Informazione del settore pubblico: orientamento europeo e attuali tendenze

1,587 views

Published on

[Webinar FormezPA: “Cosa cambia con la nuova Agenda digitale italiana“, 25 ottobre 2012]

Published in: Career
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,587
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
900
Actions
Shares
0
Downloads
30
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Informazione del settore pubblico: orientamento europeo e attuali tendenze

  1. 1. Informazione del settore pubblico:orientamento europeo e attuali tendenze [Webinar: “Cosa cambia con la nuova Agenda digitale italiana“, 25 ottobre 2012] Raimondo Iemma Nexa Center for Internet & Society Politecnico di Torino (DAUIN) http://nexa.polito.it raimondo.iemma at polito.it
  2. 2. EVPSI Extracting Value from Public Sector Information www.evpsi.org Unlocking the value of PSI access and re-use  Legal perspective (IPRs, privacy, compliance)  Economic perspective (pricing, efficiency drivers)  Policyhttp://www.evpsi.org/librobiancoLibro bianco per il riutilizzo dellinformazione del settore pubblico 2
  3. 3. LAPSI NetworkLegal Aspects of Public Sector Informationwww.lapsi-project.eu European thematic network (30+ institutions, mostlyacademia) Policy support for the full implementation of a PSI-reusestrategy in a pan-European perspective Some key focuses: • Charging • Licensing • Intellectual Property • Privacy • Competition 3
  4. 4. Direttiva 2003/98/EC
  5. 5. Direttiva 2003/98/EC *Principale riferimento europeo sul tema
  6. 6. Direttiva 2003/98/EC *Principale riferimento europeo sul tema *Sancisce i principi di base per la messa a disposizione della PSI e il suo riutilizzo
  7. 7. Direttiva 2003/98/EC *Principale riferimento europeo sul tema *Sancisce i principi di base per la messa a disposizione della PSI e il suo riutilizzo *Recepita in Italia dal Dlgs. 36/2006
  8. 8. Direttiva 2003/98/EC | obiettivi Considerando #25 (…) agevolare la creazione di prodotti e servizi a contenuto informativo, basati su documenti del settore pubblico, estesi allintera Comunità, nel promuovere un effettivo uso, oltre i confini nazionali, dei documenti del settore pubblico da parte delle imprese private, al fine di ricavarne prodotti e servizi a contenuto informativo a valore aggiunto e nel limitare le distorsioni della concorrenza sul mercato comunitario (...)
  9. 9. Direttiva 2003/98/EC | perimetro *La direttiva non si applica allintero patrimonio informativo pubblico: • tutelati privacy, diritti di terzi, segreto statistico, sicurezza nazionale; • non soggetti alla direttiva contenuti detenuti da istituti distruzione e di ricerca (es. archivi e biblioteche) • si considera solo linformazione generata nellambito del mandato pubblico.
  10. 10. Direttiva 2003/98/EC | riutilizzo … definito come “luso di documenti in possesso di enti pubblici da parte di persone fisiche o giuridiche a fini commerciali o non commerciali diversi dallo scopo iniziale nellambito die compiti di servizio pubblico per i quali i documenti sono stati prodotti (...)“ Art. 2(4)
  11. 11. Direttiva 2003/98/EC | punti *trattamento delle richieste di riutilizzo (< 20 gg. lavorativi)
  12. 12. Direttiva 2003/98/EC | punti *trattamento delle richieste di riutilizzo (< 20 gg. lavorativi) *formato preferibilmente elettronico
  13. 13. Direttiva 2003/98/EC | punti *trattamento delle richieste di riutilizzo (< 20 gg. lavorativi) *formato preferibilmente elettronico *tariffazione: entrate ≤ “costi di raccolta, produzione, riproduzione e diffusione, maggiorati di un congruo utile sugli investimenti“ (Art. 6)
  14. 14. Direttiva 2003/98/EC | punti *trasparenza nelle condizioni di riutilizzo
  15. 15. Direttiva 2003/98/EC | punti *trasparenza nelle condizioni di riutilizzo *licenze standard
  16. 16. Direttiva 2003/98/EC | punti *trasparenza nelle condizioni di riutilizzo *licenze standard *divieto di accordi di esclusiva
  17. 17. Direttiva 2003/98/EC | revisione *“Open Data Strategy“ europea (2011) http://ec.europa.eu/information_society/policy/psi/index_en.htm *Proposta di revisione della Direttiva http://ec.europa.eu/information_society/policy/psi/docs/pdfs/directive_proposal/201 2/it.pdf *Principale obiettivo: incrementare lincisività della stessa
  18. 18. Direttiva 2003/98/EC | cosapotrebbe cambiare?
  19. 19. Direttiva 2003/98/EC | cosapotrebbe cambiare? *Formati: da (semplicemente) elettronico a machine readable
  20. 20. Direttiva 2003/98/EC | cosapotrebbe cambiare? *Formati: da (semplicemente) elettronico a machine readable *Estensione del campo di applicazione a biblioteche, musei e archivi
  21. 21. Direttiva 2003/98/EC | cosapotrebbe cambiare? *Formati: da (semplicemente) elettronico a machine readable *Estensione del campo di applicazione a biblioteche, musei e archivi *Tariffe allineate ai costi marginali di riproduzione e diffusione (con eccezioni!) → la prescrizione originale rimane comunque come limite superiore
  22. 22. Strategie Open Data | attività Activity Main cost item 1) Setting the stage Internal coordination Internal education Definition of guidelines 2) Opening a few datasets Small technical costs (usually datasets that do not require any manipulation) 3) Opening more critical Anonymization (where needed) datasets Meaningful metadatation (where needed)
  23. 23. Strategie Open Data | costi (avvio)Voce di costo Risorse interne Costi viviCoordinamento Allocazione di personale dellamministrazione pubblica (giorni- uomo)Formazione del personale Eventuali incarichi esterniDefinizione dei termini duso da Eventuali consulenze esterneapplicare ai dati rilasciatiEstrazione e manipolazione dei dati Eventuali incarichi esterniai fini della loro pubblicazioneGestione della piattaforma web e web Eventuali consulenze esternepublishing Eventuali licenze software a pagamentoMancati ricavi
  24. 24. Strategie Open Data | cost (avvio)*esistenza di significative economie di scopo conaltri progetti legati alla valorizzazione del digitale;*costi medi decrescenti (economie di scala) nellapubblicazione aperta dei dati;*incrementi di efficienza legati in particolareallistituzione di processi interni che rendanoautomatizzato il rilascio dei dati.
  25. 25. Strategie Open Data | beneficipresso lorganismo detentore / rilasciante i dati,in termini di risparmio e incrementi di efficienza, e inparticolare:*minori (o nulli) costi di negoziazione e transazione;*possibilità di meglio focalizzare la propria attività(escludendo la parte di e-commerce);*più agevole interscambio di dati tra organi e ufficipubblici non contigui.
  26. 26. Strategie Open Data | beneficiper i riutilizzatori dei dati, in termini di risparmioe nella accresciuta disponibilità di insiemiinformativi, e in particolare:*risparmi diretti derivanti dalla gratuità dellaccessoai dati;*risparmi indiretti derivanti dalladozione di terminiduso esplicitamente aperti (non-transactionallicenses);
  27. 27. Strategie Open Data | beneficiper lecosistema nel suo complesso:*incremento della disponibilità di informazionepubblica (e riduzione dei costi di transazione);*creazione di nuovi prodotti e servizi a valoreaggiunto a partire dallinformazione pubblica;*sviluppo di prodotti complementari a quellidirettamente basati sullinformazione.
  28. 28. 2 esempi virtuosi * Catastro spagnolo: informazioni economiche, giuridiche e fisiche in merito a 32 milioni di immobili urbani, 42 milioni di parcelle rurali e 23,5 proprietari. * Passaggio un regime di tariffazione basato sui costi sostenuti per evadere la singola richiesta ad un accesso e riutilizzo gratuiti (via Internet o tramite 3000 punti informazione distribuiti nel Paese). * Tra le altre ragioni del cambiamento, vengono addotti in particolare i significativi costi di transazione (determinazione dei prezzi, gestione, fatturazione), superiori, secondo le serie storiche raccolte dal Catastro, agli introiti derivanti dal rilascio di informazione. * Inoltre, laccresciuta disponibilità dei dati ha permesso di raccogliere riscontri dagli utenti nellottica del miglioramento del servizio. * Tra il 2003 e il 2010, il numero di download di documenti catastali è aumentato da 17.000 a oltre 5 milioni. Dal 2011, il catasto spagnolo ha promosso un nuovo servizio che consente il download dellintero database cartografico. Fonte: POPSIS (2011)
  29. 29. 2 esempi virtuosi *Danish Enterprise and Construction Authority (DECA): responsible for road names and addresses in Denmark. *Key facilities such as emergency, fire and ambulance services, transport services and others strongly depend on the availability of reliable address data. *DECA promoted a free-of-charge agreement in 2002. * In front of a total cost of around 2 million euros for the agreement, the direct overall financial benefits in the period 2005-2009 amount to around 62 million euros. * The measured benefits also include the savings of public and private reusers from not having to enter into agreements anymore with the PSI holder.
  30. 30. Grazie per lattenzione Raimondo IemmaNexa Center for Internet & Society Politecnico di Torino (DAUIN) http://nexa.polito.it raimondo.iemma at polito.it

×