Your SlideShare is downloading. ×
Emtim3 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Emtim3 2010

1,969
views

Published on

The brochure of the 3rd edition for the unique Executive Master in Innovation and Technology Management!

The brochure of the 3rd edition for the unique Executive Master in Innovation and Technology Management!

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,969
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. executive master in technology and innovation management III Edizione / A.A. 2010 - 2011 Alma Mater Studiorum Università di Bolognain technology and innovation management executive master Italy 1
  • 2. executive master lingua italiana part-time Alma Graduate School fa parte di un network per la formazione manageriale a livello nazionale e internazionale. Premiata con le 4 palme da Eduniversal 2 alma graduate School Internationally Strong. come Top Business school Villaexecutive mastersede di Almaand innovation management 3 Guastavillani, in technology Graduate School - Bologna
  • 3. la sfida della competizione internazionale, come quella dei problemi ambientali, si vince con una rivoluzione tecnologica. oggi più che mai è urgente sviluppare competenze per la gestione dei processi innovativi, soprattutto nei settori ad alta tecnologia. Piero Gnudi Presidente, Enel - Vice Presidente, Alma Graduate School 4 alma graduate school executive master in technology and innovation management 5
  • 4. - i direttori 11 1 il master - perché questo master? 12 per chi genera innovazione - obiettivi del programma 14 - a chi è rivolto 18 - i partner del programma 20 - il layout del programma 24 - i corsi 26 - seminari tematici e testimonianze 30 2 un anno - progetti applicativi 32 nella fabbrica dei leader - piattaforma e-learning - modalità di svolgimento 34 36 - il calendario 38 - il team dei docenti 40 - perché alma, perché bologna 47 - alma graduate school: idee in azione 48 3 nella scuola delle idee - master lecture 52 in azione - facilities - investiamo insieme sul futuro 54 56 - advisory board 58 - management 60 - informazioni utili 62 6 alma graduate school executive master in technology and innovation management 7
  • 5. 1 il master per chi genera innovazione - i direttori - perchè questo master? - obiettivi del programma - a chi è rivolto - i partner del programma 8 alma graduate school 9
  • 6. i direttori Due direttori, due esperienze, una conoscenza senza limiti. Una doce nte universitaria tra le più attive nella ricerca a livello internazionale sui temi dell’innovazione tecnologica. Un execu- tive di grande successo in una delle principali multinazionali ed ora alla guida di uno dei gioielli del “Made in Italy”. La certezza di coniugare la conoscenza di frontiera con l’efficacia dell’execution nel management delle tecnologie e dell’innova- zione. Rosa Grimaldi Andrea Pontremoli Professore Associato presso la Fa- Dal 2007 Amministratore Delegato e coltà di Ingegneria dell’Università Socio di Dallara Automobili. Entrato in di Bologna, insegna Gestione dei IBM nel 1980 con il ruolo di Hardwa- Progetti di Innovazione. Laureata in re Customer Engineer, ha ricoperto Ingegneria Gestionale presso il Po- incarichi di crescente responsabilità litecnico di Torino, ha conseguito un nell’ambito del marketing e dei servi- Master in Technology and Innovation zi. Dopo alcune esperienze all’estero, Management presso lo SPRU, Sus- nel 2001 torna in Italia come General sex University, UK, un Dottorato di Manager IBM Global Services South Ricerca ed è stata Visiting Scholar Region. Nel 2004 è nominato Presi- presso la University of Michigan. È dente e Amministratore Delegato del- autore di numerose pubblicazioni la IBM Italia. Membro di vari consigli di internazionali su temi di innovation amministrazione, è Cavaliere di Gran management, imprenditorialità, cre- Croce Ordine al Merito della Repubbli- azione di nuove imprese e interna- ca Italiana e ha ricevuto una laurea ad zionalizzazione delle attività di R&S. honorem dall’Università di Parma. 10 alma graduate school 1 il master per chi genera innovazione 11
  • 7. perchè questo master? L’Executive Master in Technology and Innovation Management offre: un’opportunità di cambiamento per le imprese che investono sulla capacità dei loro manager e professionisti di sviluppare innovazioni di prodotti/servizi e di processo per migliorare la propria capacità competitiva; un percorso di sviluppo delle proprie risorse chiave per metterle in grado di: capire le evoluzioni delle tecnologie, prevedere le loro potenziali applicazioni e implementarle nei propri contesti di riferimento; valorizzare e utilizzare le conoscenze tecniche già possedute La generazione e lo sviluppo industriale di innovazioni tecnologiche per soddisfare nuovi mercati o i bisogni inespressi; sono attività chiave per garantire alle imprese la possibilità di conse- acquisire sensibilità rispetto all’impatto dell’innovazione guire e mantenere una posizione competitiva di successo sui mercati sui processi organizzativi e gestionali; internazionali. un programma sviluppato in collaborazione con importanti impre- La centralità di queste tematiche richiede alle aziende un’attenzione se e compatibile con l’attività lavorativa di manager e professioni- crescente all’insieme delle problematiche e delle tecniche di gestio- sti impegnati in impresa; ne dell’innovazione. una Faculty interdisciplinare composta da personalità eccellenti del A tal fine è importante realizzare investimenti strutturati mirati a mondo universitario, delle imprese e della consulenza; creare le condizioni favorevoli allo sviluppo di innovazione e che pre- vedano, da una parte l’utilizzo e il raffinamento delle conoscenze tec- un percorso originale caratterizzato da una pluralità di corsi, se- nologiche esistenti, dall’altra l’investimento nello sviluppo e utilizzo minari e altre situazioni informali di apprendimento, pensato per di nuove tecnologie. supportare la crescita personale e professionale. 12 alma graduate school 1 il master per chi genera innovazione 13
  • 8. obiettivi del programma L’obiettivo del Master è fornire ai partecipanti competenze di ge- stione della tecnologia e dell’innovazione e l’abilità di valutare le potenzialità e i benefici delle conoscenze tecnologiche e di appli- carle strategicamente per la creazione di valore nei propri contesti lavorativi. Il programma vuole rispondere alle esigenze di imprese orientate all’innovazione di avere professionisti tecnici in grado di: comprendere e gestire le dinamiche dei processi innovativi; immaginare utilizzi delle proprie conoscenze tecnologiche in altri ambiti industriali; Visita dei partecipanti della I edizione dell’Executive Master in Technology and Innovation Management alla Geox, Laboratorio di Ricerca e Sviluppo. costruire sulle conoscenze pregresse e svilupparne nuove al fine di Da sinistra a destra: Alessandro Sacilotto, Mario Moretti Polegato, Andrea migliorare la performance e la competitività delle proprie aziende. Pontremoli. 14 alma graduate school 1 il master per chi genera innovazione 15
  • 9. in un mondo in cui tutto cambia con crescente rapidità il successo dell’impresa è legato a doppio filo con la capacità di sostenere il desiderio del cliente con nuovi prodotti che siano emotivamente coinvolgenti. Claudio Domenicali Direttore Generale, Ducati Motor Holding 16 alma graduate school executive master in technology and innovation management 17
  • 10. a chi la gestione dell’innovazione è rivolto è fondamentale per la competizione e il successo delle imprese Silvia Lombardi Innovation Technology Manager Aeroporto G. Marconi Bologna EMTIM 2009/2010 L’Executive Master in Technology and Innovation Management si ri- volge a individui che lavorano nell’area tecnica di imprese orientate all’innovazione (tecnici, ingegneri, progettisti, ricercatori). Il Master è pensato per professionisti esperti (dipendenti di impresa o liberi professionisti) con più di 3 anni di esperienza nell’area tecnica e dalle alte potenzialità. Il programma è aperto a laureati e non laureati (in quest’ultimo caso viene richiesta un’esperienza lavorativa di almeno 5 anni). 18 alma graduate school executive master in technology and innovation management 19 1 il master per chi genera innovazione
  • 11. i partner del programma Le imprese partner hanno collaborato attivamente alla progettazio- ne del Master. Si tratta di imprese fortemente innovative per le quali la gestione dell’innovazione tecnologica rappresenta una competen- za chiave alla base della creazione di valore. Partendo dai principali problemi e temi che queste imprese hanno sollevato nella fase di progettazione relativamente alla gestione dell’innovazione tecnologica nei propri contesti lavorativi, è stato possibile mettere a fuoco e capire le esigenze di aziende orientate all’innovazione più in generale e le possibili aspettative da questo percorso di formazione. Le aziende sponsor saranno parte attiva del percorso di formazione attraverso una serie di testimonianze. Saranno inoltre organizzate visite presso le aziende sponsor e i loro centri di ricerca. Le imprese che hanno partecipato alle precedenti edizioni sono: - aeroporto g. marconi - enel - ima - booz&co - ferrari - lamborghini - clubinnovatori - gd - pirelli - dallara - ge - sacmi - datalogic - geox - seat pagine gialle - ducati - kodak - telecom - duna corradini - istituto ortopedico - tetrapak - electrolux rizzoli - trevi 20 alma graduate school 1 il master per chi genera innovazione 21
  • 12. grazie alle basi teoriche acquisite con il master, 2 un anno ai casi esaminati ed ai conseguenti spunti nella fabbrica di riflessione, sono riuscito a prendere importanti dei leader decisioni strategiche in fase di sviluppo di un nuovo prodotto - il layout del programma - i corsi - seminari tematici e testimonianze - progetti applicativi - piattaforma e-learning - modalità di svolgimento - il calendario - il team dei docenti Tommaso Buti Project Manager Automobili Lamborghini EMTIM 2008/2009 23
  • 13. il layout del programma Il Master ha una durata di 12 mesi per complessive 31 giornate d’aula articolate in 14 residential. 9 CORSI DI BASE ciascuno di durata compresa tra le 16 e le 32 ore Durata complessiva: 204 h I residential si tengono ad Alma Graduate School il venerdì e il sabato indicativamente ogni 3 settimane. In aggiunta ai residential sono previsti 5 incontri in impresa dedica- 5 INCONTRI PER SEMINARI E TESTIMONIANzE ti all’analisi delle soluzioni operative e organizzative adottate nella ciascuno della durata di 2 ore gestione delle tecnologie e dei processi di innovazione, ricerca e svi- Durata complessiva: 10 h luppo nuovi prodotti. 3 PROGETTI APPLICATIVI dedicati alla creazione per i partecipanti di momenti di scambio, di socializzazione e di lavoro in team presso la Scuola Il metodo di insegnamento si basa su un approccio interdisciplinare Durata complessiva: 44 h che prevede: 1 INCONTRO DI ICE BREAKING Corsi di base (includono lezioni frontali, casi e discussioni in aula) dedicato al team building, alla conoscenza e al confronto fra i partecipanti Seminari e testimonianze da parte di rappresentanti di imprese Durata complessiva: 4 h Apprendimento a distanza attraverso l’uso della piattaforma Progetti applicativi con l’obiettivo di creare momenti di scambio, socializzazione e team work presso la Scuola 24 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 25
  • 14. i corsi general management marketing Elisa Montaguti, Università di Bologna L’efficace commercializzazione dell’innovazione richiede una profon- da conoscenza dei meccanismi che regolano la percezione del valo- re per il cliente e dell’arena competitiva. Ciò implica comprendere i meccanismi che regolano i processi di acquisto e di sviluppo dei mer- cati di riferimento. A partire dall’esame di questi meccanismi questo corso intende approfondire le modalità di gestione dell’interazione tra gestione e progettazione dell’innovazione e sua commercializza- zione. I 9 corsi di base sono suddivisi in tre aree tematiche: general management strategic cost management marketing - 16 h Riccardo Silvi, Università di Bologna strategic cost management - 32 h Il corso intende fornire le competenze di base finalizzate a: compren- dere le implicazioni economico-finanziarie della gestione; interpre- people management tare la performance economico-finanziaria dell’impresa; usare le creativity management - 16 h informazioni di costo per analizzare l’efficienza e l’efficacia dei pro- improving teamwork through managing diversity - 16 h cessi aziendali; gestire i costi nelle fasi progettuali; comprendere il project management - 16 h ruolo del controllo di gestione come meccanismo operativo di guida technology and innovation management di organizzazioni complesse. IT advances: web 2.0 and beyond - 16 h technology and innovation management - 32 h strategic entrepreneurship - 16 h world class manufacturing - 16 h people management creativity management Massimo Bergami, Università di Bologna Il corso intende sviluppare ilprincipali temi riguardanti la creatività in impresa. L’obiettivo è approfondire il rapporto tra creatività e inno- vazione, sia dal punto di vista del prodotto finale, sia dal punto di vista dei processi organizzativi. Al fine di cogliere a fondo la complessità dei processi creativi il corso prevede un contatto diretto tra parteci- panti e personalità del mondo del design, dell’alta cucina e dell’arte per assumere un punto di vista complementare a quello manageriale. 26 alma graduate school executive master in technology and nella fabbrica dei leader 27 2 un anno innovation management
  • 15. improving teamwork through strategic entrepreneurship managing diversity Rosa Grimaldi, Università di Bologna Massimo Franceschetti, Università di Bologna L’obiettivo del corso è fornire ai partecipanti le capacità di iden- Gabriele Morandin, Università di Bologna tificare e valutare le opportunità tecnologiche con potenzialità di Il corso offre in modo semplice e pratico gli elementi di base per la sfruttamento commerciale. Il corso si focalizza su quattro temi: a) gestione della differenza in un gruppo di lavoro attraverso strategie le fonti, la scoperta, e la valutazione delle opportunità tecnologiche; di comunicazione specifiche. Alcuni degli argomenti trattati durante il b) l’organizzazione interna delle azioni imprenditoriali e di ricerca corso sono: a) imparare a vedere le regole implicite che le persone delle risorse; c) le strategie per sfruttare opportunità tecnologiche seguono; b) ascoltare ed esprimere la differenza; c) comunicare sugli finalizzata alla creazione di valore; d) il supporto del contesto locale scopi e non sulle opinioni; d) negoziare piuttosto che vincere; e) come all’identificazione e sviluppo di opportunità tecnologiche. gestire le differenze di genere e di gerarchia nel gruppo di lavoro. Sono previsti interventi di esperti. Le attività didattiche sono composte di una parte di dialogo in aula e una di attività pratiche. technology and innovation management Federico Munari, Università di Bologna Maurizio Sobrero, Università di Bologna project management Il corso affronta gli aspetti strategici, organizzativi e gestionali rela- Alessandro Grandi, Università di Bologna tivi allo sviluppo di innovazioni. Particolare attenzione sarà data agli Il corso intende fornire ai partecipanti le conoscenze e gli strumenti aspetti organizzativi delle attività di sviluppo nuovi prodotti e di R&S relativi all’organizzazione e alla gestione dei progetti, con particola- e alla gestione dei progetti di sviluppo nuovi prodotti. Con riferimen- re attenzione ai progetti di innovazione. I temi trattati includono: la to a questi ultimi, si analizzeranno gli approcci e le best practice per pianificazione e il controllo dei progetti (tempi, costi e avanzamento affrontare e risolvere i problemi nelle diverse fasi dello sviluppo pro- tecnico); l’organizzative dei progetti, il ruolo del project manager e dotto, al fine di ottimizzare le performance finali in termini di qualità, la gestione del team; il risk management; la gestione del portafoglio tempi e costi. progetti. world class manufacturing Andrea zanoni, Università di Bologna technology and innovation management Il corso presenta le caratteristiche dei sistemi operativi e le prin- cipali interazioni tra scelte di progettazione e struttura produttiva. Vengono svolte le più recenti metodologie finalizzate alla riduzione it advances: web 2.0 and beyond dei costi, alla qualità e all’affidabilità e si analizza il ruolo dei forni- Marco Roccetti, Università di Bologna tori nel processo innovativo. Viene analizzata la lean manufacturing evidenziando come l’approccio, nato in produzione, sia applicabile a Il corso affronta tematiche relative ai più recenti sviluppi nell’ambito tutto il contesto aziendale originando la lean organization. dell’Information Technology e del loro impatto sulle aziende e sulle organizzazioni in genere. Particolare attenzione viene posta ai cam- biamenti tecnologici ed organizzativi determinati dall’adozione dei paradigmi del Web 2.0 e delle sue piu’ moderne estensioni, con rife- rimento anche ai business models innovativi che ne derivano. 28 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 29
  • 16. seminari e I seminari sono tenuti da professionisti esperti (docenti accademi- ci e manager di imprese) e sono caratterizzati dalla partecipazione di testimoni stranieri, con l’obiettivo di informare i partecipanti relativa- testimonianze mente a esperienze internazionali eccellenti. I seminari offrono contenuti di tecnologia e una preziosa opportu- nità di approfondimento di alcuni temi di organizzazione e gestione dell’innovazione, finalizzata ad una migliore conoscenza delle prati- che interne alle proprie aziende e ad una maggiore consapevolezza di come i processi di innovazione sono organizzati e gestiti in altri contesti di riferimento. I 5 incontri rappresentano momenti di approfondimento di temi trat- Sono previsti interventi da parte delle imprese partner e di tati nei corsi di base o di temi completamente nuovi ritenuti rilevanti rappresentanti di altre realtà aziendali. all’interno del percorso di formazione. Nella scorsa edizione sono intervenuti: Sono previsti interventi nelle seguenti aree tematiche: Alessandro Amoroso Università di Bologna Gestione dell’innovazione Maurelio Boari Università di Bologna Gestione della proprietà intellettuale; Virtualizzazione dei servizi nelle moderne organizzazioni; Enterpise 2.0; Business Plan Development; Know- Ferdinando Cannizzo Vehicle Innovation Manager, Ferrari ledge Management; Imprenditorialità nei settori ad alta tecnologia. Gabriele Falciasecca Università di Bologna Andrea Frabetti Vice President, Ferretti Group Engineering Tecnologie avanzate Salvatore Improta Consulente Reti wireless: cambiamenti e impatti sull’organizzazione; Le opportunità offerte dall’evoluzione della rete NGN; Nuove tecnologie per la produzio- Mats Magnusson Chalmers University of Technology ne di energie alternative; Federated Identity Management; Nanotecnolo- Danilo Montesi Università di Bologna gie e nuove opportunità di business. Andrea Prencipe Università G. D’Annunzio e SPRU, Sussex University Marco Roccetti Università di Bologna Organizzazione dei processi innovativi Scott Shane Case Western Reserve University, US La negoziazione; La leadership; Team building. Gian Luca Marzocchi Università di Bologna Giuseppe Cucchi Generale Paolo Di Marco Consulente di Direzione Andrea Lipparini Università di Bologna 30 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 31
  • 17. progetti laboratorio di creazione di valore Si tratta di un laboratorio unico nel suo genere, nel quale i partecipanti applicativi sono chiamati a lavorare in team su un progetto specifico relativo alla creazione di valore. Cosa è il valore? Come viene percepito dal consu- matore finale? Quali strumenti possiamo implementare per fare in modo che la creazione di valore diventi il filo conduttore delle attività delle imprese innovative e al tempo stesso un modo di pensare e di ope- rare strutturato e continuativo all’interno delle organizzazioni? I progetti applicativi hanno l’obiettivo di creare per i partecipanti dei Durante questo progetto applicativo i partecipanti saranno divisi in momenti di scambio, di socializzazione e di lavoro di team presso la gruppi e, sulla base di indicazioni e linee guida relative ad uno speci- Scuola. Più specificamente, il programma prevede tre progetti: fico progetto, lavoreranno alla creazione di valore usando degli stru- menti e metodologie da diverse prospettive, che includono il mar- business game keting (e.g. conjoint analysis), la strategia (e.g. blue ocean strategy Il business game simula accadimenti aziendali inerenti la gestione tools) e le operations (e.g. value stream mapping). strategica e operativa come ad esempio la partecipazione ad una gara e la gestione operativa di una o più commesse, la gestione di project work attività produttive, il lancio di un nuovo prodotto, l’implementazione Confronto più diretto con l’azienda. I partecipanti aggregati in piccoli di un sistema informativo complesso. In particolare il business game team affrontano e sviluppano un progetto di lavoro sperimentando in serve per favorire la cultura dell’integrazione e della interfunziona- azienda i concetti e le tecniche appresi durante il lità nei processi aziendali. La peculiarità del business game consiste master. I contenuti dei Project Work saranno in questo caso sviluppati nel fatto che i diversi temi non sono trattati attraverso le tradizionali a partire da interessi specifici delle aziende, che possono includere: sequenze lezione-esercitazione-debriefing, ma attraverso una simu- Sperimentazione di nuove metodologie e tecniche per lo sviluppo lazione nella quale le persone interpretano i diversi ruoli caratteri- di innovazione stici di un’organizzazione per progetti e sperimentano attivamente le criticità tipiche del lavoro in strutture a matrice. Azioni per il miglioramento della catena di fornitura e delle rela- zioni lungo la filiera Pratiche di co-design per lo sviluppo di nuovi componenti o di pro- dotti radicalmente innovativi Sviluppo business plan Implementazione di reti intra e inter organizzative per il trasferi- mento tecnologico e condivisione di conoscenza L’organizzazione e gestione del co-design attraverso team virtuali/ dispersi nei processi di outsourcing tecnologico Particolare attenzione sarà data al coinvolgimento dei fornitori a monte e dei clienti a valle lungo la filiera. I progetti si avvarranno del supporto di esperti professionisti (docen- ti universitari e manager di impresa) che li seguiranno durante tutto il percorso. 32 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 33
  • 18. piattaforma e-learning Il Master adotta un modello di apprendimento integrato (blended le- arning) basato sull’alternanza fra e-learning e attività in aula. In par- ticolare la piattaforma è stata specificatamente predisposta per lo svolgimento di Master rivolti a manager e professional già impegnati in impresa. Ogni partecipante accede alla piattaforma di e-learning della Scuola via internet, inserendo username e password e visua- lizzando il proprio percorso di apprendimento. I corsi sono suddivisi in moduli settimanali così articolati: una presentazione sintetica, con l’indicazione degli obiettivi da raggiungere; una mappa dei contenuti, dei materiali e delle esercitazioni da svolgere; una networking: guida on-line, divisa in più sezioni, con i contenuti peer-to-peer salienti del modulo; una o più attività da svolgere in- dividualmente o in gruppi a configurazione variabile Alma continua a investire costantemente nel potenziamento delle proprie soluzioni e-learning e nell’aggiornamento dei materiali di- learning (esercitazioni, test, case study, etc.). La guida on-line dattici: nel mese di luglio entrerà in funzione la nuova piattaforma e- costituisce il cuore del percorso di apprendimento; learning della Scuola, che si arricchisce, rispetto alla precedente, di da qui è possibile accedere a indicazioni utili per approfondire temi numerose funzionalità e opzioni a disposizione dei partecipanti e dei di particolare interesse (testi, documenti, siti, altri materiali didattici docenti. In particolare si prevedono un’area community, la possibilità on-line). A seconda dei temi affrontati, le attività proposte assumono per ogni partecipante di tracciare il proprio avanzamento, verifican- la forma di esercitazione, soluzione a casi studio, sviluppo di report do se si sono tralasciate attività ed esercitazioni, la disponibilità di e svolgimento di test. Per ciascuna di queste attività, il partecipan- strumenti per il lavoro collaborativo, particolarmente utili nel caso te potrà confrontare la propria risposta con quella suggerita dal re- di lavori di gruppo e nella fase di project work. Ogni partecipante po- sponsabile del corso, monitorando quindi in tempo reale la qualità trà comunicare in una pluralità di forme, sincrone e asincrone, con gli del proprio apprendimento. La piattaforma assicura anche un insie- altri partecipanti, con il coordinatore e col responsabile del corso. Le me di strumenti di comunicazione sincroni e asincroni, necessari per soluzioni e-learning messe a punto dalla Scuola e i relativi materiali il confronto costante all’interno della community. didattici sono utilizzati anche da prestigiose scuole di formazione. 34 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 35
  • 19. modalità di svolgimento articolazione e struttura degli incontri erogazione dei corsi Il Master prevede incontri frontali presso la sede di Alma che si arti- L’inizio di tutti i corsi avviene all’interno di due giornate di residential colano su 31 giornate (venerdì e sabato), corrispondenti a 14 residen- con una mezza giornata di aula dedicata ad un modulo della durata tial. Ogni residential comprende 4 moduli da 4 ore ciascuno (4 + 4 al di 4 ore, durante la quale il docente di riferimento presenta il corso, venerdi e 4 + 4 al sabato). Il contenuto dei singoli moduli può essere fa una lezione introduttiva, valuta il livello di competenza dei parte- un corso, un incontro per seminari/testimonianze, un incontro per cipanti su un dato argomento e li informa relativamente al materia- Project Work, un incontro per eventi di socializzazione. le che troveranno sulla piattaforma, a come utilizzarlo e a cosa ci si aspetta. Il Master prevede che i corsi si sviluppino in successione, per con- sentire ai partecipanti di approfondire di volta in volta ogni singolo Nelle settimane che intercorrono tra due residential successivi (me- ambito disciplinare. E’ prevista una parziale sovrapposizione nelle diamente tre), i partecipanti continuano il corso sulla piattaforma. fasi di conclusione di un corso e inzio di uno nuovo per valorizzare le L’apprendimento sulla piattaforma segue un percorso lineare, co- interdipendenze e gestire al meglio le sinergie tra più corsi. stantemente monitorato dal tutor del corso, sempre disponibile per chiarimenti e approfondimenti sulle esercitazioni svolte, sui casi stu- Il master si svolge in due luoghi distinti, uno fisico (Villa Gustavillani dio e sulle altre attività. Si prevedono circa 8 ore di studio a settima- - sede di Alma - Bologna) e uno virtuale (la piattaforma di e-learning, na. accessibile via internet). Oltre agli incontri frontali, il programma prevede 5 incontri presso aziende (tipicamente di giovedì pomerig- Dopo lo studio sulla piattaforma, ci si ritrova in aula per altre due gio). giornate (residential). L’articolazione dei corsi, la lunghezza, il nu- mero di residential dedicati ad ognuno di essi dipende dalla durata complessiva dei singoli corsi. La chiusura di tutti i corsi prevede una prova finale per verificare il livello di approfondimento raggiunto. 36 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 37
  • 20. corsi core seminari e visite progetti aziendali applicativi calendario Venerdì 19 Strategic Cost Management p.m. Welcome di presentazione a.m. Novembre 2010 Residential 1 Ice Breaking h.17,30 Sabato 20 Strategic Cost Management Venerdì 17 Strategic Cost Management Seminario h.17,30 Dicembre 2010 Residential 2 Sabato 18 Strategic Cost Management Venerdì 14 Strategic Cost Management a.m. Residential 3 Marketing p.m. Gennaio 2011 Sabato 15 Technology and Innovation Management Giovedì 3 Visita Aziendale p.m. Residential 4 Venerdì 4 Marketing Sabato 5 Technology and Innovation Management Febbraio 2011 Venerdì 25 Marketing a.m. Seminario h.17,30 Technology and Innovation Management p.m. Residential 5 Sabato 26 Technology and Innovation Management Venerdì 18 Technology and Innovation Management a.m. Visita Aziendale p.m. Marzo 2011 Residential 6 Improving Teamwork Through Managing Diversity a.m. Sabato 19 Project Management p.m. Venerdì 8 Project Management a.m. Visita Aziendale p.m. Aprile 2011 Residential 7 Sabato 9 Improving Teamwork Through Managing Diversity Venerdì 6 Improving Teamwork Through Managing Diversity a.m. Residential 8 World Class Manufacturing p.m. Sabato 7 Project Management a.m. Project Work p.m. Maggio 2011 Venerdì 27 World Class Manufacturing Seminario h.17,30 Residential 9 Sabato 28 Strategic Entrepreneurship a.m. Project Management p.m. Giovedì 16 Visita Aziendale p.m. Giugno 2011 Residential 10 Venerdì 17 World Class Manufacturing a.m. Laboratorio di creazione di valore p.m. Sabato 18 Strategic Entrepreneurship Giovedì 7 Project Work p.m. Luglio 2011 Residential 11 Venerdì 8 Strategic Entrepreneurship a.m. Seminario h.17,30 IT Advances p.m. Sabato 9 Laboratorio di creazione di valore p.m. Venerdì 2 Laboratorio di creazione di valore a.m. Residential 12 Project Work p.m. Sabato 3 IT Advances Settembre 2011 Giovedì 22 Visita Aziendale p.m. Residential 13 Venerdì 23 IT Advances a.m. Creativity Management p.m. Seminario h.17,30 Sabato 24 Creativity Management a.m. Giovedì 13 Business Game p.m. Ottobre 2011 Residential 14 Venerdì 14 Business Game Sabato 15 Creativity Management a.m. Project Work p.m. 38 alma graduate school
  • 21. il team visiting scholar presso la New York University. L’attività di ricerca e professionale riguarda principalmente l’organizzazione e la gestione dei processi di innova- zione tecnologica, le strategie e le politiche di sviluppo nei settori high-tech. È dei docenti consigliere di amministrazione di Alma Mater, CRIT Research, Consorzio Alma- Cube; Responsabile scientifico dell’area Politica Industriale e Sviluppo Locale di Nomisma. Ha collaborato come consulente con imprese industriali e di servizi su temi di strategia e organizzazione aziendale. Elisa Montaguti Titolare del corso di Marketing. Professore di marketing presso la Facoltà di Economia dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna. La sua attività di ricerca si focalizza in particolare sul tema dello sviluppo di nuovi prodotti e del marketing di prodotti high-tech. Autore di numerose pubblicazioni in riviste quali l’International Journal of Research in Marketing, Advances in Internatio- Massimo Bergami nal Marketing e la Mastering Marketing Financial Times series. Titolare del corso di Creativity. Professore ordinario di Organizzazione Azienda- le presso l’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna. E’ stato Visiting Pro- Gabriele Morandin fessor presso la University of Michigan, la University of Florida, la New York Titolare del corso di Improving Teamwork trough Managing Diversity. Ricerca- University e l’Università Bocconi. E’ stato consigliere del Ministro della Difesa tore presso il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Alma Mater Studiorum Uni- dal 1996 al 1998 e ha collaborato con il Ministro dell’Industria dal 2000 al 2001. versità di Bologna, presso il quale ha anche conseguito il Dottorato di Ricerca in Si occupa di identità organizzativa e di gestione del cambiamento organizzativo. Direzione Aziendale nel 2005. E’ titolare del corso di Organizzazione Aziendale E’ Consigliere Delegato di Alma Graduate School. presso la Facoltà di Economia. In qualità di visiting scholar e di research assi- stant, ha svolto attività di ricerca presso la Ross School of Business dell’Uni- Massimo Franceschetti versity of Michigan. Si occupa di comportamento organizzativo; le sue principali Titolare del corso di Improving team work trough Managing Diversity. E’ un libe- aree di ricerca riguardano la partecipazione e le comunità organizzative. ro professionista. È laureato in DAMS e in Filosofia. Ha diversi attestati di parte- cipazioni a corsi pluriennali di gestione delle risorse umane e di comunicazione. Federico Munari Insegna dal 1993 sui temi della comunicazione. In questo momento è docente a Titolare del corso Technology and Innovation Management. Professore Associato contratto presso l’Università del Molise e l’Università di Bologna. Insegna Teo- di Gestione dell’Innovazione e dei Progetti presso la Facoltà di Ingegneria dell’Uni- rie della Comunicazione nel Master Gestione Risorse Umane di Alma Graduate versitàdi Bologna. E’ stato visiting researcher presso la Sloan School of Manage- School dell’Università di Bologna e Comunicazione interpersonale all’Università ment del MIT e la City University di Londra. E’ coordinatore del dottorato in Direzio- Aperta di Imola. È stato docente per l’Ufficio Sviluppo risorse umane dell’Uni- ne Aziendale dell’Università di Bologna e co-direttore del progetto di ricerca “The versità di Bologna e dal 1996 al 2004 consulente per lo sviluppo della comunica- Economic Valuation of Patents”, finanziato dalla Banca Europea degli Investimenti. zione dell’Università di Bologna. Nel 2007 ha pubblicato il libro Comunicare con l’utente, Carocci, Roma, sulla gestione interpersonale dell’utente allo sportello Marco Roccetti nella Pubblica Amministrazione. Titolare del corso di IT Advances: Web 2.0 and beyond. Da dieci anni, professore ordinario di Informatica presso l’Università di Bologna. Ha trascorso periodi di Alessandro Grandi studio e di ricerca presso la University of California a Los Angeles e l’Interna- Titolare del corso di Project Management. Professore ordinario di Economia e tional Computer Science Institute di Berkeley. I suoi interessi di ricerca sono Organizzazione Aziendale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bo- incentrati su digital multimedia. È autore di oltre 200 lavori scientifici sul tema. logna, dove è Presidente del corso di laurea in Ingegneria Gestionale. È stato La sua esperienza internazionale ha contemplato oltre che numerosi incarichi 40 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 41
  • 22. di tipo scientifico anche incarichi di consulenza per il Dutch Minister of Economic Affairs, per la Dutch Funding Agency for IT Research e per l’Australian Smart Internet Technology Cooperative Research Centre di Sidney. Riccardo Silvi Titolare del corso di Strategic Cost Management. Professore presso la Facol- tà di Economia di Forlì dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, dove insegna Controllo Manageriale e dei Costi e Controllo Strategico nelle Imprese Innovative e Start-up. È componente dello steering committee del Cardiff Inno- vative Manufacturing Research Centre. E’ stato visiting scholar alla Macquarie Graduate School of Management di Sydney, alla University of Sydney (AUS) e visiting professor presso il Babson College di Wellesley (USA). Si occupa in par- ticolare di controllo di gestione, di misurazione dei risultati e di gestione strate- gica dei costi. È autore di numerose pubblicazioni a livello nazionale e interna- zionale e socio fondatore di www.infomanager.it Maurizio Sobrero Titolare del corso di Technology and Innovation Management Professore Ordinario di Gestione dell’Innovazione presso l’Università di Bologna, Ph.D. al MIT, è membro della Production and Operation Management Society. Dal 2006 dirige il Dipartimen- to di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna. Dal 2000 al 2007 è stato Coordina- tore del programma di Dottorato di Ricerca in Direzione Aziendale dell’Università. Ha pubblicato 5 libri e oltre 20 articoli internazionali sull’economia e la gestione dell’innovazione. Ha insegnato in diversi programmi per executives in Sud America, Cina e in numerosi paesi europei. Nel 2005 è stato invitato a contribuire allo Uni- ted Nations World Investment Report. Ha svolto consulenze per diverse imprese e istituzioni. Siede nel Consiglio di Amministrazione della zignago Vetro SPA come Indipendente e ne presiede il Comitato per il Controllo Interno. Andrea zanoni Titolare del corso di Word Class Manufacturing. Professore Ordinario di Gestio- ne Aziendale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna, si inte- ressa di politiche di approvvigionamento e supply chain management. E’ stato direttore di dipartimento e presidente di corso di laurea. Ha fondato e diret- to il CIEG - Centro di studi di Ingegneria Economico-Gestionale. Ha contributo alla fondazione e all’avvio di Profingest, ora integrata in Alma Graduate School. Membro di AIDEA (Accademia Italiana di Economia Aziendale) e di AiIG (Associa- zione italiana di Ingegneria Gestionale) di cui è stato presidente. Ha maturato esperienze sia in attività di consulenza di organizzazioni pubbliche e private sia come consigliere di amministrazione in Technogym, Centro Ceramico, Econag, Profingest e Alma Graduate School. 42 alma graduate school 2 un anno nella fabbrica dei leader 43 3 tutto il know how che serve
  • 23. 3 nella scuola delle idee in azione - perché alma, perché bologna - alma graduate school: idee in azione - master lecture - facilities - investiamo insieme sul futuro - advisory board - management 44 alma graduate school 45
  • 24. perché Una scuola post laurea che combina le competenze tradizionali di una business alma school con quelle di centri di competenza di information technology, ingegneria elet- tronica e scienze della comunicazione. Una scuola post laurea che ha capito prima di altre la necessità di focalizzare i program- mi di master su concetti e metodi di lavoro vicini al mondo delle imprese, coinvolgen- dole in progetti comuni. perché E’ la città dell’Università più antica del mon- do occidentale. Si trova in uno snodo fonda- bologna mentale delle comunicazioni, punto inter- medio tra i grandi distretti del packaging, dei motori, della meccanica di precisione, del tessile-abbigliamento, dell’alimentare di fascia alta. E’ il cuore di una delle regio- ni più ricche e innovative dell’Europa, nella quale è nato e si è sviluppato un modello imprenditoriale imitato in tutto il mondo. 46 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 47
  • 25. alma graduate school: idee in azione L’identità di Alma Graduate School of Information Technology, Mana- 01 Discussione del caso Unicredit con Alessandro Profumo, marzo gement and Communication viene costruita attraverso un approccio 2007; 02 Claudio Domenicali, al Best, III ed.; 03 Presentazione del interdisciplinare e internazionale. libro di Beppe Severgnini, settembre 2007; 04 Giuseppe Tornatore Qui accademici, manager e consulenti di diversa estrazione si con- al Best, V ed.; 05 Josè Viegas Filho Ambasciatore del Brasile in frontano su un piano di parità con i partecipanti ai corsi. Un dialogo Italia, aprile 2010; 06 Luca Cordero di Montezemolo al Best, III senza gerarchie che trasforma talento e idee in competenze e lea- ed.; 07 Equipaggio di Alma alla MBA’s Cup (Regata internazionale dership. riservata agli studenti MBA) Santa Margherita, settembre 2006. Oltre ai master universitari e ai programmi per Executive, la Scuola è accanto a numerose imprese di successo per iniziative formative dedicate ai migliori talenti. L’entusiasmo e la tenacia con cui porta avanti la missione ha raccolto molte persone che credono e parteci- pano al progetto, apportando conoscenze, relazioni e contributi tan- 01 05 gibili. Nel campus di Alma Graduate School si respira un’aria diversa, quel- la prodotta dall’incontro e dal confronto di menti differenti ma con un obiettivo comune: trasformare le idee in azione. 02 03 04 06 07 48 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 49
  • 26. I partecipanti alla III Reunion degli Alumni Alma e Profingest, luglio 2009 50 alma graduate school executive master in technology and innovation management 51
  • 27. master lectures La Scuola offre ai partecipanti la Nerio Alessandri Technogym Francesco Garello Fratelli Onofri Tommaso Padoa Schioppa Economista possibilità di assistere a John Armour University of Cambridge Anna Gervasoni Aifi Marco Panara La Repubblica/Affari e Finanza master lecture, incontri con Andrea Arcangeli SUSE- Novell Margherita Granbassi Schermitrice Dan Peterson Giornalista personalità provenienti Charles Baden-Fuller Cass Business School Robert Grant Georgetown University Andrea Pezzi Conduttore televisivo dal mondo delle imprese, dalle Andrea Bajani Scrittore Philippe Haspeslagh Insead Rino Piazzolla Unicredit Group professioni e dalle istituzioni, Paolo Barilla Barilla Andrew Hoffman Boston University School of Management Maria Pierdicchi Standard and Poor’s finalizzati allo scambio di Pippo Baudo Rai Massimo Iosa Ghini Architetto Alfredo Pirri Artista esperienze e all’apertura di Roberto Benigni Regista e attore Farouk Kamoun Ecole Nationale des Sciences de l’Informatique Alessandro Politi Commentatore strategico nuove prospettive. Guido Bertolaso Protezione Civile Leonard Kleinrock UCLA Jerry Porras Stanford University Ridolfo Bichi Ruspoli Nautor’s Swan Bruce Kogut Insead Monica Possa RCS Andrea Bocconi Scrittore Paolo Legrenzi Università di Venezia Romano Prodi Università di Bologna Recentemente sono Achille Bonito Oliva Critico d’arte Gad Lerner La 7 Alessandro Profumo Unicredit Group intervenuti: Marco Caprai Cantine Arnaldo Caprai Enrico Letta Arel Ratko Rudic Nazionale Usa pallanuoto Loris Capirossi Suzuki Massimiliano Magrini Google Italia Eli Salzberger University of Haifa Aldo Cazzullo Corriere della Sera Enrico Mentana Giornalista Hersh Shefrin Santa Clara University T. Chan Hong Kong Polytechnic Alessandro Merli Il Sole 24 Ore Renato Soru Tiscali Gherardo Colombo Magistrato Francesco Merloni MTS Group Ronald P. Spogli Imprenditore Luca Cordero di Montezemolo Ferrari Vittorio Merloni Indesit Company Richard Stallman Free Software Foundation Claudio Costa Clinica Mobile Stefano Micossi Assonime Giovanni Tamburi Tamburi e Associati Giuseppe Cucchi Generale Alessandro Minuto Rizzo Nato Angelo Tantazzi Borsa Italiana Andrea Cuomo STMicroelectronics Mauro Moretti Ferrovie dello Stato Sue Thexton Macromedia Europe Michael Cusumano MIT Matteo Motterlini Università San Raffaele di Milano Giuseppe Tornatore Regista Lorenzo De Martinis Baker & MCKenzie Andrea Muccioli San Patrignano Gianluca Trequattrini Banca d’Italia Ferdinando Fava Istituto “Pedro Arrupe” Alessandro Nanni Costa Centro Nazionale Trapianti Alberto Vacchi IMA Hellmuth Felcht Degussa Gina Nieri Mediaset Claudio Velardi Reti Norberto Ferretti Ferretti Group Michael O’Leary Ryan Air Nicola Volpi Permira Associati Alberto Forchielli Mandarin Capital Partners Vincenzo Onorato Mascalzone Latino Richard Whish King’s College London John Freeman Università della California William Ouchi Anderson Graduate School of Management Peter Williamson Insead Piero Gaffuri Rai Marco Palmieri Piquadro Paolo zegna Ermenegildo zegna 52 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 53
  • 28. facilities Villa Guastavillani è aperta dalle 8 alle 22 dal lunedì al sabato 5.000 metri quadrati 6 aule multimediali (da 15 a 50 posti) 4 sale riunioni, di cui una con videoconferenza 1 aula magna con sistema di video proiezione multi-immagine ad alta definizione dolby digitale/streaming/videoconferenza con 9 connessioni parallele 10 aule studio 2 computer lab (Windows e Mac Os X) Biblioteca/banche dati Palestra interamente attrezzata con macchinari Technogym Ristorante interno 1 Gbps di banda interna con LAN a 100 Mbps e uscita con ponte radio a 34 Mbps Rete wireless protetta e sicura in tutta Villa Guastavillani e nel parco circostante Sistema e-learning personalizzato su piattaforme Learning Space e ATutor 54 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 55
  • 29. investiamo insieme sul futuro Crediamo in te. Insieme a UniCredit Banca abbiamo Prestiti sull’onore ideato un sistema che ti consente di finanziare • Chi si iscrive a titolo individuale ai integralmente la partecipazione al Master. Master di Alma nel 2010 può ottenere un In questo modo puoi: prestito sull’onore per il pagamento della quota d’iscrizione che potrà essere 1 Iscriverti oggi e frequentare il Master: restituita nei successivi dodici anni, UniCredit provvederà all’iscrizione fino al 2022. • Un prestito sull’onore senza garanzie 2 Iniziare a rimborsare dopo 2 anni e a tasso agevolato: è la forma speciale la quota d’iscrizione a tassi agevolati di finanziamento rivolto agli studenti iscritti ai Master realizzati da Alma 3 Completare tra 12 anni Graduate School grazie all’accordo il rimborso della quota di iscrizione con UniCredit Banca. 56 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 57
  • 30. advisory board La scuola si avvale di un consiglio Stefano Aldrovandi Busi Impianti composto da top manager, professionisti e Anna Maria Artoni Confindustria Emilia Romagna accademici che collaborano con la Direzione di Alma Graduate School per formulare le Richard P. Bagozzi University of Michigan strategie e la programmazione dei master Gilberto Benetton Edizione Holding e Autogrill universitari e dei programmi executive. Franco Bernabè Telecom Italia Antonio Calabrò Gruppo Pirelli Pier Luigi Celli Università Luiss Guido Carli Giancarlo Galeone Imprenditore Sergio Giunti Gruppo Editoriale Giunti Luca Majocchi Manager Federico Minoli Manager Fernando Napolitano Booz & Company Roberto Nicastro UniCredit Group Paolo Onofri Prometeia Umberto Paolucci Microsoft Italia Elserino Piol Pino Venture Severino Salvemini Università Bocconi Gabriel Sanchez zinny Egon zehnder International NY Claudi Santiago GE Oil & Gas 58 alma graduate school 3 alma. la scuola delle idee 59
  • 31. Presidente Gianni Lorenzoni management Vice Presidente Piero Gnudi Consigliere Delegato Massimo Bergami Consiglieri Filippo Andreatta Andrea Babbi Maurelio Boari Lorenzo Donatiello Gabriele Falciasecca Roberto Grandi Francesco Mezzadri Majani Fabio Roversi Monaco Davide Trevisani Andrea zanoni Direttore Generale Alfredo Montanari Coordinatori d’Area Maurelio Boari Roberto Grandi Gian Luca Marzocchi Ict Supervisor Marco Roccetti Direttori Master Emanuele Bajo Marco Bigelli Maurelio Boari Carlo Boschetti Andrea Cavrini Paolo Di Marco Giusella Finocchiaro Gianluca Fiorentini Alessandro Grandi Rosa Grimaldi Angelo Manaresi Costantino Marmo Gian Luca Marzocchi Mattia Miani Gabriele Morandin Federico Munari Andrea Pontremoli Riccardo Silvi 60 alma graduate school executive master in technology and innovation management 61
  • 32. informazioni utili Ammissione Il Master è riservato ad un massimo di 40 partecipanti. Durata novembre 2010- ottobre 2011 Criteri di ammissione I candidati devono avere maturato un’esperienza professionale di almeno 3 anni all’interno dell’area tecnica di imprese orientate all’innovazione (tecni- ci, ingegneri, progettisti, ricercatori). Il master è aperto anche a liberi professionisti ed è rivolto a laureati e non laureati (in quest’ultimo caso viene richiesta un’esperienza lavorativa di al- mento 5 anni). Per informazioni Prova di ammissione ALMA GRADUATE SCHOOL L’ammissione è subordinata al positivo esito del processo di selezione, cen- trato sull’analisi del curriculum vitae e sullo svolgimento di un colloquio per Villa Guastavillani comprendere il progetto professionale del candidato. Via degli Scalini, 18 40136 Bologna - Italy Scadenza iscrizioni Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è fissato al Roberta Gallucci 30 ottobre 2010. Tel. +39 051 2090133 Quota Fax +39 051 2090112 La quota di iscrizione al master è di 14.200 Euro (+ Iva) da corrispondere in emtim@almaweb.unibo.it due rate: www.almaweb.unibo.it - la prima di 5.200 Euro (+ Iva) all’atto dell’immatricolazione e prima delle attività didattiche; - la seconda di 9.000 Euro (+ Iva) entro il 31 gennaio 2011. • quote ridotte per i partecipanti a titolo individuale • sconto del 12% per le iscrizioni pervenute entro il 31/7 Non è prevista la partecipazione di uditori, nè l’iscrizione a singoli corsi. Prestito sull’onore UniCredit • importo pari alla quota di partecipazione • tasso agevolato • senza garanzie • rimborsabile in 12 anni • senza vincoli di estinzione Domanda di partecipazione su: www.almaweb.unibo.it Design & Communication: Stefano Salsi wwww.studiosalsi.it I dettagli relativi al programma e ai docenti, come tutte le altre informazioni presenti in questa brochure, sono corretti e sono stati confermati al momento della stampa (Maggio 2010). Alma Graduate School si riserva il diritto, se necessario, di effettuare dei cambiamenti sul sito web. 62 alma graduate school executive master in technology and innovation management 63 Copyright Alma Graduate School 2010
  • 33. Alma Graduate School è la scuola post-laurea dell’Università di Bologna, promossa con la collabo- razione di Profingest, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Fondazione Guglielmo Marconi. Nata nel 2000, è rapidamente diventata un punto di riferimento nell’executive education, caratte- rizzandosi per orientamento interdisciplinare, integrazione con il mondo delle imprese e proiezio- ne internazionale. La comunità di docenti, studenti, manager e alumni offre un contesto innovativo per la condivisione di conoscenze e risorse. 64 alma graduate school