Your SlideShare is downloading. ×
Redazione: GALLIPOLI                                    1-14 dicembre 2011             anno I numero 25             quindi...
La mancata decisionedella Regione sui tagli produce                                      GALLIPOLI                        ...
1 - 14 dicembre 2011                                                                                                      ...
Gallipoli                                                                                                                 ...
1 - 14 dicembre 2011                                                                                                      ...
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Piazzasalento n25
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Piazzasalento n25

1,937

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,937
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Piazzasalento n25"

  1. 1. Redazione: GALLIPOLI 1-14 dicembre 2011 anno I numero 25 quindicinale - esce il giovedì - Copia gratuita - In edicola a € 0,90Dopo la razzia di fili elettrici ad opera dei ladri, i volontari si sono messi le mani in tasca e con alcune migliaia di euro hanno assicurato lincanto del 25 Ricomprati La Cassazione riapre il caso di Taurisano Ergastolo i cavi di rame cancellato il presepe si farà Si ricomincia a pag. 29 Lucia BartolomeoLe suggestioni del presepe a Casarano a pag. 19Con un aiuto Fervono i preparativi per la grande festa di fine anno. Tutto fermo invece sul versante dei carrii rischidiminuiscono di Fernando D’Aprile "Avviare iniziative di que-sti tempi vuole dire molto,bravi. Lho fatto anchio e vi E Natale. E il Carnevale? Neanche smontate le creazioni del 2011. Il Comune passa la mano ad altrivoglio sostenere, anzi soste-niamoci a vicenda", ci dice Mentre i lavori per i pupiun imprenditore di Taviano del 31 sono iniziati tra atomo- sfere già natalizie, il Carneva- I FATTIche non aveva "mai fatto le 2012 cerca un gestore conpubblicità". Con Antonio non ci sivedeva dai tempi del Magi- i soldi. Il Comune ha fatto un bando che scade il 15. Ma i Abusi edilizi carristi non si fidano e stannostrale. "Sono la voce di que-sto territorio" dice alle per- fermi. a pag. 5 tra Matino e Aleziosone vicine a margine dellapresentazione di un libro su Due i denunciatiGallipoli. Poi rivolto a me: a pag. 15"Come possiamo darvi una Ato, Aro e rifiuti:mano? Sai cosa ho pensato?E se facessimo degli incontri, quando anche «Cè un guasto»:nelle scuole o nelle bibliote-che, potremmo raccogliere il commissario truffatori in azionesicuramente tanti abbona-menti...". dice "basta" ad Alliste e dintorni E di queste parti ma in- a pag. 26segna al Nord una nostra a pag. 3abbonata: "Grazie per il vo-stro filo diretto che arriva fin Una immagine del Carnevale 2011, anche quella una edizione molto travagliata Pascarelli-Montefortequa. E per Natale ho decisocosa regalare agli amici che, Il Tribunale del malato si spacca tra "Ferrari" e "S. Cuore". Barba sollecita Rianimazione da Sannicolacome me, stanno fuori: Piaz-zasalento in abbonamento". ad Arbore e Proietti Che dire davanti a similiriconoscimenti in cui tutti noici ritroviamo per quello chesentiamo di essere? Graziesarebbe poco e ovvio; meglio Ostetricia, la guerra Parabita vende a pag. 10 anche il "palazzoun altrettanto sincero "fatelopure". Linvestimento cè e sivede; con un aiuto i rischi di-minuiscono. travolge i volontari Il "Ferrari" a pag. 2 del diavolo" a pag. 13 SPORT Mago e violento Rally Barocco con studio a Casarano su tutti condannato a 5 anni a pag. 19 i De Marco a pag . 21 I compratori disertano Motocross "Lu ping pong" e pure Racale deve Carrisi ripunta si fa notare abbassare i prezzi a pag. 25 al Regionale pure in B1 Un nome e 40 anni a pag. 10 a pag. 25 SIMU SALENTINI - LImmacolata, Santa Lucia la cchiù curta di assicurazioni: dia. La poesia di Ingrosso e il dialetto per Barba a pag. 16-17 i Lupo di Taviano a pag. 22
  2. 2. La mancata decisionedella Regione sui tagli produce GALLIPOLI 1 - 14 dicembre 2011 Pag. 2 Il reparto passa da 15 a 25 posti Al “Ferrari”effetti indesiderati a catena lavori effettuati come previsto Mentre si è ancora in attesa di sapere quale punto nascita tra quelli degli ospedali di Casa- rano, Gallipoli e Scorrano sarà soppresso, continuano i lavori di ampliamento del reparto di Oste- tricia e ginecologia del «France- sco Ferrari». L’unità operativa passerà, così, dagli attuali 15 posti letto a 25. In tal modo, le nascite annueL’ospedale “Sacro Cuore” salirebbero ben oltre le 600 regi- strate nel corso dell’ultimo anno, Sopra, il raggiungendo la fatidica soglia di Dove far nascere i bambini Il consigliere Barba consigliere regionale mille parti annui che giustifiche-di questo comprensorio (tenendo rebbe la permanenza del reparto.presente che le nuove norme con- torna alla carica Antonio Barba. Negli ultimi giorni si sono registrati gli interventi dell’as-sentono di dichiararli al Comunedi residenza dei genitori) sta di- per far avviare Accanto il reparto sociazione «Liber@città» che,ventando una questione dilanian-te. Questa volta non sono tanto le Rianimazione Ostetricia di Casarano, proprio per evitare «questo ulte- riore scippo», ha organizzato un con i lavori sit-in nei pressi dell’ospedale, evoci dei rappresentanti politici e in corsosindacali a farsi sentire ed a com- della presidenza regionale del polino dichiara tutta la propria Tribunale per i diritti del malato Salvare Ostetriciabattere, ma addirittura quelle dei sofferenza nel vedere emergere di Cittadinanzattiva.volontari, oltre che di cittadini «Pur condividendo l’obiet-piuttosto arrabbiati. il sentimento di campanilismo tivo di garantire maggiore sicu- Partendo dall’affermazione, della propria presidente regiona- rezza alle partorienti ed ai neo-evidentemente basata su proprie le. La lettera di Gallipoli, inviata nati con un servizio sanitario infonti informative, secondo cui agli stessi destinatari dell’altra, si h24 - dice il presidente regionale scoppia la guerra“nell’Asl di Lecce si prevedo- chiude con la clamorosa sospen- del Tdm Anna Maria De Filip-no accorpamenti... per il Basso sione delle attività in questo scor- pi - prevedendo la localizzazio-Salento quelli di Gallipoli-Casa- cio del 2011, presentata come ne dei reparti di Ostetricia neglirano-Scorrano a favore di Galli- “pausa di riflessione”. ospedali dove esiste una filierapoli”, la presidente regionale del Torna alla carica per l’avvio dell’emergenza, con rianimazio-Tribunale dei diritti del malato- di Rianimazione nuovamente il ne e unità cardiologica, il Tdm pure tra i volontariCittadinanzattiva, Anna Maria consigliere regionale Antonio esprime perplessità circa alcuniDe Filippi spezza chiaramente Barba, che al termine di un in- criteri di accorpamento che forse,una lancia a favore di Casarano. contro con l’assessore regionale auspichiamo, sono soltanto noti-Per due ragioni: la “posizione alla Sanità dichiara di aver otte- zie giornalistiche».geografica centralizzata” rispetto nuto “una promessa e forse una In tanti hanno preso parteal bacino di competenza che va pertino, sede invece prescelta. La dichiarazioni della presidente re- garanzia”. Barba, a proposito alla manifestazione di protesta.da Gallipoli a Scorrano; l’assen- nota del Tdm è stata inviata al gionale del Tribunale; ricordando dell’ineludibile problema di per- «Diventano sempre più insistentiza del servizio di Rianimazione presidente Vendola, all’assessore La presidente del Tdm che la De Filippi è di Casarano e sonale le assunzioni sono bloc- - afferma Francesca Fersino, co-presso il “Sacro Cuore” di Gal- Fiore ed ai vertici dell’Asl lecce- cate per legge), proprone di spo- ordinatrice dell’associazione - le una delle sue affermazioni nellalipoli, mai attivato si sottolinea, se. Se avrà una risposta non si sa; regionale propone citata lettera alla Regione (“si stare “qualche unità specializzata voci sulla soppressione del repar-mentre Casarano ce l’ha. In base è certo però il fragore scatenato. operante in altri ospedali della to del Ferrari, per essere dirottatoa quest’ultimo criterio fissato dal La sede di Gallipoli del Tdm, Casarano e gli aderenti andrebbe a localizzare un punto nostra provincia a Gallipoli”. Del su un altro nosocomio. Ritenia-comitato tecnico percorso nasci- retta da Agata Coppola, ha preso gallipolini si fermano nascita a Gallipoli a scapito di un ospedale come Casarano”), resto, il reparto di Rianimazione mo che la comunità casaranese, e quelli dei paesi limitrofi, nonta della Regione, anche Galatina carta e penna per manifestare la “Sacro Cuore” è bell’e completa-dovrebbe avere la meglio su Co- propria “sorpresa” nel leggere le la responsabile del Tdm galli- to da tempo. meritino questo scippo». AN Disavventura per una giovane mamma al “Fazzi” Fistola dopo parto indagati in quattro Un caso di presunta malasanità presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, per il quale si atendono la fine delle indagini giudiziarie e l’eventuale rinvio a giudizio dei presunti medici colpevoli, ha ri- guardato di una donna gallipolina. Una giovane puerpera era ricoverata nel reparto di Ginecologia del nosocomio leccese per il parto. Non si erano riscontrati partico- lari disagi al momento dell’operazione di fuoriuscita agevolata del bimbo, il quale era nato sano e senza alcuna conseguenza proble- matica. Non era accaduta la stessa cosa per la sua mamma. Dopo il parto cesareo, infatti, la donna aveva immediatamente accusato dolori, poco dopo accompagnati da forti emorragie. I medici del reparto avevo attivato controlli e indagini per cer- care di venire a capo del problema fino alla scoperta di una fistola vescico - vaginale, un condotto non soggetto a guarigione spotanea che stava causando le dolorose perdite di sangue. Proprio per capire se la fistola era conseguenza del parto o di altra origine, la donna ha proceduto con una denuncia alla Procu- ra della Repubblica, che ha subito avviato le indagini per accertare l’accaduto e le eventuali responsabilità di ginecologi e personale parasanitario. Nel fascicolo aperto dalla magistratura sono quattro gli indagati per lesioni colpose. Il sostituto procuratore che segue il caso è Car- men Ruggiero. Il consulente che svolgerà la perizia è il ginecologo Giuseppe Garrisi. I quattro indagati sono difesi dagli avvocati Ro- meo Russo, Pierandrea Serio, Italo Foggetti, Salvatore Paladini.
  3. 3. 1 - 14 dicembre 2011 Gallipoli “PUGLIA PRIMA DI TUTTO” compagine societaria della Seta. siffatta e la conseguente indizione 3 APPLAUDE CICLOSI Nell’incontro riservato tenuto col di una regolare gara europea per «La “Puglia prima di tutto” di dott. Ciclosi, nella sala di Palazzo l’attribuzione del servizio. Abbiamo Gallipoli saluta con soddisfazione la Balzamo - afferma in una nota Gio- anche suggerito di affidare a perso- decisione del Commissario Ciclosi di vanni De Marini - avevamo calda- nale comunale la preparazione di ritirare il Comune di Gallipoli dalla mente raccomandato un’operazione un apposito capitolato per il bando». Raccolta rifiuti solidi urbani 2010 Totale (in kg) Differenziata % Il governo li ha aboliti ALEZIO ALLISTE non pervenuti 3.461.801 414.378 12,0 la Puglia cosa sceglierà? CASARANO 9.946.230 1.913.590 19,2 Il governo Berlusconi l’ha Se ne discute non senza polemi- soppresse con la legge n. 2 del che. «Non sarà un poltronificio - GALLIPOLI 27.927.220 892.410 3,1 2010, affidando alle Regioni la ha detto l’assessore regionale Ni- MATINO 3.583.011 685.535 16,1 scelta dlele nuove forme di ge- castro, chiamato in causa da più stione del capitolo rifiuti solidi parti - comunque si punta a che MELISSANO non pervenuti urbani. Per le 15 Ato di Puglia i regole e decisioni siano omoge- PARABITA 3.543.960 622.526 14,9 giorni sarebbero dunque contati. nee su tutto il territorio pugliese». Primo, a causa di questa legge La legge regionale sulle modalità RACALE 2.981.747 608.101 20,4 dello Stato; secondo perchè, co- dovrebbe arrivare entro dicem-Una camicia di SANNICOLA 2.761.100 384.283 12,2 munque, con una modifica inse- rita nela legge del bilancio regio- bre. Commenta Pippi Nocera, sindaco di Sannicola «Siamo Sannicola:forza ai Comuni TAURISANO TAVIANO 4.731.509 6.524.389 1.014.663 1.380.495 21,5 21,2 nale, sono state comunque ridotte a sei, una per provincia. Ma sa- in ritardo ed io resto dell’idea che con Alezio e Tuglie potrem-tra rinvii, disagi TUGLIE 2.314.104 183.991 7,9 ranno le Province in quanto isti- tuzioni ad occuparsene, oppure mo mettere in piedi un sistema nostro, effiace ed efficiente». See debiti milionari Media Puglia differenziata 15,3; stime 2011: 18,8. *dati Regione Puglia, assessorato all’Ecologia un organismo nuovo, tipo un’A- genzia regionale centralizzata? solo arrivasse la riciesta autoriz- zazione dall’Ato 2. Nel 1996, ministro Edo Ron-chi, erano nati per organizzare inmaniera omogenea la raccolta e losmaltimento delle immondizie inun determinato territorio; all’attopratico, non solo non hanno pro- Quel pasticcio brutto dell’Ato 2 Bloccato con l’attuale gestore, il Comune vuole rivolgersi alla magistraturadotto miglioramenti nè ecomonicinè funzionali, ma sono pure diven- lento centrale), dove è in atto una di “informare l’autorità giudiziaria stisce il servizio in città), è proprio proroghe e ordinanze temporanee date”. Infine la decisione di dismet-tati dei meandri oscuri, inefficienti, mezza rivolta di un nutrito gruppo competente” da parte di un am- l’esigenza, da un lato, di garantire (tre-sei mesi) in attesa di un ban- tere “entro 45 giorni” le quote dellapieni di debiti. Naturalmente il di- di sindaci che vogliono finalmen- ministratore che, per sua natura, è un servizio adeguato alle effettive do di gara valido per tutto l’ambito Seta detenute dal Comune.scorso non vale per tutta Italia, se si te “vedere le carte”, oltre ad una super partes: il commissario stra- necessità e, dall’altro, di poterlo di cui fanno parte anche Alezio, Infine, capitolo debiti: per stes-indicano a livello nazionale comeparticolarmente infette solo le con- richiesta di commissariamento ordinario del Comune di Gallipoli fare “attraverso procedure traspa- Sannicola e Tuglie. Il commissa- sa ammissione del presidente didizioni degli Ato (ambiti territoriali firmata da quattro consiglieri re- (diventato da poco commissario a renti e di evidenza pubblica”. Il rio scrive di essersi reso conto “dei Ato 2, Silvano Macculi, il “buco”ottimali) di Sicilia, Calabria e Pu- gionali per inefficienza, “anoma- Parma), Mario Ciclosi. A far ipo- dottor Ciclosi ha dato così voce, gravi disservizi più volte accertati ammonterebbe a 10 milioni; al-glia. lie” e un ipotizzato conflitto d’in- tizzare questa estrema azione al in modo netto e inattaccabile, alle e puntualmente contestati, che non tre fonti parlano di almeno 17-18 In questa regione, per ritardi, teressi del presidente-assessore funzionario prefettizio, contenuta difficoltà che devono affrontare fanno ritenere la ditta Seta idonea milioni. Della gestione generaleinefficienze, omissioni e sprechi, provinciale. In più, fatto davvero in una delibera ufficiale riferita tutti gli amministratori comunali, allo svolgimento a regola d’arte dell’Ambito anche la Provincia èsi segnala in negativo l’Ato 2 (Sa- inconsueto, si registra l’intenzione anche alla Seta (la società che ge- obbligati dall’Ato a procedere con delle attività contrattualmente affi- stata chiamata ad interessarsi.Pure De Girolamo aveva suonato invano l’allarme Tre gare dal 2008 ad oggi, in fretta e furia; adesso si procede per due anniIl caso dell’Aro 5 tero ambito o della delega - mai arrivata - al Comune gallipolino di fare da sè, scegliendo sul mer- Alezio rompe gli indugie il “no” della città Neanche il precedente com- cato un nuovo gestore, il com- missario straordinario segnalava l’esigenza di dover procedere ad una proroga per il 2012 ma sicu- ramente con altra ditta che non Prima proroga dei contratti in essere al 31 di- cembre 2008, decisa e ribadita dall’assemblea del consorzio di Comuni il 25 giugno e l’11 settembre, per i Comuni dell’Aro 5; proroga al 30 giugno 2009 decisa il 15 dicembre 2008; nuovo slittamento recente del 25 marzo 2011 con cui si spostavano le scadenze dei vecchi contratti al 31 dicembre pros- simo. Uno stillicidio di “proroghe”, peraltro vietate dalla giurisprudenza (vari Tar e Consiglio di Sta- to) che hanno costretto i Comuni a espletare gare fosse la Seta Eu Cogei.missario straordinario del Co- Il caso gallipolino, peral- al 31 dicembre 2009 votato il 29 giugno (un gior- d’appalto a ripetizione “con evidente dispendio dimune di Gallipoli, Biagio De tro, presentava un’anomalia di no prima della scadenza della precedente proroga, tempo ed energie”, come si sottolinea in una deli-Girolamo, arrivato a palazzo partenza, poichè i giudici am- si noti): In quest’ultimo caso l’Ato 2 autorizza i berazione della giunta di Alezio, con cui si dà il viaBalsamo nei primi di luglio, ave- ministrativi avevano sanzionato Comuni a a trovare altre modalità di espletamento - per disperazione, evidentemente - ad una gara perva tardato a capire che il servizio l’affidamento del servizio alla del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ma assicurare il servizio per i prossimi due anni.rifiuti proprio non andava, nono- discussa società senza che fos- “non oltre il termine del 31 dicembre 2009”, entro Nell’atto amministrativo si rileva inoltre che,stante il piano extra da 224mila sero rispettati in pieno i criteri di il quale evidentemente si pensava di poter procede- in questa situazione di incertezze e rinvii all’ultimoeuro per evitare in qualche misu- pubblicità della gara. Nonostante re finalmente alla gara di assegnazione del servizio minuto di decisioni date per imminenti, il Comu-ra l’emergenza scoppiata l’anno ciò, dal 2007 e grazie ai sempre ad un gestore unico, data già per certa con aggiu- ne aletino ha dovuto svolgere tre gare dal 2008 adprecedente. Il dottor De Girola- più gravi ritardi dell’Ato di cui dicazione finale “sicuramente entro il primo seme- oggi, con ricadute negative sia sulla qualità del ser-mo, in base alle relazioni arrivate fa parte Gallipoli, si era andati stre del 2009”, secondo una nota della presidenza vizio (quale ditta investe in mezzi e macchinari persulla sua scrivania dagli uffici, avanti di proroga in proroga, tra dell’Ato del 27 ottobre 2008 ai Comuni. un lavoro di pochi mesi?), sia sui ribassi della baseaveva scritto l’ennesima lettera arbitrati, multe, transazioni e re- Inutile forse dire, a questo punto, che l’elenco d’asta, sia sugli lavoratori impiegati, soggetti ad unaall’Ato 2, rammentando la sca- visioni del canone d’appalto tra della proroghe si sgrana fino ai nostri giorni, dicem- precarietà piuttosto grave. Rotti gli indugi, Aleziodenza del contratto in essere con Comune e Seta, con - da ultimo bre 2011, sempre di assemblea in assemblea, tra cui procede, in attesa dell’eventuale nuovo assetto dellela Seta, fissata nel gennaio 2012; - un bando di gara emanato e poi quella del 21 dicembre 2010 per un prolungamento Ato con conseguenti modifiche normative sostan-in assenza di una gara per l’in- Il commissario Ciclosi ritirato. ulteriore dei contratti al 27 marzo 2011 e quella più ziali di cui ovviamente si terrà conto. Inoltre, già allora Gallipoli aveva detto chiaro e tondo che non intendeva far parte della gara che l’Aro 5 (un ambito più ristretto dell’Ato, comprendente altri otto Comuni) doveva fare per individuare un gestore unico (procedura ad oggi mai avviata, a differenza di quanto accaduto negli Aro 4 e 6 dell’Ato 2). Del resto, una città che pro- duce - per via delle fiorenti attivi- tà turistiche - 28milioni di rifiuti solidi (dati 2010) pone automa- ticamente sul tavolo problemati- che, peculiarità ed esigenze del tutto particolari e straordinarie rispetto alla platea di paesi e cit- tadine dell’intera provincia. Ciò nonostante, il Comune è rimasto “prigioniero” di interventi e so- luzioni spesso annunciate e date per certe ed in realtà mai concre- tizzatesi. Così, mentre si parla di nuove forme allo studio della Regione per superare gli Ato, gennaio è arrivato e Gallipoli è ancora al palo.
  4. 4. Gallipoli 1 - 14 dicembre 2011 MEDAGLIA A BOELLIS dell’Interno, in occasione delle cele- un lato lo stemma della Repubblica DEPORTATO E INTERNATO4 brazioni per il 150mo anniversario italiana con intorno la scritta “Me- Il deportato Corrado Boellis, gallipo- dell’unità nazionale, per mano del daglia d’Onore ai Cittadini Italiani lino di 97 anni, è stato insignito della prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta. Deportati ed Internati nei Lager medaglia donore. Il riconoscimento La medaglia è coniata dalla Zecca Nazisti 1943-1945” e il nome dell’insi- gli è stato consegnato dal ministero dello Stato in metallo e riporta da gnito, in un cerchio di filo spinato.Bilancio positivo, grazie pure ai ragazzi del servizio civile I 6 milioni del piano di zona bloccati: Cittadinanzattiva riprende e rilanciaPro loco, da soli «Aiuti sociali, che scandalo» Sei milioni di euro bloccati per ragioni po- de misure di sostegno per varie problematiche litico-burocratiche mentre le fasce sociali più sociali, individuate attraverso incontri anche deboli devono fare i conti con disagi e proble- con soggetti del volontariato come appuntoperò in campo Proprio nel momento in cui amente all’orga nizzazione della mi sempre più gravosi e assillanti: la contrad- Cittadinanzattiva, che offre nuovamente il dizione di un Piano sociale di zona quasi mai nato (impiegati realmente 900mila euro a fronte dellenorme giacenza sopra citata) viene eviden- Agata Coppola: tiva, sede gallipolina, presieduta da le fasce deboli» proprio contributo purché si possa finalmente procedere con maggiore speditezza a favore di disabili fisici e psichici, loro famiglie, minori a ziata in una nota di Cittadinanza at- «I ritardi colpiscono rischio, giovani mamme sole ecce- tera. Il piano riguarda, oltre Galli-l’Amministrazione doveva essere sagra. Noi invece facciamo molto Agata Coppola. Il documento è stato poli i Comuni di Alezio, Alliste,presente, è caduta, lasciando tutto di più». inviato nei giorni scorsi al commis- Melissano, Racale, Sannicola,nello sconforto, bloccando tutte le I servizi che offre sono tan- sario straordinario che regge le sorti Taviano, Tuglie. Gli amministra- Tuglieiniziative in programma, compre- ti: riesce a pianificare e seguire del Comune di Gallipoli, Mario Ciclosi, prima tori di questi centri pare abbiano trovato unase quelle della Pro Loco (foto). le vacanze di tutti i turisti che che il funzionario passasse alla guida di un al- via duscita per mettere a capo del piano un «Quando manca all’improv- si rivolgono ai propri soci che tro Comune commissariato, quello di Parma. soggetto pienamente operativo, anche in casoviso il capo, due sono le cose: o sono ormai capaci di risponderesi va nel delirio o ci si rimbocca ad ogni richiesta. «Da quando Come si ricorderà, il piano di zona preve- di crisi e paralisi del capofila, Gallipoli.le maniche e si affronta tutto nel arrivano a quando vanno via riu-migliore dei modi – affermano sciamo a consigliare in tutto e perdallassociazione presieduta daMarcello Quarta, una volta messa tutto i vacanzieri, tenendoli infor- mati anche degli appuntamenti Nuovo servizio pullman in alternativa ai treni tagliati; il capolinea in città Gallipoli-Torino con 7 eurolestate alle spalle - e così abbia- in tutto il Salento, grazie alla retemo fatto. In soli cinque giorni si è La sede della Pro loco di Pro loco salentine. L’ufficioredatto il programma degli eventi, informazioni è diventato moltoavendo anche un’ulteriore gratifi- ti – continuano i volontari - sia- professionale, grazie all’esperien-cazione da parte del commissario mo il braccio destro dell’ufficio za maturata in questi anni. Rice-straordinario del Comune, perché Turismo dell’Amministrazione, viamo mail di complimenti da Gallipoli capolinea per il trasporto su gomma iniziare, abbiamo fatto uno studio dal quale è emer-ha firmato una convenzione uffi- collaboriamo ormai da anni con tutto il mondo e spesso, chi vive nel nuovo progetto Interpuglia bus, lassociazione so il bisogno di incrementare i collegamenti con leciale che ci dava la gestione totale professionalità e i riscontri sono lontano si rivolge a noi per avere temporanea di imprese, formata dalle aziende: Au- grandi città, si sentiva una forte esigenza e abbiamodel calendario. Appena concorda- sotto gli occhi di tutti». informazioni sulla loro città». tolinee Lentini di Monopoli; noleggio autobus San- deciso di lanciare questa sfida».to il nuovo budget con il commis- Ciò che sconforta un po’ è la Ad aiutare la Pro loco an- te Bruno di Spinazzola e Baglivi Tours di Rodolfo Il costo dei biglietti oscilla tra i 7 e i 40 euro, isario, siamo partiti. Non è stato mancanza di fondi per la realiz- che i ragazzi del Servizio civile: Baglivi di Lecce. Mentre Trenitalia ha annunciato bambini al di sotto dei 12 anni non pagano. Si partesemplice, ma abbiamo tenuto in zazione delle attività e dei pro- «Abbiamo seguito corsi a livello tagli dei treni che partendo da Lecce raggiungono da Gallipoli alle 16,30 e si arriva a Torino alle 8,45conto i gusti di tutti». grammi che si sviluppano. «La nazionale per professionalizzarci. le città del nord, quali Torino, Milano e Bologna, del giorno dopo. Prima tappa è Cerignola, poi, si Ora anche il nuovo com- maggior parte dei costi pesa sulle Inoltre siamo accreditati, come il nuovo servizio cerca di coprire i vuoti lasciati. continua a viaggiare tutta la notte, con alcune sostemissario dovrà partire anche dal nostre spalle. Noi lavoriamo gra- primi, per il Servizio civile – «Il servizio è già partito - afferma Rodolfo Baglivi, in autostrada per permettere di sgranchirsi un poconfronto con la Pro loco per il tuitamente, spinti solo dalla pas- concludono - i giovani arrivano titolare dellomonima azienda e amministratore di le gambe. «Certamente le tariffe sono molto com-rilancio della cittadina: «Siamo sione per il territorio e per la sua nudi e crudi e vanno via con un Interpuglia bus - stiamo viaggiando con una media petitive - continua Baglivi - ma non è solo questoun’associazione turistico cultura- storia – si sottolinea - cerchiamo vasto bagaglio culturale acqui- di oltre 100 persone al giorno e stiamo riscontrando che spinge il cliente a preferire il nostro servizio. Ile che ha tra le finalità la promo- sempre risorse da investire, ma sito». Oltre agli eventi estivi, un incremento giornaliero del dieci per cento. Era nostri sono pullman gran turismo: un ambiente fa-zione del territorio e dei beni cul- qui, dobbiamo dire, gli impren- la Pro loco cura un calendario una sfida che avevamo già iniziato da tempo, poi miliare, poco fiscali sui bagagli, proiezione di film,turali e naturali e delle tradizioni ditori sono poco attenti a quello invernale, nel periodo natalizio la concessione ministeriale è arrivata nel momen- poltrone comode, frigo bar...». Il viaggio può esseree della nostra storia delle nostre che facciamo, spesso infatti, la ("Befana in piazza") e il Carne- to giusto, proprio quando lazienda Trenitalia ha prenotato anche on line collegandosi al sito www.radici abbiamo 250 soci iscrit- Pro loco viene associata errone- vale. IL deciso di tagliare le tratte verso il nord. Prima di interpugliabus.it. IL
  5. 5. 1 - 14 dicembre 2011 Gallipoli CORSO DI TEATRO to un corso, di livello avanzato, di sentimenti, con la psicotecnica e lo 5 CON SAGGIO FINALE teatro con un saggio finale. studio del personaggio; su messinsce- La compagnia teatrale onlus "Ta- Nel corso, aperto a tutti, si daranno na di un copione e saggio finale. Per lianxa", con il patrocinio del Comune i primi rudimenti del lavoro di un avere delle informazioni chiamare i di Gallipoli e in collaborazione dei attore, lavorando sulla voce, con la numeri: 340/9224763 o 349/4034155; Cinema tratri riuniti, ha organizza- dizione e il ritmo; sui movimenti; sui e-mail talianxa@hotmail.com.Varati i bandi per la gestione delle due opere Interventi della Provincia a Magistrale e NauticoMercato coperto e ittico Lavori su impianti e sicurezzala gara ora è cominciata e contro il guano dei piccioni Svolta dietro l’angolo per casse comunali verrà garantito un Interventi per due istitu-il mercato ittico all’ingrosso e canone annuale di concessione. ti scolastici cittadini a curaper l’ex mercato coperto. Il Co- Il soggetto gestore dovrà as- dell’amministrazione provin-mune, su input del commissario sumere la gestione integrale dei ciale. L’adeguamento degliuscente, Mario Ciclosi, ha ac- servizi connessi al mercato ittico impinati elettrico, antincendiocelerato l’iter per l’affidamento all’ingrosso: l’attività prevalente con segnalazione automatica, edella gestione delle strutture ai consisterà nella commercializza- idrico sono stati disposti dallaprivati. Già pubblicati i bandi per zione del prodotto ittico conferito Provincia per l’Istituto magi-reperire i soggetti interessati alla quale mercato all’ingrosso e la strale di via Torino, in base alleconduzione diretta dell’immobi- commercializzazione stessa sarà segnalazioni pervenute dal co-le della “ex chiazza cuperta” di retta dal principio della contratta- mando dei vigili del fuoco. PerPiazza Imbriani, dopo l’ultima- zione mediante asta pubblica. l’edificio scolastico, attualmentezione dei lavori di recupero (4 Per l’ex mercato coperto in-milioni di euro), e per il mercato vece l’immobile verrà affidato in privo di certificato prevenzione L’Istituto nautico “Vespucci”ittico all’ingrosso, vera cattedrale locazione dal Comune e il gestore incendi, sono stati stanziati cir-nel deserto da tempo immemore, dovrà garantire la tutela evitando ca 14mila euro; la gara ufficiosa intervento approvato dall’ammi-che insiste su via Lecce e mai en- interventi, anche di manutenzio- per assegnare i lavori ha visto nistrazione provinciale di Leccetrato in funzione. ne, non autorizzati sulla struttura un ribasso del 32,20 per cento per l’”Amerigo Vespucci” di via Il futuro concessionario che così come sull’attiguo castello. ad opera dell’impresa copertine- della Provvidenza. S’intende -si aggiudicherà la gara avrà il Potranno essere assegnati gli spa- se Fanuli srl, che adesso curerà fuori del lessico tecnico - porrediritto di gestire funzionalmente zi interni, con diritto di prelazio- l’intervento, da completare en- rimedio al problema dei colom-e di utilizzare economicamente ne ai vecchi operatori in regola, e tro 45 giorni. bi e dei loro escrementi che sigli impianti ed il complesso im- negli spazi liberi sarà garantito lo “Lavori di manutenzione depositano sui davanzali dellemobiliare, consentendo anche in- svolgimento di almeno 15 eventi straordinaria mediante fornitu- finestre del Nautico con unaterventi per ottimizzare e imple- culturali o di spettacolo nel corso Prima di essere trasferito, il commissario comunale ha firmato i ra e posa in opera di dissuaso- spesa di circa 7mila euro; se nementare la struttura, gli impianti dell’anno pianificati con il Co- bandi di concorso per l’assegnazione del mercato coperto (sopra) e ri metallici sui davanzali delle occuperà una ditta di San Cesa-e i servizi di base. In favore delle mune. VC per quello ittico all’ingrosso di via Lecce finestre” è l’oggetto dell’altro rio di Lecce.Incertezza sull’edizione 2012. Carristi in ritardo nei lavori: ancora devono smontare i carri dell’anno scorso di Cosimo Perrone Per il Carnevale a Gallipoliè scattato l’anno zero. Il com-missario Ciclosi, prima di con-gedarsi, con propria delibera ha Che sarà del Carnevale tradizione, seppur con grandi sa- crifici? «L’associazione Carnevale di Gallipoli – dice Cuppone - per il momento si è dimessa, no- nostante ancora facciamo partebandito un concorso per una garadi appalto per l’individuazione diuna società per l’organizzazione, Il concorso, bandito dal Comune per individuare dell’associazione nazionale ed internazionale “Città del Carne- vale”, e i numerosi inviti che cia proprie spese, del 71° Carneva-le. La scadenza del bando, con-sultabile sul sito del Comune, èfissata al 15 dicembre. Possono la società organizzatrice, scade il 15 dicembre arrivano da ogni parte d’Euro- pa, per partecipare a convegni e manifestazioni. A Gallipoli c’è bisogno della Fondazione e chepartecipare enti, agenzie, media, vengano approvate delle deli-associazioni, società, cooperative bere di protocollo di intesa tralegalmente costituite, con espe-rienza organizzativa di spettaco-li, eventi culturali e turistici. La Fondazione: un progetto sfumato Comune, Provincia e Regione, come avvenuto per Putignano». I carristi, intanto, non hanno anco-prossima edizione del carnevale E la “Fondazione Carnevale” che fine ha fatto? dichiarato Errico. ra neppure smontato i carri dellaal Comune non costerà nulla. A gennaio scorso entusiasta e possibilista era appar- Poi, finito il carnevale, dell’argomento non si passata edizione. Cosimo Perro- Il progetto dovrà prevedere: so l’ex assessore al Turismo, Francesco Errico, sulla parlò più. Perché? «Avevamo cominciato a pensare ne (vincitore 2011), Stefano ela sfilata dei gruppi mascherati possibilità di avere una Fondazione Carnevale. Du- seriamente alla costituzione della Fondazione – dice Salvatore Coppola, Franco Mon-e dei carri, la “Focareddha” del rante la prima amministrazione Venneri 2001/06, si l’ex assessore -. Grazie all’interessamento di Massi- terosso, Giovanni Pacciolla e Ga-17 gennaio 2012, uno spettacolo erano gettate le basi per crearla. Risulta anche che miliano Negro, del team fratelli Coppola, avevamo briele Mercuri in coro esprimonomusicale, laboratori di cartapesta era stata già intitolata al compianto artista gallipoli- contattato l’assessore del Comune di Viareggio, pen- scetticismo. «Abbiamo appresoper gli alunni delle scuole del ter- no “Uccio Scarpina” autore di vere opere d’arte nel savamo di invitarlo a Gallipoli, per farci consigliare qualcosa dai giornali - dicono -. Iritorio ed ai cittadini che voglia- carnevale gallipolino. E’ emerso anche che alcune come procedere. Poi sul più bello, noi amministrato- tempi sono ristretti. L’anno scor-no parteciparvi. Oltre ai concerti, personalità della città si fossero messe a disposizio- ri siamo stati mandati a casa. E tutto è finito». Fermo so i lavori erano già iniziati. E pereventi musicali, durante il perio- ne come partecipanti aderenti, ed erano pronti a ver- restando che il fondatore doveva essere il Comune, potere realizzare i carri abbiamodo del carnevale e spettacoli di sare la loro quota di adesione. L’iter però si bloccò il problema sarebbe stato avere l’adesione dei soci bisogno di un maggior numero diartisti di strada. per difficoltà burocratiche finanziarie. istituzionali e di altri enti pubblici territoriali, univer- operai». I carristi, non lo dicono Che fine farà, ora, l’associa- «Questo sarebbe l’unico mezzo e possibilità per sità, le istituzioni culturali, le onlus. La speranza per ma lo fanno intendere che hannozione del Carnevale, presieduta il Comune per poter trasferire risorse proprie e impe- gli addetti ai lavori è che la prossima Amministra- bisogno soprattutto di garanzieda Gino Cuppone, che per svaria- gnarle per l’organizzazione del Carnevale» - aveva zione prenda a cuore problema. CP Francesco Errico economiche, perché non sono in-te edizioni ha mantenuto viva la tenzionati a rimetterci.I fantocci di cartapesta costruiti per essere “immolati” all’arrivo del 2012 “Ritorno alle origini” - dice uno“Li pupi” sono già pronti Con il rito dello sparo del del gruppo - Un vecchio seduto su uno scanno antichizzato con un bicchiere di vino in mano ap- poggiato su uno steccato in le-Pupu a Gallipoli, il 31 dicembre gno». Sembra quasi la scena disi conclude il ciclo delle feste. una commedia. Tradizione che anno dopo Nella tradizione popolare,anno si è andata rafforzando,principalmente per merito delle che si perde nella notte dei tem-nuove generazioni e di Associa- pi, il pupazzo rappresenta l’annozioni Culturali che operano per vecchio che se ne va. A fiancola difesa delle tradizioni gallipo- gli viene piazzato un bambolot-line. Un gruppo di amici che si to che raffigura l’anno nuovofanno chiamare “Ampalea deileoni” è da dieci anni che rea- che sta pèr arrivare. I due si ten-lizza il “Pupu”. «Abbiamo in- gono per mano. Al momento dicominciato a lavorare nei locali accendere la miccia dei numero-dell’Ampalea, (luogo adiacente si tric-trac, il piccolo verrà tolto.alla villa Carducci, dove sta “Ampalea dei leoni”. Siamo un teschi. Fino a dieci metri di al- In mano, il vecchio ha l’imman-sorgendo un grosso complesso gruppo di amici amanti delle tezza. L’anno scorso il fantoccioedilizio) – riferiscono i ragaz- tradizioni e lavoriamo per man- si chiamava “Lu mangiaspacci- cabile valigia di cartone pienazi, componenti il gruppo - ed tenerle vive». Ogni anno sono me” ed aveva movimenti elet- delle cose più brutte accaduteè per questo che ci chiamiamo stati realizzati pupazzi gigan- tronici. «Quest’anno il titolo è nell’anno che se ne va. CP

×