul><li>Riproposizione dei ruoli e delle gerarchie del reale </li></ul></ul><ul><ul><li>Unità base: il corso </li></ul></ul>
  9. 9. E-Learning + Web 2.0 = E-Learning 2.0 (= Personal Learning Environment ) <ul><li>Evoluzione sociale dell’ E-Learning </li></ul><ul><ul><li>Modello focalizzato sulla gestione e diffusione della conoscenza informale </li></ul></ul><ul><ul><li>Nuova l’idea di interattività e di collaborazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Variano ruoli di docente e studente </li></ul></ul><ul><li>Modelli di riferimento </li></ul><ul><ul><li>Socratico, metodologia maieutica (vs Sofisti/monastero) “Gli studenti non venivano considerati come obiettivi per la trasmissione della conoscenza, ma come compagni di apprendimento.” </li></ul></ul>
  10. 10. Personal Learning Environment (PLE) Formal e-learning Sistemi chiusi (standard) Centralizzazione potere/ Verticistico Trasmissione conoscenza push Ruoli distinti insegnante/studente Comunicazione monodirezionale Comunità chiuse . Comunità=Corsi Divisione mom. formativo/non formativo Supportare processo esistente Informal e-learning Sistemi aperti (mashup) Distribuzione potere/ Orizzontale Trasmissione conoscenza pull Non riproposizione dei ruoli del reale Comunicazione multidimensionale Comunità aperte , autodefinite Life Long Learning Introduzione di nuovo processo formativo PLE (Personal Learning Environments) VLE (Virtual Learning Environments) Non in antitesi/sostituzione ai sistemi di E-Learning tradizionali. Complementari.
  11. 11. Web Line
  12. 12. APPLICAZIONE PRATICA
  13. 13. <ul><li>Aggregare la conoscenza degli utenti generata sul web in luoghi virtuali diversi. </li></ul><ul><li>Creazione di comunità virtuali trasversali rispetto alla locazione fisica degli utenti e alle loro comunità nel reale . </li></ul><ul><li>Ambiente orizzontale che superi le gerarchie del reale. </li></ul>
  14. 14. PEENV: servizi aggregati
  15. 15. PEENV: processo di aggregazione
  16. 16. PEENV: la struttura <ul><li>Utente </li></ul><ul><ul><li>Comunità </li></ul></ul><ul><ul><li>File </li></ul></ul><ul><ul><li>Tag </li></ul></ul><ul><ul><li>Altri Utenti </li></ul></ul><ul><li>Comunità </li></ul><ul><ul><li>Utenti </li></ul></ul><ul><ul><li>File </li></ul></ul><ul><ul><li>Tag </li></ul></ul><ul><li>File </li></ul><ul><ul><li>Comunità </li></ul></ul><ul><ul><li>Utenti </li></ul></ul><ul><ul><li>Tag </li></ul></ul>
  17. 17. PEENV: relazione tra gli utenti <ul><li>Diretta </li></ul><ul><li>Di prossimità </li></ul><ul><li>Tag personali </li></ul><ul><li>Comunità di appartenenza </li></ul><ul><li>File preferiti </li></ul>
  18. 18. PEENV: Pagina iniziale Post dei blog aggregati Gli utenti del sistema Le comunità del sistema File recenti
  19. 19. PEENV: Pagina comunità Post dei blog aggregati relativi agli utenti della comunità Dislocazione geografica degli utenti della comunità Utenti Iscritti comunità Dati generali della comunità File adottati e associati
  20. 20. PEENV: Pagina file File Commenti Comunità collegate Dati file Utenti associati
  21. 21. Conclusioni <ul><li>Lato applicativo: alcune modifiche da apportare (Eccessiva dipendenza, Relazione prossimità, Caratterizzare comunità “istituzionali”) </li></ul><ul><li>Primo tentativo di introdurre principi Web 2.0 nei sistemi di E-Learning </li></ul><ul><li>Aspetti sociali ormai fondamentali negli ambienti virtuali </li></ul>E-Learning + Web 2.0 = Valore alla conoscenza informale Sistemi E-Learning 2.0 = “ spigolatori” della conoscenza informale, spesso implicita, prodotta in maniera sparpagliata all’interno della rete; attorno a questa grande raccolta stimolare la creazioni di networks e lo sviluppo di comunità virtuali tematiche e legate alle corrispettive dottrine formali Le spigolatrici - Millet
  22. 22. GRAZIE <ul><li>Francesco Magagnino </li></ul>

×