Dati di tipo aperto: cosa cambia con la nuova Agenda Digitale italiana

  • 1,733 views
Uploaded on

Presentazione discussa durante il webinar i dati.gov.it del 25 ottobre 2012

Presentazione discussa durante il webinar i dati.gov.it del 25 ottobre 2012

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,733
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
29
Comments
0
Likes
3

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Webinar dati.gov.it Roma, 25/10/2012 Dati di tipo aperto: cosacambia con la nuova Agenda digitale italiana Lorenzo Benussi lorenzo.benussi@gmail.com twitter: lorenzobenussi 1
  • 2. chi sono Advisor for Digital Policy of theMinister of Education and Research Research & Business Development TOP-IX Consortium Fellow, NEXA Centre for Internet & Society Polytechnic of Turin 2
  • 3. indice1. Background2. Problemi di dati3. Open Data in Italia4. Esperienze concentriche5. Agenda digitale6. Conclusioni 3
  • 4. Ref: National Geographic http://ngm.nationalgeographic.com/big-idea/14/augmented-reality un mondo di dati 4
  • 5. The value of metrics • Data Hal Varian, Google’s Chief Economist • Information • Knowledge • Value 5
  • 6. When I say that innovation is being democratized, I meanthat users of products and services—both firms and individualconsumers—are increasingly able to innovate for themselves.(Democratizing Innovation, Eric Von Hippel) 6
  • 7. Miniere di informazioni pubbliche• Il settore pubblico produce e gestisce una grande quantità di dati che possono generare sviluppo economico, se condivisi (app. 140 miliardi di € all’anno in EU)• I dati pubblici sono “materia prima” per creare nuovi strumenti e servizi innovativi COURTESY/RON WHEELER. The 8,000-foot deep Homestake Gold Mine in South Dakota is the site where scientists, including UC Berkeley researchers, plan to construct the worlds deepest research center. 7
  • 8. Dati grezzi ora!"... give us the unadulterated data, we want the data, we wantunadulterated data. We have to ask for raw data now."Tim Berners-Lee, advisor data.gov.uk 8
  • 9. open data... panicoI. Qualità dei dati (riuscirò a garantire consistenza, affidabilità, aggiornamento?)II. Metadati e comprensione (i miei dati sono comprensibili? e quanto costa renderli chiari al pubblico?)III. Impatto dei dati (alto, basso, assente? - come è possibile incrementare l’impatto?)IV. Dati pubblici utilizzati per business privati (è giusto, è conveniente?)V. Competizione dall’esterno della PA (mi ruberanno il lavoro?)VI. Trasparenza e controllo (mi controlleranno?) 9
  • 10. open data: niente panicoI. La qualità dei dati è un “mito” - non esiste in assoluto, è un processoII. Dei “buoni” metadati sono molto utili anche all’interno della PAIII. Impatto: scegliere alcuni dataset “sexy” (sapete quali sono ;)IV. La competizione migliora il livello di servizio e favorisce l’innovazioneV. L’utilizzo privato dei dati pubblici è una risorsaVI. Trasparenza & controllo - essere trasparente ti renderà sereno e felice (e comunque accadrà in ogni caso) - transparency by design 10
  • 11. open data in italial’Italia è più che una nazione è una rete di città è un sistema complesso 11
  • 12. open data in italia: numeri e distribuzione geograficafonte: dati.gov.it (settembre 2012) 12
  • 13. Regioni 13
  • 14. 14
  • 15. Comuni 15
  • 16. 16
  • 17. Enti e PA centrale 17
  • 18. 18
  • 19. Leggi open data 19
  • 20. Leggi regionali • Piemonte • Lazio • Provincia autonoma di Trento • Puglia Proposte di legge: • Basilicata, Campania, Sicilia, Umbria, Lombardia, Friuli- Venezia Giulia. 20
  • 21. Concorsi / contest 21
  • 22. Concorsi per idee/apps• Torino Open Data Contest 2011: app. 50 proposte• apps4italy 2012: 188 proposte• Open apps lombardia 2012: app. 150 proposte• hack4school 2012:15 proposte (scuole superiori) 22
  • 23. Open Data:esperienze concentriche 23
  • 24. Un piccolo comune:Settimo Torinese PROS• comunità attiva localmente• “forte” impegno politico• soluzioni a problemi di tutti i giorni CONS• ristretto numero di dati a disposizione• difficoltà a rendere l’attività scalabile 24
  • 25. Grandi Comuni: Rome (Firenze, Milano) PROS• dati molto interessanti• open data & comunità intelligenti• soluzioni a problemi quotidiani• forte commitement amministrativo e politico CONS• basso commitement amministrativo e politico• limitata capacità discrezionale e di spesa• mancanza di una strategia di “ingaggio” 25
  • 26. Regione Piemonte PROS• area geografica vasta e grandi quantità di dati• potere legislativo• possibilità di definire e imporre standard CONS• proprietà limitata sui dati (alcuni sono dei comuni, altri della PA centrale, ecc.)• distanza da problemi “quotidiani” dati.piemonte.it• mancanza di una strategia politica 26
  • 27. Amministrazione centrale : MIUR PROS• grandi quantità di dati e “ricche” basi di dati• alto impatto• standardizzazione e leadership CONS• utilizzi opportunistici (problemi politici)• data storytelling• cultura dei dati (giornali, società civile, ecc.) 27
  • 28. open data italyOpen Data si sta diffondendo:1. esistono molti portali ma ancora pochi dati;2. i dati disponibili sono spesso di medio/ bassa rilevanza, è necessario rilasciare dati di reale “impatto”;3. è importante migliorare il dialogo con la comunità di imprese, professionisti e cittadini (workshop e concorsi).4. le norme sono fondamentali ma non sufficienti, devono essere applicate e praticate 28
  • 29. Agenda digitaleOpen Data, art.9 - Comunità Intelligenti, art. 20 29
  • 30. L’agenda digitaleOpen$by$defaul$,• Introduzione,dell’obbligo,di,pubblicare,i,da4,delle,amministrazioni,e,degli,organismi,pubblici,come, da#$di$#po$aperto,,cioè,liberamente,u4lizzabili,da,chiunque,per,qualunque,scopo,(salvo,rare,e, mo4vate,eccezioni,di,ordine,giuridico,e,economico).,,Mappa$dei$da#$nazionali,• Pubblicazione,da,parte,di,ogni,amministrazione,del,catalogo$dei$da#$e$metada#$in$proprio$ possesso$al,fine,di,creare,una,mappa,del,patrimonio,informa4vo,nazionale,Governance$nazionale$e$Linee$guida$,• L’Agenzia,per,l’Italia,Digitale,avrà,la,responsabilità,di,governare,il,processo,a,livello,nazionale,e,di, vigilare,sulla,sua,correFa,aFuazione.,L’Agenzia,definisce,il,processo,di,pubblicazione,specificando, procedure,,tempi,,licenze,,eventuali,eccezioni,,4pologie,di,da4,,frequenza,di,pubblicazione,Piano$Nazionale$e$Rapporto$Annuale$• Documento,programma4co,che,definisce,la,strategia$nazionale$e,individua,gli,obie;vi$generali,e,i, tempi$di,realizzazione,oltre,che,le,modalità,con,cui,promuovere$una$nuova$cultura$dei$da#.$ Analisi,sullo,stato,di,avanzamento$del,processo,e,sul,suo,impa=o$economico$e$sociale,Definizione$di$dato$di$#po$aperto$,• Introduzione,di,una,definizione,che,si,basa,su,elemen#$giuridici,$economici$e$tecnici., 30
  • 31. Modifiche Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni).1. L’accesso telematico a dati, documenti e procedimenti e ilriutilizzo dei dati e documenti è disciplinato dai soggetti di cuiall’articolo 2, comma 2, secondo le disposizioni del presentecodice e nel rispetto della normativa vigente.Entro 120 giorni dall’entrata in vigore del presente decreto-legge, le pubbliche amministrazioni pubblicano nel proprio sitoweb, all’interno della sezione «Trasparenza, valutazione emerito» i regolamenti che disciplinano l’esercizio della facoltàdi accesso telematico [e] riutilizzo, compreso il catalogodei dati e dei metadati in loro possesso. 31
  • 32. Modifiche Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni).2. I dati e i documenti che le amministrazionititolari pubblicano, con qualsiasi modalità, senzal’espressa adozione di una licenza di cui all’articolo 2,comma 1, lettera h), del decreto legislativo 24 gennaio 2006, n.36, si intendono rilasciati come dati di tipo aperto aisensi all’arti- colo 68, comma 3, del presente Codice.L’eventuale adozione di una licenza di cui al citato articolo 2,comma 1, lettera h), è motivata ai sensi delle linee guidanazionali di cui al comma 7 32
  • 33. Modifiche Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni).3. Nella definizione dei capitolati o degli schemi deicontratti di appalto relativi a prodotti e servizi che com-portino la raccolta e la gestione di dati pubblici, le pubblicheamministrazioni di cui all’articolo 2, comma 2, prevedonoclausole idonee a consentire l’accesso telematico eil riutilizzo, da parte di persone fisiche e giuridiche, di tali dati,dei metadati, degli schemi delle strutture di dati e delle relativebanche dati.4. Le attività volte a garantire l’accesso telematico e ilriutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni rientrano trai parametri di valutazione della performancedirigenziale ai sensi dell’articolo 11, comma 9, del decretolegislativo 27 ottobre 2009, n. 150. 33
  • 34. Modifiche Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni).5. L’Agenzia per l’Italia digitale promuove le politiche divalorizzazione del patrimonio informativo pubblico nazionale e attua ledisposizioni di cui al capo V del pre- sente Codice.6. Entro il mese di febbraio di ogni anno l’Agenzia trasmette alPresidente del Consiglio dei Ministri o al Ministro delegato perl’innovazione tecnologica, che li approva entro il mese successivo, un’Agenda nazionale in cui definisce contenuti e gli obiettivi dellepolitiche di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e unrapporto annuale sullo stato del processo di valorizzazione in Italia;tale rapporto è pubblicato in formato aperto sul sito istituzionale dellaPresidenza del Consiglio dei Ministri.8. Il Presidente del Consiglio o il Ministro delegato perl’innovazione tecnologica riferisce annualmente al Parlamentosullo stato di attuazione delle disposizioni del presente articolo. 34
  • 35. Modifiche Art. 52 (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni).7. L’Agenzia definisce e aggiorna annualmente le linee guidanazionali che individuanogli standard tecnici, compresa la determinazione delle ontologiedei servizi e dei dati,le procedure e le modalità di attuazione delle disposizioni delCapo V del presente Codicecon l’obiettivo di rendere il processo omogeneo a livello nazionale,efficiente ed efficace. Le pubbliche amministrazioni di cui all’articolo2, comma 2, del presente Codice si uniforma- no alle suddette lineeguida. 35
  • 36. Modifiche Art. 683. Agli effetti del presente decreto legislativo si intende per [...] b) dati ditipo aperto, i dati che presentano le seguenti caratteristiche:1) sono disponibili secondo i termini di una licenza che nepermetta l’utilizzo da parte di chiunque, anche per finalitàcommerciali;2) sono accessibili attraverso le tecnologie dell’informazione e dellacomunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, informati aperti ai sensi della lettera a), sono adatti all’utilizzoautomatico da parte di programmi per elaboratori e sono provvistidei relativi metadati;3) sono resi disponibili gratuitamente attraverso le tecnologiedell’informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematichepubbliche e private, oppure sono resi disponibili ai costi marginalisostenuti per la loro riproduzione e divulgazione. L’Agenzia per l’Italiadigitale può stabilire, con propria deliberazione, i casi eccezionali,individuati secondo criteri oggettivi, trasparenti e verificabili, in cui essisono resi disponibili a tariffe superiori ai costi marginali. 36
  • 37. Ulteriori disposizioni2. All’articolo 1, comma 1, dopo la lettera n), del decreto legislativo 7marzo 2005, n. 82, è inserita la seguente:«n-bis) Riutilizzo: uso del dato di cui all’articolo 2, comma 1, letterae), del decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36;».3. In sede di prima applicazione, i regolamenti di cui all’articolo 52,comma 1, del citato decreto legislativo n. 82 del 2005, come sostituitodal comma 1 del presente articolo, sono pubblicati entro 120 giorni dalladata di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge. Con riferimento ai documenti e ai dati già pubblicati, ladisposizione di cui all’articolo 52, comma 2, del citato decreto legislativon. 82 del 2005, trova applicazione entro novanta giorni dalla data dientrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. 37
  • 38. Open Data richiedono norme adeguate e“prospettiva”:1. cambiano i sistemi informativi (big data, linked data, ecc.)2. cambiano i processi organizzativi (informazione è organizzazione)3. cambiano le dinamiche di mercato (innovazione & competizione);4. modificano le relazioni tra PA e società civile (wikicrazia, government as a platform). 38
  • 39. the time is now 39
  • 40. grazielorenzo.benussi@gmail.com twitter: lorenzobenussi 40