Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Biblion – Forum sul libro e la lettura
Biblìon – Forum sul libro e la lettura – un bene comune del XXI secolo
Bari 23 apri...
keywords di questa sessione
•

Roberto Caso – Università di
Trento
Dal tramonto (del prestito)
all’alba (del digital lendi...
Le domande alla base
• Un e-book è un file. Dove agisce la tutela? Lucchetti o
Licenze?
• Gli attori dei nuovi mercati e-b...
I nuovi attori della catena:
occorre analizzare i flussi
• Autori/editori, Autori/editoria di vanità,
Autori/self-publishi...
HarperCollins impone nella
licenza - un numero massimo
non concede prestito di 26 prestiti per e-book

dati sul prestito d...
Intervista sul Corriere della
Sera allo scrittore Vincenzo
Latronico del 5 febbraio
2012 - Lettura
Opere
•Ginnastica e Riv...
Panoramica tracciata dalle due studentesse della Cattolica a Rimini (ebooks-lab 2011):
• il 45,7% dei titoli in classifica...
Dalla fine di library.nu
nasceranno nuove library.nu
Cosa possono fare gli editori per evitare
che la pirateria abbia la meglio?
•
•

•
•
•
•
•

abbassare i prezzi di accesso ...
The Pearson Foundation Survey on Students and Tablets draws three
conclusions:
• E-reading devices (tablets) are on a dras...
Applicazioni per Bambini
vedi blog di Silvia Franchini
Esperienze italiane di editoria
digitale, app per iPhone e iPad,
Serie di interviste esplorative sul futuro del libro:
prospettive di editori, scrittori e intellettuali…
Social reading
«L’ambiente di lettura subirà «un cambiamento radicale»:
il social reading entrerà sempre di più dentro il ...
Riflessioni sulla sessione. Il diritto d’autore: tutela o libertà?
Riflessioni sulla sessione. Il diritto d’autore: tutela o libertà?
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Riflessioni sulla sessione. Il diritto d’autore: tutela o libertà?

460 views

Published on

Biblìon – Forum sul libro e la lettura – un bene comune del XXI secolo Bari 23 aprile 2012

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Riflessioni sulla sessione. Il diritto d’autore: tutela o libertà?

  1. 1. Biblion – Forum sul libro e la lettura Biblìon – Forum sul libro e la lettura – un bene comune del XXI secolo Bari 23 aprile 2012 Riflessione sul titolo di questa sessione Il diritto d’autore: tutela o libertà? su cosa e su chi agisce la tutela? laddove si rafforzano le tutele si restringono le libertà … concetto di bene comune… tre relatori per questa sessione focalizzata sul “diritto di prestito” per “libri digitali” (e-books)
  2. 2. keywords di questa sessione • Roberto Caso – Università di Trento Dal tramonto (del prestito) all’alba (del digital lending): meraviglie e perversioni del nuovo mercato degli ebooks • Giorgio Spedicato – Università di Bologna Il prestito digitale tra diritto d’autore e normativa antitrust • Francesco Ruscio – Studio Legale Ruscio, Roma Biblioteche pubbliche online tra prestito e messa a disposizione: le limitazioni al diritto d’autore a sostegno della cultura
  3. 3. Le domande alla base • Un e-book è un file. Dove agisce la tutela? Lucchetti o Licenze? • Gli attori dei nuovi mercati e-book tra piattaforme, dispositivi mobili e contenuti • Dove si collocano le biblioteche entro le catene di valore dei nuovi mercati? Di fatto si stanno consolidando due target/mercati paralleli – Utenti singoli (disintermediazione bibliotecaria) su dispositivi mobili – Biblioteche su piattaforma • Possiamo parlare di prestito di un file, o di noleggio? • Diritto di prestito/noleggio o diritto di distribuzione??? • Recentemente alcuni editori si rifiutano di vendere e-book o darli in accesso alle biblioteche
  4. 4. I nuovi attori della catena: occorre analizzare i flussi • Autori/editori, Autori/editoria di vanità, Autori/self-publishing su piattaforma • Distributori online: shop e librerie online • Piattaforme editoriali o di aggregatori • Piattaforme digitali di distribuzione ebook • Servizi per produrre, distribuire, vendere, comprare e leggere contenuti editoriali digitali • Servizi per biblioteche per la distribuzione di contenuti digitali, gestione problemi di copyright e licensing nei servizi di prestito digitale per biblioteche
  5. 5. HarperCollins impone nella licenza - un numero massimo non concede prestito di 26 prestiti per e-book dati sul prestito digitale non noti (rapporto ALA 2012) April 10, 2012 su Library Journal’s Digital Shift blog 25 Connecticut libraries announce Random House ebook boycott by Dennis Johnson Libraries Online Incorporated (LION), un consorzio di 25 biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche ha imposto una moratoria sull’acquisto di e-book da Random House, azione approvata all’unanimità il 20 marzo scorso dai tutti i membri LION in risposta all’aumento che raddoppia e anche triplica il prezzo degli e-book venduti alle biblioteche
  6. 6. Intervista sul Corriere della Sera allo scrittore Vincenzo Latronico del 5 febbraio 2012 - Lettura Opere •Ginnastica e Rivoluzione, Bompiani, 2008. •Linee guida sulla ferocia in Working for Paradise, Bompiani, 2009. •La cospirazione delle colombe, Bompiani, 2011. •Remedies to the absence of Reiner Ruthenbeck, Archive Books, 2011. •Criticism as fiction?, Kaleidoscope press, 2011. In Italia, su 19 mila ebook, 15 mila sono disponibili nella versione pirata [rapporto AIE 2011] Riconoscimenti •Vincitore Premio Giuseppe Berto - Opera Prima •Vincitore Premio Vailate •Rappresentante italiano all'European First Novel Festival 2009 di Budapest
  7. 7. Panoramica tracciata dalle due studentesse della Cattolica a Rimini (ebooks-lab 2011): • il 45,7% dei titoli in classifica è disponibile in versione pirata. • modalità file sharing: Emule 72,4% del traffico registrato; 8,2% i programmi a tecnologia torrent • 19,4% delle risorse si disperdono nel web. • 87,5% dei titoli pirata è disponibile anche in formato e-pub per device, ma il pdf è il formato più diffuso, (usato dagli editori per il passaggio del libro in tipografia) • Fra i titoli più diffusi: Il cimitero di Praga di Umberto Eco e Appunti di un venditore di donne di Faletti. • Grande “successo” per la narrativa, soprattutto italiana, mentre resta esiguo lo spazio dato alla saggistica..
  8. 8. Dalla fine di library.nu nasceranno nuove library.nu
  9. 9. Cosa possono fare gli editori per evitare che la pirateria abbia la meglio? • • • • • • • abbassare i prezzi di accesso ai contenuti al fine di arginare il download illegale. unbundling dei contenuti: spacchettare il libro elettronico in capitoli, soprattutto se si tratta di saggistica. Spesso non interessa tutto il libro, ma solo una parte o il racconto di uno specifico autore contenuto in una raccolta. contenuti extra: arricchire i libri digitali di contenuti extra e multimediali versioni delux: non abbandonare le pubblicazioni cartacee, ma fare in modo che siano uniche; ampliare l’offerta a catalogo: investire nell’editoria digitale significa anche rendere disponibile un catalogo vasto distribuzione globale: capacità di gestire la distribuzione internazionale anche per la letteratura scientifica ripensare il DRM: troppe restrizioni generano un’esperienza d’uso frustrante. Prima di inserire un DRM è bene valutarne tutti gli effetti.
  10. 10. The Pearson Foundation Survey on Students and Tablets draws three conclusions: • E-reading devices (tablets) are on a drastic rise among students; • Students believe that e-reading devices help them in school, and • More students are reading digital books than paper print. Ha preso il via a Padova il primo corso universitario con libri di testo in formato digitale. Il progetto è stato realizzato da tre docenti della Facoltà di economia dell'Università di Padova, Paolo Gubitta, Martina Gianecchini e Diego Campagnolo, con la collaborazione di Asus elibreriauniversitaria.it. Al momento il corso, dal nome "Italian Entrepreneurship" è indirizzato a 26 studenti, sia italiani sia stranieri ed è in lingua inglese.
  11. 11. Applicazioni per Bambini vedi blog di Silvia Franchini Esperienze italiane di editoria digitale, app per iPhone e iPad,
  12. 12. Serie di interviste esplorative sul futuro del libro: prospettive di editori, scrittori e intellettuali…
  13. 13. Social reading «L’ambiente di lettura subirà «un cambiamento radicale»: il social reading entrerà sempre di più dentro il dispositivo di lettura, permettendo una serie di attività da condividere con altri lettori, sottolineature, recensioni da postare su Facebook, Twitter e i vari social network. La discussione si potrà fare anche sui singoli passi, con una funzione ci si potrà connettere con chi sta leggendo quel testo in quel momento. Si potranno costruire collegamenti e rimandi, funzioni di aiuto, geo e crono localizzazioni, si potrà comunicare … quasi fino ad avere un bibliotecario dentro il libro. Insomma, i dispositivi di lettura diventeranno veri e propri terminali di un sistema informativo complesso basato sull' interconnessione continua» [Gino Roncaglia Ebook Lab Italia 2011]

×